Salta i links e vai al contenuto

Sono troppo buono o troppo complessato?

Lettere scritte dall'autore  

Spesso in passato mi è capitato di leggere su questo sito di vite simili alla mia, e finalmente mi sono deciso a scrivere la mia storia…..
Ho 19 anni, e a volte penso che la mia vita sia patetica.
Fin da bambino ho avuto un carattere riservato e pacifico, fondamentalmente sono sempre stato troppo buono, il che, misto alla mia poca propensione all’attività sportiva, mi ha spesso portato a essere bersaglio di angherie da parte dei compagni di classe più aggressivi.
Spesso ero vittima di abusi da parte dei più forti, e anche nel mio gruppo di “amici” ero quello che non parlava mai e veniva spesso e volentieri trattato come uno zimbello.
Questa mia condizione, unita al mio poco successo con le ragazze e alle pressioni di una famiglia esigente e apprensiva ai limiti del patologico, mi faceva vivere in una condizione di costante malessere…..
Per fortuna con l’arrivo del triennio al liceo le cose sembravano prendere una piega migliore; riuscivo sempre più spesso a rispondere ai a tono, scherzavo con tutti, anche le ragazze mi davano più confidenza, ma col passare del tempo la cosa mi generò solo più complessi; infatti, se nel complesso non ero più il soggetto per antonomasia della compagnia, tuttavia ero sempre considerato un mezzo sfigato per i miei modi gentili, e ogni volta che qualcuno faceva una battuta nei miei confronti, non mi offendevo, ma se non riuscivo a rispondere a tono, mi sentivo mortificato.
Non sono mai stato il tipo che si scanna a parole per il risultato di una partita o che saluta gli amici chiamandoli “stronzo” o “frocio”, come sembra che vada di moda oggi, ma nonostante questo quando sono provocato entro un certo limite perdo la calma, e tendo a essere aggressivo….
Ora come ora ci sono momenti in cui in cui riesco e scherzare, e fare battute anche taglienti e altri momenti in cui rimango senza saper dire niente.
Forse vi sarà sembrata una perdita di tempo, leggere questa lettera ma il problema è che io a volte mi sento ancora come il ragazzo magrolino che veniva preso di mira dall’intera scuola, e mi sento montare una rabbia addosso, che però rimane confinata all’interno del mio cervello e ho paura che esploda all’improvviso, colpendo chi non c’entra….
Forse dovrei solo rilassarmi, è inutile dirlo, io in testa non ho i complessi, ho un intera orchestra……

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

3 commenti

  1. 1
    Ste -

    “ Sono troppo buono o troppo complessato? ” … o semplicemente sei una persona “normalissima”, lo imparerai col tempo che l’uniformarsi alle masse non porta a nulla.
    Ti dirò di più, per come hai descritto la tua situazione non sei diverso da tanti altre persone che semplicemente vivona la vita non con superficialità.
    Se, come immagino, sei curioso di natura , ti piace andare a fondo delle situazioni quantomeno per avere una tua opinone fuori dal coro, a breve,molto a breve, troverai quello che pian piano sta emergendo, un carattere forte determinato ed indipendente. (merce assai rara di questi tempi)
    Io vivo costantemente con una vocina nella mia testa che mi dice di non fare agli altri quello che non vorresti venisse fatto a te, cammino ancora a testa alta.
    Per il resto, se fanno della buona muscia, goditi la sinfonia della tua orchestra mentale e vai avanti per la tua strada. 🙂

  2. 2
    rossana -

    Hank,
    per la tua giovane età e per il tuo temperamento di base, a mio avviso stai reagendo anche troppo bene alle “pressioni di una famiglia esigente e apprensiva ai limiti del patologico”.

    non ti preoccupare: se continui così, diventerai un uomo equilibrato e sicuro di sè.

  3. 3
    WaitingForTheSun -

    Ciao, ho un anno meno di te e tendo ad essere molto aggressiva con le persone. Mi accorgo che la maggior parte delle volte sbaglio e da un po’ di tempo cerco di trattenermi..Posso solo dirti che sto iniziando a capire con chi e come devo arrabbiarmi e che, entro un certo limite, la rabbia è un sentimento come gli altri che va espresso, soprattutto se ti trattano male. Non si può ridere e scherzare con tutti 😉

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili