Salta i links e vai al contenuto

Vicini di casa, soliti problemi?

Una storia come tante ma che rischia di rovinare veramente la nostra vita!
Io e mio marito siamo scappati da un appartamento in città per problemi di parcheggio, del vicino del piano di sopra che faceva l’idraulico in casa, per il vicino del piano di sotto con la moglie depressa che non voleva sentire neppure un piccolo rumore (la loro camera da letto sotto la nostra cucina) . Così abbiamo pensato bene di cercarci una casa indipendente fuori città.
L’abbiamo trovata, ampio parcheggio di proprietà, solo un unico portone in comune con degli affittuari della casa accanto… ma… non avevamo valutato alcune cose: il portone in comune, e la loro camera da letto sulla nostra cucina (la nostra casa è stata ristrutturata nel passato e alcune stanze sono sfalsate sui piani)
Dopo tre anni di richiami al proprietario, di richiami agli affittuari ad oggi siamo sempre alle stesse problematiche: portone sempre aperto (loro hanno le scale per accedere all’appartamento, invece la nostra porta di casa è accanto al portone principale) , quando lo chiudono lo sbattono (il portone è stato fatto dal vecchio proprietario che ci ha venduto casa) , auto di parenti e amici parcheggiate davanti alla nostra casa, via vai continuo di non si sa quante persone abitano in quella casa (non esageriamo, sono una famiglia di albanesi di 4 persone + un neonato ma passano da quel portone almeno 20 volte il giorno… e la notte) . Spostamento continuo dei mobili senza sollevarli o almeno usando dei feltrini. Stendini dei panni, cose vecchie appoggiate al muro fuori dal portone principale. Ma quello che più ci da veramente fastidio è il portone sempre aperto, sia in inverno che in estate, e causa un sacco di problemi a noi che abitiamo al piano terra, per lo sporco che entra, per la sicurezza e per le intemperie che rovinano anche la nostra porta di casa!!!!! A questo punto stiamo preparando una lettera di intimazione al proprietario poi vedremo… ma vi sembra giusto tutto questo? Purtroppo io e mio marito lavoriamo in casa ed è ovvio che le sentiamo e vediamo tutte ma adesso siamo al limite della maleducazione e inciviltà. Non voglio assolutamente giustificare certi episodi limiti di violenza tra vicini ma cosa si può fare contro la maleducazione? Un’ultima cosa, quando abbiamo affisso un foglio al portone con la richiesta gentile di fare attenzione a chiuderlo, a non sbattere tappeti e lenzuola sulla rampa delle scale, il giorno dopo lo abbiamo trovato stracciato e buttato sul nostro zerbino… Secondo voi cosa sta a significare? Sinceramente non vogliamo avere problemi e cercare una nuova casa… ma come si possono risolvere questi problemi? Chiediamo solo un poco di rispetto.
Grazie e saluti
Raffaela e Roberto

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Controversie

22 commenti a

Vicini di casa, soliti problemi?

Pagine: 1 2 3

  1. 1
    IO -

    l’inciviltà dei tuoi vicini albanesi la puoi facilmente dedurre dal foglietto strappato e buttato sul tuo zerbino.
    Ti hanno detto da bravi albanesi “non rompere” e avertelo buttato in faccia vuola dire pure fai attenzione.. insomma i tuoi vicini di certo non hanno nessuna voglia di dialogare con te, ma anzi.. fai pure attenzione.
    Io sinceramente vicino ad un extra comunitario non ci vivrei mai, ma questo è un mio personale pensiero.
    Purtroppo non puoi farci niente, il proprietario lo dirà agli inquilini e loro continueranno a sbattersene come già stanno facendo, altrimenti se fossero stati “civili” ti avrebbero detto almeno “ok faremo attenzione”
    se non vuoi impazzire cambia di nuovo casa

  2. 2
    Kid -

    Purtroppo non esiste una tutela immediata ,in questi casi.
    Siamo in Italia , dove niente funziona come dovrebbe.
    Prova diffida a mezzo legale , ad entrambi , proprietario ed inquilino ,intimandoli a chiudere sempre il portone al fine di evitare accessi abusivi per i quali saranno considerati responsabili , richiamali ,inoltre ,al rispetto delle pacifica convivenza e buon vicinato , avvisandoli che ti riserverai di agire per il risarcimento dei danni materiali e morali che la loro cattiva condotta provoca , compresa ogni intimidazione diretta o indiretta citando l’episodio del cartello.
    Recentemente abbiamo seguito un caso analogo,con i protagonisti che erano della stessa provenienza .
    La diffida per ora ha rimesso le cose a posto.
    In quel caso , si era arrivati anche all’aggressione fisica verso persone anziane , ree di averli soltanto invitati al rispetto reciproco.
    Tuttavia , abitando nello stesso immobile , per quest’episodio , non hanno voluto sporgere denuncia penale . In futuro , dovesse ripetersi si vedrà .
    Ci sono i buoni e i cattivi anche tra di loro .
    Posso dire che ne conosco diversi che son persone come si deve, anche molto disponibili verso i vicini . Ma ci sono anche casi opposti.
    L’importante è non aver paura di farsi valere , meglio sempre non direttamente ma a mezzo di un legale.
    I prepotenti non sono forti ma s’approfittano solo della paura che pensano di mettere agli altri .
    Auguri.

  3. 3
    aaA -

    Ciao,
    anch’io ho dei vicini totalmente irrispettosi..gente che parcheggia auto proprie e di amici e parenti vari al limite della mia uscite a in qualche occasione anche davanti al passo carrabile, gente che si mette ad urlare come scalmanati quando ci sono le partite, gente che fa continuamente ritrovi tra schiamazzi e voci alte fino all’una di notte, quando accendono poi l’aspirapolvere, gente che và a curiosare visibilmente dentro la mia auto parcheggiata o se ne infischia se giocando a calcio il pallone sbatte forte su carrozzeria e finestrini..
    e poi pretenderebbero il posto pubblico riservato a loro.
    Vivere così è pesante, i miei hanno paura di rompere i dettami del quieto vivere e tacciono. Io invece non taccio e li ho “minacciati” già in alcune occasioni che avrei chiamato la polizia municipale. Non si aspettavano che io reagissi, invece l’ho fatto, in modo fermo e deciso e devo dire che per un po’ funziona.
    ciao

  4. 4
    raffaela -

    Grazie per la solidarietà…delle volte mi vergogno a parlarne, sembra che sia io ad esagerare, ma quando ci penso obiettivamente vi assicuro che vorrei andare davanti alla loro porta e dirgliene quattro! Il problema è che fanno finta di non capire in quanto stranieri(che vivono in Italia da quasi 10 anni) Ho capito che sapevano l’italiano quando un giorno(l’ennesima volta) ho chiamato la postina che aveva messo la loro posta nella mia cassetta e proprio in quel momento la signora di sopra era scesa (come fa spesso) a vedere cosa facevo. Una scena da film, la postina che gli si avventava contro con una serie di riproveri, intimandogli di mettere una cassetta postale con i loro nomi…La sera stessa hanno installato la casetta! Allora quando vogliono capiscono l’italiano! Io lavoro come grafica e sto per la maggior parte del tempo al pc che si trova davati alla finestra che da sull’aia, ora con il caldo tengo la finestra aperta, ma ogni giorno è la stessa storia che mi costringe a richiuderla: l’anziano di casa(50 anni) quando arriva dal bar(non lavora) davanti alla mia finestra sputa o si soffia il naso a modo dei calciatori, la moglia getta l’acqua della pulitura delle scale, la nuora sciacqua i panni del neonato! Ma sapete cosa vi scrivo? Per adesso faccio finta di nulla, non si può cadere nell’errore dell’arrabbiatura con possibili conseguenze violente, Con mio marito stiamo scrivendo una bella lettera che partirà per prima al proprietario e nel caso di mancata risoluzione ai problemi la faremo partire da un avvocato…poi vedremo.L’educazione, purtroppo, non si insegna soprattutto a degli ignoranti(nel vero senso del termine) quindi l’unica arma a disposizione è la pazienza e la civiltà.Un’arma a nostro favore è di sicuro la legge (spero). Saluti a tutti e grazie serve anche il confronto e leggere di esperienze di altri.

  5. 5
    fausto -

    dai fuoco alla casa con tutti dentro, e non aspettare neanche tanto,solo cosi risolvi

  6. 6
    Roberta -

    Buonasera anche io conosco solo vicini con il rispetto degli altri sotto la suola delle scarpe . Ho dovuto vendere una casa per questo ma il peggio non smette mai di perseguitarmi e dopo otto anni che abito in questa casa mi ritrovo a combattere nuovamente con l’ ignoranza della gente che nel frattempo e’ cambiata perché’ i vecchi proprietari se ne sono andati altrove affittando che fare contro cancello che sbatte a tutte le ore del giorno e della notte che fare con pazzi che suonano pianola per otto ore di seguito, che fare con persone che ti mettono i secchi Dell’ immondizia sotto la finestra della camera da lettoe per questa lamentela mi sono beccata una minaccia di morte . ci dobbiamo unire e fondare un comitato di vittime di sopprusi.

  7. 7
    raffaela64 -

    Eccomi ad aggiornare le mie vicissitudini con il vicinato. Il proprietario della casa in questione ha messo in vendita l’immobile e spero che i nuovi vicini saranno diversi…ma fintanto non ci sarà il cambiamento non posso scrivere nulla. Fatemi gli auguri o bene bene o male male.
    Ma, sempre il proprietario di quell’appartamento è anche il proprietario a metà con noi della grande corte a comune. Ecco il problema: la corte è usata ovviamente come posteggio auto, ma anche se noi(io e mio marito) siamo proprietari a metà e quindi 4 posti auto a testa…lui fa posteggiare le auto dei figli(3) le auto dei nipoti(2) e infine l’auto per adesso dell’affittuario(1) quindi a noi restano 2 posti uno dei quali non è spendibile perchè entra a malapena una vespa. Dopo diversi richiami siamo costretti a rivolgerci ad un avvocato. Nonostante le carte cantano, i vari contratti di acquisto, le visure catastali…beh per non fare scadere l’uso capione eccoci a dovere spendere soldi per rivendicare un nostro diritto altrimenti serve prepotenza, cattiveria, ingiurie e magari violenza. Alla prossima puntata visto che non è finita qui!

  8. 8
    Roberta -

    Ti auguro tutto il bene di questo mondo ma mi ripeto uniamoci e formiamo un comitato un bacio

  9. 9
    dani -

    E’ inutile, i condomini sono la peggiore invenzione della storia, sconosciuti costretti a convivere e a sopportare le voci, i rumori e la maleducazione degli altri, è un vero e proprio inferno che rischia di danneggiare seriamente le salute psichica della gente. Io di sopra ho una famiglia di vecchi che sposta mobili continuamente, li sento 24h su 24, inutile è stato chiedere loro con gentilezza che facessero attenzione, ma la ciliegina sulla torta è il figlio che vive con loro che di notte ”ha problemi di insonnia” e pulisce casa rumorosamente, ogni santa notte.
    Ci volgiono case completamente indipendenti, con i vicini il più lontano possibile, o si rischia la pazzia.

  10. 10
    anna -

    ciao…..io sono nella stessa situazione….a me stanno creando danni alla rete divisoria me l’hanno tutta piegata verso il mio cortile…..perchè devono appogiarci di tutto e 2 bici probabilmente rubate….. ho chiesto più volte perfavore messo cartello….stracciato e buttato nel mio cortile…..non gliene frega nulla…..ora il bambino mi urla davanti al cancello che siamo brutti e cattivi……e sono albanesi….urlano da mattina a sera….non gliene frega nulla…… sono molto delusa e stanca…..con gli altri vicini non ho problemi ma loro sono osceni…… in più non capisco di cosa vivono visto che sono a casa da mattina a sera…..poi ultimamente perchè ci stiamo lamentando (dopo 2 anni che li sopportiamo) sono capitate 2 scenate abbastanza imbarazzanti direi…. io so solo che non sono razzista ma lo sto diventando….

    anna.

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili