Salta i links e vai al contenuto

Sto per sposarmi, ma mi sento confusa

Ciao a tutti, scrivo perché mi sento confusa e ho bisogno di confrontarmi con qualcuno.
Spiego subito il mio dubbio:
ho quasi 39 anni e sono fidanzata con un mio coetaneo da molti anni, circa 10. Abbiamo avuto alti e bassi ma siamo rimasti sempre insieme.
Prima di lui ho avuto un’altra storia, la mia prima storia d’amore. È stato un grande amore, finito in malo modo a causa della mia instabilità nei suoi confronti. Più precisamente, sentivo di amarlo veramente tanto, però i ns. caratteri erano un po’ diversi e molto spesso litigavamo, al punto che poi io sono andata via.
Ho conosciuto subito dopo il mio attuale ragazzo, ma non ho mai smesso di pensare al mio primo amore.
E anche oggi che si parla di matrimonio, anche dopo circa 10 anni da quella storia, mi ritrovo spesso a pensare ancora al mio ex, ne sento ancora la mancanza e molte volte mi chiedo se sia giusto prendere un impegno così importante con il mio attuale ragazzo, se ancora ho dentro questi fantasmi.
Non è che non lo amo, ma il primo è stato veramente importante, tanto da non riuscire a dimenticare.
Non so che fare… ho tanta paura…
Aspetto fiduciosa i Vs. consigli. Grazie.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

54 commenti

Pagine: 1 2 3 6

  1. 1
    gio -

    E se provassi a parlarne con il tuo attuale ragazzo,il matrimonio non cambia le paure,giusto per capire se la tue sono solo insicurezze oppure ami ancora il tuo ex. Non reprimere questa paura vivresti solo male i tuoi giorni, superala.

  2. 2
    davide86 -

    cristina il matrimonio e’ un passo importante che si fa quando si e’ sicuri di amare una persona, non e’ un gioco da prendere alla leggera; tu stai insieme ad una persona da 10 anni e ti rendi conto ora che non hai scordato il 1 amore????

    rifletti bene su cio che stai per fare, non sposarti per colmare il vuoto di un primo amore che oramai e’ terminato, il tuo ragazzo non si merita un a crudelta’ del genere, scusa ma 10 anni di relazione e cosa provi veramente per il tuo futuro marito???

    pensa alle conseguenze di cio’ che farai.. non fare pagare colpe a lui che non ha!! ciao

  3. 3
    cristina71 -

    per gio: come si può pensare di amare una persona se sono passati 10 anni da quella storia? io credo di soffrire un pò la nostalgia di quell’amore, fatto di giorni spensierati e di grandi emozioni.
    Forse sono proprio le grandi emozioni di allora che mi mancano. Mi dici che devo superare questa paura, ma come? cosa dovrei fare? inutile parlare con il mio attuale fid., poverino, cosa potrebbe pensare dopo tutto questo tempo? GLi farei solo del male.
    Ho provato a parlare con qualcuno, ma tutti mi hanno detto che i miei sono ricordi resi migliori dal tempo. i ricordi brutti li ho messi da parte e ora mi restano solo quelli belli, che mi fanno intristire.
    Mi dicono che devo vivere senza guardare indietro. ed io così ho fatto, per tutti questi anni. ma ora…la sua mancanza mi tormenta.

  4. 4
    mah -

    poveri eventuali figli!!!!!!!!!!!!! fermati e lascialo.

  5. 5
    Sergio -

    Mio Dio… SCAMPACENE!!!!!

    ma ti rendi conto? 10 anni… hai rubato 10 anni ad una persona solo per non sentirti sola…
    Mi raccomando sposati e fai anche un paio di mocciosi, e dopo lascia tuo marito per una scappatella con il tuo primo amore…

    Ma andate a zappare la terra…

  6. 6
    Dorian -

    Grazie cristina71. Grazie. La tua lettera mi ha dato un motivo in più per sostenere la mia totale mancanza di fiducia verso una donna. Non hai fatto altro che confermare la mia tesi. Ma chi me la fa fare di mettermi con qualcuna, chi me la fa fare di innamorarmi?. Come faccio a non pensare che non mi stia prendendo in giro, che non sia un ripiego, che non sia un qualcosa che occupa e riempe il suo tempo…

  7. 7
    ChiaraViola -

    Ciao cara,ti vorrei dire delle cose.
    Ho vissuto la stessa situazione anni fa.
    E ti prego,non prenderla come una stupida frase,ma qui,c’è proprio bisogno di decidere col cuore,mettendoci dentro un pizzico di sana razionalità. Intanto,sai benissimo che non puoi vivere mentendo al tuo compagno e soprattutto a te stessa. E credo che dopo dieci anni i “fantasmi” del passato dovrebbero già essere andati via. Non mi è molto chiara questa situazione… Ma lui,lo ami? Lo ami veramente? Un amore sincero,è capace di scacciare via anche i più tristi fantasmi del passato. Ricordalo.

  8. 8
    xxx -

    Sei insicura, tutto qui.

    Se lasci il ragazzo con cui sei stata 10 anni, sicuramente non farai altro che pensare a lui e se hai fatto o meno la scelta giusta a lasciarlo.

    Purtroppo l’errore l’hai commesso quando hai lasciato il primo ragazzo, infatti avresti dovuto evitare di buttarti subito in un altra storia, ma vivere un periodo di purgatorio per elaborare il distacco.

    Sei ad un bivio, per chi legge da fuori è palese che dovresti andare avanti con il tuo ultimo compagno, poi naturalmente è dentro di te che devi trovare la risposta.

    ciao

  9. 9
    Sergio -

    E il primo l’ha lasciato pure lei…

    Ora lo rivuole dopo più di 10 anni… e magari lo ripiglia e poi lo lascia di nuovo per i caratteri un pò diversi…

    Bel tipino che sei… 39 anni… come direbbero gli inglesi: BEST REGARDS…

  10. 10
    cristina71 -

    per sergio: forse però sei un pò troppo duro nei tuoi commenti, in fondo se scrivo qui è perchè chiedo un aiuto, non una condanna.
    Non credo di aver rubato tempo a nessuno, io ho sempre sentito amore verso di lui, forse non così grande come il primo. Molte volte sento dire che il primo amore non si scorda mai…potrebbe essere così. In ogni caso ti ringrazio.

    Non ho voluto tornare con il mio ex, quando ne avevo la possibilità, perchè dentro di me sapevo che non sarei stata felice. Purtroppo tornare dall’ex oggi (a parte che lui è impegnato e forse anche sposato) non serve a nulla, perchè le storie finiscono e le persone cambiano. Quando anni fa ho tentato di ricucire la storia mi sono ritrovata con un estraneo e non con quel fidanzato tenero che ricordavo. Anche lui mi voleva, però…non ci accettavamo per ciò che eravamo. La ns. è stata una storia vissuta a distanza, fatta di mille telefonate e poco tempo vissuto insieme. Forse tante illusioni che si costruiscono nell’immaginario sono venute meno al raffronto con la vita quotidiana. E’ un pò complicato da spiegare.
    Molte volte penso che sia meglio fermare tutto e ricominciare, poi però mi chiedo: ma l’amore, quello con la A maiuscola, cos’è? E’ quel sentimento irrazionale che ti fa compiere km. pur di vedere l’amato, che ti prende allo stomaco, che ti fa sognare e soffrire, o forse l’Amore è quello che ti fa andare avanti tutti i giorni con la serenità di un rapporto tranquillo e stabile.
    Sono anche passati 10 anni da quando l’ho conosciuto, e quindi un pò i toni sono smorzati. E’ subentrata un pò di abitudine.
    Quando ho provato a parlare con mia madre di questi dubbi, mi ha risposto che io sogno ancora l’amore dei diciottenni, mentre dopo 10 anni è normale sentirsi così. Le farfalle nello stomaco lasciano il posto al rispetto, alla stima, al bene.
    Anche pensando di ricominciare, mi ritroverei a questo stesso punto tra un pò di anni.
    Vorrei sentire il pensiero di qualcuno sposato da anni. Grazie a tutti.

Pagine: 1 2 3 6

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili