Salta i links e vai al contenuto

Figlio mio, tuo padre ti parla

Figlio mio,

non sei ancora nato.

Sono in auto e viaggiando penso a te. Penso a come sarà bello vederti crescere felice, giocare insieme a te, insegnarti le prime cose della vita. Ho tanto da mostrarti per renderti un giorno un uomo capace di vivere nel mondo, capace di sognare e di amare.  Nella mia mente sei ancora un bimbo, ma già mi appari adulto, autosufficiente, con un ottimo lavoro e una famiglia felice. Mi si riempie l’anima di gioia pensando a te.

La radio intanto mi concede la melodia di una vecchia canzone di Gianna Nannini “I maschi” del 1987. Che bel periodo quello, ero un giovane uomo in cerca del suo futuro…. Ascolto questa canzone, ricordo che mi piaceva molto, ma ora mi concentro sulle parole: “Tutta la notte voglio farti ancora mio…si!” e sento quel languorino speciale nella voce della cantante, esultante perché la notte “farà suo” l’uomo con lei.

E immagino una donna come lei, felicissima di passare una notte di sesso con un uomo, con il quale farà “le pazzie”. La stessa donna che dopo anni incontrerà il marito, cioè un altro uomo, che la porterà all’altare.

Mi intristisco. Penso a quell’uomo che sarà sposo di una donna che avrà “fatto suoi” molti uomini prima di lui.

La strada corre sotto la mia automobile, e mentre guido immagino me stesso al posto di quest’uomo, unito nel vincolo sacro del matrimonio con una donna che è stata di altri, che se l’è “goduta” facendosi “godere”. E immediatamente ho un rifiuto profondo verso questa immagine.

Figlio mio, che ancora non sei nato, perdona tuo padre che non riesce ad apprezzare ciò che considera sporco, ciò che  non rappresenta i valori che tuo padre vive fortemente e che vorrebbe trasmetterti integralmente.

Perdona tuo padre, che non potrà mai mettersi accanto ad una donna che sarà tua madre perché verrà disprezzata tutta la vita per essere stata oggetto sessuale di altri uomini. Perdona tuo padre perché non vuole che tu sia figlio di una zoccola.

Non sei ancora nato, ma già ti parlo apertamente. Rimani là dove sei, non venire in questa realtà così orribile e squalificante, non sporcarti anche tu con i gravi peccati di tua madre e magari con la debolezza di tuo padre che prenderebbe una donna solo perché prima o poi vorrebbe una famiglia, accettando ogni compromesso pur di vivere.

Figlio mio, non nascere. Non è più il nostro tempo. Questo è un altro mondo, dal quale veniamo cacciati.

Attimo Ogi, camerlengo del nobile Itto Ogami.

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:

Continua a leggere lettere della categoria: Famiglia
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

127 commenti a

Figlio mio, tuo padre ti parla

Pagine: 1 2 3 13

  1. 1
    Bohemien82 -

    Se riesco ad essere il primo a commentare ti predico che le donzelle ti diranno che è normale aver fatto esperienze, che se non le fai prima poi le vorrai far dopo, che sei un bigotto o un misogino che dai contro all’untrice, che se una donna ha fatto le sue esperienze non è una zoccola ecc.
    Ebbene caro Attimo Ogi, camerlengo del nobile Itto Ogami (bellissima serie!) io ti capisco benissimo.
    Non sei un misogino, sta sereno, ma un essere umano talmente sensibile che non riesce a concepire il sesso tra due persone se non come intimo atto teso a suggellare la completa unione mente corpo.
    Io sono esattamente come te. Sono stato lasciato da 8 mesi e non ho avuto piu rapporti intimi, ne ne sento il bisogno. Ci ho provato ma non ci sono riuscito e non per mancanza di energia “li”. Ma è come se non volessi sporcare con un’altra il mio corpo che è stato di una persona per 4 anni. Ti dico io non ho mai trovato una donna con una sensibilità affine alla mia realmente capace di sentire

  2. 2
    Bohemien82 -

    come io sento. Inizialmente le sento dire “sei raro”, “non sei di questa epoca” per poi dirmi anche io sono diversa, faccio sesso solo per amore, ho preso tante inculate…ma lo dicono solo per dipingersi meglio di ciò che sono per affascinarmi. Quando poi vanno via scopro la verità e la loro vera natura.
    Quindi ribadisco che ti capisco bene, sicuramente non tutte saranno cosi ma sono rarissime quelle come noi per cui incontrarle è difficile. Il sunto della tua lettera, come diceva qui un vecchio e caro utente, è che “le ns nuove donne sono le ex di qualcun altro che se la stanno spassando”.. non avvilirti comunque ma continua a comportarti coerentemente con la tua natura ed etica di Samurai (o cavalier cortese), ma si sempre consapevole che l’antico codice non esiste più..

  3. 3
    FIGLIO -

    Caro padre presunto…. tu stesso provenieni dal ventre di una donna… mia nonna… che probabilmente avra’ copulato con altri uomini prima del nonno… non per questo la rende una nonna peggiore di altre. Anzi.
    Caro padre… mi spiace che probabilmente non nascero’ mai… data la tua ottusita’ mentale…. e preferisco quasi non venire al mondo.. piuttosto che avere un “padre” che odia le donne… sicuramente mi insegneresti cose sbagliate su di loro.. mentre io gia’ le adoro.

  4. 4
    Anika -

    Da donna sento l’esigenza di commentare. E’ romantico desiderare che il sesso sia l’atto d’amore tra due persone, e vi assicuro che c’è ancora qualcuno che la vive così (io). Non riesco a fare l’amore con qualcuno che non amo davvero, quindi per me il sesso occasionale non esiste. Tuttavia non giudico chi vive il sesso più liberamente di me, uomini o donne. Quello che non sopporto è che se una donna vive il sesso libero venga etichettata come sgualdrina mentre l’uomo no. Poi magari l’uomo che si è scopato mezza provincia ha pure da ridire se per caso la sua donna in passato ha avuto altre storie. La vogliono vergine ma poi loro lo infilerebbero anche nel buco del muro! Ma dai fate schifo e basta. Non dico che sia questo il caso dell’autore del post, ma in generale gli uomini sono poco coerenti. Come piace a voi divertirvi con tante ci sono donne a cui piace divertirsi con tanti, e allora? Siamo nel 2018 fatevene una ragione.

  5. 5
    Attimo Ogi -

    Caro Bohemien82,

    quando hai scritto: ” Ma è come se non volessi sporcare con un’altra il mio corpo che è stato di una persona per 4 anni. ”

    devi sapere che siamo sulla stessa lunghezza d’onda. Per fatti da me non dipendenti, una ragazza in passato mi ha usato per soldi.

    Ho sentito il bisogno di chiedere “SCUSA” a Dio per aver “usato” (seppur con amore) il corpo di lei, che me lo offriva perché nella sua mente pensava al denaro. In pratica io sentivo di aver sporcato qualcosa che NON ERA MIO, e ciò anche se io non ero colpevole della cosa.

    Ma non vi è differenza tra sporcare consapevolmente e non, alla fine l’altra persona, la donna in questo caso, se un giorno dovesse capire quale gravissimo errore ha fatto, io sarei causa del suo scandalo, pur essendo innocente.

    Mi vergogno di me stesso e per lei.

    Ma nessuno questo lo potrà capire, in quanto tutti sono troppo egoisti, troppo materiali.

  6. 6
    Esther -

    “Grazie, ma purtroppo o per fortuna non sei tu l’Autore della Vita, e sono nato lo stesso ma in una famiglia peggiore”.

  7. 7
    Bohemien82 -

    Attimo come avevo predetto NESSUNO ha capito cosa hai espresso. Oh rincoglioniti! Quest’uomo ha una sensibilità talmente enorme che trascende ogni umana debolezza materialistica, sesso compreso. Non sta dicendo “donna sei troia se te li scopi tutti ma io se lo faccio sono un figo”. Ha talmente rispetto del corpo suo e della donna che amava, ma tanto, da vergognarsi LUI PER LEI per il fatto che si é fatta scopare per interesse e non perché lo amasse davvero e di averlo lasciato mettendolo nella condizione di giacere un giorno con un nuovo corpo, che comunque é quello di una estranea che, a sua volta é stata, per sua precisa scelta o per inganno, l’oggetto sessuale di altri uomini.
    Attimo mi spiace ma pochissimi possono capire una tale profonditá d’animo ed empatia. Lascia perdere e nella vita quotidiana cerca di fingere perché se no c’è da ammalarsi… hai un contatto mail? Se vuoi ne parliamo.

  8. 8
    Bohemien82 -

    Anika…siamo nel 2018 e allora? Libertà sessuale e libertinismo non sono le facce della stessa medaglia..

  9. 9
    Rdf -

    Figlio/a mio/a , mi unisco ad Itto, anche se con una concezione diversa del sesso.

    Io purtroppo non ho trovato la donna giusta , buona, dolce ed intelligente per metterti al mondo e con cui costruire qualcosa di vero, unico, speciale, per sempre. L ho cercata tanto ma nessuna si è rivelata tale.
    Una buona madre ed una tenera compagna di vita, che sapesse amarmi come io avrei voluto amare lei

    E devo dire che neanche lei è riuscita a trovare me, o forse non ha voluto, o non ha saputo capire, accorgersi. O forse non ne sono stato all altezza…sai sono molto pretenziose oggigiorno

    . E allora ho pensato non valesse la pena per te vivere in questo inferno di mondo.. senza poterti garantire neppure una infanzia felice e spensierata , un porto sicuro in una famiglia unita e serena.

    Ti abbraccio forte e in fondo un po’ ti invidio

  10. 10
    Yog -

    Vabbè, ma se ‘sto figlio nasce mica poi deve essere casto e momogamo. Ha un luna park immenso a disposizione, il 51 % degli italiani sono femmine. E se non gli basta, ci sono le slot machine e una volta all’anno potrà andare a Pontida a mangiare la sarsiccia e cantare ‘Va pensiero’ struggendosi il cuore e comprando dei bei gadget e altre sarsicce da portare a casa per metterle nel microonde con le patate tagliate a spicchi e fritte nell’unto. Per nascere, sono motivi molto validi.

Pagine: 1 2 3 13

Lascia un commento

Max 2 commenti per lettera ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili