Salta i links e vai al contenuto

La mia storia a distanza finita male

Ciao a tutti, mi chiamo Giuseppe e ho 28 anni.
Vi racconto la mia storia a distanza.
Nell’agosto del 2008 per migliorare il mio inglese cominciai a chattare con una ragazza inglese d’origine americana, poi dopo un frequente scambio di mail,sms,telef. e dopo lunghe chattate su msn durate mesi ci siamo finalmente incontrati a Londra nel marzo 2009.
Lei mi ha sempre detto di essere nata nel 1982 (appena 1 anno in più di me),di essere divorziata da anni e di avere vissuto ultimamente qualche avventura.
Comunque appena ci siamo visti è stato 1 vero e proprio colpo di fulmine, ci siamo incontrati nel pomeriggio e la sera già consumavamo in hotel.Siamo stati insieme anche il giorno successivo dopo di che io sono tornato in Italia.Dopo appena 15 giorni siamo andati insieme a Praga per un week-end romantico,poi lei ad aprile 2009 venne da me a Milano,maggio 2009 Liguria,luglio 2009 Spagna.
Ad un certo punto nell’autunno 2009 lei vuole mollare l’Inghilt e il suo posto di lavoro cmq ben retribuito (contabile/geometra in un’impresa di costruzioni) ma a suo dire stressante e poco interessante x trasferirsi qui a Milano così,presi dall’entusiasmo,cominciamo la ricerca di un appartamento attraverso le varie agenzie immobiliari.
Preciso che io vivo ancora in famiglia e qst ricerca tuttavia si è rivelata fallimentare soprattutto per motivi economici inoltre lei parla solo inglese e non italiano, quindi avrebbe avuto problemi anche a trovare lavoro.
Lei è venuta qui a Milano 2-3 volte nel giro di poche settimane ed è ritornata in Inghilterra assai dispiaciuta e scoraggiata.
Poi mi ha chiesto di seguirla da lei,dimettermi e trasferirmi in Inghilterra dove secondo lei avrei trovato di sicuro lavoro ma io onestamente non me la sento di mollare il mio posto fisso da statale (distante solo 3 km da casa) e gliel’ho detto chiaramente.
Oltretutto lì in Inghilterra lei non ha nè familiari nè stretti amici.
Lei poi mi chiedeva tante volte: Beppe,mi ami? Si,le rispondevo. Mi sposerai? Non lo so Lisa è un passo troppo importante e voglio pensarci bene.
Lei a quel punto si arrabbiava e mi diceva “Ecco vedi non mi ami abbastanza,questa è una storia a senso unico dove io sono l’unica che è disposta a trasferirsi e tu nemmeno vuoi una famiglia con me”.
Preciso che a causa della sua malattia chiamata endometriosi lei afferma di essere sterile e tante volte lo abbiamo fatto senza precauzioni (biasimo la mia leggerezza&superficialità nella circostanza) senza che per fortuna succedesse niente.Inoltre la sua malattia la portava a sentirsi spesso debole e andava incontro a un precoce indebolimento delle ossa, senza contare le varie fitte all’addome che spesso sentiva e che curava con antidolorifici&pastiglie specifiche a base di ormoni ma anche periodiche dolorosissime iniezioni direttamente nella pancia.
Col passare del tempo lei mi faceva sempre più notare il suo desiderio di accasarsi,ma io non me la sentivo proprio anche perchè pur amandola ho notato che è una ragazza un pò instabile a livello mentale poichè:
1) Ogni mese diceva di voler fare un lavoro diverso: scultrice, erborista, fisioterapista, scrittrice, addestratrice di cani,riprendere gli studi universitari
2) Voleva lasciare l’Inghilterra perchè è abitata da gente fredda,senza passione,attaccata ai soldi e voleva trasferirsi prima in Canada,poi in Spagna,poi valutava la possibilità di ritornare dai genitori nelle Caraibi.
Alla fine dice che vuole restare in Inghilterra perchè vive lì da oltre 15 anni e ormai è casa sua e prima di trasferirsi deve restituire un debito contratto con le banche pari a circa 17 mila euro.
Eventualmente mi ha fatto sapere di recente che si trasferirebbe in Olanda con il suo nuovo ragazzo olandese ma residente in Inghilt.
3) Spesso la beccavo sotto la doccia accucciata/rannicchiata con l’acqua che le scorreva sopra (l’immagine tipica che appare sui giornali come emblema della donna violentata),lei stessa mi disse di aver subito 1 tentativo di violenza 1 decina di anni fa a casa di una sua amica da parte del fratello di quest’ultima che una notte aveva tentato di sorprenderla nel sonno (mai denunciato alla polizia). La prima volta le ho chiesto il motivo di quel rannicchiarsi nella doccia e se mi dovevo preoccupare. Lei rispose di no,che la rilassa e l’aiuta a pensare.
4) Non ha praticamente amici eccetto alcuni che vivono in altre zone dell’Inghilt (3/4 amici non di più)
5) Da piccola la madre x punizione la infilava nella doccia con i vestiti ancora addosso e la considera tutt’ora una fallita e una sconsiderata perchè ha divorziato e per una cattolica è scandaloso
6) Non vuole vivere a Milano perchè c’è poco verde,troppo cemento e cacche di cane sul marciapiede.
7) Voleva vivere in una località di mare,ma quando andavamo insieme al mare in spiaggia voleva starci non più di due ore
Tra alti e bassi da dicembre 2010 lei mi faceva capire che non intendeva più proseguire la nostra storia perchè voleva un partner in Inghilterra con lei con cui costruire una famiglia.Ci siamo visti a Natale 2010 ed è stato stupendo,poi da allora per vicissitudini varie non ci siamo più visti.
Mi diceva che non sono il suo uomo perchè non mi vedeva mai nei suoi sogni e che le pietre non predicevano un futuro con me (lei aveva delle pietre nere che a suo dire erano come i tarocchi). Al contrario nei suoi sogni vedeva dei bambini con occhi e capelli chiari come il suo attuale ragazzo.
A giugno mi ha mollato dicendo che la nostra storia non ha futuro e proprio lei che non voleva una storia a distanza si è messa con un ragazzo d’origine olandese che vive in Inghilterra ma a 300 km di distanza conosciuto su internet.
La mia ex dice che questo nuovo ragazzo è molto romantico,amorevole,divertente,ma ha scarsa autostima,insicurezza,un passato simile al suo (caratterizzato anche dalla malattia),una madre invadente e asfissiante come la sua e che ha una profonda affinità a livello mentale/spirituale molto meno dal punto di vista sessuale.Sai Beppe – mi diceva- non posso deluderlo,con te non ci torno più,è finita,lui ha troppo bisogno di aiuto e io sono qui proprio per aiutarlo.
Non ho alcun dubbio Beppe,mi diceva, lui è l’uomo della mia vita e ti prego gentilmente di non insistere nel voler riallacciare altrimenti smetterò anche di esserti amica.La cosa che mi ha sconvolto di più però è che ho scoperto che lei non è nata nel 1982 ma nel 1972, quindi mi ha tenuta nascosta la sua vera età per quasi tre anni.
Il sospetto mi è sorto quando una volta a gennaio lei mi ha fatto una mezza rivelazione, Beppe -mi diceva- io non ho 29 anni,sono più grande!
Avevo paura di dirtelo perchè adesso tu mi lascerai e non mi perdonerai. E quanti ne hai allora? Chiesi io stupito e irritato.
Lei rispose 150 o 200 anni, perchè ho vissuto vite precedenti prima di questa.
Lì per lì pensavo che scherzasse,so che lei crede alla reincarnazione e non ci diedi molto peso.
Poi dopo la rottura ho aperto una mail inglese fingendomi un recruiter inglese interessato al suo profilo professionale chiedendole un curriculum, lei ha abboccato,me lo ha mandato e ho letto la sua data di nascita reale 1972, mese e giorno invece erano quelli che già sapevo!!
Poi sempre su internet ho scoperto che il suo coinquilino è al 99,99% l’ex marito da cui ha divorziato.
Mi dice che senza di lui non avrebbe praticamente neanche una casa dove vivere,mi ha sempre detto che qst uomo era semplicemente un vecchio amico e che ognuno faceva la propria vita.
Hanno lo stesso cognome (lei ha acquisito quello del marito dopo il matrimonio) e si sono sposati nello stesso anno (1999) e luogo.
Lei ovviamente non sa che io conosco la verità e cmq siamo rimasti in buoni rapporti scambiandoci occasionalmente delle mail.
Però nonostante le menzogne mi manca tantissimo e la sogno praticamente ogni notte. I miei amici e mia sorella dicono che mi sono tolto un bel peso,una ragazza così (sterile,divorziata,indebitata,molto più grande,malata di corpo e forse anche a livello mantale anche se carina e sensuale) meglio perderla che trovarla.
Mi sento avvilito per le cose che mi ha tenuto nascosto (e chissà cosa altro non conosco) ma mi sento ancora preso da lei come 1 vero stupido.Provo ancora dei sentimenti anche se purtroppo nelle storie a lunga distanza 1 dei 2 alla fine deve trasferirsi e onestamente non intendo mollare il posto fisso per una ragazza che magari il giorno dopo il mio trasferimento mi dice bye.
Cosa fareste al posto mio?

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

10 commenti a

La mia storia a distanza finita male

  1. 1
    Clara -

    Cosa farei al posto tuo? Starei lontano un milione di anni luce da questa ragazza (o forse, vista l’età, donna?)… Lasciala all’olandese, è la sua missione no? Lascia che lo salvi (o che si perda insieme a lui, visto che mi sembrano due matti) e tu trovati un’altra. Credimi, è meglio!

    Ciao

    Clara

  2. 2
    Almost-Imperfect -

    correrei veloce, ma veeeeloceeee lontano il più possibile
    pensa che vita faresti per stare dietro a questa ragazza… no, no impossibile; ti farebbe impazzire!!!

  3. 3
    Gioinlove -

    Ciao.:)cosa dovresti fare?dovresti essere arrabbiata con lei!ti ha nascosto tante di quelle cose…io non rimarrei mai amica di una persona così..hai fatto bene a non lasciare il lavoro se no come hai detto tu ti avrebbe lasciato subito….io la lascerei stare e non gli scriverei più neanche una mail

  4. 4
    aria85 -

    Da’ retta a me:stappa una bella bottiglia e brinda al futuro che,senza ‘sta matta,rischia addirittura di essere bello!
    Sei salvo,tesoro!Ringrazia il cielo!

  5. 5
    beppe832 -

    Quello che mi fa strano è che con me era partita in quarta,dopo pochissimi mesi dal nostro primo incontro già pianificava una vita a due,tanti viaggi insieme,entusiasmo.
    E adesso noto che assume il medesimo atteggiamento con il nuovo ragazzo.
    La cosa strana è che diceva che io ero il sognatore quando proprio era convinta di comprare in futuro una villa in Spagna e fare una bella vita.
    Ricordo ancora soprattutto nella fase finale della relazione i suoi sbalzi d’umore.Mi chiamava per dirmi che ero un bast**do egoista e poi dopo dieci minuti mi richiamava scusandosi e rimangiandosi quello che aveva detto.
    Dopo un bel rapporto intimo ogni tanto si faceva una doccia interminabile seduta immobile rannicchiata nella doccia!! Una volta in un hotel di Milano litigammo,lei senza proferire parola uscì dalla stanza e se ne andò fuori salvo poi ritornare dopo 20 minuti e dirmi che era stata a farsi un giro al mercato rionale(faccio presente che non parla italiano ed è anglo-venezuelana).
    Mio padre da conservatore vecchio stampo quasi settantenne non gradisce le ragazze straniere e le divorziate,mi disse di non portarla in casa.
    Lei mi accusava dicendomi che mi vergognavo di lei e che la volevo nascondere!!Proprio lei che mi ha nascosto la sua vera età e il fatto che condivide l’appartamento con l’ex marito da sempre spacciatomi come vecchio amico.
    Ma purtroppo noi maschietti spesso perdiamo la testa per chi sa fare sesso bene ed è disinibita,mia sorella mi ha detto di stare in guardia dalle donne d’origine sud-americana perchè sono ammaliatrici e si dicono amanti della famiglia e del sesso ma lo fanno per intortare l’uomo giusto.
    Non sono razzista e non amo i luoghi comuni ma forse devo pensare che tutte le sue attenzioni,il sesso,la cura nei miei confronti erano finalizzati ad accasarsi.Lei era ottima a letto.
    Quando le dicevo che non ero interessato al matrimonio ma che le promettevo amore e fedeltà assoluta lei si arrabbiava moltissimo dandomi dell’egoista immaturo e senza palle!
    Preciso che lei non mi ha mai chiesto soldi!
    Mai!
    Però una volta mi aveva rinfacciato quando era ricoverata in Inghilterra di non averla supportata adeguadamente e abbandonata lì senza farle visita.
    Notare che gli chiesi se voleva essere da me visitata e lei rifiutò dicendo che si sentiva orribile e non attraente.
    “In che senso non ti ho aiutata?” le chiesi. “In tutti i sensi” mi rispose!
    Lei stessa grazie il matrimonio ha acquisito la cittadinanza britannica,quindi europea e mi disse la balla che si era sposata a 18 anni,in realtà ne aveva 27.
    Un matrimonio contratto da giovanissima mi diceva con un uomo impotente e che rifiutava il sesso,lo stesso con cui adesso condivide la casa in attesa di trasferirsi altrove perchè l’hanno assunta in un ufficio.
    Ok dormono in camere separate e ognuno si fa la propria vita,lei però probabilmente in cambio di una permanenza gratuita si occupa(va) della casa e fa(ceva)i mestieri.
    Mi lascia perplesso il divorzio per mancanza di sesso coniugal

  6. 6
    Almost-Imperfect -

    @aria
    ihihihih 😀

  7. 7
    aria85 -

    @ beppe832
    ma infatti qua non è un problema di luoghi comuni…è che hai incontrato una per metà furba e per metà matta!Dopo questa tua ultima analsi credo tu non possa far altro che tirare un bel sospiro di sollievo!
    Come si suol dire ‘Il diavolo fa le pentole,ma non i coperchi!’
    Pensa te in che guaio ti potevi andare ad infilare!!
    Brinda!Brinda!!
    E mo tutta vita!!

  8. 8
    ancora io -

    Dimenticalaaaaaaaaaaa!!!!Non puoi andare dietro ad una persona del genere. Anche se però pensi troppo al tuo posto fisso. L’amore, vicino, è bellissimo viverlo.

  9. 9
    Davide -

    Ti capisco, capisco molto di quanto tu scrivi, anche se la mia storia è un po’ diversa, e credo la mia controparte non abbia così tanti problemi come ne ha la tua ex, ma ha comunque evidentemente dei problemi anche lei, perchè una vita molto normale non la codnuce di certo. Quel che posso dirti dalla mia esperienza è che:
    1) si è vero,lontani più di tanto non si può stare,bisogna vivere assieme
    2) l’Italia non favorisce di certo relazioni con persone a distanza,non si parla inglese qui(la mia parlava tedesco e slovacco),e gli stranieri che vengono qui da paesi non disperati han poche opportunità.
    3) se ami una persona incondizionatamente,ti trasferisci,a meno che il buon senso non dica che sia meglio sia lei a trasferirsi,come nel tuo(nostro) caso la tua controparte (e anche la mia) non aveva/ha un lavoro stabile o comunque così gratificante.
    4)le donne sono così,oggi ridono,domani piangono,oggi ti adorano, domani no,o forse boh?chi lo sa? La donna è un essere comunque fragile,nonostante l’emancipazione e tutte le cazzate sulla parità,la fragilità in loro rimane,così come l’istinto materno, e una loro indole,ed è giusto che così sia es è anche bello che così sia.Il vero problema è a volte che invece noi uomini dovremmo essere più forti ma ci siamo “infragiliti” pure noi.
    La nostalgia viene e la voglia di riprovarci viene,ma bisogna chiedersi se sia giusto o se non sia un’altra cazzata continuare a insistere su una cosa che probabilmente non porta a niente. Fatti una nuova vita, cancella ogni contatto. Trova una ragazza che possa darti una famiglia e quello che desideri… In poche parole, pensa alla TUA felicità, non a quella degli altri. Se vuoi confrontarti nello specifico con la mia storia, contattami pure.

  10. 10
    teresa -

    Lasciala stare!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! non gli scrivere più una mail ciaooooooooo

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili