Salta i links e vai al contenuto

Truffe fondi pensionistici

  

Buongiorno, scrivo per informare e chiedere consigli su una situazione da cui, ormai, non so più come uscire. Circa un anno e mezzo fa, sottoscrissi un fondo pensionistico in cui versare il mio TFR di semplice operaio. L’agente (la compagnia assicurativa era una delle più rinomate) mi diede il contratto, che lessi attentamente più volte, non vedendo ombra di rischi. Inoltre, lo stesso agente, mi rassicurò sul fatto che, nel caso mi fossi trovato male, sarei comunque potuto tornare indietro in qualsiasi momento, annullando il contratto e tornando a lasciare il TFR in ditta. Su questo specifico punto, nè sul contratto firmato, nè sull’informativa allegata, se ne parlava, ed io, accorgendomene, chiesi appunto delucidazioni. Inoltre, sempre lo stesso agente, mi informò del fatto che il contratto sarebbe automaticamente decaduto al termine di un anno di eventuale disoccupazione, con tassazione del 15% invece che del 27%. Pochi mesi dopo la sottoscrizione la mia ditta fallì, versandomi immediatamente la somma maturata precedentemente al contratto; il restante, invece già versato all’assicurazione, mi aspettavo di ottenerlo dopo un anno. Avendo passato un anno disoccupato, il mese scorso feci richiesta di riscatto, scoprendo che di fatto l’agente mi aveva imbrogliato, in quanto dopo un anno si può richiedere solo il 50%, oltretutto tassato al 23% invece che al 15%, e che per il resto avrei dovuto aspettare ancora un anno, sempre se nel frattempo non avessi trovato un lavoro. Specifico che neanche questo era specificato sul contratto o sull’informativa allegata, la risposta fu “dovevi andare a leggerti le clausole sul sito internet”. Decisamente arrabbiato per tutte queste menzogne, ora che ho trovato finalmente un lavoro, mi son deciso ad annullare il contratto e tornare a lasciare il TFR in ditta. E cosa scopro? L’ennesima menzogna, in quanto, secondo l’assicurazione, “per la legge italiana, una volta scelto di aderire ad un fondo pensionistico, non si può più tornare indietro, al massimo cambiare fondo, ma la scelta di aderire ad un fondo pensionistico è irrevocabile per tutta la vita”. Ora, questi “signori” mi hanno truffato, facendomi firmare un contratto non completo, dandomi un’informativa non completa, raccontandomi deliberatamente un mucchio di frottole sugli unici dubbi che avevo. Mi piacerebbe sapere cosa ne pensate voi del Fatto, sicuramente più informati di me a riguardo. Vorrei anche che questa lettera sia disponibile al pubblico, in modo che la gente possa scegliere con cognizione. Com’è possibile che lo stato (sì, deliberatamente con la “s” minuscola) abbia fatto una legge che obblighi la gente a non poter tornare indietro? Non sono un complottista, ma, se fosse vero (e non l’ennesimo trucchetto dell’assicurazione truffaldina) sento puzza di lobby. Sperando in un vostro supporto, con consigli e informazioni, colgo l’occasione per porgervi i miei distinti saluti, A.P.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Lavoro - Politica

2 commenti a

Truffe fondi pensionistici

  1. 1
    lorena -

    Anti,
    anch’io penso di essere stata ……dalla stessa assicurazione….solo che al momento della perdita di lavoro il mio agente persona stimatissima di buon senso mi disse di sospendere i pagamenti con raccomandata motivando ….e fare reclamo via internet….al sito di quell’assiqurazione che è anche quotata in borsa.
    Sono andata in pensione e la polizza di cuiho richiesto rimborso dal 2010 devo ancora ricevere nulla…….con scuse ritardi falsità es: che non sono in pensione……ancora nulla ..ho solo ricevuto una proposta di perdere il 40% non solo degli interessi ma anche del capitale versato….e mi liquidano…..intanto si trattengono illecitamente il mio dinaro….

  2. 2
    Yog -

    Nessuna truffa. Le cose stanno come dici tu. Dovevi pensarci prima, ora non c’è più rimedio in secula seculorum.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili