Salta i links e vai al contenuto

Sono una che parla troppo poco

  

Ciao a tutti mi chiamo Sara e ho 24 anni. Questa è la prima, per cui provate ad avere un po’ di pazienza per favore. Sono una che parla troppo poco, e ancor meno di sé; mi risulta sempre un po’ difficile farlo, perché tendo a sentirmi sempre in difetto. Ho la mania della musica, non esco quasi mai, anche perché molti dei miei amici hanno una loro vita, giustamente. Mi è arrivata una telefonata da parte di un’amica che erano un paio d’anni che non sentivo anche se abitiamo a un paio di chilometri di distanza, e le nostre mamme spesso si incontrano al supermercato. Sono stata invitata ( e ho accettato) , a una mangiata, con tutti gli amici dell’asilo (neanche delle superiori, ma dell’asilo) , e dopo più di 20 anni. Molti ci siamo anche ritrovati su facebook. Sono alquanto nervosa, perché francamente, non sono mai stata “popolare”, sono sempre stata quella che veniva esclusa, e ormai ci ho fatto l’abitudine, per cui quando qualcuno sceglie me, mi sembra un po’ impossibile, soprattutto, perché purtroppo ho l’enorme problema che impiego anche mesi a fidarmi della gente; è bruttissimo, lo so però è così. Scrivere mi viene più facile, anche perché è una cosa che mi è sempre piaciuta. Avevo un fidanzato stupendo che ho mollato, perché non riuscivo a fidarmi totalmente di lui, tra l’altro era il primo. Sto imparando la lingua irlandese, e non è molto facile. Dicono che penso troppo, ed effettivamente in alcune situazioni, penso a cosa direbbe o farebbe quella persona o un’altra, in modo da avere già pronte eventuali risposte. Nel 1998, ho avuto un incidente stradale che per poco non mi è costato la vita, ma a volte penso che per certi versi era meglio se ci fossi rimasta. Non mi piace la morte, ma non sono una fan della vita. Adesso vi lascio e sperando di leggere una qualche vostra opinione. Alla prossima!

L'autore ha scritto 3 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

11 commenti a

Sono una che parla troppo poco

Pagine: 1 2

  1. 1
    silvana_1980 -

    non confondere la quantità con la qualità….il fatto che la maggioranza della gente parli e straparli non significa per forza che debba essere giusto così
    ognuno ha il suo carattere, il tuo è tra i migliori (solo per il fatto che prima di parlare…pensi…tanto)
    🙂

  2. 2
    Leo -

    Ciao Sara, nonostante la -quasi- coetaneità (io ho 22 anni) mi ci ritrovo tantissimo nella tua lettera. Anch’io sono cosi, taciturno, chiuso verso di me. E’ il mio essere, sono sempre stato una persona introversa e mi piace essere cosi. Se facessi estroverso non mi troverei bene, non sarei più “io”. Preferisco stare a casa che fare scorribande con compagnie “malate”. Ma per questo non mi ritengo uno sfigato.. anzi ben altro. Fortuna esistono ancora ragazzi o nel tuo caso ragazze che riflettono, piu del dovuto. Spesso mi trovo in difficoltà a rapportarmi con certi coetanei perchè troppo superficiali. Devo ancora conoscere chi come me segue certi valori, ma come dicevo in qualche lettera passata, ogni mattina mi sveglio col sorriso sulla bocca e penso che ogni momento per conoscere una persona interessante è buono. Sono anni che però mi sveglio cosi e anni in cui non incontro nessuno di speciale.. solo persone superficiali.. con una stupidità enorme. Mi sto incominciando a rassegnare.. ma per un pochino posso ancora tenere duro.. poi mollo. Ma questa lettera, cosi come quella di una ragazza che ha scritto qualche giorno fa sul sito, mi sta facendo riaprire gli occhi. Le persone come te, allora, non si sono estinte. Ci sono ancora. E questa cosa mi rende davvero felice. Rendiamoci fieri di distaccarci dalla massa… Un abbraccio fortissimo Sara!!!

  3. 3
    gio -

    i tuoi pensieri sono naturali e profondi che colpiscono il senso della vita, non serve parlare tanto per saper stare in compagnia, basta esserci con il cuore.Il mondo porta la gente alla competizione quindi chi non vuole competere ma convivere fa difficoltà ad inserirsi. Stai tranquilla le tue insicurezze sono lecite rimani te stessa, sei bella come sei.

  4. 4
    Maddalena -

    Carissima,
    ti capsico perchè ci sono passata anche io, però ho sempre avuto fiducia negli altri.
    Io potrei dirti tante cose, ma l’unica mano davvero grande te la può dare solo uno psicoterapeuta perchè per uscirne fuori puoi solo tu, e lo o la psicoterapeuta fa si che tu ne possa uscire fuori.

  5. 5
    manuela -

    Mi riconosco anche io in te Sara. Il mondo è vario,c’è posto per tutti,può esserci posto anche per noi che parliamo poco,è il nostro carattere e certe persone che incontriamo nella vita di tutti i giorni, che si vantano di quanto parlano, invece di sottolineare questo nostro aspetto fino a farcelo pesare a tal punto da dire loro:ma perchè non ti fai i c...i tuoi e non guardi i tuoi difetti?, dovrebbero accettarci cosi’,capire che è il nostro carattere,cogliere altre buone qualità che abbiamo,volerci bene per come siamo. Io ho una collega più grande di me di circa 28 anni,lei ha circa 58 anni,non fa altro che sottolineare quanto parlo poco,fino a farmelo pesare e fino a farmi sentire in imbarazzo con altri colleghi,eppure è una persona adulta,non riesce alla sua età a capire da sola che ognuno ha il suo carattere? Se una persona evidenzia troppo il fatto che parlo poco non mi aiuta a parlare,ad aprirmi di più,anzi si scatena l’effetto contrario,mi passa la voglia di parlare tendo a chiudermi in me stessa.

  6. 6
    DANIELA -

    quanto vi capisco…io combatto tutti i giorni cn qsta cosa… riesco a parlare a pieno solo cn amici fidati…cn gli altri non ci riesco prp..mi dicono alcuni che così non mi trovo bn nella società..che bisogna sforzarsi di parlare un pò di più per non rimanere fuori..ma più me lo dicono più mi chiudo e io non riesco a aprirmi…sta diventando pesante per me anche perchè mi provoca sofferenza lo stare sempre zitta..ma non riesco a fingere…è più forte di me..bacio a tutti da DANIELA…

  7. 7
    Luigi -

    Leggendo questa lettera mi sono ritrovato appieno in tutto e per tutto.
    Che dire, è un vero schifo avere un carattere che si differenzia totalmente da quello che è comunemente considerato normale per natura.
    Ormai ho raggiunto i 30 anni e non vi dico quanti problemi mi ha causato questo carattere particolare. Se penso a quanta vita mi sono perso, mi verrebbe da prendere una pistola e piantarmi un colpo in testa, ma per il momento non lo faccio solo per il bene che voglio a mia madre.
    Ritengo che nella vita siamo stati sfortunati. Io personalmente ho ricevuto da madre natura un bel viso, un fisico super, una buona intelligenza ma una personalità di merda che non mi ha mai consentito di sfruttare le altre qualità. Ormai sono anni che penso a come farla finita. Guai a chi dice che essere introversi e timidi è una virtu….ma non diciamo cazzate. Saluti

  8. 8
    cristina -

    Come ti capisco! Io ho 35 anni e faccio fatica a farmi capire…sono come te…tanti non capiscono che c’è chi sta bene cosi…eppure io mi piaccio tantissimo…

  9. 9
    Phil -

    Ciao Sara,anch’io sono in una fase “odio” la vita per la prima volta in 26 anni.
    Anch’io introverso e chiuso,per fortuna ho una bella famiglia,ho tanti amici,ma comunque non mi ritengo soddisfatto…
    In particolare la mia insoddisfazione e’ verso i ragazzi di oggi,superficiali,festosi,attaccati al telefono con programmi inutili e sempre piu egocentrici ed egoisti…
    Tutto cio’ l’ho notato ancor piu ultimamente,perche’ mi e’ capitato di conoscere un gruppo di ragazzi/ragazze(una 10 di loro),tutti uguali e con queste caratteristiche elencate prima ed ovviamente mi sono sentito a disagio e fuori luogo,e’ una brutta sensazione…
    Mi vedo talmente diverso,per fortuna ho amici simili a me,ma la mia speranza e’ incontrare una ragazza con principi uguali ai miei…
    Siamo in molti come te,tranquilla e abbi pazienza…

  10. 10
    Yog -

    E comunque è meglio pesare poco che pensare troppo.

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili