Salta i links e vai al contenuto

Ritrovare l’amore con la preghiera

Lettere scritte dall'autore  

Mi sono imbattuta in questo sito, sentivo la necessita di scrivere qualcosa, la mia storia. Ho avuto una vita difficile, come tante persone lì fuori certo, pochi gli istanti di serenità, pochi gli istanti dove ricordo di aver sorriso. A 31 anni mi ritrovo sola…con delle grandi tragedie alle spalle e ora la più grande, la morte di mio fratello, una malattia che in 2 mesi l’ha portato via con tanta sofferenza. Mi chiedo perchè, ho perso la fede che sempre nella mia vita mi ha accompagnato e mi ha aiutato a superare i momenti dolorosi. Questa tragedia è avvenuta quando per la prima volta mi sembrava di aver trovato una piccola gioia, un ragazzo. Uscivo da un lungo periodo di grande sofferenza, una convivenza con un ragazzo che amavo ma che per poco non mi ha ammazzato per quanto fosse violento. Ho impiegato tempo per uscire da quel dolore, dalla sofferenza. Poi pian piano l’incontro con questa persona di cui non ero innamorata ma ero serena con lui. Storia nata nel momento in cui mio fratello scopre la sua malattia. Lui mi è stato vicino, anche nei miei momenti di freddezza. Non so se ho mancato in qualcosa, oppure seplicemente lui ha capito di non amarmi, ma proprio 2 giorni dopo la morte di mio fratello lui con un messagio mi lascia. Ho provato a chiedere spiegazioni, la mia disperazione perchè proprio in quel momento che avevo bisogno di lui. Nessuna notizia da parte sua in queste lunghe settimane. Non si è comportato bene…ma allora dovrei pensare che nei mesi in cui lui è stato così premuroso ha finto? Non lo so. L’unica cosa che so è che sono sola, non ho più nessuno. Vorrei poter pregare ma non ci riesco, perchè non credo più nulla. Dio mi ha tolto mio fratello e anche la persona con cui avevo progetti. NO! non capisco. Non capirò mai. Se qualcuno qui si sente di pregare per me affinchè questo amore possa veramente cominciare su nuove basi, io so che lui non è cattivo ma qualcosa è sucesso dentro di lui.
Vi chiedo di pregare per me in questo momento di sofferenza per tutte le cose difficili e impossibili da affrontare da sola. Vi chiedo di pregare affinchè io e lui possiamo tornare insieme, chiarire, affrontare gli ostacoli insieme.

Grazie di cuore

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Me Stesso - Spiritualità

11 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    Ru -

    Sei troppo lamentosa. Forse lui ha aspettato per non farti danno nel durante. Sicuramente il tizio non ti ama. Ma tu svegliati e mordi l’attimo. Smetti di piangere. E non smettere di pregare.
    A Dio timore, a tutto il resto ardore.

  2. 2
    fiorella piccini -

    Si guarisce quando si puo’rimanere soli senza rimpianti,perche’ogni esperienza e’una prova:anch’io sto soffrendo perche’sono rimasta al passato e ragiono su un futuro che non si sa,mentre dovrei vivere il presente.Un abbraccio

  3. 3
    -

    Cara Linda31,

    mi sembra incredibile quello che ti è successo. Mi dispiace molto. Forse ci sono troppe cose di quel ragazzo che tu non puoi vedere, nè sapere, e che ora ti rendono incomprensibile il suo comportamento. Certamente, se ha fatto quello che ha fatto, bisogna che tu, con un po’ di lucidità, ci pensi su due volte prima di poter pensare di condividere la vita con lui, indipendentemente da ogni sua decisione. Pregherò per te, pregherò lo Spirito Santo che ti conforti e ti illumini e ti porterò in preghiera nel mio viaggio a Lourdes. Ci sei stata? E’ molto bello, si respira serenità e gioia, è davvero un posto dove ripulire l’anima per poi ripartire. Un grande abbraccio!

  4. 4
    linda31 -

    grazie Cì, per le tue preghiere x me! Non sono mai stata a Lourdes mi piacerebbe andarci…ma ora per mille domande che ho in testa sento che la mia fede non c’è. Vedi ho pensato ogni istante a come lui si sia comportato, ho esaminato ogni singolo comportamento. Lui c’è stato nel momento della malattia, si è vissuto ogni mio singolo quesito, le mie paure…e mi è stato vicino tantissimo facendo tanti progetti con me. Poi è successo qualcosa…24 ore prima della morte di mio fratello, è successo qualcosa che io non riesco a capire. lui è arrabbiato con me! e non capisco il motivo, non capisco perchè tanta cattiveria nei miei confronti. Anche se lui non mi amasse, in quella circostanza lui avrebbe potuto comunque essere mio amico. Ma no, lui è era arrabbiato con me. Ed io non so quale sia il motivo,nonmi ha mai dato modo di poter capire. questo mi tormenta, perchè se io sapessi se c’è stato qualcosa che ho detto o fatto potrei finalmente smettere di torturarmi, di pensare. Vorrei solo che Dio per una volta mi ascoltasse visto che non lo ha mai fatto in 31 anni e mi desse la possibilità di capire e mettermi questo uomo davanti per poter chiarire tutto.

  5. 5
    -

    Cara Linda,

    capisco che in questo momento sia difficile valutare con una certa lucidità, ma ti faccio una domanda: qualunque cosa tu abbia potuto fargli di brutto (e non credo comunque che possa essere una cosa grave, se no ti ricorderesti!), in ogni caso, in un momento così, con che cuore ha potuto allontanarsi così bruscamente e tagliare i ponti in questo modo? Ma come si permette di farti una cosa simile? Cerca di rimanere più calma possibile (capisco quanto sia difficile), e non fare passi azzardati. Come si dice…fermati sul fiume e aspetta che passi…solo così potrai (forse) capire cosa gli sta passando per la testa. Ci vuole il giusto tempo, e la verità delle cose verrà a galla. Lascia un momento che ti cerchi. Se sei tu a farlo, sarà più difficile arrivare alla sincerità dei suoi sentimenti, quali siano.
    In ogni caso, ti ripeto, è un’occasione per capire quanto sia matura questa persona, per capire chi hai avuto accanto e se vale la pena o meno veramente di sperare che sia lui la persona giusta. Nessuno è perfetto, è ovvio, ma un gesto così, oltre al dispiacere che può darti, è veramente uno spunto di riflessione.

  6. 6
    Robert -

    Io sto pregando per te.
    Prego Dio che lui torni da te per riprendersi qualcosa che ha scordato da te, tipo un fazzoletto usato

  7. 7
    linda31 -

    Cì, ti ringrazio per le tue parole ancora una volta. Credimi parlarne qui sta diventando per me anche uno sfogo, vedere attraverso gli occhi degli altri la situazione. Quello che tu dici è vero, in 2 mesi quasi mi sono ossessionata, e certo molte volte con un po di lucidità mi sono chiesta Ma cosa ho fatto? Come ha potuto abbandonarmi così in quel momento? Mi sono detta ok…non mi ama fa male ma posso accettarlo ma perchè ferirmi così?? Non poteva dirmi che preferiva essermi solo amico ma starmi vicino? NON TROVO RISPOSTA! Chiedermi in 2 mesi almeno come sto…Ma mai lo ha fatto! Mai un messaggio per sapere se sto bene, mi fa male e mi fa alire la rabbia per il suo comportamento. Ho rivissuto ogni istante del suo comportamento per capire. Io non l’ho cercato. 3 messaggi in tutto in questi 2 mesi, dove ero io che chiedevo a lui come stava. Perchè gli voglio un gran bene, per tante cose che ha fatto per me prima! e credimi ne ha fatte molte. Ma ora non lo riconosco. La mia paura più grande è di non poter mai più avere un confronto con lui. Non abitiamo nemmeno nella stessa città quindi è anche difficile incontrarlo casualmente. So che non tornerà mai, so che non sente il diritto di chiarire con me…altrimenti lo avebbe fatto prima. Sì attendo sul fiume…ma inutilmente. Non voglio vendetta, non voglio dirgli cose brutte…voglio solo confrontarmi con lui. Sì voglio anche che le cose si aggiustino se solo lui volesse. Una persona che ha fatto parte della mia vita, che sì è vissuto ogni istante della malattia di mio fratello…non si dimentica così! Io non posso pensare che lui sia definitivamente fuori dalla mia vita! Ho condiviso con lui molte cose di quei momenti ed è per questo che ho bisogno di chiarire. Prego che le cose si aggiustinO tra me e lui, SPERO CHE NON VADA COSì COME STA ANDANDO!

  8. 8
    Ancora -

    Ciao Linda

    vorrei dirti solo due cose, piccoli pensieri.
    Mi spiace molto per quello che hai sofferto, per tuo fratello innanzitutto e adesso per questo ragazzo..però..Credo, differentemente da come tu hai scritto, che Dio non ti abbia tolto nulla.

    Non sono un religioso, quindi ti parlo sotto un altro profilo, ma ogni volta che ci capita qualcosa di brutto, smettiamo di capire Dio e gli diamo la colpa…ma quando le cose andavano bene, lo capivamo invece?…Quello che voglio dirti è, che è nella salita che dobbiam aver fede e forza, nel bene, tutti siamo capaci.
    Hai mai ringraziato Dio ogni volta che hai avuto un momento speciale, ricevuto un sorriso, visto il tramonto o un bambino giocare?…non credo, perchè pochi lo fanno.
    Se Dio esiste ed è quello che ogni persona di fede crede che sia, nessuno può capirne il disegno, quindi nessuno può sapere se è Lui a dare e ricevere, così come nessuno può sapere e capire, almeno nel momento, se ci è stato VERAMENTE tolto o donato.

    Questo invece è un altro aspetto che considererei prima di giudicare quel ragazzo.
    Premetto, viste da fuori le cose, son sempre più facili, ma a volte si vedono anche in modo più lucido e sicuramente distaccato.
    Ti chiedo..avresti preferito che lui continuasse ancora a starti vicino in questo tuo momento di dolore, nonostante probabilmente abbia capito di non amarti, e poi una volta affievolita la sofferenza, una volta arrivata ad una calma, ti lasciasse?

    Voglio dire, questo ragazzo è stato giudicato perchè lo ha fatto ADESSO..io dico che dopo esserti stato accanto per tutto il periodo della tragedia, una volta che questa si è consumata arrivando all’epilogo, se pur doloroso, ha preferito lasciarti, ha trovato il coraggio di farlo in modo che tu non soffrissi due volte a distanza di poco tempo..o avresti preferito così?..esser uccisa due volte?
    Qualcuno ha scritto che non si lascia così e in questo momento..e quando lo si fa?..e come?..ingannando per quanto tempo?

    Non può esser che lui avendoti conosciuta proprio all’inizio della malattia di tuo fratello, ha capito che poteva starti vicino, darti una mano, perchè tu non fossi sola?..e poi lasciarti quando il dolore di una perdita, tuo fratello, sarebbe stata comunque più forte della perdita di un fidanzato, quindi soffrendone meno?

    Persino il fatto che lui non ti chieda neppure come stai, non può essere un suo modo (magari maldestro, ma con buone intenzioni, a fin di bene) per farti staccare da lui?..
    Se lui, dopo averti lasciata, fosse “normalmente” affettuoso e premuroso con te, sarebbe più facile per te?

  9. 9
    Ancora -

    Tutto quello che ti ho scritto, non è per dirti che le cose stanno come ti ho detto, ma solo per farti riflettere sul fatto che potrebbero non essere come le vedi in questo momento e quindi che anche Dio, forse, non ti ha del tutto “tolto” come potrebbe sembrare.

    Non so se son riuscito a spiegarmi, spero d’esserti stato un pochino d’aiuto..a riflettere in un brutto momento..e magari cercando di vedere le cose ANCHE sotto un altro aspetto, il dolore possa esser meno continuo.

    Ovviamente ti auguro ogni bene.

  10. 10
    Roby -

    Ciao Linda, ho letto il tuo post.Pregherò per te sicuramente e soprattutto per la tua fede ma tu non ti abbattere.Lo so che è un momento difficile e buio in cui non capisci cosa sta succedendo.In questi momenti ce la prendiamo con Dio, perchè ci sembra che faccia terra bruciata intorno a noi ma non è così..In un altro forum sempre in questo sito ho riportato un pensiero di Padre Pio e te lo riporto.. Padre Pio rivolgendosi ad un suo figlio spirituale che non capiva perchè gli stessero capitando certe situazioni e non capiva il senso degli avvenimenti negativi nella sua vita gli dice «Sta bene a sentire C’è una mamma che sta ricamando.Il suo figliuolo,seduto su uno sgabelletto basso,vede il lavoro di lei; ma alla rovescia. Vede i nodi del ricamo, i fili confusi E dice: “Mamma si può sapere che fai? È così poco chiaro il tuo lavoro?!”.Allora la mamma abbassa il telaio, e mostra la parte buona del lavoro. Ogni colore è al suo posto e la varietà dei fili si compone nell’armonia del disegno.
    Ecco, noi vediamo il rovescio del ricamo. Siamo seduti sullo sgabello basso»..
    .Concludo concordando con Ancora “Dio, forse, non ti ha del tutto “tolto” come potrebbe sembrare” .Linda tu scrivi “ho perso la fede che sempre nella mia vita mi ha accompagnato e mi ha aiutato a superare i momenti dolorosi” No a te sembra di aver perso la fede, ma non è così fidati..
    ANCORA.. per caso sei lo stesso Ancora dell’altro forum?Se è così che ne dici di suggerire a Linda di entrare a far parte del nostro forum? Mi rivolgo a te Linda..se ti va c’è un forum su questo sito scaturito da una lettera simile alla tua e scritta da un ragazzo diverso tempo fa che chiedeva di recitare una preghiera per far ritornare la sua fidanzata.. Questo ragazzo è poi sparito dal forum dopo aver ottenuto la grazia richiesta ma via via sono arrivate nuove persone con gli stessi problemi ma tutti con un comune denominatore la fede e la preghiera e sta diventando un gruppo molto bello e direi compatto..quasi una famiglia,ci si sfoga, ma soprattutto ci si sostiene ed incoraggia con le parole e con la preghiera..e diverse persone che erano entrate quasi disperate hanno ritrovato la speranza e la fede.. Se ti va fai un piccolo giro tra gli argomenti “correlati” alla tua lettera e quando trovi il mio nome e credo quello di Ancora, fermati.. sei arrivata..Altrimenti di dico solo forza e coraggio stai tranquilla.. pregherò per te..e ricordati tuo fratello non ti abbandonerà mai e ti aiuterà e di darà la forza necessaria per superare questo periodo buio.. i nostri cari scomparsi ci sono vicini sempre,noi preghiamo per loro e loro pregano per noi.. Ciao

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili