Salta i links e vai al contenuto

Sono sola in mezzo alla folla

Lettere scritte dall'autore  

Cari lettori,
scrivo questa lettera per sfogarmi, perché non ce la faccio più.
Ho 13 anni quasi 14 beh la scuola è quasi finita, la maggior parte dei miei compagni : sono tristi perché in questi 3 anni si sono affezionati ( agli altri! )
Io in questi 3 anni ho pianto, ho cercato di darmi delle spiegazioni sul perché non fossi felice, sul perché gli altri non mi apprezzino,
sono veramente felice che manchino pochi giorni alla fine della scuola ma ho paura che mi ritrovo gli stessi problemi alle superiori : (.
Io avevo un’amica che ritenevo quasi mia sorella e per questo motivo ho deciso di fare le medie con lei..
Ben presto tutto si trasformò in un vero e proprio caos!
Io e lei abbiamo conosciuto le altre ragazze e da lì lei incomincio ad ignorarmi a lasciarmi da parte io ho sempre cercato di essere accettata dal gruppo, di esserne partecipe ma ogni volta che volevi dire qualcosa serviva che (solo io : alzassi la manina) perché non facevano che parlarmi sopra o ignorarmi.
Sono stufa di tutto!! lei alessia insulta tutte e alla fine le abbraccia! questo mi fa capire quanto le persone false vengano premiate e quelle vere NO!
Non penso proprio di essermi comportata cosi! se una persona non mi piace la rispetto (perché so che è una cosa oggettiva) ma non a vado ad abbracciare!
Io questa classe la ODIO!
Con alessia ci ho pure litigato, dicendole che questo suo comportamento non mi piace e che è inutile che mi dice che sono la sua migliore amica (lei addirittura si è messa a piangere perché si sentiva in colpa! e quindi il carnefice si è finto vittima ed è toccato a me consolarla). ABBIAMO FATTO PACE MA per lei non sono altro che il suo ripiego!
Lei mi ha detto che è vero che sono la sua migliore amica ma ORMAI PER ME E’ UN ADDIO ANCHE SE OGNI VOLTA CERCO DI NON ARRABBIARMI di non far capire che facendo così lei mi distrugge! : ‘ (non ce la faccio più forse è il mio il problema che non sono carinissima simpaticissima, ale mi dice che dovrei confidarmi ma ogni volta che cerco di farlo lei sembra che fa a gara per chi ha più problemi.
Beh non è tutto finito ma penso che con tutti i miei problemi finirei per annoiarvi… del resto come succede a tutti.
p. s quasi dimenticavo.. non sapevo che le persone che piangono per tutto sono le più simpatiche beh io non riesco più a mostrarmi debole, forse perché ho avuto così tante sofferenze che ormai esteriormente sembro indistruttibile e nessuno capisce che i miei occhi nascondono un mare di sofferenze!
Forse sono io che non meritano gli altri!
Boh non so più cosa pensare e ormai le parole di conforto ne ho dimenticato il suono….

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amicizia - Me Stesso

4 commenti

  1. 1
    Angelo 9 -

    Forse non ti rendi ben conto dell’eta’ che hai, di quante ne dovrai passare, di belle e di brutte, delle tante opportunita’ che incontrerai. Le superiori saranno un’esperienza diversa. Affrontale sapendo di poter trovare nuovi stimoli, non con preoccupazione. La vita e’ cosi’: perdi un’amica, sei delusa da qualcuno, ma trovi tante altre persone e situazioni migliori. Ma, soprattutto, credere di non meritare l’affetto degli altri e’ sbagliato. Tutti commettiamo errori ma siamo anche in grado di fare splendide cose. Dovresti anche evitare di tenerti tutto dentro, non avere paura di affermare quanto provi e non credere che chi ti critica abbia necessariamente ragione o sia esente da colpe. Goditi l’estate e in bocca al lupo per il prossimo anno scolastico. Cambiare ambiente ti fara’ bene.

  2. 2
    Annalaura1996 -

    Nella mia esperienza, gli anni delle medie non sono paragonabili a quelli del liceo: la scuola superiore l’ho vissuta con un altro spirito e con maggiore serenità, sebbene alle medie non abbia mai avuto particolari problemi con nessuno. A quest’età ci si sente facilmente esclusi, ignorati, non capiti… Pensa che a me succede ancora! Però col tempo, con la crescita, il carattere si trasforma. Io, per esempio, sono diventata più socievole ed ho abbandonato quella timidezza che mi caratterizzava da piccola.
    Per quanto riguarda le amicizie, esse vanno e vengono, purtroppo anch’io ho perso amiche che ritenevo importanti, ma quelle vere sono rimaste, eccome se sono rimaste! Solo col passare degli anni ti accorgi di quali siano le persone che faranno parte del tuo domani, ora è presto per dirlo. Tu hai avuto la sfortuna di non legare con nessuno in maniera profonda alle scuole medie, ma non è detto che non possa avvenire al liceo, anzi, dal mio punto di vista, le probabilità sono più alte.

  3. 3
    Stanko -

    Boh. I compagni delle medie sono un ricordo appannato, ma felice. Quelli delle superiori un capitolo ben chiuso, forse perché mai aperto. L’università permette maggiori gradi di scelta e di libertà. Ma un consiglio è applicabile anche alla tua età: non c’è solo la scuola, ci sono molte altre forme di socializzazione. Non escluderne alcuna e trovati amici con cui valga la pena passare del tempo.

  4. 4
    nobrainfound -

    Mi sembra di leggere la me di due anni fa. Con la sostanziale differenza che io ero completamente sola, anche la “migliore amica” era in un’altra scuola.
    Come hanno già detto qui, le superiori sono solo lontanamente paragonabili alle medie, è tutt’altro ambiente. Io, pur essendo tutto meno che una caciarona, riesco a trovarmi discretamente con i miei compagni di classe. Poi, ovviamente, dipende anche dal tipo di scuola che hai scelto.
    È anche una questione di maturità: alle medie si è poco più (o poco meno, dipende dal punto di vista) che animali. [Senza offesa, eh!]
    Poi si inizia a cambiare un minimo. Chi in meglio, chi in peggio.

    Vabbe’, ho finito.
    Va’ pure in pace.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili