Salta i links e vai al contenuto

Storia bellissima – lasciata

Lettere scritte dall'autore  smilla

Ciao a tutti, sono separata con un figlio…un giorno ad un incontro di lavoro conosco lui. Ormai sono 4 anni che sono separata e ho avuto qualche storia ma nessuna mi aveva convinta. Lui invece mi colpisce subito, appena separato con una figlia anche lui. Complice il lockdown cominciamo a scriverci costantemente, conoscersi profondamente, tralasciando messaggi banali o ammiccanti. Cerchiamo di conoscerci proprio nel nostro intimo, per capire chi siamo. Ogni giorno capiamo che abbiamo tante cose in comune, ci cerchiamo, ci manchiamo, fortunatamente ci piacciamo molto anche fisicamente. Lo sappiamo tutti però, siamo adulti, è la realtà che conta e noi ci conosciamo davvero poco realmente. Sappiamo entrambi che questo sogno potrebbe finire. Ci cominciamo a frequentare tra emozione e paura: tutto magico, tutto anche meglio di quello che potevo sperare. Avete presente quelle magie? Quelle magie che succedono solo in qualche relazione? Ecco, c’era. Ci promettiamo amore, pensiamo ad una storia seria, abbiamo però un unico problema che è la distanza (circa 100 km) che pesa e che spesso non ci consente di vederci più di 1-2 volte a settimana. Questa magia finisce un brutto mattino, quando lui dopo una discussione mi dice che ci ha ripensato, la distanza lo spaventa, non ha le idee chiare. Mi sembrava di parlare con un’altra persona, da 100 a 0 in pochissimi giorni. Mi chiedo che gli sia successo, dopo qualche messaggio iniziale lo lascio completamente stare, tanto a che serve. Mi fa male che io abbia investito tutto il mio amore è che non sia bastato. Mi fa male sapere che mi manca, gli racconterei ancora tutto di me ma a lui forse non interesserebbe più. Mi fa male sapere che sta meglio senza di me, quando io ho il cuore pieno di nostalgia. Comunque non lo cerco. Certo che spero che torni, certo che spero sia la confusione del neo separato, ma mi sento molto ferita e comunque so che farei fatica a fidarmi ancora, anche se lo perdonerei, questo si. Cos’è diventato l’amore? Si è trasformato in un fast food emotivo? Potrei uscire con altri, forse mi farebbe bene, forse lo farò per sentirmi meno sola. Mi sono illusa? Ho visto quello che non c.’era? avrei detto di si le altre volte in cui mi è capitato, ma stavolta credo che lui abbia avuto paura di prendere un treno che forse non passerà più, ha avuto paura di impegnarsi perché l’amore è anche impegno, restare. Ha avuto paura dei problemi. Più facile lasciare, avanti la prossima. Non ci dovrei più pensare, me lo dicono tutti ma non per tutti l’amore è un gioco. Ho almeno la consolazione di aver fatto tutto con onestà, purezza. Ho difeso questo amore, l’ho protetto. Non è bastato. Speriamo voli via presto questa tristezza, io la contrasto ma mi riabbraccia subito, ad ogni pensiero. Grazie a tutti

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Condividi su Facebook: Storia bellissima – lasciata

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

17 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    Ponny81 -

    Nell’amore bisogna crederci entrambi. Probabilmente lui ha avuto qualche tentennamento che l’ha frenato. Non penso che sia stata la distanza, alla fine 100 km non sono niente se c’è amore sincero, forse complice il lockdown lui era costretto a stare a casa e dunque si dedicava volentieri alla relazione, adesso che è ritornata la quasi normalità preferisce la sua vecchia vita. Un po’ come i tuoi amici anche io ti consiglio di cercare di dimenticarlo e ricominciare a viverti a pieno la tua vita.
    Io sono sempre dell’idea che l’amore vero prima o poi arriva per tutti e quando è arrivato nessuno dei due si tira indietro ma insieme si va avanti.
    In bocca al lupo

  2. 2
    glosstar -

    “”Mi sono illusa? Ho visto quello che non c’era?””

    Esattamente. Tu il rospo lo hai trasformato in principe, perché forse quello volevi vedere.

    100Km sono una scomoda distanza, ma non pregiudicano la sostanza di una relazione.

    Un quarto di secolo fa, io di km ne incontrai 10mila. Tra me e la donna che amavo c’era l’oceano Atlantico. Due anni di relazione a distanza salendo e scendendo dagli aerei. Una vita impossibile. Ma il nostro era amore e non certo una produzione mentale. Ci sposammo e io mi trasferì nel suo paese. Non esisteva altro modo di dare un senso al nostro amore.

    Non è la distanza fisica che uccidere un’amore, ma quella che si ha dentro il cuore.

  3. 3
    nip56 -

    sei sicura che era separato?? a me sembra che lui con te si sia tolto uno sfizio e poi è tornato a cuccia. diciamo che ha assecondato i tuoi sogni oppure se è da poco divorziato si è spaventato a buttarsi subito in un’altra relazione.Fagli respirare un po’ di libertà. per parlare di Amore non basta che due persone si trovino bene insieme ma ci vogliono anni e non tutti sono in grado di amare. oggi è tutto liquido come la música mp3 che da una memoria passa ad un’altra.

  4. 4
    Stefano 83 -

    Penso che l unica cosa che tu possa fare, è analizzare tutto. Ed a mente fredda, con la parte razionale (lasciando da parte quella emotiva), individuare se ci sono stati dei segnali, delle “bandierine” di incertezza, di non coinvolgimento, di contraddizione da parte sua.
    Si, quei segnali che senti nell inconscio, brevissimi, che spesso ignoriamo perché siamo coinvolti. Ma che, per fortuna o purtroppo, ci dicono la realtà delle cose, e di chi veramente frequentiamo.

    Se realizzi che non ne hai avuti nemmeno uno, allora probabilmente le cose sono due:
    -lui ha colmato il suo senso di vuoto quanto basta e si è congedato;
    -ha conosciuto un altra.

    In entrambi i casi, non gli interessi. Altrimenti ti avrebbe quantomeno detto “voglio andarci piano”.

    OK il tuo discorso sulla fiducia ;una volta persa, non si recupera.

    Non escludo che lui possa tornare – perché sa che ci saresti – anche solo per sesso. Tipico di noi uomini, del resto.
    Poi sta a te accettarlo, o dargli un palo…

  5. 5
    Rossella -

    Per tanti l’amore è un gioco, fidati. Altrimenti starebbero al loro posto, non andrebbero a cercare l’America.

  6. 6
    Bottex -

    La mia idea è che la sua sia stata una infatuazione temporanea. Il lockdown ha probabilmente giocato un ruolo importante in questo: chiuso in casa, senza poter lavorare nè vedere gente, ha probabilmente trovato nel grande affetto che tu provi per lui un punto di appoggio e si è infatuato a sua volta. Ma non era amore vero, è stata solo un’illusione temporanea dovuta al lockdown. Tanto più che poco dopo ha chiuso la relazione con una freddezza che ti è parsa incredibile.
    Poi, una distanza di 100 km non è impossibile da superare; è scomoda e crea certamente delle complicazioni, ma lui l’ha usata chiaramente come un pretesto. E poi sì, la sua è stata probabilmente paura di impegnarsi: comprensibile, ok, quando si è già stati delusi una volta, col divorzio, ma d’altra parte se non si rischia … Insomma, se si ama davvero queste cose si superano.
    Mi dispiace per te, capisco benissimo che stai soffrendo, ma il mio consiglio è quello di voltare pagina e non pensare più a lui. Saluti.

  7. 7
    smilla -

    Grazie a tutti, condivido anche i discorsi più disincantati, la verità è quella che dite, se si ama sinceramente non si scappa. Per rispondere alla domanda, si credo sia stato separato davvero, di questo posso dire di avere le prove, ma era forse una cosa troppo recente (6 mesi). La distanza, seppur scomoda come dice qualcuno, era comunque oggettivamente affrontabile senza drammi. È possibile ci sia qualcuna, anche se al momento credo di no. Ma diciamocelo: se ti lasciano è perché sperano in un altro rapporto, quindi che cambia? Unica possibilità che gli do è che vista la situazione fresca, si sia spaventato di un rapporto che metteva in gioco molti piano ed era già evidentemente profondo. A volte è più facile scappare e aspettare un’altra occasione. Faccio tanto la disillusa ma è ovvio che ci soffro. Sono adulta e so che queste cose hanno bisogno di tempo, poi pian piano sfumano. Si fatica però ad arrivare a sera con questa nostalgia, ma va bene. Un abbraccio

  8. 8
    smilla -

    Sai Bottex, mi verrebbe da dirti di no…ma poi forse hai ragione tu. Il lockdown gli aveva tolto la possibilità di coltivare i suoi interessi fuori casa, forse poi quando ha potuto riprenderli si è reso conto che io ero scomoda. Ora, lo so, quante volte avete sentito questa storia? Io ho avuto le mie storie, ho persone interessate a me e potrei, volendo, mettermi anche adesso in una nuova relazione con una brava persona. Mai però avevo trovato una compatibilitá del genere…mi chiedo come sia possibile dire certe parole, fare certe ammissioni, per poi scapparsene via senza nemmeno provare. Cavolo, siamo adulti non ragazzini. Questa situazione mi era già successa con il mio ex marito ma ok, si può anche capire che dopo 15 anni il rapporto possa modificarsi e non ci si trovi più, nonostante abbia provato a rimettere le cose a posto. Ma dopo poco tempo sembra proprio una presa in giro, non saprei. Eppure lo vedevo felice, su questo non credo di sbagliare. Va a capire

  9. 9
    Golem -

    “Cos’è diventato l’amore? Si è trasformato in un fast food emotivo?”
    Sì (anzi, bella sintesi) perché non era amore, ma speranza d’amore, desiderio d’amore, sogno. L’amore lo si “misura” alla fine della vita con la stessa persona. Se finisce prima ancora di essere cominciato, allora prende la seconda “EMME” nel nome per distinguerlo da quello originale. Esattamente come succede per i Rollex che vendono a Scampia. Tarocchi.
    “se si ama sinceramente non si scappa…” e men che meno si “lascia”. L’amore non lo lascia nessuno se è vero. È come con l’aria. Non si smette di respirare perchè ti sei “stancato” di farlo. Non è possibile.

  10. 10
    Yog -

    Vabbè, ma pensare che uno separato da sei mesi voglia intripparsi con un’altra famiglia, per di più allargata con raddoppio della prole, è PURA FANTASCIENZA.
    Uno che ci casca potrebbe essere a buon diritto tacciato di condotta gravemente colposa.
    Difficile poi che becchi un merlo simile adesso che è estate…

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili