Salta i links e vai al contenuto

Tradimento e bugie

Sono in un momento di grande difficoltà.
Qualche mese fa ho scoperto che mia moglie mi tradisce con un suo collega. Sono passati diversi mesi ormai e la mia gelosia e la mia mancanza di fiducia nei suoi confronti non vuole diminuire, ci sono dei giorni in cui non riesco proprio a pensare ad altro.
L’altro giorno, ho pensato di fare sapere alla moglie dell’amante di mia moglie (ancora all’oscuro di tutto), quello che so di suo marito….
Per ora non sono ancora andato a dirglielo, ma la tentazione è forte, ma non so bene se farei bene, sia per lei, (è meglio che lo sappia o no?) sia per me (se lo faccio sperando di complicare eventuali continuazioni del loro rapporto, sarebbe efficace?).
Saluti da Roma.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

52 commenti a

Tradimento e bugie

Pagine: 1 2 3 6

  1. 1
    Spectre -

    Io non so se lo direi alla moglie di lui. Che brutta situazione.
    Forse preferirei che ogni coppia di lavasse i panni sporchi in casa propria. Alla fine tuo il problema VERO è con tua moglie prima di tutto. Lui è solo un elemento scatenante, un intruso. Diverso se la l’altra moglie fosse una persona a te vicina. Allora penso glielo andrei a dire.

    Però non mi ci trovo dentro, per cui parlo senza conoscere le mie reazione istintive.

  2. 2
    Credo -

    Scusa, tua moglie ti tradisce e tu pensi di fare il bravo per non rovinare il rapporto del bastardo con la moglie? ma stai scherzado? ma che te ne frega… riempi di cazzotti lui, avvisa la moglie e dai pure una lezione alla tua metà… poi dopo ragioni… in certe situazioni, meglio l’istinto che la ragione…

  3. 3
    Sergio -

    Vai e diglielo, ci stai anche pensando?

    Sputtanali sti str…i, che schifo.
    Come si può giurare amore eterno e poi frasela con i colleghi…

    Riprenditi la tua dignità e fagliela pagare e dopo chiedi il divorzio.

  4. 4
    andy -

    brrrrrrrr…

    io sai che farei?
    una prostituta a sera.

    non grido più allo scandalo, non me la prendo più, ormai mi sembra inevitabile, esiste solo chi lo sa e chi no.

    è il contrario che è ormai rarissimo.

    ciao.
    (io non mi sposerò, anzi se trovo una bisessuale o ancora meglio una lesbica che ha bisogno di copertura e che vuole convinvere, me la prendo al volo.. così mi diverto davvero poi a farmi fare le corna con le amanti.. ovviamente mi cornifico… perchè vorrò partecipare)

  5. 5
    Ema -

    Credo faresti avvicinare tua moglie e il suo collega ancora di più anzichè allontanarli… Non sai come reagirà la moglie di lui, magari lo manderà al diavolo e lui sarà quindi libero… in genere le donne (tua moglie) quando tradiscono è difficile sia solo per sesso (scusa, so che fa male sentirlo dire), quindi tua moglie trovando lui separato magari si farebbe coraggio e chiederebbe la separazioe pure a te, così da poter vivere la loro storia liberamente senza altri legami, che non vuol dire poi vada per forza bene… ed inoltre agli occhi di tua moglie, l’aver parlato con la moglie dell’altro, non ti darà certo una buona luce…
    Questo è detto nello spirito “vendicativo”… ma se devo parlarti con razionalità, testa e cuore, credo abbia ragione Spectre nel dire che il VERO problema è con tua moglie e l’altro uomo è solo l’elemento scatenante, quindi non cercare di vendicarti o arrecare del male a qualcun’altra (la moglie di lui) che in realtà non l’ha cercato… affronta il problema con tua moglie, valutate realmente se c’è ancora qualcosa da salvare nella vostra storia e in caso contrario non pensare che “spifferare” tutto alla moglie dell’altro ti farà sentire meglio, perchè forse sul momento ti darà quell’impressione, ma passata la giornata il tuo problema resta, tua moglie ti ha comunque tradito e tu stai comunque soffrendo, anche se ora insieme a te soffre anche un’altra donna, ma ciò non toglierà alcun briciolo della tua sofferenza.
    E’ solo il mio modesto parere, tu fa come credi…

  6. 6
    antoniocappo -

    Voglio correggere un po’ il tiro.
    Sono completamente daccordo che non mi toglierà un briciolo della mia sofferenza.

    Io non sto dicendo che mi voglio separare, ma se mia moglie vuole stare con il suo amante, è bene che ci stia,sicuramente non avremmo una vita felice assieme.

    Quindi da un certo punto di vista il mio pensiero è che ognuno prenda responsabilmente le sue sue decisioni, mia moglie ed io, mia moglie ed il suo amante e l’altra coppia.
    Mi stavo chiedendo se come forma di correttezza nei confronti della di lui moglie, e per poter affrontare il tema fino in fondo questo evento non possa contribuire a chiarire la sitauzione.

    Io e mia moglie stiamo lavorando per vivere assieme di nuovo felici, ma non vorrei che l’altro uomo, il quale in questo momento non è in una posizione particolarmente difficile, non giochi con abiguità nei confronti di mia moglie.

  7. 7
    tesoro104 -

    ti consiglio di risparmiarle questo dolore…piuttosto fatti un’esame di coscenza per capire il motivo per cui tua moglie si rifugia nelle braccia di un altro uomo(con questo non sto giustificando la sua azione)!!!!!!!!!!!!!!
    auguri!

  8. 8
    Ema -

    L’avevo capito che non ti vuoi separare e sono assolutamente d’accordo quando dici che ognuno deve prendere con responsabilità le proprie decisioni, ma credo che quel “ognuno” dobbiate essere tu e tua moglie… l’altro e la moglie non c’entrano in questo momento…

    Credo sia giusto che tu e tua moglie dobbiate decidere della vostra storia, indipendentemente dall’altro e soprattutto dalla moglie dell’altro… capire se potrete tornare a vivere felici seriamente o se è solo un modo per tenere insieme le cose… lei deve capire non tanto il rapporto con l’altro ma a prescindere, il rapporto con te, indipendentemente che l’altro ci sia o no…

    Credo che la correttezza nei confronti della moglie dell’altro debba averla lui e non certo tu… penso che il rapporto tra loro non debba riguardare te e la situazione va chiarita tra tua moglie e te prima di tutto…

    Continua a valutare con tua moglie la possibilità di vivere ancora felici e se questa è reale devi trovare la forza di mettere da parte quello che è successo, anche se so bene che non è facile, anche se so bene che ad ogni discussione o momento di debolezza tornerà tutto a galla, nella tua mente, nel tuo cuore e soprattutto nelle parole delle vostre discussioni… e te lo dico per esperienza…
    Io non sono stata capace di perdonare, ci ho provato per più di 10 anni a buttarmi tutto alle spalle ma alla fine tornava sempre tutto a galla, io rinfacciavo, io ricordavo, io mi domandavo se era giusto continuare con questi pesi che non mi davano serenità e avevano ormai lasciato un alone scuro, una macchia indelebile nella nostra storia… ma la mia è una storia diversa, io non ero sposata e molto probabilmente sono più giovane di te, probabilmente non ho avuto quei legami che si creano nell’ambito di un matrimonio, probabilmente sono anche diversa da te caratterialmente e comunque alla fine non ne sono stata capace… sapevo nel corso degli anni che quelle cose non mi andavano giù, sapevo che non le avevo

  9. 9
    Ema -

    dimenticate, ma è ome se mi sforzassi e imponessi di faticare così pur di tenere le cose in piedi e non dover trovare la forza di decidere ed affrontare il distacco…

    Poi per me i problemi che si sono aggiunti sono stati tanti altri e alla fine, col passare degli anni, è bastato l’arrivo della goccia a far traboccare tutto il mio vaso… ma ti ripeto, questa è la mia storia e non c’entra con te…

    Ti ripeto di valutare bene le cose tra voi, ma di essere sinceri e realisti al massimo, prima di tutto con voi stessi e poi tra voi due…
    Se sarete tali e sarete convinti di poter e soprattutto voler recuperare le cose tra voi, anche l’eventuale gioco di ambiguità che potrà avere l’altro nei confronti di tua moglie non vi e soprattutto non LA farà sgarrare più… ma siate sinceri e affrontate la realtà anche se sembra solo in salita… se sarà una discesa tanto meglio…

    Se vuoi parlare ancora sono qui… buona giornata!!!

  10. 10
    antoniocappo -

    Ema grazie del supporto.
    Alla fine anch’io so che non mi interessa vendicarmi con lui.
    Faccia quello che vuole.
    Io credo di avere le capacità di buttarmi questa storia alle spalle, ma come dite giustamente, la questione è affrontare il mio rapporto fino in fondo e scoprire come possiamo stare meglio assieme e cosa non funzionava.
    Devo dire che stiamo facendo grandi passi, ma rimane un problema di base:mia moglie non è una donna abituata a parlare molto di se, e ha ancora una tendenza molto forte a scaricare i problemi all’esterno. Ogni tanto la pazienza e l’accettazione che ci vuoel per vivere queste transizioni serenamente sfumano, alla rinascita di comportamenti sospetti e/o ambigui da parte sua….
    Non mi piace dirlo, ma vorrei sapere come andrà a finire, in un senso o nell’altro, questa indecisione per me è troppo dolorosa.

Pagine: 1 2 3 6

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili