Salta i links e vai al contenuto

Superare un tradimento o decidere di amare di più se stessi?

Lettere scritte dall'autore  

Quanto è difficile volersi bene… sopratutto quando non si sa quello che si vuole.
Ho lasciato il mio ragazzo perché ho scoperto che mi ha tradita; non me l‘ha detto lui,e anzi,credo non mi abbia ancora detto la verità,visto che la sua versione continua ad essere diversa e sopratutto minimal,rispetto a quella dell’ amante…
Anche se è scontato dirlo,non me lo sarei mai potuto immaginare: io per lui ero,e sono,tutto o così mi ha sempre detto; mai un calo del desiderio da parte sua; litigate furiose sempre perché lui era geloso di me; passavamo tantissimo tempo insieme. Comunque c‘erano dei problemi: sopratutto le litigate per la sua gelosia,che non mi facevano sentire compresa ma sempre e solo attaccata..e dopo un anno, mi hanno alla lunga anche fatto perdere la voglia di avere dell’ intimità con lui..che negli ultimi tempi era davvero poca.
Anche se razionalmente non voglio perdonarlo per amore nei confronti di me stessa,perché mi manca così tanto la quotidianità con lui?? Perché vorrei solo abbracciarlo dirgli di non piangere e far l‘amore con lui..quando invece se non mi avesse tradito non credo ne avrei avuto voglia?? Dio..per quanto mi facesse arrabbiare,credo anch’ io che ricominciare tutto senza di lui sia troppo difficile.. come farò? E lui come farà? Ha già provato a fare qualche sciocchezza in questi giorni… in questo caso davvero non so che amore scegliere..se quello per lui o quello xme…

L'autore ha scritto 5 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

8 commenti

  1. 1
    Phoenix -

    Ciao Viola, ti dico cosa mi è successo. Anch’io ho tradito la mia lei. Non chiedermi perchè, non c’è un motivo solo. Forse per vanità, per l’istinto predatorio, per l’età che avanza, o perchè mi pareva che non mi desiderasse più, a causa di quel calo di desiderio di cui anche tu fai cenno e che TEMO sia stata la spinta principale a cercare conferme altrove. Poi, come il tuo lui, anch’io ho rivoltato la frittata e sono diventato geloso, quando dovevo essere il primo a tacere, ma questo dimostrava che tenevo così tanto alla sua “attenzione” che quando ho temuto di non averla l’ho cercata altrove, sbagliando. Ma quando si è “assetati” si beve anche dalle “pozzanghere” pur di placare quella “sete”, e questo mi è successo.
    Siamo fragili noi uomini e il bisogno di conferme sul valore della virilità, specie se dipede dalla NOSTRA donna, ci porta anche a commettere errori che paghiamo duramente.
    Ho ferito la donna che mi ama, e che ha continuato ad amarmi nonostante le avessi spezzato il cuore, dandomi una prova di amore che non pensavo potesse esistere in un essere umano.

    Ha aspettato che l’infatuazione per l’altra scemasse, stremata anche fisicamente. Non so come abbia potuto,dove abbia trovato la forza: io non ce l’avrei fatta sinceramente, e anche questo mi ha dato la misura del suo sentimento, insegnandomi cose di una grandezza che non conoscevo.
    Sapeva di non poter vivere senza di me e che anch’io non potevo stare senza lei. Ma il suo non era l’egoismo dell’orgoglio, nè la rivalità con l’altra, ma l’amore più sincero che si possa immaginare, al quale io non riuscivo neppure ad avvicinarmi, neppure col pensiero, ma è stata una lezione che non dimenticherò mai.

    Oggi, dopo due anni da quei momenti, siamo una coppia diversa, più completa, migliore anche a letto, ma il merito è stato suo, della mia donna, che ha avuto la capacità di capire, di accettare il calvario del tradimento subito, pur mantenendo la sua dignità ancorchè ferita.
    E’ questa la sua grandezza, quella di avermi darmi un segno CERTO di sconfinato amore, per il quale ha messo da parte il suo orgoglio, non potendo rinunciare ad amare l’uomo della sua vita. Ma il suo più grande successo è stato quello di aver fatto capire a me di cosa può essere capace il vero amore, facendomi…crescere.
    Viola, se senti certi bisogni, non frenarti, fai sapere a quell’uomo cosa provi, pur mantendendo la tua dignità, e dimostragli ancora una volta il tuo amore, senza fretta, con pazienza, aspettando che tutto decanti, perchè credo, da quello che leggo, che tu non possa farne a meno, e allora a che serve l’orgoglio, a farti stare peggio? E’ lui che si sentirà lo sconfitto in questa situazione, non tu.
    Se lui è veramente l’uomo della tua vita capirà quello che stai provando, e questa vostra crisi si trasformerà in un momento di crescita della vostra coppia e di voi come singoli individui. E se avrà il risultato che vedo nella mia di coppia, qualunque sofferenza sarà ampiamente ripagata, credimi.
    Un abbraccio

  2. 2
    viola28 -

    Ti ringrazio molto Phoenix per il commento..e sopratutto per aver voluto condividere con me la tua esperienza..devo dire che ha toccato le mie corde più. profonde… mi piacerebbe chiedere alla tua lei come esattamente sia riuscita a trovare la forza per questo gesto di infinito amore…ma se ci riuscirò anch’ io,spero davvero che anche il mio lui sappia apprezzarlo e considerarlo così seriamente come hai fatto tu.
    ti ringrazio molto!

  3. 3
    Phoenix -

    Non posso saperlo con certezza e forse neppure lei potrebbe dirlo con precisione, ma mi disse che prevaleva l’amore su tutto il resto.
    Certo la ferita le avrà lasciato la cicatrice, ma ha voluto guardare avanti e ha lavorato su quello che ci univa e non su ciò che poeva dividerci. E così ho fatto anch’io, ed ora siamo più uniti di prima perchè l’aver superato una crisi difficile unisce più di quando le cose vanno bene.
    Un carissimo saluto

  4. 4
    tristezzainfinita -

    Ciao Viola.. Dunque.. Perdonare un tradimento e sperare di toglierselo dalla testa è difficile (almeno secondo me). Io non lo perdonerei mai.
    Ti consiglio di volerti più bene e pensare a proteggerti da chi ti fa soffrire.

  5. 5
    wxw -

    ma solo io sono stato l’unico coglio… che dopo avermi tradito, l’ho cominciata ad amare + di qualsiasi cosa?? la vita è strana, quando capisci di perdere una persona, ti accorgi di amarla + che mai…..fu tutto inutile, dopo 9 anni terminò la ns storia d’amore….andò via con lui…..sono passati quasi 8 mesi, e il bello è che è già incinta…..

  6. 6
    viola28 -

    Per Tristezzainfinita,
    Ti ringrazio molto per il consiglio; si vede che era femminile,e per questo forse lo apprezzo di più. Per caso a te è mai successo? Perché mi sto accorgendo che quando le cose le vivi,la ‘teoria‘ perde quasi ogni valore dentro alla tua testa…non sarei mai riuscita a perdonare un tradimento prima,eppure ora che lo sto vivendo i dubbi sono tante,e le certezze davvero poche.

    Per Wxw,
    Secondo me il grande dilemma quando finisce una storia,sta nel capire davvero cosa vuol dire quel senso di vuoto e quella mancanza che comunque si prova; per forza il partner ci mancherà,eravamo abituati a passare la nostra quotidianità insieme a lui; ma questo non necessariamente vuol dire che davvero amiamo ancora,anche se di sicuro lo abbiamo amato prima! Potremmo accorgerci di rivolerlo,solo perché non lo abbiamo più; ma se anche lo avessimo di nuovo a fianco,potremmo accorgerci che non è davvero quello di cui abbiamo bisogno. Tu sei sicuro di non volerla solo perché non ce l‘hai..?

  7. 7
    wxw -

    bella domanda Viola, io credo che sia dovuto anche ad una sensazione di orgoglio sessuale e cavolate varie, però mi mancano tante cose di lei, la sua allegria, il sorriso, il suo splendido seno, la sua statura piccolina, le serate in disco a ballare, perfino la sua famiglia mi manca……il dolore che ho provato, quando ci siamo lasciati, è penetrato talmente a fondo da lacerarmi l’anima, ero in letargo lo ammetto, forse non si sentiva desiderata come prima, non c’è una spiegazione valida, ma tante piccole cose che le hanno fatto prendere questa terribile decisione, però credimi non è stato il tradimento a spezzarmi il cuore, bensì vederla allontanarsi giorno dopo giorno da me……le telefonate che facevo in lacrime, e dall’altra parte sentire una freddezza che mai avrei immaginato prima, mi facevano tremare la spina dorsale……al di là di quello che ti diranno gli altri, ascolta solo te stessa e il tuo cuore….prendi la decisione che ti faccia sentire bene, e non pensare alle conseguenze altrui…… Io ho imparato tanto….ciao Viola

  8. 8
    Marco -

    Non sempre il tradimento è sintomo di amore al capolinea, certo è difficile da perdonare.
    Dipende, a 50 anni e con dei figli di mezzo ha un significato, per il bene dei figli si può anche rimanere insieme.
    A 30 anni dopo diversi anni di storia ha un altro significato, ma senza matrimonio e figli di mezzo, forse è il caso di valutare bene se è il caso di proseguire insieme un percorso.
    L’unica situazione dove a mio avviso è categoricamente sinonimo di “ok, è stato bello ma non siamo fatti per stare insieme”, è se avviene nei primi mesi/anni del rapporto, se stai ad esempio con un nuovo partner (quindi teoricamente mesi di fuoco e coinvolto al massimo), e finisci con altre persone, compreso l’ex, significa che non ci sono proprio i presupposti per stare insieme, non è la persona adatta, quella che ti induce al tradimento nei primi periodi. Ho volutamente scritto compresi gli ex, perchè molti si raccontano che andare a letto con l’ex, nei primi periodi della storia con il nuovo partner, non è tradimento, invece lo è, se si è coinvolti in una storia, non si ha voglia di farsi sfiorare con un dito da nessun altro.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili