Salta i links e vai al contenuto

Sono giunta ad un bivio

Lettere scritte dall'autore  

Buongiorno a tutti,

Sono nuova e mi sono iscritta perché sono giunta a un bivio e ho bisogno di aiuto e di pareri esterni… Ho 28 anni e l’anno scorso ho conosciuto quello che avrei voluto avere come compagno di vita…per la prima volta in vita mia sentivo di aver raggiunto la serenità, ma è durata pochissimo. Il ragazzo che stavo frequentato è stato mandato in comunità di recupero per tossicodipendenti dopo poche settimane di frequentazione… La pena dura un anno e non so quanti mesi, e io, ad oggi che sono passati 11 mesi, mi sento di non conoscerlo più. Non credo di essere egoista e senza cuore nell’affermare che dopo così tanto tempo senza vedersi e sentendosi solo una volta ogni tre settimane, il mio sentimento iniziale si sia affievolito. Il punto è che lui è ancora innamorato e mi considera la sua fidanzata, dice di amarmi… Ma come si fa ad amare una persona avendola vista due settimane e poi basta per mesi? In quelle due settimane non ci siamo neanche vissuti, e lui vuole costruire con me un futuro con una famiglia…e io non sono più pronta. Soprattutto perché mi sono domandata se davvero posso considerare di conoscerlo se è stato capace di un gesto di gravità tale da essere mandato in comunità. E mentre continuavo a pensare e a pormi queste domande di continuo, arriva lui, un ragazzo che conosco da tanto tempo che inizia ad avvicinarsi … Ci siamo visti parecchie volte e abbiamo avuto rapporti, il tutto nella leggerezza di una frequentazione senza pesi e senza pressioni da parte sua. È tutto il contrario del primo ragazzo e mi sto trovando benissimo. Le mie domande continuano ad aumentare, cosa faccio? Se lascio il primo ragazzo lo ferirei profondamente, ma non so, ragazzo due a parte, se proverò più lo stato d’animo che avevo all’inizio…

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Me Stesso

15 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    Esther -

    Ma oggi si scopa proprio col primo che passa! Anziché stringervi la mano date la f…! Forse sono cambiate le mode e le usanze e le tradizioni e la morale: est modus in rebus. Cioè è un rebus, non ci si capisce più un ca@@o!

  2. 2
    Yog -

    Io lascerei perdere il tossico e comunque mi farei gli esami del sangue visto l’andazzo. Se quello si lagna e fa i capricci non badargli, non è innamorato, i tossici fanno spesso così.

  3. 3
    LC99 -

    Yog, ti ringrazio, il punto è che da come mi tratta e da come parla non sembra avere problemi di dipendenza, ora è difficile capire se come dici tu è un comportamento comune o no…certo è che quando mi dice di amarmi onestamente mi disturba un pochino… A Esther invece non rispondo, trovo il tuo commento fuori luogo, empatia zero ed educazione inesistente.

  4. 4
    Golem -

    Da quel che si capisce sei in lista per essere arruolata nel folto gruppo delle “crocerossine”. Ti basta un passo. In bocca al lupo.

  5. 5
    Gabriele -

    Ti consiglio di non dare numeri, a quelli che sono prima di tutto delle persone con dei sentimenti (ragazzo due???!!).
    In ogni ti posso dire che si sei ad un bivio che in realtà è trivio ( si dice così? Se no, concedemi la licenza poetica). Perchè c’è una terza possibilità: lasci il ragazzo col quale stai, pensi di poterti mettere con il ragazzo col quale vorresti stare, ed invece ti trovi sola, Perchè lui ha altre priorità, tipo quella di svuotarsi lo scroto. Gli uomini, e le donne non vogliono vederlo, hanno infatti dei periodi, nei quali entrano in calore, e vorrebbero fare sesso almeno 54 volte al giorno; ma questo non significa che debba nascere una storia d’amore, a fronte di un intensa attività sessuale con un uomo. Potrebbe essere il sù citato periodo di calore. Se vuoi puoi goderti questo periodo, sapendo che potresti rimanere da sola.
    Per quanto riguarda il tuo ragazzo ufficiale, se è tossico dipendente farà di tutto per portarti sulla sua strada, e mostrarti il mondo

  6. 6
    Gabriele -

    …cattivo, che però è cattivo solo con lui: tenderà sempre a dare la colpa agli altri ed anche se non arriverà a fare debiti per comprarsi la droga, comunque trascinerà dentro chiunque gli darà spago, compresa te. Lo so, è crudele quello che ti sto dicendo, ma è inutile acchiappare farfalle: dalla tossicodipendenza non si guarisce. Si può cercare di attenuarla, questo sì, ma ci vuole un enorme sforzo, energia, da parte della famiglia. Io non credo che tu abbia l’energia e la forza per sopportare certe cose, nessuno te ne fa una colpa e non devi nemmeno sentirti obbligata in qualità di “sua ragazza”. Non eri preparata, come nessuna persona uomo o donna, con tutta la tenacia e buona volontà di questo mondo, ad una vicenda del genere. Hai tutto il diritto di essere arrabbiata, Perchè è stata sottratta una persona meravigliosa, sia alla famiglia, sia a te; in quella maledizione che è la droga.

  7. 7
    floki_56 -

    chi si trova ad un bivio è perché non sa cosa vuole dalla vita (a parte le cause di forza maggiore) . oggi è più facile rottamare una relazione piuttosto che spendere energie per sistemare le problematiche di coppia. oggi si chiama incompatibilità di caratteri ma nel linguaggio femminile vuol dire “C’ho voglia di altri ca..i!

  8. 8
    rossana -

    Esther,
    “oggi si scopa proprio col primo che passa! Anziché stringervi la mano date la f…!” – è questo che intendevo quando ho scritto ad altra utente che concordavo sull’attuale abuso del sesso. sembra che senza sesso nessuno sia più in grado di sopravvivere.

  9. 9
    rossana -

    LC,
    se per il ragazzo che ti è stato “sottratto” dal soggiorno obbligato in comunità si è stemperato in un anno di relativa lontananza il sentimento che inizialmente hai provato per lui, lascialo perdere. la tua attrazione era evidentemente debole, oppure ora è offuscata dall’interesse subentrato per il secondo giovane, di cui, di fatto, non conosci al momento né intenzioni né tipologia di attaccamento.

    se fossi in te, cercherei di tornare a stare da sola, almeno per un po’, fino a quando, cioè, non avessi idee più chiare su chi sono e su cosa cerco in un rapporto di coppia.

  10. 10
    LC99 -

    Tutti molto gentili a sentenziare che il problema sta solo nel cercare altri ca..i come dite voi. Il problema che avevo posto era però più profondo…la situazione non è delle più semplici dato che si sta parlando di comunità di recupero e del fatto che non so se mi posso fidare in futuro di questa persona. Ma grazie comunque

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili