Salta i links e vai al contenuto

Serve un consiglio pratico davvero

Lettere scritte dall'autore  

Ciao, mi rivolgo a coloro che hanno un po’ seguito la mia storia (che io per altro ho solo raccontato a grandi linee), se vogliono leggermi.

Ricorderete come la donna che amo mi aveva abbandonato da un giorno all’altro, senza addurre spiegazioni. Solo il suo silenzio e la sua vigliaccheria mi rivelarono come il motivo fu che io non avevo un lavoro “stabile con stipendio fisso”. Non è mai stato nella mia natura vivere così, eppure ricorderete come io vissi una crisi di identità e come questa separazione mi obbligò (data la mia età) a muovermi nella direzione che lei, con così poco riguardo e rispetto per la mia persona, suggeriva. Ho quindi cercato una posizione lavorativa che fosse ancora coerente con i miei interessi ma almeno economicamente solida (una botte di ferro, insomma), e che mi permettesse di vivere con la donna che amo (visto che questo oggi è l’unico requisito da soddisfare per tenere una persona accanto a sé). Ebbene ho infine trovato un lavoro ed ho creato le condizioni per una situazione stabile!

Come mi sento dunque? Sento che ho fatto il mio dovere di uomo verso la donna che amo. Non perchè la mia vita dipenda dai suoi giudizi, e nemmeno perchè io sia un uomo all’antica, ma se mi ha lasciato perchè non le offrivo le condizioni per una vita di coppia (le donne vogliono questo, una situazione economico-sociale stabile, infischiandone dei sentimenti, no?) ebbene io devo anche pensarmi come colui che ha lavorato duro per darle questo. L’ho fatto quando eravamo insieme e l’ho fatto in sua assenza; ho colmato una lacuna che secondo lei avevo. Io ho fatto quello che mi è stato chiesto ed ho la coscienza a posto ora. L’ho fatto anche se era inutile perchè lei non ne vuole sapere niente di me. Se prima potevo avere delle mancanze nei suoi confronti, adesso io sto a posto.

Mi direte voi: “bravo, hai capito come stanno le cose, dimenticala e vai avanti così”. Oppure mi direte “devi comunque fare le cose per te stesso, non per chi non ti merita”. La verità è che soprattutto l’ho fatto per noi due: ho cercato di salvare quel rapporto, sia durante che dopo il suo abbandono. E’ con questa considerazione che vi prego di chiarirmi quanto segue: l’amo ancora, l’amo sempre, non ho dubbi, ma avrebbe senso farsi vivo e dire “ecco, ora ho la situazione che desideravi, puoi tornare” ad una persona che non ti pensa nemmeno, e che è scappata così dalla mia vita senza dare più notizie? Ma soprattutto vi chiedo: se ha un senso cercarla, come farlo? Aiuterebbe anche scriverle solo un biglietto: “ti amo sempre” ?

Grazie per l’attenzione. Criss

L'autore ha scritto 19 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

9 commenti

  1. 1
    Spectre -

    Mamma mia. Devo dire che ne hai di energie per questa lei, anzi, più che per lei, per l’idea di amore. Forse stai servendo proprio quella, più che il vs. rapporto che non esiste che per te (mi spiace eh). Mi pare assomigli ad una “prova” di te stesso nei confronti dell’amore, come dire “anche stavolta io ho dimostrato coi fatti che se amo posso andare oltre tutto”, il che è un grandissimo gesto simbolico da una parte, effettivo dall’altra. Se hai trovato un lavoro in linea con le tue capacità ed aspettative poi, hai pure fatto quadrare il cerchio. Non è cosa da poco. Complimenti, anche se rivolgendoti alla donna sbagliata, questa potrebbe tirare dritto senza nemmeno capire che razza di passo hai fatto per lei. “Perle ai porci” insomma…

    Gesti da fare? Qualsiasi a questo punto (io sono sempre per i gesti ad alto valore simbolico accompagnati da uno scritto ben fatto, ma qui solo tu sai cosa fare di rpeciso). Se ti senti, falli indipendentemente dalle conseguenze o dai risultati che potrebbero portare. Facciamo i romantici e diciamo che un ultimo gesto carico di significati sarebbe l’ennesima dimostrazione che sai combattere fino all’ultimo. Se poi lei non deciderà di saltare il fosso, la debole sarà lei, oppure ti avrà dimostrato che non ti ama cmq. Sarebbe la prova finale.

    Basta che un eventuale, ennesimo rifiuto, non ti crei scompensi interiori.
    Tu devi proseguire lungo questa strada anche senza di lei. Chissà che poi un’altra donna sia in grado di capirlo, ed apprezzarlo. Non sono tutte uguali per fortuna, non tutte cercano per forza la sicurezza economica, almeno fino ad una certa età. Poi tutto diventa lecito per alcune… come per alcuni.

    Mi complimento con te, ci sono persone che nemmeno con una donna innamoratissima al loro fianco che li scongiura o li minaccia, pensano ad un cambiamento. tu lo hai realizzato SENZA di lei.

  2. 2
    Toxicity21 -

    Io non conosco nè te, nè la donna che ami, ovvio, ma posso soltanto dirti che qualunque persona sana non riuscirebbe a stare con un vagabondo senza passioni, sogni, obiettivi da raggiungere, etc etc. Ora, io non sto dicendo che sei un vagabondo, non mi permetterei mai perchè non conosco la tua vita, il tuo vissuto e le difficoltà che hai incontrato lungo il tuo cammino, ma ho fatto questa piccola considerazione per rispondere a questa tua frase: “..le donne vogliono questo, una situazione economico-sociale stabile, infischiandone dei sentimenti, no?”.
    No, le donne sane non vogliono soltanto questo perchè se volessero soltanto questo sarebbero delle macchine e vorrebbero delle macchine, non degli uomini, ma l’amore viene alimentato da tantissimi elementi, non solo dall’amore in sè e se io, accanto a me, ho al mio fianco un uomo che non ha obiettivi, mi spieghi che senso ha il rapporto in sè?
    Ti ripeto che non sto dicendo che tu non abbia obiettivi e spero di non essere fraintesa.
    Le tue passioni devono esistere al di là di tutto, al di là della donna che ami perchè le passioni e gli obiettivi che un uomo ha nella vita sono soltanto sue e di nessun altro.
    Devi essere in grado tu di capire se questa donna è la solita arrivista (mi auguro che non sia il tuo caso) o se forse ti ha lasciato perchè ti vedeva senza entusiasmo.
    Questo lo sai soltanto tu.

  3. 3
    toroseduto -

    Ciao Criss. Ho esitato molto prima di scrivere…la tua è una situazione che lentamente stà scivolando nel patetico.
    Per questo ero titubante se rispondere o no.
    Io vado diritto al nocciolo, a nessuno piace sentirsi dire certe cose. Si usa così con gli amici di lunga data, e tale ti considero.
    Rifletti su questo; quando eravate insieme, tu eri te stesso…e non ha funzionato. Lei è scappata via, il tuo modo di essere, è stato come una novità nel suo modo di concepire l’amore, ma a certe tue esternazioni, e sai bene a cosa mi riferisco, l’hanno fatta ritornare nel suo mondo, diciamo sei stato come una vacanza, passati i giorni, si riprende la propria vita di sempre.
    L’esperienza mi suggerisce che, quando si ama non si stà a cercare la pagliuzza, l’amore ricambiato, sorvola su tutto. Accetta anche i difetti, anzi non li nota proprio e diventano dei pregi.
    Tu ora pensi che adeguandoti a lei, lavoro fisso, smussamento di qualche cosa nel tuo carattere, lei ti butta le braccia al collo?
    E’ vero che per amore si cambia…solo che l’AMORE è un treno che non fa fermate. Invece lei in qualche modo ha fermato il treno, e scesa e
    tu hai proseguito il viaggio da solo. E non risalirà.
    Mi dispiace dire queste cose, ma “bisogna saper scegliere il tempo..
    non arrivarci per contrarietà” dice Guccini in una sua canzone.
    Da amico ti consiglio di continuare ad essere te stesso, cercare di adeguarsi è aleatorio, il tempo che è passato dalla vostra separazione
    è più lungo del periodo che siete stati insieme…ho letto su un tuo post che tu non vuoi figli…non so lei cosa penserebbe in merito…
    Questo per dirti che si rimane sempre se stessi, col proprio modo di concepire la vita…hai avuto una lezione…preparati, c’è un treno in arrivo, un treno nuovo!

  4. 4
    andy -

    criss ma è na vita che ti sto dicendo che tu getti carta e quella ti dice forbice, getti forbice e ti dice sasso, getti sasso e ti dice carta.

    quella non ti ha lasciato per il lavoro, ne per le frasi che le hai detto, ne per un piffero di nulla.

    criss sono le solite pseudo-scuse messe li per andarsene senza alcuna, solita pietà, con un altro conosciuto chissà dove.

    criss se tornerà con te non è perchè hai trovato lavoro.
    ma perchè quella ha preso le bastonate che merita e capisce che è meglio non farla fuori del vasetto.
    ma tesoro mio te lo rifarà.. perchè sei tu, non perchè non hai o hai un lavoro.
    nella peggiore delle ipotesi potrà arrivare a dirti: “son felice per te, te lo meriti, SONO SERVITA a qualcosa E NE SONO FIERA.. ora però smetti di telefonarmi, altrimenti ti denuncio per stalking”.

    crissuccio nostro riflettiiii!
    ma davvero tu l’avresti lasciata se non aveva il lavoro?
    criiiiibbbbiiiooo.
    l’amore non riesce a farti ragionareee, altro che lasciare.

    lasciare.
    lasciare.
    come se fosse un capriccio lasciare, come se siamo niente, oramai noi uomini stiamo diventando niente.

    X toxi:
    le donne sane non vogliono questo, non vogliono quest’altro, ci vuole questo e quello..

    ma quasi tutte le donne, apparte le solite sperequazioni illogiche, la totale assenza di abnegazione e sacrificio, l’indole capricciosa e viziata e le solite pseudo-scuse ad minchiam COSA DANNO?

    e cosa pretenderebbero quindi?!?!

    apparte che siete cosi ridicole che in realtà lasciate con scuse invereconde chi VI DA DAVVERO, per poi scegliere i peggiori che non vi danno niente, anzi manco vi calcolano.. e li considerate eroi.

    personalmente l’amore è: “due cuori e.. sceglie il destino”.
    capanna o meno.
    ecco perchè, leggerti mi da tante conferme su ciò che NON voglio da una donna e se è “vagabonda”, embè?
    anzi magari non vorrebbe realizzarsi e fare la donna VERA.
    tanto “realizzarsi=collega=corna=ciao=avanti il prossimo” sta diventando la prassi.

    mi fai ridere toxi.
    per non piangere.

  5. 5
    Toxicity21 -

    L’amore è due cuori e sceglie il destino?
    Ma quanti anni hai? 13? Leggi i libri di Federico Moccia ed andrai presto al cinema per vedere un suo nuovo film? 😀
    Per una volta nella tua vita, puoi evitare di mettere sempre in mezzo la tua rabbia e concentrarti SERIAMENTE su ciò che una persona qualunque tenta (INVANO) di comunicarti?
    A me non frega se ti faccio ridere o se ti faccio piangere, Andy perchè l’importante, nella mia vita, è che io non rida o pianga di me stessa. Ho incontrato tanti uomini stronzi nella mia vita e l’ultimo che ho incontrato è stata la mia storia più importante ed anche se lo amavo l’ho lasciato perchè io non sono nè masochista, nè penso che gli uomini che facciano soffrire siano degli eroi, anzi penso tutt’altro. Nonostante tutto questo, non entro in questo sito per accanirmi contro il genere maschile perchè non avrebbe senso nè per la mia crescita personale, nè per altro e sai perchè? Perchè la vita è soltanto mia e non me la faccio distruggere da nessuno, donne o uomini che siano. Provare rancore, rabbia, odio, disprezzo contro TUTTE non ti permetterà di essere felice MAI ma ci sono persone (e a quanto pare tu sei una di queste) che preferiscono nuotare nel male che fare un c...o di qualcosa per stare meglio.
    Se tu vuoi una persona che non fa un c...o dalla mattina alla sera, che vive sulle tue spalle, che non ha un interesse, che non è capace di spronarti quando sei tu ad avere bisogno di una spalla su cui appoggiarti SONO c...i TUOI. E a me fai pena tu perchè se l’amore, per te, è rinchiudersi in una casa SENZA SOGNI, PASSIONI, OBIETTIVI, e farsi una canna, in attesa che Buddha o il destino scenda dal cielo ad aiutarti, allora stai proprio ‘nguaiato (rovinato).

    Ripeto, se hai 13 anni i tuoi discorsi possono anche essere giustificabili in qualche modo, ma dal momento che non ne hai 13 svegliati tu, Andy, e tranquillo perchè donne, come me, nella tua vita non riusciranno mai a stare al tuo fianco perchè se sono come me odieranno

  6. 6
    Toxicity21 -

    qualsiasi forma di frustrazione e rassegnazione.
    Sei rassegnato e frustrato. Se vuoi vivere, alza il culo ed inizia ad agire, altrimenti assumiti le tue responsabilità e non venire qui a lamentarti, gettando fango su gente che con te non c’entra un c...o.

    Amen.

  7. 7
    Spectre -

    devo dire che il pessimismo cosmico di andy racchiude più di qualche passaggio amaramente condivisibile (ripeto AMARAMENTE, purtroppo). sia in riferimento al caso di criss, che per i discorsi più generali.

    dite quello che vi pare, ma dietro a tutta questa acredine dovreste trovare (dico donne) alcuni interessanti punti di riflessione. è che poi “fatalità” o meno, a rispondere sono sempre quelle “io sn diversa, quindi le generalizzazioni nn vanno bene”.

  8. 8
    Toxicity21 -

    Spectre, di donne stronze ne ho conosciute e ne conosco tante anch’io. Uff, sai quante ce ne sono al mondo e ci saranno fino a quando esisterà l’essere umano, per cui sarebbe bello se il confronto fosse meno banale e più profondo. Io sono stanca di leggere: “Gli uomini sono tutti tarati e le donne sono tutte stronze”. Queste sono frasi fatte, strafatte, usate, strausate, lette, stralette, scritte, strascritte, capisci cosa intendo?
    Nello specifico, dal momento che esistono queste donne stronze che io definisco “femminucce” (perchè le DONNE sono altro per fortuna e ce ne sono pochissime sfortunatamente), perchè voi UOMINI, se siete veramente UOMINI (e non maschietti) non vi difendete da esse?
    Difendetevi, mandatele a fanculo, fatelo guardandole nelle palle degli occhi. A quel punto sarete davvero UOMINI ed io vi farò anche una bella ovazione virtuale perchè fino a quando verrete qui ad insultare TUTTO il genere femminile, sarete soltanto dei soggetti di sesso maschile per niente credibili.

    E’chiaro?
    Spero di sì perchè non amo ripetere.

  9. 9
    Criss -

    E’ incredibile, tutte le volte che racconto le mie vicende, scateno una diatriba su tutt’altri argomenti… interesting.

    Tornando a “noi”, vorrei farvi capire che non vivo in funzione di un giudizio od una scelta fatta dalla persona che mi ha lasciato.. anzi, il mio era un dialogo con la mia coscenza, per accertarmi che ce l’ho a posto. Ho passato mesi a cercare di recuperare una relazione solo perchè credevo ci amassimo, e l’ho fatto fino in fondo, fino a riparare le “lacune” che lei mi addebitava. Ogni giorno che passava mi accorgevo che era tutto un lavoro inutile, perchè tanto a lei non interessa nulla (se proprio volete sapere come mi sento: qualora un giorno mi dovesse chiamare perchè è in un letto d’ospedale in punto di morte, beh, io le risponderei che ho altro da fare piuttosto che darle il piacere di vedermi). In tutta questa storia io vorrei solo la giustizia che mi è dovuta. E non la vorrei da una nuova donna o da una una nuova vita, ma la vorrei da chi invece ha avuto l’ardire di giudicarmi senza sapere nulla di me, ovvero lei stessa. Tutto qui. Altro che patetico sognatore di un amore impossibile. Figuriamoci se il mio biglietto con su scritto “ti amo” pretende di riportarla da me; io lo farei solo perchè… le circostanze ora createsi sono davvero beffarde.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili