Salta i links e vai al contenuto

Tribunale dei minori, bambini allontanati dai genitori ingiustamente

Lettere scritte dall'autore  

Una delle aziende che meglio funziona in Italia è il tribunale dei minorenni.
Ci sono decine di migliaia di innocenti, timidi e dolci bambini, anche neonati, che soffrono pene indicibili, allontanati ingiustamente dai propri genitori il più delle volte per semplici e banali motivi, che non hanno potere di parola e di scelta.
“QUESTO” E’ LO SCANDALO DEL SECOLO: UNA STRAGE DI FAMIGLIE INNOCENTI E BAMBINI ROVINATI PER SEMPRE.
E’ accaduto a me, imprenditore edile, due figli maschi cresciuti con me senza problemi ed il terzo di 11 mesi strappato invece al mio affetto per una semplice richiesta d’aiuto presso un centro di accoglienza.
Per questo motivo il sottoscritto si rifiuta di riconoscere il tribunale dei minori come organo di stato.
Cerco padri, madri, nonni e nonne,genitori stanchi delle ingiustizie perpetrate nei confronti dei nostri bambini decisi ad andarseli a riprendere subito e interrompere le azioni di tutti i tribunali dei minori italiani.
I FIGLI SONO NOSTRI RIPRENDIAMOCELI SUBITO.
Dobbiamo essere tanti e uniti. Non potranno mai dire di no.
Sergio Grassi tel 02-3943.6463 – 333-64.16.628
Milano, via S. Spaventa 1 (20141)

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Controversie - Famiglia

237 commenti

Pagine: 1 2 3 24

  1. 1
    tramontina -

    scusa ma perchè te l’hanno portato via?
    cos’è accaduto?

  2. 2
    ilpadre -

    Ciao Tramontina, grazie per avermi risposto.
    E’ una situazione da suicidio.
    E’ accaduto tutto a causa di una chiassosa e banalissima discussione familiare per danaro terminata quasi subito, ma sono arrivati i CC che ci hanno invitati in caserma dove la mia compagna ha firmato per paura qualcosa che non ha capito (€’ Marocchina). Tra lei e ma non c’ è stata nè violenza nè altro. Poi è stata rinchiusa con il bimbo in un centro accoglienza ed ora sono mesi che nulla so di loro, non riesco più a mangiare, pensare al lavoro, non mi importa più vivere senza il mio bambino tra le braccia.
    Ho 60 anni, ho un rene solo (Ex tumore) e soffro di una leggera forma di artrite reumatoide. Sostengo un bimbo a distanza con Intervita, insegno tecnica di chitarra in un collettivo, sono buono, onesto e lavoratore, un padre esemplare, ma pare non basti.
    Sto morendo di dolore, passerò le feste assolutamente solo. I miei figli più grandi non sanno e non voglio che sappiano.
    Non so chi potrà aiutare me e il mio bambino. So che finirà adottato e non ne saprò più nulla. Su amadre non mi risponde più nemmeno al cell.re per paura (Credo)
    Non sono affatto ricco, vivo del mio lavoro che non riesco più a fare per la debolezza e l’ aggravamento, a causa di questi stress, dell’ artrite reumatoide, che mi porta dolori fortissimi.
    Sto realizzando un sito per questa tragedia e stanotte, se ce la farò, lo pubblicherò.
    A giorni farò lo sciopero della fame vestito da scheletro-babbo natale davanti al tribunale di milano:
    o mio figlio o la morte.
    Parola di papà.
    Cerco sempre padri veri: chi si unisce al sottoscritto? Vogliamo darla vinta a quei rovina-famiglie? IO NON CI STO
    SERGIO
    Ciao Tramontina, grazie per avermi concesso di sfogare un pò la mia rabbia. Non ho nemmeno nessuno con cui parlarne, solo lacrime e rimorsi che mi stanno consumando.
    Davvero auguri di buone feste. Sergio

  3. 3
    tramontina -

    caro sergio, dovresti rivolegerti ad un legale della zona, che operi con il gratuito patrocinio ti ho trovato la lista degli avvocati di milano, se ho capito bene sei di li (http://www.ordineavvocatimilano.it/html/pdf/PERSONE_FAMIGLIA.pdf)
    la cosa migliore è farsi assistere da un buon legale, lo Stato non ti aiuta…
    Tanti auguri di tutto, se ti posso essere d’aiuto scrivimelo.

  4. 4
    ilpadre -

    Ciao Tramontina,
    hai fatto una cosa meravigliosa. Ho già telefonato a uno di questi avvocati, ma probabilmente mi chiamerà dopo le feste, poichè c’ era la segr. tel.
    Sono andato al centro di accoglienza per tentare di vedere mio figlio.
    E’ arrivata la polizia, come sempre mi hanno dato ragione, poi ho cominciato a tremare per il freddo e la pioggia, e me ne sono andato via tremante di febbre. Domani tornerò, a costo di morire devo riavere mio figlio. Non posso vivere senza di lui.
    Per vie legali passano anni e so che forse non lo rivedrò più, o quando lo rivedrò sarà un figlio che non conosco, senza confidenza e amore, come un estraneo. Domani andrò dall’ assistente sociale (Dott. Fabrizi, presso Comune di Milano, V.le Tibaldi)inizierò lo sciopero della fame e della sete, in mezzo alla strada, fino alla morte, se non mi ridanno la mia famiglia.
    Vorrei lanciare un appello: questo è il n° di tel del centro accoglienza: 02-4039587 via Tonezza 3, milano:
    voglio chiedere a tutti coloro che credono nella giustizia di chiamare questo numero e chiedere di restituirmi i miei cari.
    Troverò anche il n° e gli indirizzi e-mail della assistente sociale, del Giudice e quanti altri siano stati incaricati di gestire questa inumana tragedia, (e quì spero veramente nella sensibilità dei lettori)per poter inviare degli appelli di solidarietà direttamente a questi “distruttori” di famiglie per bene.
    Ciao. Tu di dove sei? Vorrei poter ricambiare, tu hai un’ anima e un cuore d’ oro, lo so lo sento. Un bacione da Alex.
    Lo puoi vedere qui: http://alexpascia.altervista.org/
    Ciao e buone feste di cuore veramente. sergio.

  5. 5
    jus -

    x ilpadre: innazitutto mi dispiace per il tuo dolore di padre e ti auguro di poter chiarire quanto prima la tua situazione dinanzi agli organi competenti. Però mi sento anche in dovere di dire che i Trubunali dei minorenni possono adottare provvedimenti non in modo capriccioso ma occorono dei requisiti tassativamente previsti dalla legge. Inoltre detti Tribunali, anche se possono sbagliare, però in linea di principio hanno la finalità principale di curare gli interessi del minore e non distruggerlo o rovinarlo. Poi nel caso concreto non conosco la tua situazione personale però mi sembra un pò azzardato onestamente sputare tanto fuoco su una giurisdizione posta a tutela del minore.

  6. 6
    ilpadre -

    Mio caro amico,
    ho educato fino ai 25 anni circa i miei due figli più grandi con grande successo, visti i risultati.
    Ho sessanta anni e sono nonno.
    La giustizia dei garndi sappiamo come funziona. Quella dei minori è ancora peggio, perchè i bambini non sono in grado di protestare e far valere le loro ragioni e subiscono soffrendo in silenzio tutte le ingiustizie.
    I bambini vengono sottratti alle famiglie, spesso per banali motivi, quasi sempre finanziari.
    Lo stato dovrebbe, nel caso, rieducare o aiutare le famiglie che invece divide senza pietà e rispetto alcuno per i sentimenti dei genitori e dei minori stesso.
    Ti ripeto, ho due figli di 39 e 37 anni, su cui i tribunali non sono riusciti a mettere le mani, altrimenti non sarebbero felici e contenti come lo sono ora.
    Una mia figlia, Giorgia, è stata affidata alla mamma, una pazza violenta e prepotente che gravita nei centri sociali e al suo “nuovo” compagno (Sta morendo per cirrosi epatica per eccessivo uso di alcool, cocaina e droghe varie) spacciatore alle colonne di san lorenzo, leoncavallo e altri posti del genere.
    Ho filmato tutto e portato ai giudici tutte le prove ma non c’ è stato nulla da fare. Non so più nulla di Giorgia da anni se non per sentito dire.
    Vogliamo far fare la stessa fine anche ad Alex?
    No, non è sufficente sputare fuoco, bisogna neutralizzare il tribunale dei minorenni. E’ una organismo che crea miseria, sofferenza ed emarginazione.
    Informati bene e ne converrai.
    Ciao, Sergio.

  7. 7
    jus -

    Guarda che sono ben informato dato che lavoro in ambito legale.
    Ti posso assicurare che di procedimenti riguardanti i minori nè ho visti in vita mia e anche nei casi più gravi e giustificati i genitori assumono sempre lo stesso atteggiamento: “Il tribunale non capisce niente,giudici incompetenti, è una vergogna, aboliamoli”.
    Io ripeto che non conosco la tua situazione e non ti giudico nè come uomo nè come padre, però il mio concetto è non generalizziamo attaccando tutti i Tribunali dei minori, perchè ti assicuro che in molti casi il loro intervento è utilissimo al minore, in tanti casi hanno salvato minori da un destino crudele e brutale.
    Ti ribadisco l’augurio di poter chiarire la tua situazione al più presto e poter vivere felicemente.

  8. 8
    ilpadre -

    Ciao Jus,
    non generalizzo assolutamente nulla nel giudicare l’ operato dei miei simili. Gli uomini sono, per i loro diritti, tutti gemelli mono-ovulari.
    I marocchini non sono tutti spacciatori di droga, gli zingari tutti ladri, gli italiani tutti mafiosi. Sono solo tutti uguali e fratelli.
    Sono fermamente convinto che quasi tutti gli operatori del settore facciano il loro lavoro per “guadagnarsi il pane” e qualcuno anche con passione. Ma dove sono questi ultimi? Perchè non si oppongono alle “tragiche e irreparabili ingiustizie” che non posso dire “false” in quanto capitate a me per ben due volte da due tribunali con sedi diverse (Brescia e Milano)?
    Ripeto, bisognerebbe proprio fermare questo tribunale e dargli un altro assetto e un controllo che non esiste, è un organismo chiuso e incontrollabile. E’ una istituzione creata da Mussolini rimasta tale da allora!
    Non generalizzo, me la prendo con una istituzione che crea innegabilmente infinite tragedie famigliari
    Mio figlio non mi riconoscerà più. Sono già un estraneo per lui. Quando e se mi rivedrà, non potrà riconoscermi, amarmi, avere affetto per me per quel tempo o anni ormai irrimediabilmente passati.
    E’ gia stato fatto, alla mia famiglia, più di un danno irreparabile e sono costretto a generalizzare, almeno in questo caso.
    Per non parlare della giustizia civile e penale. Perchè quella dei minori (che non possono opporsi e far valere i loro diritti.
    No mi spiace, i tribunali dei minorenni vanno “immediatamente” riveduti e corretti.
    Questo porterebbe alla fine di business di parecchi miliardi di Euro che se venissero date alle famiglie che ne hanno bisogno ci sarebbe molta meno sofferenza, tutti avrebbero una casa, un lavoro e l’ aiuto di uno stato veramente sociale e giusto.
    Molte tragedie sono dovute proprio a problemi economici o di cultura.
    Rieduchiamo le famiglie, i ladri, anche gli assasini:
    anche se non sono gigli son pur sempre figli, vittime di questo mondo.
    (F. De Andrè).
    Ciao, buone feste. Sergio

  9. 9
    tramontina -

    caro sergio, cerca di mantenere la calma, per quanto sia difficile e doloroso, riuscirai ad ottenere ciò che chiedi solo attraverso la lucidità della ragione. Comportanti come un uomo determinato e non come un uomo disperato. Scegliti un avvocato che voglia aiutarti, e sii paziente.
    Tanti auguri di Buon Natale.

  10. 10
    chiara -

    carissimo, ti siamo vicini perchè anche a noi è accaduta una vicenda di allontanamento, ogni caso è diverso ma in comune ha spesso una grave superficialità di caste italiane emergenti e già in auge. sono convinta che dovremmo cercarci, noi famiglie, e dialogare ,confrontarci e unirci. con comprensione chiara

Pagine: 1 2 3 24

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili