Salta i links e vai al contenuto

Un lavoro all’estero e, quando stavo per tornare, lei mi lascia

Lettere scritte dall'autore  

Ciao a tutti,
vi volevo raccontare la mia storia alla ricerca di suggerimenti. Dopo quattro anni stupendi in cui sono stato con una ragazza, in cui entrambi siamo stati veramente bene, mi è arrivata una proposta di lavoro di 16 mesi negli Stati Uniti. Sono un ricercatore, la proposta era veramente allettante e dopo averne parlato tra noi abbiamo deciso che era giusto accettarla. Purtroppo lei non se la è sentita di seguirmi, ma mi ha spronato in tutti i modi a venire da solo, dicendo che per amore mi avrebbe aspettato. E’ andato tutto bene per i primi 12 mesi, il periodo che lei è stata qui per le ferie è stato per entrambi il più bello delle nostre vite, ma ora, due mesi prima del mio ritorno, quando stavo contando i giorni che mi mancavano per riabbracciarla, mi chiama per telefono e mi lascia, dicendo che non sa cosa prova per me. Io sono disperato, da un alto mi sento in colpa per essere venuto, dall’altro l’ho fatto, oltre che per mia personale ambizione, anche per dare un futuro migliore ad entrambi. Non so che dire, lei è la persona della mia vita…
Ora ho comprato un biglietto e la settimana prossima torno a casa per cercare di parlarle. Spero che sia solo una crisi dovuta alla lontananza, che rivedendomi ci ripensi, sul serio, non voglio perderla…

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Lavoro - Mondo

20 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    Simo -

    Purtroppo gli amori finiscono. Si possono fare tantissime ipotesi, dalla crisi passeggera all’innamoramento per un’altra persona. Tu non sentirti in colpa per nessun motivo. Hai sfruttato una bellissima opportunità e per di più con il suo appoggio. Cerca di parlarle, ascolta le sue motivazioni ma tieniti preparato ad ogni eventualità. Io sto vivendo una situazione piuttosto simile e nel mio caso quello che mi sostiene e che mi fa andare avanti è il pensiero che, con lui o senza di lui, si sta aprendo un nuovo capitolo della mia vita.
    Ti auguro di tutto cuore che tu possa ritrovare la felicità, qualsiasi cosa questo comporti.

  2. 2
    raffaele -

    Mi dispiace per te, ma le donne non aspettano, forse ti sta lasciando perchè tu hai preferito il lavoro in America a lei, soliti egoismi delle donne.
    Poi non capisco perchè proprio tu devi tornare distrutto per lei, perchè non viene lei distrutta da te ?

  3. 3
    matt -

    Anch’io ci sto passando e la percezione che ho della donna che credevo essere l’amore della mia vita ne sta uscendo stravolta. Tanti anni insieme, progetti per il futuro, e poi ad un certo punto subentrano questi immensi pipponi mentali tutti femminili: lo amo o è solo attaccamento? sono veramente convinta di stare con lui o ho paura di stare sola?
    Di colpo il bene che c’è in un rapporto si offusca e diventa invisibile. A gennaio c’era tutto: passione, progettualità, confidenza, serenità. Alla fine di marzo mi lascia in tronco, perché “stavamo male insieme”. Ora io non faccio che chiedermi: ma chi sei tu donna che mi sei stata accanto per tutti questi anni? credevo di conoscerti e invece sei un’aliena. Pensavo che non avresti gettato via tutto alle prime vere difficoltà imposte dalla vita senza neanche provare ad affrontare i problemi.
    Ma cosa passa per la testa di uno che lascia? che tipo di ebrezza si prova ad essere quello forte che se ne va? Tu sai che io ti amo e ti aspetto, e questo ti rende mostruosa. Chissà come ti sentirai forte in questo momento…

  4. 4
    Giusy -

    Ciao a tutti,
    vi assicuro ke non siete solo voi uomini a trovarvi in queste situazioni.
    Io ho vissuto qualkosa di simile e mi sono posta le vostre stesse domande.
    Il mio ex dopo 8 anni si è posto quei famosi interrogativi ….
    Morale della favola:tra dubbi, incertezze, ritorni, ripensamenti io ci ho rimesso in tutto tra cui salute e lui ieri si è sposato con l’ altra conosciuta poki mesi fa, vivono a 100 metri da casa mia nella casa acquistata per noi e ke altro???

  5. 5
    matt -

    Cara Giusy, mi dispiace tanto per come sono andate le cose. Ti sono vicino.
    Ad ogni modo un uomo che dopo otto anni di rapporto lascia la sua compagna e si sposa con una donna appena conosciuta è uno squilibrato. So che è dura ma cerca di vederla così: è impazzito, non ci sta con la testa, non è più la persona che conoscevi e che amavi.
    Ora cerca di vederli il meno possibile anche se sono a due passi da casa tua. Non ti chiudere al mondo vivi la tua vita. Trattati bene e rispettati, perché nessuno al mondo ha il diritto di farci stare male fino ad ammalarci. Meriti e troverai di meglio.

  6. 6
    raffaele -

    Giusy, mi dispiace, però non è che stando insieme troppi anni senza convivere o sposarsi va spesso a finire così ?
    Mia cugina ha lasciato il suo ragazzo dopo 7 anni, per un’altro e nel giro di nemmeno un anno si sono sposati, l’unica cosa che conta è il colpo di fulmine dove l’intesa è totale ed immediata !

  7. 7
    Giusy -

    Ciao a tutti,
    ciao Matt grazie per il sostegno .
    Raffaele molto probabilmente hai ragione tu sebbene credo ke un rapporto inevitabilmente col tempo muti, cambi, si trasformi.
    Io ho 31 anni e credo ke tutto si evolva , non si può passare dall’ amore al nulla, all’ indifferenza.
    Le parole testuali della sua attuale compagna:”Io sono più grande di te e ho più esperienza”!
    In virtù di ciò li lascio alla loro felicità,sperando ke la monotonia e l’ alienazione non li colga mai .

  8. 8
    giorgia -

    ciao a tutti.
    io sto soffrendo quanto voi, anzi di più perchè a 42 anni non ho neppure la consolazione di avere una gran vita davanti.
    Sono separata..ma da tre anni circa mi ero rifatta la vita accanto ad un uomo che fino a lunedì scorso credevo splendido.
    Si faceva in quattro per i miei figli, tra di noi c’era una gran bella intesa fisica e si condividevano interessi comuni. Non vivevamo insieme ma comunque si riusciva a trascorrere molto tempo nonostante i tremila impegni di entrambe. La storia era cominciata in maniera ‘leggera’ ma presto le cose sono cambiate anche perchè lui dopo pochi mesi si è purtroppo ammalato gravemente di un linfoma che lo ha costretto a cicli pesanti di chemio. Inutile dire che ho lasciato quello che era il mio rapporto ‘leggero’ per stare accanto a lui in maniera più forte…ed è successo il miracolo: è guarito. E’ passato un anno e mezzo dalla completa guarigione…tutto andava a gonfie vele, non dubitavo nulla sul nostro rapporto. Solo un pò di stanchezza che attribuivo ad un periodo pesante dal punto di vista lavorativo. Ero io la prima ad essere stanca, tanto è vero che alcune notti avrei preferito passarle sola, non per mancanza di amore, ma proprio perchè avrei voluto solo ed unicamente riposarmi. Invece lui, lunedi,mi telefona alla solita ora, nel pomeriggio e mi comunica, dicendo semplicemente mi dispiace che ha un altra…e quindi non ci si può più vedere…. Mi è caduto il mondo addosso, sto tanto male, non vedo vie di uscita!!!

  9. 9
    raffaele -

    Colpa del lavoro, troppo stress, troppi impegni per ottenere cosa ?
    Qualche volta manderei affanculo tutto e tutti.

  10. 10
    mari -

    Beh..non so cosa dire leggendo tutti questi commenti, mi sento abbastanza giu’ di morale…anche perchè la persona che io amo tra poco se ne andra’ per lavoro negli States e…insomma…vabè…ho letto i commenti…è che si è legato molto a me e io a lui, non posso pensare di perderlo.

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili