Salta i links e vai al contenuto

Solo tanta rabbia e amarezza…

Ciao a tutti,
vi racconterò brevemente la mia storia. Sono una ragazza di 29 anni e da circa 6 mesi sono stata lasciata dal mio fidanzato dopo 11 anni di relazione.
Questi anni non sono stati facili, tra numerosissimi alti e bassi, ma l’amore e l’enorme pazienza hanno tenuto sempre tutto unito fino al momento in cui per motivi di studio ho dovuto lasciare la mia città per raggiungerne un’altra. Visto che lui non aveva lavoro (ormai da anni) mi ha seguita ma raggiungendo i suoi amici in un’altra grande città (a 300 km dalla mia). Inizialmente ero davvero felice di questo cambiamento perchè l’avrei visto realizzato (come mai prima d’ora) e finalmente avremmo potuto costruire qualcosa insieme. Le cose vanno bene per alcuni mesi fino a quando lui ha incominciato a conoscere altre ragazze (cosa normalissima ovviamente) e a frequentarle. Diciamo che è diventato l’amico di tutte e lui si definiva il fratellone di alcune di esse. Questa situazione è però cominciata a degenerare perchè queste diventavano più che amiche, visto che le invitava a casa sua (spesso a mia insaputa) e ci andava pure da altre parti. Un giorno malauguratamente ho trovato degli strani sms nel suo cellulare e da lì mi è caduto il mondo addosso… Leggevo frasi come “sei bellissima” oppure “grazie per la tua dolce compagnia”, “i tuoi fianchi mi fanno impazzire”. Io non ci ho visto più e sono sbottata mentre lui mi confortava per il fatto che erano solo amiche e le parole non erano poi così importanti. Capirete che da quel giorno non è stata più la stessa cosa. Ho incominciato ad avere mille dubbi e quando andavo a trovarlo continuavo a vedere questi messaggi nonostante gli avessi chiesto di evitare tali atteggiamenti che avrebbero messo a rischio il nostro rapporto. I mesi successivi sono stati devastanti. Durante le vacanze estive era sempre strano, quasi non voleva più stare da solo con me e aveva continuamente il cellulare sott’occhio per messaggiare con gli amici. Un atteggiamento a mio avviso poco rispettoso visto che ci vedevamo molto poco, se non due volte al mese e solo per il fine settimana. Con molta calma e pazienza gli facevo notare tutto ciò ma ormai non c’era più nulla da fare. L’anno scorso ho avuto un grave problema in famiglia e non potendo scendere spesso a casa ero molto preoccupata. Ho cercato il suo appoggio ma lui preferiva stare con gli amici e mi diceva che quando era lì non badava a tutto il resto (me compresa). Mi diceva con molta tranquillità di uscire con i miei amici piuttosto che cercare lui. E mi definiva ossessiva e gelosa. Tutte cose che io non sono mai stata. Anzi è stato sempre lui il morboso tra noi due. Davvero non ci capivo più nulla.
L’anno scorso dopo le vacanze estive, nelle quali ci sono state delle scene davvero deludenti (lui si voleva divertire piuttosto che appoggiarmi nella mia situazione famigliare) io ho avuto una crisi di nervi. Non ce la facevo più, ero davvero stufa di questo comportamento e di questa relazione a senso unico. Lui si era spaventato di ciò e mi aveva chiesto scusa. Ma erano false scuse perchè sotto il suo comportamento da bravo ragazzo si celava qualcosa di molto brutto: riempiva di messaggi e telefonate una ragazza che aveva conosciuto qualche mese prima (questo l’ho scoperto in seguito). Quando siamo scesi nella nostra città per festeggiare l’anniversario, lui era diverso, freddo, egoista, non mi voleva vedere e ci sono stati ennesimi brutti atteggiamenti da parte sua.
Ho cercato di parlare con lui, ma non era possibile, mi rifiutava così come nei mesi precedenti. Al che davvero stanca di tutto l’ho lasciato (anche se in verità lo aveva già fatto lui implicitamente). Lui apparentemente triste accetta la mia decisione e non ci sentiamo più (lui non mi ha più cercata e non mi ha dato spiegazioni…). Solo successivamente verrò a scoprire che cercava quest’altra ragazza, 10 anni più piccola di lui con la quale scherzava e si divertiva, mentre io soffrivo come una pazza per una storia che stava andando a rotoli e per i miei problemi in famiglia. Pochi mesi dopo la rottura e nonostante i miei tentativi di chiarificazione vengo a sapere che ci si è messo insieme nonostante lei mi diceva che era solo un’amica per lui.
Alla luce di quanto successo sto davvero male e mai e poi mai avrei pensato ad una cosa del genere. Erano solo belle parole e pochi fatti da parte sua.
Che tristezza 🙁

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

7 commenti

  1. 1
    Michele -

    Bhè che dire..mi spiace dirlo ma te la sei anche cercata. Ostinarsi ad inseguire in questo modo una persona è da suicidio…

  2. 2
    mario 65 -

    Ciao cara anche se sono uomo sta gente bisogna mandarla aff….,e ho detto tutto,basta co sta gente che se ne approfitta della sincerita’,hai fatto 13 al totocalcio,te lo sei levato dalle palle,pensa se ti ci facevi una famiglia,quanti dolori e dispiaceri,e se avessi avuto figli? non sai che fortuna hai avuto!!!!!! Avanti cosi bella che la vita ti sorridera’ al piu presto credi bfortuna

  3. 3
    neuromaiden -

    @Michele: ne ero davvero innamorata e non mi sono ostinata. Ho semplicemente fatto quello che chiunque dopo 11 anni di relazione avrebbe fatto…spiegazioni e comprensione. Non ti sembra giusto?
    Poi certamente già dopo le prime cose successe l’avrei dovuto lasciare ma si perdona e forse con un po’ di stupidità si pensa sempre che le cose possano cambiare. Invece…sono stata presa proprio in giro.

    @Mario: me ne sono accorta troppo tardi di mandarlo a quel paese. Quando ormai mi aveva rovinata. La mia famiglia mi ha detto le tue stesse parole e ci ho messo davvero un po’ (nonostante da un parte lo avessi creduto) per capire che è così. Vista la batosta ci vorrà del tempo per ritornare a essere felici, a piccoli passi ce la farò, perchè come tu dici la vita è meravigliosa. Grazie

  4. 4
    cupido -

    Ciao neuromaiden,
    io esco da una storia di 8 anni e mezzo e più leggo le storie accadute agli altri amici del blog, più mi sento fortunato nella sfortuna avuta, perchè almeno non è contornata da queste cose.
    Che dire….ti capisco perchè l’amore, specialmente quello di una vita (11 anni non sono pochi hai battuto anche il mio record), ti induce a fare azioni o a perdonare cose che viste da fuori non verrebbero capite neanche da un Santo.
    La salita sarà dura (lo sto scoprendo in quest’ultimo mese e a 37 anni non avrei mai immaginato, credevo di essere arrivato al dunque) però tutto passa per forza e cerca, assolutamente, di contornarti di persone che ti vogliono un bene sincero e uscire per distrarti, poi l’amico tempo dovrebbe fare il resto!
    A volte ho pensato, con un discorso molto generalista, che a voi donne piace farci soffrire e più ti comporti bene…ma vedo che la cosa non è una questione di sesso.
    Ricorda, in fine, che la vita è una e va vissuta, sono sicuro anche se non ti conosco, ma quando uno ha delle cose in comune specialmente accadute da poco sembra di capire meglio,che come dici a piccoli passi tornerai a brillare.
    Ho capito che bisogna essere felici prima con se stessi, per poi potersi relazionare con altre persone, perciò su le maniche (vale anche per me) e iniziamo a ricostruire la nostra vita facendo affidamento sempre prima su noi stessi, a volte appoggiarsi completamente al proprio partner può rivelarsi errato.
    Bisogna trarre insegnamenti da questi eventi per non farli rimanere solo negativi.
    Scrivi quando vuoi, che monitoro la pagina.
    CUPIDO

  5. 5
    neuromaiden -

    Ciao Cupido,
    prima di tutto ti ringrazio per le tue parole. Ciò che dici è assolutamente vero, da questa esperienza bisogna trarne un grande insegnamento e lo capisci solo dopo che ci passi. L’amore mette il prosciutto negli occhi e offusca la realtà delle cose. Ma che ci vogliamo fare…se non fosse così, forse non sarebbe bello e speciale.
    Probabilmente il mio grande errore è stato quello di poggiarmi troppo a lui negli ultimi mesi insieme. Avevo bisogno di conforto vista la mia situazione ed essere stata allontanata in questo modo, credimi, mi ha distrutta. E’ per questo che soffro tanto. Neanche fossi andata io a cercarmi i problemi…

    Cercherò di seguire il tuo consiglio e d’altronde penso sia l’unica strada per uscire da questo vortice.
    Grazie 🙂

  6. 6
    edos -

    cupido,non sono solo gli uomini a soffrire ,possono soffrire anche le donne.
    la sofferenza non conosce limiti ,nè differenze..
    purtroppo quanto si soffre per un amore siamo tutti uguali ,nessuno escluso.
    il dolore è unico e si manifesta per tutti allo stesso modo.
    però ogni dolore va vissuto,sofferto e òpoi ci sarà la rinascita.

  7. 7
    cupido -

    Ciao Edos,
    disamina perfetta!
    Speriamo solo che passi in fretta!

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili