Salta i links e vai al contenuto

Un pensiero per Eluana

Gent.le Direttore, Amici tutti,
Solo un silenzioso pensiero ad Eluana e a tutti coloro che soffrono come Lei.
Grazie a tutti.

L'autore ha scritto 5 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Attualità

9 commenti a

Un pensiero per Eluana

  1. 1
    astarte -

    Al tuo pensiero unisco anche il mio.
    A Eluana, a tutti coloro che soffrono e alle loro famiglie…

  2. 2
    psYco -

    Veramente Eluana non soffre più già da tempo. Il fatto che ci si accanisca su delle persone che sono di fatto morte ci fa capire quanto siamo distratti a non capire la reale situazione in cui si trovano. Per conto mio l’ipocrisia della chiesa e di tanti “pseudo-cattolici” è tale da non farli ragionare e capire che per certi cadaveri oramai non c’è nulla da fare, solo che a qualcuno CONVIENE tenerli li, tanto paghiamo noi e qualcun altro mangia. Smentitemi sul fatto che secondo me non c’è un minimo di speranza che Eluana abbia una sola possibilità di ripresa. In tal caso tanto vale staccare la spina.
    E non mi dite “vorrei vedere te al posto suo”: già dopo cinque anni se non c’è stato il minimo segno di reazione, il cadavere lo lascio li: il fatto che un cadavere si conservi perché alimentato e ossigenato non vuol dire che sia vivo. La vita è un’altra cosa. Tanto una volta che è morta è morta. Infatti io non vado mai nemmeno al cimitero. Piangere su una tomba per me non ha senso. Se una persona mi manca la piango anche a casa.
    By psYco.

  3. 3
    agata -

    PsYco, duro ma realistico.
    Mi associo cmq, soprattutto a sostegno del dolore della sua famiglia.

  4. 4
    Isis -

    Anche la famiglia ammette che Eluana è morta gia da tempo, e che questo tenerla in vita sia una forzatura e un dolore terribile…l’ipocrisia,come dice PsYco, non la tollero…
    Il mio pensiero va alla famiglia di Eluana, a coloro che restano…, Isis

  5. 5
    psYco -

    Eccola lì la trappola mentale: “…e che questo tenerla in vita sia una forzatura…”. Se è morta non è viva, però nella nostra mente siccome vediamo un corpo, pensiamo che “sia lì”. Ma in realtà “lei” non c’è più. E’ chiaro che come persone siamo portati sentimentalmente a “credere” che Eluana sia li che soffre, ma non è così.
    In effetti trovo anche assurdo prestare il fianco a quelli che parlano di “testamento biologico” e panzanate varie. Perché sono panzanate? Perché si fa il loro gioco, a considerare una persona morta come ancora viva. A mente fredda mi viene da dire: sono morto/incosciente e senza speranze? Fate come vi pare, tanto per me (oramai) è uguale. Il problema me lo pongo solo se sono disastrato ma cosciente, e dico “per favore staccate la spina” ma non mi da retta nessuno. Allora si che se non voglio più vivere non potendo togliermi la vita da solo rischio di impazzire. L’eutanasia è il vero problema: se non ti staccano la spina da morto figuriamoci da vivo.
    E’ proprio in casi come questo che mi accorgo che-
    A: si conferma che siamo il paese delle banane.
    B: il vaticano rompe. Eccome se rompe.
    Ecco lo slogan: “STACCATE LA SPINA AI MORTI E ATTACCATELA AI VIVI!”
    By psYco.

  6. 6
    blasfemo67 -

    Mi affianco totalmente a PsYco! Eluana sono 16 che è morta!
    Trovo paradossale che la Chiesa,si riempia la bocca con la “Sacralità della Vita”,inchiodando una famiglia come quella di Eluana ad un perenne capezzale,mentre poi quello a cui aspirano sia la vita dopo la morte.Veramente assurdo!
    Penso che un numero infinito di combinazioni genetiche,hanno permesso ad ogni essere vivente di esserci in questo momento.
    E’ questo che rende la nostra vita unica e..sacra!

  7. 7
    psYco -

    Rileggendo mi rendo conto che il mio slogan non è chiaro. I vivi che devono attaccare la spina sono quelli “sani” che dovrebbero avere un cervello che funziona. Invece pare che i nostri politici fanno a gara a chi è più baciapile. Tanto i riccastri poi vanno all’estero e fanno quello che vogliono.
    Fateci caso, è come con “la sacralità della famiglia”. Sono tutti risposati, separati, single con figli. Ma “nun ce state a pija per qlo”.
    By psYco.

  8. 8
    blasfemo67 -

    Bravo Psyco…”Sacrosanto” !

  9. 9
    Gabriella -

    Una vita…non vissuta, Eluana!

    Avevi la mia età, avevi progetti, desideri, sogni, aspettative, ma anche paura di affrontare la vita , paura di ciò che saresti diventata…come tutti! purtroppo (in questo modo) hai ottenuto molto più di ciò che immaginavi, hai scosso il mondo intero hai posto domande in ognuno di noi e queste domande crescono ogni giorno insieme alla rabbia per ciò che l’uomo con lo strumento della medicina non è ancora in grado di comprendere …. se il suo utilizzo sia giusto o sbagliato, a come a volte sia difficile vivere ma anche morire, penso al tuo papà e alla tua mamma che ti hanno perso due volte, penso a quanti di noi vivono la propria vita danneggiando quella degli altri, a quanti se la lasciano sfuggire tra le mani avendone una sana,viva, a una mamma che proprio tre giorni fa ha perso suo filgio di 17 anni in un incidente stradale MORENDO SUL COLPO….a cosa è meglio o cosa è peggio…, al tuo sorriso pieno di energia, penso a te come un’amica una sorella per la quale nulla abbiamo potuto fare perché le scelte d’ amore sono difficili e pesano e si dibattono tra una coscienza cristiana e una giustizia tutta umana, perché non siamo noi a decidere ciò che la natura avrebbe dovuto fare da sé! a quale reale compito il Signore ti aveva affidato in tutti questi anni consentendo di lasciarti così alla disperazione di quanti ogni giorno vivevano nella speranza di un tuo ritorno alla vita, a quanti controsensi a quanta confusione a quanto poco possano valere le mie parole davanti a tutto ciò che mi fa sentire davvero così piccola!!………..
    Anche vivendola questa esperienza davvero non riuscirei a comprendere forse un giorno Lui lassù ci darà una risposta per ora grido forza ELUANA la tua anima ora vola libera e leggera perché tu si che ti sei guadagnata un posto in paradiso!!!

    Una ragazza come te 1970

    con affetto e stima alla famiglia Englaro.

    no pubblicare indirizzo e-mail, grazie!

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili