Salta i links e vai al contenuto

Sparisce dopo il sesso

Buonasera,

mi chiamo Silvia ed ho 36 anni. Ho cominciato da circa un anno a lavorare per un’azienda e lì ho conosciuto un collega che lavora in un’ altra sede. Lui ha cominciato a corteggiarmi, ed io essendo single ho ceduto alle sue avances. Dopo un paio di settimane al telefono ho cominciato a sospettare che fosse sposato, ed alla mia domanda lui con sincerità mi conferma di esserlo, ma che da molto tempo non è più felice con lei. Io tronco da subito, ma lui non mi lascia in pace, persino a lavoro. Un giorno mi chiama la moglie al cellulare e mi chiede di sparire, in quanto lui è intenzionato a separarsi. Io mi sentivo fortemente in colpa, in quanto loro hanno anche un figlio ed io sono figlia di genitori divorziati. Le ho garantito che tra noi non c’era nulla e che io non volevo andare avanti, ma lui viene da me e mi racconta che è intenzionato a lasciarla in ogni caso. Gli ho chiesto in mille modi di lasciarmi in pace, ma la verità è che mi stavo innamorando di lui. Vado in vacanza da sola e riesco ad allontanarmi da lui, ma ripreso il lavoro il contatto è inevitabile. Mi racconta che si sta separando e che vuole costruire un rapporto con me, nel frattempo subiamo le pressioni della mia famiglia che disapprova fortemente, in particolare mia sorella, con la quale convivo. Lei lo ha sempre trattato male durante le sue visite. Prima di Natale mi fa di nuovo visita, in quanto io rifiuto di fare un weekend con lui e gli chiedo di lasciarmi in pace se tutto ciò che cerca è solo sesso. Alla fine, travolta dalla passione ci vado a letto, lui riparte ed al posto di dirmi come sempre che mi ama, mi dice che è ancora durante la fase di separazione. Dopo qualche giorno lo chiamo ed ignora le mie chiamate, io gli mando dei messaggi molto brutti, in quanto mi sentivo ferita. Infatti lo accusavo pesantemente di essersi dileguato una volta ottenuto ciò che voleva. Lui mi lascia e blocca da allora ogni contatto con me.  Ogni volta che provo ad avere un contatto mi dice che devo andare nella sua città per avere un confronto sulla questione, altrimenti lui non può più stare a telefono con me. Tra l’altro ha già chiarito che aveva sottovalutato i problemi relativi al divorzio e che non è pronto per una nuova relazione, nonostante il fatto, che qualche settimana prima del rapporto mi avesse chiesto lui di essere la sua donna. E’ freddo nei miei confronti ed anche di fronte all’ipotesi di incontrarci non sembra entusiasta. Io sinceramente dopo averlo cercato disperatamente ed avere ottenuto quest’incontro ho paura di soffrirne ulteriormente. Andare e sentire le sua ragioni potrebbe darmi pace, ma allo stesso tempo rinnovarmi il dolore inutilmente, in quanto comunque non vuole stare con me…che cosa mi consigliate di fare?

Grazie di cuore

Silvia

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:

Continua a leggere lettere della categoria:   - Amore
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

17 commenti a

Sparisce dopo il sesso

Pagine: 1 2

  1. 1
    Maestoso -

    Scusami Silvia ma ancora credi alla storia Dell uomo che lascia la moglie e viene con te?
    Dai siamo nel 2018..pensavo avessimo superato queste cose..
    Mi chiedo: ma a voi donne le cose semplici non piacciono?
    Non è meglio trovare un single che abbia voglia di costruire qualcosa?
    Se si va a letto con un uomo sposato e con prole non si può pretendere che lui lasci tutto per te..
    In ogni caso sarai sempre dopo la ex moglie..cosI è la vita

  2. 2
    Golem -

    Io sono colpito da questa cosa che “sparisce dopo il sesso”. Potremmo essere semplicemrmte di fronte a una originale, nuova forma di magia.

  3. 3
    Itto Ogami -

    “Lui ha cominciato a corteggiarmi, ed io essendo single ho ceduto alle sue avances. ”

    Ma non diciamo fesserie !

    Ci sono anche donne single che non si fanno prendere la mano da uomini sposati ! La vera vittima è la moglie di sto tizio ! Nessuna comprensione per il traditore e per chi gli ha retto il gioco !

  4. 4
    Sirenetta -

    Maestoso mentre agli uomini piacciono le cose semplici, vero? Come mai per avere una donna e per farci sesso dovete penare, corteggiare, pagarle la cena, conoscerla, farvi sapere qualsiasi fatto che abbia fatto durante la giornata e poi dopo tanti anni ci fate pure famiglia vi accorgete che vi siete sposati delle belve. Quindi come a noi piace l’uomo sposato che ci corteggia anche per portarci a letto, a voi la donna difficile che sa solo rompere i coglioni perché se vi dovessero davvero piacere le cose facili non stavate a corteggiare, a penare a mo di uscite, passaggi in macchina, sapere tutto di lei compreso il giorno che deve venire il ciclo alla vostra donna, a fare complimenti era meglio se ve la portavate a letto senza complimenti e poi la donna era vostra.

  5. 5
    Yog -

    Essì, Silvia. È come arrivare seconde alle Olimpiadi: non hai vinto l’argento, hai perso l’oro.
    Poi uno si può accontentare e festeggiare a suon di narda con gli amici anche se arriva ultimo, ma in quel caso consiglio di comprarsi direttamente la narda e sgorgarsela guardando le Olimpiadi in TV.

  6. 6
    Maestoso -

    @sirenetta

    Cerco di capire il tuo discorso ma non ne trovo un senso logico..qui nessuno ti giudica o altro; semplicemente hai scritto una storia e noi come utenti cerchiamo di darti il nostro punto di vista.
    Il mio da uomo è il seguente: tu puoi fare sesso con chi vuoi e quando vuoi, ma un uomo sposato difficilmente lascerà la famiglia per la nuova compagna, e se dovrà scegliere sceglierà sempre lei.
    Magari adesso ha paura di un divorzio giudiziale, ha paura di ritrovarsi in mezzo ad una strada con 3 quarti dello stipendio dato alla ex moglie, e se deve scegliere sceglie lei.
    Se poi lo vuoi proprio sapere sono anni che non peno ne corteggio una donna..ne sto li a farmi raccontare vita morte e miracoli.
    Nel 2018 fortunatamente esiste solo il sesso senza complicazioni annesse..

  7. 7
    Caprone -

    Ma a che età si impara a ragionare con il cervello e non con i genitali?
    La cosa grave è che prima di andarci a letto già sapevi che fosse sposato..ma nonostante ciò, la passione ti ha comunque travolta :-O

    Quando capirete finalmente, voi inguaribili romanticone, che un uomo sposato non sarà mai interessato a voi come persone, bensì a qualcosa che solo voi possedete e che per di più gelosamente custodite (leggi: VAGINA)??
    Siete solo passatempi! Si, proprio i passatempi di omini senza carattere, senza onore e senza spirito di sacrificio. Chi si somiglia si piglia, no?

  8. 8
    Rossella -

    Io penso che, con tutto il rispetto, non abbia molto senso discutere di queste cose. L’alternativa è concedersi non dico la prima notte di nozze, perché mi rendo conto che non tutti sono dell’idea (e li rispetto), ma quando almeno in controluce si manifesta l’impegno anche sotto forma di abitudine. Per il resto io tendo a non fidarmi quando si sente l’esigenza di esibire la passione perché lì si manifestano dei retro pensieri che mi portano a fare le valutazioni del caso. Magari lui non è sicuro del suo sentimento, ma insiste nel voler mistificare l’interesse perché si vuole sistemare, ma non riesce a gestire l’imbarazzo perché si sente nudo davanti al mondo. Allora lì faccio un passo indietro. Questo modo di agire non mi rende sicura. Io ho bisogno di stare accanto ad un uomo “verace” perché sono una persona sensibile e ho bisogno di conservare la sacralità dell’unione. Allo stesso tempo non mi scandalizzano queste tue parole perché manca l’impegno e tutto sembra più strano. Ma magari strano non è. Manca il calore di una casa. E poi quando ci guardiamo intorno e osserviamo i tabù che sono caduti (le persone che dichiarano ad esempio di avere una sessualità aperta) avvertiamo la ricerca di una spiritualità.

  9. 9
    Rossella -

    Il piacere vissuto in maniera egoistica non sembra possibile, l’uomo e la donna ricercano la reciprocità sotto diverse forme di materialismo pagano. E quindi non vedo perché un a donna dovrebbe vergognarsi di cercare un uomo o di aver sofferto o di soffrire per amore. Questa concezione cristiana dell’amore viene cassata senza spiegazioni razionali. Il rifiuto non ha una base scientifica. Io potrei essere la moglie più appagata del mondo, ma il fatto stesso di vivere nel mondo mi caricherebbe comunque di un ansia che mi porterebbe a vivere in conflitto con la mia libertà e quindi con il desiderio di amare. Vivere passivamente questo desiderio significherebbe soffocare. Per me è naturale non sentirmi capita, ma non ho bisogno di discutere di un meccanismo che gestisco da sola senza far pesare questa mia insoddisfazione sugli altri. Mi potrebbe capitare di lamentarmi, anche in famiglia. Ci sono momenti di stanchezza. Andando avanti aumenteranno. Parto dal presupposto che se mi conosco, e so di essere una persona orgogliosa, con un senso dell’umorismo non particolarmente spiccato, o non pervenuto, faccio in modo di vivere la castità in senso orizzontale (domenica e festivi) per rispettare la mia natura.

    PS Le altre donne non stanno lì a disperarsi, con i fazzoletti in mano… o a fare chissà cosa. Per favore.

  10. 10
    Angwhy -

    Scusa @Sirenetta ma che sappia io l’unico modo per portare una donna a letto senza complimenti è pagarla.a me non è mai capitato di riuscirci senza dimostrare un minimo di interesse verso la persona,se poi il mondo è cambiato a tal punto da provarci esplicitamente con la prima che incontri per strada è probabile che sia io a non essere piu al passo coi tempi,in ogni caso sarebbe una buona notizia.

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili