Salta i links e vai al contenuto

Un atto di fede per il popolo di sinistra

Lettere scritte dall'autore  siglobal

Questo post vorrebbe essere un’attestazione di solidarietà nei confronti del popolo di sinistra, noglobal e pacifisti in particolare, che supponiamo “percosso e attonito” dinanzi alle novità degli ultimi giorni.
Per anni queste persone sono state vittime di una campagna ideologica che li ha plagiati e portati in piazza a manifestare contro le nefandezze di chi voleva rovinare l’Italia e il mondo intero.

I mali da combattere erano tanti, ma i più pericolosi erano: la Tav, le missioni di pace, la riforma delle pensioni, la riforma del lavoro e l’assenza di una legge sulle unioni di fatto.
Penso che nessuno possa mettere in dubbio la buona fede di queste persone e il fatto che fossero davvero convinte della bontà delle loro idee.
Per queste idee hanno manifestato, protestato, contestato e per difenderle hanno votato l’Unione e i politici che alimentavano le loro speranze.

Purtroppo per loro, un evento catastrofico ha stravolto la loro esistenza e le loro convinzioni: l’accordo delle 12 Frodi.

I 12 comandamenti, che costituiscono le fondamenta della “nuova alleanza”, costuiscono uno smacco notevole che purtroppo ha dei precedenti.
Come nel 1989 il crollo del muro di Berlino aveva svelato al mondo gli inganni e le miserie del “socialismo reale” così oggi le 12 regole del governo Prodi-Follini hanno mostrato a tutti le bugie della sinistra italiana.

Leggendoli, il popolo di sinistra ha scoperto che la Tav porterà vataggi per tutti, le missioni dei militari italiani sono fondamentali per la difesa della pace, la riforma delle pensioni è inevitabile, la riforma del lavoro va conservata per il bene dei giovani e le unioni di fatto non sono poi così importanti.

Non deve essere piacevole vedere crollare il castello delle proprie convinzioni ed essere costretti all’improvviso ad una ritirata così indecorosa.
A tutte queste persone stordite e disorientate è oggi richiesta una adesione inconzionata alle nuove direttive del partito.
La nuova linea di pensiero non la si potrà giustificare con la ragione, dovrà essere l’ennesimo “atto di fede”.

SìGlobal

L'autore ha scritto 7 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Condividi su Facebook: Un atto di fede per il popolo di sinistra

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Politica

11 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    marysha -

    bene bravi, dovete ringraziare i due senatori della sinistra più radicale se Prodi per salvare capre e cavoli ha dovuto fare un proogramma con 12 punti non NEGOZIABILI, pur di ottenere la fiducia da tutta l’Unione in modo tale da impedire a napolitano lo scioglimento delle camere, così grazie a quei due imbecilli ci ritroviamo un cambia-casacca del calibro di Follini e dobbiamo riprendere tutte le battaglie contro la TAV , di cui ne so qualcosa!

  2. 2
    Sagatme -

    Ma perchè, doveva per forza salvare capre e cavoli?
    Se si andasse adesso alle elezioni si risolverebbe tutto, si formerebbe un governo più stabile e meglio definito, vogliamo scommettere? 🙂

    Anzi no… Forse “Capre e Cavoli” li ha voluti salvare per attaccamento alla poltrona… (in fondo le dimissioni le ha rassegnate a colui che mesi fa era un suo compagno di coalizione, figuriamoci…). E pensa un po’, voteranno tutti i 12 punti per lo stesso motivo 😮
    Che cosa strana eheheh

    Perdona il mio sarcarso (dico sul serio adesso), ma francamente sono convinto che prima cadrà questo governo, meglio sarà per tutta l’Italia.
    (pensa un po’… Mi è quasi venuto in mente che tutta questa situazione sia stato un piano ideato fin dall’inizio da “Baffetto”, per portare alla corda le frange estremiste che erano diventate scomode… Ed ora costringerle ad accettare questa linea di Governo… Fantapolitica? :-o)

    Ciao!

  3. 3
    SìGlobal -

    A proposito di D’Alema non so se lui davvero voglia sbarazzarsi della sinistra radicale, anche perché è grazie a loro che l’Unione ha vinto, se così si può dire, le elezioni.
    Sicuramente le manifestazioni e le proteste dei vari movimenti, negli anni scorsi, sono stati strumentalizzati e sono stati “usati” per ottenere visibilità e pubblicità gratuita.
    Adesso però effettivamente le posizioni “integraliste” sono un po’ scomode e si cerca di attenuarle con la minaccia del ritorno del centrodestra.
    Un programma un po’ povero quello dell’antiberlusconismo, che avrebbero potuto riassumere in un solo punto, quello sì davvero condiviso da tutti all’interno della maggioranza.
    I 12 punti, al contrario di quello che si vuole far credere, stati “imposti” e non sono per niente condivisi.

    SìGlobal

  4. 4
    marysha -

    sagatme ciao, anche io ho pensato la stessa cosa di “baffetto” cioè che sia stata tutta una sua messa in scena per legare le mani alla sinistra più radicale..anzi, sono anni che penso che simpatizzi più per berlusconi che non per prodi, magari si levasse di torno e passasse a forza italia!! credo quello sia il suo posto giusto, per lui e per il compare Rutelli!!

  5. 5
    filippo -

    se si andasse ora alle elezioni sarebbe un disastro epocale; la Legge elettorale è ancora quell’offesa alla Democrazia voluta da Berlusconi per non correre rischi, dato che sapeva che avrebbe perso, Casini non è ancora pronto, la Lega è sempre un’accozzaglia d’imbecilli regionalisti filo-evasori fiscali, AN non ha ancora i numeri per guidare un CDestra liberale a causa del suo statalismo e di presenze impotabili come Gasparri, Larussa (o La Russa, boh!), Storace etc…
    stando così le cose, nessuno potrebbe evitare la leadership di quella canaglia di Berlusconi e questo è un rischio che il Paese non può permettersi e che comunque neanche il CDestra vuole, perché è stufo delle boutade imbecilli di quell’ignorante veditore di spazzole.

    Sagatme: “Mi è quasi venuto in mente che tutta questa situazione sia stato un piano ideato fin dall’inizio da “Baffetto”, per portare alla corda le frange estremiste che erano diventate scomode… Ed ora costringerle ad accettare questa linea di Governo… Fantapolitica?”

    non sono d’accordo.
    ci vorrebbe un acume politico che D’Alema non ha.
    quello è un politichino egotico pieno di spocchia che a queste finezze non ci arriva e comunque non le saprebbe mai gestire.
    no! è stato colto di sorpresa, come un beccaccione!
    ha ragione chi lo vorrebbe a far danni nello schieramento opposto.
    Prodi era stato avvisato da elettori di CSinistra di stare attento a lui e a quell’omminicchio viscido e opportunista di Mastella, ma i giochi politici hanno avuto la meglio.
    Sicché D’Alema è solo caduto in una buca allestita da gente che si è ricordata di avere una coscienza sociale nel momento meno indicato, buca resa ancor più profonda da quel falso prete di Andreotti, che ha colto l’occasione per fare un favore a Ruini e da quell’altro mascalzone di Pininfarina.

    adesso, speriamo che tengano i ranghi fino alle riforme strutturali.
    perciò, niente “Fede”, che lascia il tempo che trova anche in campo religioso; piuttosto, “Speranza” che siano scocchi sì, ma non tanto stronzi da farci morire disperati.

  6. 6
    albert -

    Scusa Marysha, ma non credi (te lo dice uno che non vedeva l’ora che Berlusconi se ne andasse, e ha fatto la coda alle primarie nell’ottobre 05) che Prodi sia ormai rottamabile, un fallimento di governo che regalerà probabilmentealle destre il governo x 20 anni?

    Hanno fatto una finanziaria “ammazzacavalli” da 40 miliardi di euro, quando ne bastavano 15-20. Bersani ha cominciato a luglio 06 a prendersela coi taxisti, e provocando blocchi stradali ovunque (come se tra i problemi che non fanno dormire gli italiani ci fossero i taxi!), poi coi benzinai, poi ha strombazzato come grande “riforma” quella sull’abolizione delle commissioni sul max scoperto sul c/c, o quella sulla ricarica dei telefonini (ah, ah, ah).

    Dovevano restituire potere d’acquisto alle retribuzioni dei dipendenti, e quasi tutti hanno visto le buste paga + magre a gennaio.

    Ma quello che mi ha fatto girare i cosiddetti, è il fatto che i soldi per aumentare le spese militari del 10% perfino rispetto a Berlusconi li hanno trovati. 1 miliardo di euro x una nuova portaerei, qualche altro miliardo di euro per caccia, incrociatori, ecc., soldi buttati ignobilmente.

    Ma poi, la Gabanelli (a Report) ha documentato che in Campania gli spazzini comunali stanno fermi e prendono lo stesso lo stipendio, mentre lo “smaltimento” della spazzatura è appaltato a ditte private gestite da camorristi, senza parlare dei comuni, provincie, regioni ecc., che assumono gente dopo le elezioni per fare gli stessi lavori che fanno già quelli che c’erano (per giustificare i voti ricevuti, sia a destra che a sinistra).
    Visco ha moltiplicato la burocrazia e la carta, credendo di combattere l’evasione tartassano i piccoli, e non toccano le banche, le assicurazioni, i petrolieri, ecc.

    E allora, da una parte (Cdl) ci sono mafiosi, maneggioni, “creativi” della finanza pubblica (Tremonti) che dicono “evadete pure che c’è il condono” e vorrebbero vendere le spiagge, oltre al “galerabile” Berlusconi corruttore di giudici (che altrove sarebbe dentro da un pezzo), servetto di Bush.

    Dall’altra ci sono quelli che tasserebbero anche l’aria, e se ne fregano di combattere gli sprechi, spendi e spandi e tassa ovunque.

    Io credo che questi politici (non lo dico per qualunquismo) meriterebbero di non essere votati per qualche anno, fino alla nascita di una classe dirigente davvero nuova e moderna.
    Altrimenti se alle elezioni prendono sempre l’80% dei voti, poi faranno sempre quel che vogliono.

  7. 7
    albert -

    Ah dimenticavo! Prodi ha tagliato i finanziamenti all’università e alla ricerca del 20%, proprio lui che in campagna elettorale diceva che bisognava puntare al massimo sulla ricerca e le scuole tecniche, perchè se no l’Italia non aveva futuro!

    Si è visto! Tutti i rettori universitari lo hanno mandato in quel posto.
    Però i soldi per le spese militari li hanno trovati!

  8. 8
    marysha -

    Io francamente albert non mi sono fatta nessuna illusione votando prodi, diciamo che fra i due mali ho scelto quello che ritengo minore. Credo che la maggior parte di quelli che lo ha votato lo ha fatto con il mio stesso spirito. Come ho già scritto in un altro forum, l’italia non è un paese libero a causa della nostra dipendenza dall’america e dal vaticano. Per tornare a vivere un po’ di democraticità dobbiamo augurarci che alle prossime presidenziali USA vinca un democratico e che ratzingher, eheheheh…muoia il più presto possibile e il suo successore sia un papa modello Giovanni XXIII o almeno Giovanni Paolo II. Se poi a tutto questo dobbiamo aggiungere che abbiamo un leader dell’opposizione che si chiama Silvio Berlusconi!!!….è una vera impresa governare sto paese!!

  9. 9
    Sagatme -

    Prodi ha fatto tutto il contrario di quanto ha detto nei faccia a faccia elettorali… Ve lo ricordate quando ha quasi urlato che non avrebbe aumentato le tasse… E che ci si poteva fidare di lui? 😛
    Ceeeerto che ci si può fidare… Allo stesso modo di cui mi posso fidare di un carcerato che nella doccia mi chiede di raccogliergli la saponetta…
    Il risultato è lo stesso 😀
    E poi danno del bugiardo a Berlusconi… Che bene o male la maggior parte del “Patto con gli italiani” lo aveva rispettato.
    Sottoscrivo i commenti di SiGlobal, i suoi ragionamenti sono perfettamente in linea con i miei… Delle centinaia di pagine di programma di governo (senza contare gli attuali 12 punti x la fiducia) bastava invece scrivere un’unica e semplice frase “contro Berlusconi”. La sola cosa coerente, unitaria e concreta che un governo di sinistra possa realizzare in Italia.
    Mi viene da ridere a crepapelle ripensando allo slogan di un anno fa “La serietà al governo!”… Ma davvero qualcuno ci credeva?:-o
    Sapete che vi dico? rivoglio il governo Berlusconi! Anche tra un anno… Con tutte le leggi elettorali che volete… Ma lo rivoglio! La sinistra se ne torni in panchina, gioca troppo male per i miei gusti (ed in ogni caso i suoi “schemi di gioco” nemmeno il condivido).

  10. 10
    albert -

    scusa Sagatme, ma una terza possibilità non ci sarebbe?
    Perchè solo Prodi o Berlusconi (che tra l’altro non è più voluto come leader da Casini e l’UDC)?

    E’ come chiedere a uno se preferisce farsi tagliare il braccio o la gamba, oppure è come chiedere se preferisci farti fucilare o impiccare.

    Che bella scelta!
    A tanto ci ha abituato la pochezza di questi politici.

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili