Salta i links e vai al contenuto

Una favola piena di draghi

  

Ciao a tutti,sono greta e ho 19 anni!
Son capitata in questo sito per caso e non ho avuto dubbi sul fatto che avrei dovuto assolutamente scrivervi la mia storia.
Per me è un periodo assurdo, in cui mi manca quasi l’aria e ho tanto bisogno d’aiuto.
Bè da dove cominciare?
La mia storia con lui è stata una lotta continua, una favola piena di draghi.
E’ stato il mio primo amore e non l’avrei mai immaginato così.
Siamo stati insieme 2 anni, quando tutto cominciò io ne avevo 17 e lui 21.
All’inizio tutto era perfetto, lui era stupendo e io provavo delle sensazioni che non pensavo potessero esistere, e pure per lui era lo stesso.
Dopo 4 mesi, arrivò il primo bacio e io mi sentivo il cuore così pieno, e allo stesso tempo così leggera. Stavamo benissimo insieme, e io forse mi stavo già innamorando.
Lui era dolcissimo, mi raccontò della sua ultima storia , che l’aveva fatto soffrire tanto..
E io volevo assolutamente fargli capire che di me poteva fidarsi,che non sarei mai stata capace di fargli del male.
Era così bello, imprevedibile, divertente, mi faceva sentire al sicuro.
C’era solo un piccolo particolare: eravamo opposti, in tutto, sia caratterialmente, sia a livello di interessi e gusti.. Ma si dice che gli opposti si attaraggono, e noi pensavamo fosse proprio il nostro caso.
Ma piano piano cominciarono i problemi.. e i litigi.. che diventarono all’ordine del giorno.. primo fra tutti il fatto che lui fumava (non sigarette).. e io questo non riuscii mai ad accettarlo.. gli spiegai i miei motivi, e cioè che per me è sinonimo di debolezza,dimostra mancanza di coraggio nell’affrontare la realtà.
Si , a volte la realtà può fare male ma nessuna canna e nessuna bevuta potranno cambiare le cose.
Alla fine arrivammo e un compromesso: non avrebbe mai fumato davanti a me .. Questo me lo rinfacciò parecchie volte ,dicendo che non l’aveva mai fatto per nessuna ragazza al mondo e che questo significava che io non l’accettavo per com’era.
I giorni passarono,e pure i mesi..
Pieni di lacrime, urla, litigi , risate,ma anche amore.. sempre e solo amore.
Chissà , forse se l’avessi amato un pò di meno, sarebbe stato tutto un pò più facile..
Quello che ci univa cresceva a dismisura, ma purtroppo anche ciò che ci allontanava.
AMAVO TUTTO DI LUI, il suo modo di guardarmi, i suoi abbracci, la sua profondità , la sua allegria, il suo amore che mi dimostrava sempre..
Mi chiedo ancora se qualcuno riuscirà mai ad amarmi in modo così profondo.
Ci chiudevamo in un mondo solo nostro, passavamo quasi tutto il nostro tempo soli, convinti che l’amore potesse bastare ad andare avanti.
Io non riuscivo ad inserirmi nel suo gruppo di amici, ci ho provato,ma riuscivo solo a chiudermi in me stessa.
Lui quando si arrabbiava urlava tantissimo, e il mio cuore in quei momenti si fermava, e le lacrime scendevano veloci come non mai.
Poi si pentiva, si scusava,mi abbracciava, e tutti e due continuavamo il nostro viaggio ,convinti che,col tempo,le cose sarebbero migliorate..ma era solo un’illusione..
Arrivò l’estate.. e il buio calò su di me.
Fu l’estate più gelida della mia vita, non riuscivo a sorridere, ero intrappolata dentro me stessa, in una gabbia di paura e tristezza che non mi faceva vivere.
Piangevo senza motivo, avevo attacchi d’ansia. Naturalmente il motivo c’era , ma era troppo profondo per riuscire a tirarlo fuori.
A settembre decisi di andare da una psicologa,e col tempo capii che ciò che mi stava distruggendo erano questi litigi senza fine, questa battaglia assurda.
D’inverno, per la prima volta, mi lasciò.. dopo 2 giorni infernali, tornammo insieme.
Ero la persona più felice del mondo, allora era vero che l’amore vinceva tutto.
Ma la felicità durò poco.. Dopo un mesetto mi rilasciò.. e poi ancora una volta.. e un’altra..
Mi sentivo un giocattolino.. e la mia dignità?e la mia persona? E il mio rispetto? chissà dov’erano nascosti, mi sono completamente annullata per questo amore..
L’8 giugno, (due giorni dopo il mio compleanno in cui abbiamo passato una giornata stupenda) mi ha lasciato.. a urla, sotto casa mia.
Ero morta.. morta.. mia madre dovette scendere a prendermi perchè piangevo così tanto da non riuscire nemmeno a salire le scale.
Ah piccolo particolare! Dopo 10 giorni sarebbe dovuto cominciare il mio esame di maturità.. e io ero in condizioni pessime..
Ci furono telefonate che mi uccisero,i o che piangevo e lui che mi chiudeva il telefono in faccia..
Con che coraggio il giorno dell’esame mi chiamò per chiedermi com’era andata? con che coraggio mi scriveva che mi voleva bene?
Dopo un enorme lavoro su me stessa,cominciai a rendermi conto che meritavo rispetto e amore ,cioè ciò che lui non mi aveva più dato.
Strappai tutte le sue foto, tutti i suoi regali, non volevo più avere sue tracce . E mentre ogni giorno lottavo contro i miei sentimenti, lui tornò..
Lui sapeva dove colpirmi, e cominciammo a sentirci ogni giorno, illudendoci di essere amici, ma allo stesso tempo, continuando ad amarci.. Ci rivedemmo e dal giorno l’amore tornò prepotentemente.. non riuscimmo più a staccarci,. Sembrava un sogno, lui era cambiato , e io pure, e dopo moltissimi conflitti interiori riuscii a perdonargli tutto.. Mi chiese scusa in miliardi di modi, era veramente pentito, e io non potevo e non riuscivo resistere.
Passammo del momenti stupendi.. Ma qualcosa tornò a distruggerci: ricominciammo a litigare, e lui si arrese e se ne andò nuovamente.. Soffrii come non mai .. Come poteva farmi questo, dopo avemi detto che questa volta non si sarebbe più tirato indietro e che mi amava più di prima?
Ma ,nonostante tutto, continuava a mandarmi messaggi e ci vedemmo di nuovo.. e successe esattamente la stesa cosa. Passammo tutta l’estate così, tra riavvicinamenti e abbandoni. Ogni volta sembrava che l’addio fosse definitivo, ma non lo era mai. E’ stata una situazione snervante, che mi ha rubato ogni energia. A settembre avevo il test per entrare all’università e lui mi promise che mi sarebbe stato vicino, a differenza di ciò che era successo per il diploma. Ma la notte prima del test mi scrisse che potevamo essere solo amici.. Da lì finì tutto, anche se sicuramente per lui era già finito da prima.
Dopo una settimana mi scrisse che non mi amava più.. Mai niente mi ha fatto così male come questo.. Non riuscivo a darmi pace,e ancora adesso è così.. Dopo pochi giorni scoprii che usciva già con un’altra ragazza.. E allora tutto si spaccò.. Gli mandavo messaggi in cui gli chiedevo come avesse potuto farmi tutto questo.. Ci furono giorni pieni di messaggi, ma sarebbe troppo lungo da scrivere.
Ora , è più di due settimane che io ho deciso di smetterla di distruggermi con le mie stesse mani ,ho deciso che non volevo più avere sue notizie, ma lui continuava a farmi squilli.. L’altro ieri un suo messaggio “hai deciso di odiarmi?”
Perchè gli viene così difficile capire che sto cercando con tutta me stessa di andare avanti?
Alla fine ho deciso di rispondergli e gli ho detto chiaro e tondo che sentirlo mi fa più male..E lui mi ha detto che non sopporta il fatto che do tutte le colpe a lui..
Forse ha ragione, forse no. Il suo ultimo messaggio è stato che mi capisce e che quando vorrò lui ci sarà.
Come fa a dirmi questo? Perchè non capisce che io lo amo ancora?.. So solo che devo rimboccarmi le maniche e andare avanti..
Vi giuro che non pensavo che l’amore potesse uccidere in questo modo..non pensavo si potesse morire pur restando viva.. Grazie a tutti per avermi ascoltato, ne avevo davvero bisogno.

L'autore ha scritto 19 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

21 commenti a

Una favola piena di draghi

Pagine: 1 2 3

  1. 1
    Christopher -

    E io ti dico di più: pensi che dopo questa brutta storia, quando sarai guarita, nessuno potrà regalarti un dolore simile vero ?

    beh, ti SBAGLI.

    A me è capitato per la seconda volta. E’ inutile.
    Se ami e se la storia finirà soffrirai come un cane, punto. non c’è niente da fare, ne scorciatoia da prendere.

  2. 2
    daniela -

    ciao,non so come hai potuto resistere a tutto ciò!!io sarei impazzita…sicuramente questo ragazzo è immaturo e problematico…e tu ti sei attaccata talmente tanto da annularti come persona.. era diventato un meccanismo….senza via d’uscita….
    ora devi riprendere in mano la tua vita..piano piano…inizare a credere in te….coltivare i tuoi interessi,amiche…pensare all’università….dove conoscerai un sacco di persone nuove..stimoli nuovi…
    però devi impeganarti e fatti aiutare da persone, amiche…
    vedrai che c’è la farai…e quando meno te lo aspetti..incontrerai il vero amore….quello sano..non quello struggente..ma quesllo che ti fa stare bene!!!
    un abraccio!!!

  3. 3
    greta -

    Per favore,qualcuno mi aiuti, son veramente disperata.capisco che ho scritto una lettera abbastanza lunga(anche se dentro non ci sono nemmeno la metà dei miei sentimenti) e che uno si scoraggi e si stanchi molto prima di finirla tutta,,,
    magari mentre la leggete fate un paio di pause! grazie!!!

  4. 4
    Isis_tigris -

    I buoni obiettivi, la coscienza di ciò che devi fare ce l hai eccome, davvero, non ho consigli da darti, hai detto le cose più giuste, ora però che hai disegnato lo schema di rinascita…portalo avanti, tira fuori la grinta, il carattere, lo so facile a dirlo eh, ma a farlo… lo so lo so bene.
    Taglia tutti i ponti di comunicazione con lui, cancella numero e altri dati, via tutto, non sentirlo più e inizia a vivere, per te stessa…ti ci eri aggrappata si..ma era dipendenza affettiva la vostra non amore… il tuo forse si ma il suo prorpio no… allora vale al pena soffrire per uno che gioca con te e non ti vuole?
    No cara, hai 19 anni, l università e tante cose più importanti di lui, misero vigliacco, prepotente ed egocentrico, a cui pensare…
    Ora devi pensare a te stessa, alle tue cose, non hai ricordi a ciò che è stato…quello il passato…tu devi guardare al presente,e al futuro, un futuro tutto da costruire…
    Non chiederti come farai senza di lui…no non chiedertelo, perchè ce la farai, senza la zavorra..perchè come hai detto vivevate del vostro amore e niente più… l amore non è questo, l amore è libertà dei propri spazi, l amore quello vero, quello maturo…
    Sii forte, e continua per la strada che hai tracciato, è la migliore anche se la più tortuosa per certi versi…
    un abbraccio forte, Isis

  5. 5
    Christopher -

    Stai male ? benissimo. Vivi questo dolore. Vivilo fino in fondo. Solo quando l’avrai vissuto fino alla fine potrai stare bene.

  6. 6
    Gianluca -

    Ciao greta,
    innanzitutto grazie per il commento che hai lasciato alla mia lettera, mi ha veramente fatto bene!
    Per certi versi abbiamo provato le stesse cose: anche io sono stato 2 anni con una persona speciale (avevo 17 anni anche io) e l’estate in cui ci siamo lasciati è stato un periodo terribile (non sapevo neanche più chi ero e cosa facevo…forse non ero proprio più nessuno, agivo come un automa, come se la mia vita non avesse più significato). Ho anche scritto una lettera su questa cosa, un pò di tempo fà, quando sono casualmente entrato in questo sito mentre cercavo l’aiuto di persone che sono state disperate come me.
    Per quanto riguarda la tua situazione non so se sono in grado di darti un aiuto concreto, però posso darti la mia opinione. Intanto amavo con tutto me stesso la mia ragazza anche dopo che ci eravamo lasciati e quando lei ha iniziato ad uscire con un altro (era inevitabile) ci sono rimasto malissimo, ma poi sono cambiato (in seguito mad un lavoro su me stesso, ma diverso dal tuo) ed è come se fossi riuscito a vedere la situazione tutta insieme, senza identificarmi. Beh mi sono accorto di quanto sono stato cogl***e a dare tutto l’amore di cui ero capace alla mia ex ragazza quando ho scoperto che con questo tizio era da un bel pò che si vedeva. Probabilmente il tuo ex è cambiato e tu no e c’è ancora l’illusione che qualcosa si può ancora costruire, visto tutto quel’immensità che c’è stata tra di voi in passato di cui sapete solo voi 2. Una delle leggi esoteriche dice: “quando un vaso è rotto non c’è più niente da fare; se lo rimetti insieme non sarà mai più come prima”. Io l’ho capita appena l’ho letta ma ti assicuro che è stata dura accettarla perchè io amavo ancora la mia ex. Prova a lasciar passare un pò di tempo e intanto cerca di fare ordine in te stessa: penso che in te ci sono “tanti io”, cioè tanti lati della tua personalità che tendono ad obiettivi diversi e determinano la tua indecisione che determina il dolore che provi. Ce li abbiamo tutti: sono il frutto di interazioni con altre persone durante il nostro passato, credo che te l’avrà detto anche lo psicologo. Cerca di raggrupparli in uno solo, che tende ad un unico obiettivo, un unica direzione. Trova qualcosa che rappresenti uno scopo per te e che dia un senso alla tua vita tipo qualche attività che ti interessa. In questo modo diventerai più forte e più distaccata e avrai anche tu la visione di insieme. Un altro consiglio: non parlare a nessuno dei tuoi obiettivi perchè perdi energia necessaria a realizzarli.
    Io ti ho riassunto in breve ciò che per me ha funzionato perchè abbiamo avuto un esperienza molto simile.
    Spero sinceramente di esserti stato di aiuto.
    A presto!

  7. 7
    Gianluca -

    Io non smetterò mai di combattere contro questo schifo di mondo, ma lo faccio senza far rumore, in modo indiretto e bastardo, allo stesso modo in cui questo mondo lo fa con me. Perchè la maggior parte delle persone, che recita la loro parte, come dici tu, è vittima del loro rigido e ottuso schema di ragionamento e quando provi ad aprirgli la mente ti dicono che sei pirla o strano, oppure quando piangi dicono che sei debole. E’ per questo che non combatto in modo diretto contro questa società materialista, ma lo faccio in modo che gli schiavi di questa società stessa non se ne accorgano, mostrandomi come uno di loro, ma dentro di me la rabbia cresce e mi da la forza (tipo quando osservo la gente). Tu hai detto “Chi mostra le proprie emozioni viene etichettato subito come uno strano,un pò matto.” è per questo che mi sono costruito una corazza per lasciare fuori lo schifo. questa corazza la abbasso (fiducia) solo con persone simili ma me, persone aperte, flessibili, in grado di comprendere: nella mia vita per ora ce ne solo una di persona così, un mio carissimo amico. Per quanto riguarda gli altri assisto impotente mentre si chiudono con le loro mani in una prigione con sbarre di ignoranza e presunzione e intanto le do quello che vogliono sentirsi dire e faccio quello che si aspettano da me, così per loro sono normale e intanto dentro faccio crescere il germe della mia rivalsa nei confronti di tutto ciò che mi circonda, perchè io non mi accontento di capire; io voglio agire.
    Spero di averti trasmesso un pò della mia forza perchè in questo momento ne hai bisogno. So che essa può entrare in te e rafforzarti, perche tu non sei tanto differente da me e quindi oltre a capire queste cose riuscirai anche a comprenderle.

  8. 8
    gambit99 -

    Ciao Greta,
    da pazzo-ex-innamorato a mezza-innamorata-ancora,gli opposti non si attraggono,bensi’ i simili.Ti innamori,ti disinnamori,ti reinnamori e ti ridisinnamori…ogni volta che si viene lasciato si sta male ma comunque sempre un po’ di meno perche’,purtroppo,ci si innamora sempre un pochino di meno.Nel tuo caso lui non riuscira’ mai a farti cosi’ male come le prime volte,per dirla brutta,incominci ad abituarti al fatto che se ne va e ritorna ed incominci a pensare al oltre questo tipo.Secondo me sei matura abbastanza per tagliare definitivamente.Se vai avanti cosi’ ti ammalerai e comunque insieme non riuscirete a costruire niente se andate avanti cosi’.Pensa al tuo futuro,vuoi avere sempre questi problemi?se un giorno ti sposi ed hai bambini e’ questa una situazione stabile?NO!Allora ciao,se ne e’ andato 1243 volte?Questa era l’ultima.Questa e’ una di quelle situazioni da Guerriero o Maxim_Max,ignoralo perche’ ti sta facendo solo male.Non cercarlo e non rispondere piu’.Al mondo c’e’ di meglio.
    Se dopo stai male,perche’ all’inizio(o fine) e’ cosi’,semplicemente torna qui e scrivi.Qualcuno ti rispondera’ ed in tanti,compreso io,siamo cosi’ pazzi da dare la disponibilita’ a ritrovarci!
    Un abbraccio forte

    gambit99

  9. 9
    greta -

    Prima di tutto volevo ringraziare tutti voi per i consigli,grazie veramente!!
    ci sto provando ad andare avanti,anche perchè è l’unica cosa da fare..mi sento privata della mia vita,della mia libertà e dignità,e dei miei 19anni..
    passo da momenti in cui ho troppe energie positive ad altri di profonda crisi..specialmente di notte,appena mi corico,mi torna in mente tutto e non riesco a smettere di piangere!
    ma sapete perchè piango??
    se ve lo dico mi prenderete per pazza perchè in realtà non è un pensiero da persona normale..
    piango perchè so che lui,in fondo in fondo,lo sa che mi ha trattata come non meritavo..e mi sento in colpa perchè so che prima o poi lui dovrà fare i conti con se stesso e starà male.
    tutti mi dicono”ma come fai ad augurargli di stare bene con lei?io gli augurerei solo di soffrire”
    già,non ho un briciolo d’orgoglio,oppure la risposta sta tutta nel fatto che lo amo ancora..il suo ultimo messaggio dell’altro ieri(dopo che io gli ho scritto che sentirlo mi faceva ancora più male) è stato””si ti capisco e sono d’accordo con te,ciao ,quando vuoi sono qui perchè nonostante tutto ci tengo a te””
    Ma perchè ora fa il buono??quando avevo realmente bisogno di lui ,lui non c’era perchè aveva paura di stare male..bello..che ragazzo coraggioso..mentre io per lui sono andata contro tutti,contro la mia famiglia e contro i miei amici..e non me ne pento perchè quando l’ho fatto c credevo veramente!mah!!
    so solo che io non me ne faccio niente delle sue parole,e tantomeno della sua compassione..è sempre stato troppo bravo con le parole,peccato che non m frega più..io ora voglio i fatti,non mi interessano più le cose astratte, e lui sicuramente non potrà mai darmi niente di tutto questo..è così egoista ed egocentrico,m ha deluso in un modo impressionante..e gliel’ho detto..gli ho detto che è cambiato troppissimo, e che non sa più guardarae dentro se stesso,e che m fa schifo il fatto che la gente(lui)s dimentichi dell’amore come se fosse la cosa più inutile del mondo,e anche di come le persone s dimentichino in un secondo chi li è sempe stato vicino..deve crescere,non ha capito che così non va da nessuna parte..e ha 23anni.. poi secondo lui sarei io la bambina..mah!!!!!!! grazie veramente a tutti! luca t invidio tanto,sei fortissimo,continua su questa strada..
    cristopher,tu hai sofferto tanto vero??si vede che le tue parole sono quelle di una persona ferita,e sono d’accordo con te sul fatto che il dolore non bisogna buttarlo da una parte,ma affrontarlo ,e solo così passerà!!e anche noi ce la faremo..grazie anche a gambit,già mi ha lasciato solamente 1234 volte!cosa vuoi che sia..grazie mille anche a daniela e isis,seguirò i vostri consigli,quello non era un’amore sano,l’amore non credo possa fare così male..o forse si..

  10. 10
    Christopher -

    Ciao Greta. Si, c’hai preso, ho sofferto e continuo a soffrire.

    Ho 22 anni e sono stato innamorato 2 volte su 2 storie importanti.

    Pensavo che dopo il male terribile che avevo vissuto con la prima, non l’avrei mai più ritrovato. Infatti ero sicuro di me stesso. Poi è ricapitato. Mi sono fidato e mi sono messo in gioco totalmente. Senza nessun paletto.

    Beh, in sintesi, ho amato per la seconda volta la persona sbagliata.

    Capita.

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili