Salta i links e vai al contenuto

Una lettera semplice

Salve Presidente,
non saprei nemmeno come iniziare a scriverLe… bhè, potrei cadere nel qualunquismo e dirLe che sono seriamente preoccupato per il mio futuro, per tutto quello che ho costruito con anni di studi e sacrifici. E ora, mi ritrovo a non poter più professare il mio lavoro, la mia vocazione mettendo a rischio la mia laurea all’eCampus, che immagino Lei conosca bene. Che dire? Ho fatto il grafico anche per il Sig. Fabrizio Corona, ma come Lei avrà saputo, ora che non è più in circolazione tutti i suoi dipendenti hanno subito la perdita del lavoro. Insomma, Lei che ha vissuto il mondo prima di me, cosa mi consiglia di fare in quest’Italia così disastrata? Scusi se mi sono dilungato, ma i pensieri da esternare sarebbero così tanti, che una mail non basterebbe davvero; così, di getto, Le ho scritto, sperando che davvero Le arrivi questo mio messaggio.

Le auguro una buona serata e colgo l’occasione per porgerLe i miei più cordiali saluti.

Semplicemente, Melo.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili