Salta i links e vai al contenuto

Uscire da questo labirinto buio che mi sono autocostruito

Mi vergogno da morire a raccontarvi la situazione che sto vivendo in questo ultimo periodo ma ho la necessità e il bisogno di raccontarla a qualcuno, a furia di tenermi tutto dentro arriverò al punto di scoppiare (e non manca molto). Non ho persone fidate e intime a cui esternare tutto ciò che ho dentro di me e che mi sta logorando piano piano, ma anche se decidessi di raccontarlo al mio migliore amico rischierei di fare grossi danni. Non mi resta che raccontare tutto a voi, perfetti sconosciuti, con la speranza di riuscire ad aggrapparmi disperatamente ai vostri consigli o ai vostri punti di vista e uscire da questa situazione maledetta.
Potrò sembravi ipocrita, falso, da persona senza cuore… ma vi assicuro che un cuore e una mente ce li ho… e forse anche per questo che sto a pezzi.
Ho 33 anni e sono fidanzato da circa 7 anni con una ragazza fantastica, che amo e che ringrazio ogni giorno per aver scelto me al suo fianco. La amo da impazzire.
Mai avuto problemi… rapporto abbastanza sereno, si litiga e si fa pace, non siamo mai arrivati al punto che qualcuno dei due potesse compiere il passo di lasciare il partner. Siamo una coppia affiatata, stimata e invidiata da molti conoscenti e amici comuni. Una classica coppia tale e uguale a quelle che si possono trovare ovunque nel mondo. Lavoro in un ufficio e mi sono sempre trovato a lavorare ed avere a che fare con ragazze belle e affascinanti. in 7 anni di storia non ho mai avuto colpi di fulmine, mai avuto innamoramenti vari, mai avuto un minimo interesse per un’altra donna. mai e poi mai, e mai avrei minimamente immaginato che questo potesse acadere. Non ho mai pensato nemmeno un secondo di tradire o lasciare la mia ragazza per un’altra. Non ho mai guardato altre ragazze con gli stessi occhi e la stessa intensità con cui ho sempre guardato la mia ragazza. Per farla breve, i problemi iniziano qualche mese fa quando in ufficio entra a lavorare una nuova collega, più piccola di me. Inizia subito un feeling lavorativo. sono sempre stato (e lo sono ancora) per lei come punto di riferimento per le varie attività, avendo più esperienza di lei e lavorando da piu tempo in azienda. In questi mesi si sono collezionati sguardi e battute,tanto che questa ragazza mi ha stregato nel vero senso della parola. I suoi occhi, il suo sguardo, il suo sorriso, la sua voce. La sua presenza. insomma tutto!! Mi piace da matti, quando la vedo non capisco più niente. Non so se questa cosa che provo è condivisa anche da lei, ovvero se ricambia (non credo sappia che sia fidanzato perchè non abbiamo mai parlato di questa cosa. Non mi ha mai chiesto di vederci oltre l’orario di lavoro o magari di uscire una sera anche solo per un aperitivo in centro, e spesso ci lasciamo con un “ci vediamo domani al lavoro”). E poi la cosa che mi fa pensare in negativo è che lei ha un rapporto amicale e affettuoso un po’ con tutti… e a me sta cosa mi fa rosicare da morire. Come se un velo di gelosia mi prendesse e mi soffocasse fino a farmi mancare l’aria. Nell’ipotesi in cui non possa piacerle, non capisco allora perchè mi sorride dolcemente, a volte mi cerca anche, mi chiede di prenderci il caffè insieme (non bevo caffè e ho iniziato a berli da quando c’è lei) sia in compagnia e sia da soli. Con le altre colleghe non ho questo feeling… non lo trovo normale tra semplici colleghi. parlo con loro, rido e scherzo… ma non come succede con lei. Non mi danno attenzione come lei le da a me. Mi piace fisicamente, mi piace come persona… mi ingelosisco e mi fa rimanere male quando la vedo con altri colleghi di altri uffici. Spesso guardo il suo account instagram (non ci seguiamo a vicenda) per vedere cosa fa quando non è al lavoro. Mi ingelosisco quando esce a ballare o quando va al mare con -presumo- i suoi amici, perchè vorrei tanto essere li con lei al suo fianco.
Non so che cosa mi stia succedendo.
Però poi penso anche ai 7 anni di storia… al fatto che amo da morire la mia ragazza e che non voglio perderla… al fatto che da 1 anno abbiamo preso casa insieme. Al fatto che se venisse a sapere tutta sta cosa che sto vivendo dentro di me in silenzio, pur in modo innoquo in quanto non c’è mai stato nulla con questa ragazza (nè di fisico e nè di dichiarato), possa soffrire da maledetti… e io non voglio, voglio proteggerla. Penso alle conseguenze che verrebero fuori se dovessi parlare di questa cosa alla mia ragazza o adirittura a questa mia collega. Rischierei in un colpo solo di perdere sia la donna della mia vita e sia anche questa mia collega che in qualche modo mi ha stregato (cosa meno grave… ma comunque brutta). Non so cosa stia succedendo, magari il suo è solo un modo carino e gentile nei miei confronti (questo posso anche metterlo in conto) ma non c’è niente da fare. Mi strega, mi attrae, penso sempre a lei. Dal come mi guarda, da come i suoi occhi intrecciano i miei. Stanotte l’ho sognata e oggi quando ci siamo visti in pausa (mi ha cercato lei in un modo o nell’altro mentre io cercavo di tenerla a distanza) non ho nemmeno avuto il coraggio di dirgli che l’avevo sognata, dandomi dell’idiota quando, finita la conversazione, ci siamo salutati con due baci sulla guancia. Magari ai suoi occhi posso sembrare un impacciato, un bambinone.. ma la verità che vorrei dirle cosa ho dentro ma ho paura di sbagliare tutto. Indirettamente credo di averle inviato qualche segnale innoquo. Una mattina le ho portato la colazione dal bar alla sua scrivania, senza che me lo chiedesse, anche se non è rimasta molto sorpresa del gesto. Mi ha ringraziato col sorriso e voleva dividere la brioches che le avevo comprato con me. Ovviamente era per lei e rifiutai. E’ qui che una donna dovrebbe capire che se un ragazzo fa questi gesti fuori dal comune, è perchè alla fine dietro c’è un interesse, grande o piccolo che sia. E in quel caso se avesse avuto anche il sospetto di questo mio interesse, non essendo interessata, avrebbe cercato di smetterla di cercarmi. E invece no. Non so più cosa fare… questa situazione è più grande di me. Da un lato amo la mia ragazza e non voglio perderla in modo più assoluto e sò che se dovesse venire a sapere tutta qusta cosa finirebbe questa nostra storia. dall’altro lato però ci sono le emozioni e l’attrazione che questa mia collega suscita in me è sono troppo forti. Ho pensato di parlare con questa collega… ma ho paura di come la possa prendere.. ho paura di rovinare la mia storia con la mia ragazza, che ripeto, amo alla follia.
Mi sento come una chitarra distorta… mi sento stupido… uno schifo. Come dice cristicchi nella sua canzone, mi sento esattamente come un piano forte con un tasto rotto… come l’accordo dissonante di un’orchestra di ubriachi.
Non ho mai avuto intenzione di tradire la mia ragazza e nè di lasciarla… ma mi trovo dentro a un vortice di emozioni e non so più come uscirne. E’ come se fossi eintrato in un labirinto e non trovassi più una via d’uscita. Non vivo più serenamente, nè al lavoro e nè a casa. Sembra patetico ma per me sta diventando tutto un incubo. Aiutatemi voi.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Me Stesso

23 commenti a

Uscire da questo labirinto buio che mi sono autocostruito

Pagine: 1 2 3

  1. 1
    _broken_ -

    Lasciatelo dire: bella merda. Purtroppo al riguardo non posso darti dritte o quant’altro, devi essere tu a prendere posizione e agire seguendo il tuo cuore. Prova a schiarirti le idee stando lontano da entrambe, forse in questo modo capirai con chi vuoi stare veramente. Ho notato però che questa tua collega non sembra molto interessata quindi non solo feriresti la tua ragazza ma anche te stesso. Ma ovviamente non posso dirti cosa fare, sta a te decidere.

  2. 2
    Luna -

    Devi assolutamente far chiarezza in te stesso e non compiere gesti avventati.

    C’è spazio per una soltanto delle due nel tuo cuore e può essersi verificata una soltanto di queste opzioni:

    A. ami la tua fidanzata e per la collega è soltanto una sbandata.
    B. la collega ha preso il posto della fidanzata nel tuo cuore.

    L’ideale sarebbe che tu possa trascorrere un periodo lontano dalla collega (le ferie estive potrebbero essere una buona occasione) imponendoti di non cercarla nemmeno sui social.
    L’effetto che sortirà la lontananza potrebbe aiutarti a fare chiarezza in te stesso.

    Importante: comunque vadano le cose NON FARE MAI IL PIEDE IN DUE SCARPE perché sarebbe la cosa peggiore che potresti fare alla tua fidanzata ed alla collega (qualora si rivelasse interessata a te).

    Anche se ci sono in gioco i sentimenti appellati al buon senso per lealtà nei loro confronti ma anche verso te stesso!

    In bocca al lupo (:

  3. 3
    toroseduto -

    L’amore è una gabbia. Dopo sette anni si da per scontato che quella che sembra la donna ideale per vivere assieme tutta la vita fa parte delle cose scontate. Vien voglia di uscire dalla gabbia. E’ fisiologico. Nel mondo c’è dell’altro. Occhi dolci,persone che ti fanno intravedere il mondo in un modo diverso. E può capitare che si scambi per amore un oggetto attraente. Quello che è capitato a te è capitato a tutti gli uomini. Mezzi uomini oserei dire. Un uomo integro non si pone nessun problema. Sa quello fa per lui, non si guarda attorno a fiutare un profumo nuovo, diverso. Hai 33 anni ma ragioni come un adolescente. Cresci e prendi una decisione da UOMO.

  4. 4
    Gimmy -

    E’ normale essere attratti da altre persone pur essendo già impegnati, direi che è un fattore fisiologico, il punto però è un altro se cedere alla tentazione o lasciare perdere, e questo lo puoi sapere solo tu. La vita ogni tanto ci mette davanti a delle prove e ovviamente hai il libero arbitrio su come procedere. Se veramente ami la tua ragazza e vuoi costruire il tuo futuro con lei, pensando a un progetto di famiglia con i suoi alti e bassi, la scelta non ti sarà difficile, se invece pensi che al tuo amore manchi qualcosa e non ti basta o non ti senti amato come vorresti e senti l’esigenza di voler qualcosa di nuovo ma che completi ciò di cui necessiti, puoi sempre rischiare seguendo le tue emozioni, tenendo però ben presente che questa nuova circostanza è un salto nel buio che potrebbe rivelarsi un abbaglio o comunque riportarti alla medesima situazione, e che la correttezza che dovrebbe appartenere alla propria coscienza implica sempre la responsabilità di tutto quello che ne comporta.

  5. 5
    Maldamore -

    Sette anni sono tanti, di solito se un rapporto funzione in due o tre ci si mette insieme,
    vuol dire che in questo rapporto qualcosa mancava
    e difatti hai messo gli occhi sulla tua collega.
    Vivere due storie parallele è impegnativo,
    come la favola di quel cane che attraversa un
    fiume con un osso in bocca, vede il riflesso
    dell’osso nell’acqua e pensando che può averne due, lascia cadere l’osso…e così resta
    a bocac asciutta.

  6. 6
    swann -

    Ammettendo che la lettera sia vera — molte metafore, un modo di scrivere a volte di grande fiato, strano per un uomo “timido” — si tratta di un caso di innamoramento. Noi uomini queste cose le sappiamo, purtroppo. Dopo sette anni di una bella storia si puo capire che chiunque sia attratto da un avventura (probabilmente fascino per la bellezza fisica, ma dopo?) — se hai già una di quelle che sono belle, fedeli, con chi hai trovato UNA VERA INTESA (quello che conta di più !!) — trovati un psicologo (in un altra città) un po esperto di queste cose, e esamina con questo la situazione. Se non ti senti la forza di scegliere, magari rischi di perdere tutto. Allontanati (da solo) per un mese, anche due, capirai presto qual è “la persona senza la quale non potresti vivere” — come scritto sopra le avventure sono tante, le vogliamo tutte, ma quella capace di UN INTESA PER TANTI ANNI ecc. quella è un tesoro.

  7. 7
    lilly -

    è strano che tu scriva che sei innamorato della tua ragazza, visto che quello che descrivi con la nuova collega è un innamoramento vero e proprio. forse per la tua ragazza provi affetto e complicità, la vedi adatta a te per la vita, ma il punto è che sei in un momento di stanca, forse, del rapporto, ti serviva interiormente la scossa che la nuova ragazza ti ha dato, per questo ti sei lasciato coinvolgere, e non credo ti passerà anche se provi a soffocare questi sentimenti. secondo me devi rischiare, dare un appuntamento alla ragazza, provare a vedere se lei ricambia insomma, perché non te la toglierai facilmente dalla mente se cerchi di ignorare questo fatto, che ti sei cioè innamorato, e spero ti dia una possibilità lei, perché se ti rifiuta peggio che peggio, ancora peggio non te la leverai più dalla mente.
    con la tua ragazza ti devi necessariamente prendere una pausa, non puoi tradirla alle spalle e far finta di niente chiaro. devi dirle che provi delle sensazioni forti per…

  8. 8
    lilly -

    questa tua collega, o anche senza specificare che è una tua collega, che non capisci se è solo attrazione o altro, che ora non puoi pensare a lei come merita e vorresti. certo puoi perderla ma fa parte pure questo delle prove della vita. del resto se una relazione è forte si riprende anche dopo i periodi di crisi. del resto potrebbe capitare pure a lei di prendere una sbandata per un altro. insomma inutile stare a rimuginare, agisci.

  9. 9
    nevealsole1993 -

    La vita a due non è fatta SOLO di batticuore, colazioni a sorpresa o cose del genere. Ma è ANCHE fatta di queste cose. Forse questi piccoli gesti, attenzioni non ci sono più con la tua ragazza perché vi state dando per scontati. Io credo che anche se stiamo bene con il nostro partner da anni, possa capitare di avere un’attrazione (fisica o mentale o entrambi) per qualcun altro, ma bisogna frenare la propria immaginazione prima che faccia danni e ti porti su quella strada del non ritorno fatta di “che cosa succederebbe se…”. Tu hai superato questo limite, la colazione offerta a lei non è cosa da colleghi. È evidente che c’è di più. Solo per te, probabilmente. Per una ragazza più giovane potresti essere un grande amore ma potresti essere anche una delle tante storie in attesa dell’uomo della sua vita. Tu hai una compagna e un’età da famiglia. Hai già la donna della tua vita. Non possiamo vivere mille vite, rassegnamoci, una sarà sufficiente facendo le giuste scelte…

  10. 10
    gabriele -

    Secondo me, sei solo “annoiato” da un anno a questa parte specialmente, ammettiamolo: quando si fa a convivere, la vita amorosa, specialmente quella sessuale, muore.
    Sei sicuro, che questa attrazione, non ci sia anche perché tu e la tua ragazza, vi state mortificando sessualmente?

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili