Salta i links e vai al contenuto

Riflessioni sulla strategia migranti e altro del governo giallo-verde

Sono cittadina italiana, nata in Italia, al nord e con genitori e avi nordisti.
Non ho votato questo governo ma, essendo in democrazia, ho accettato il fatto che la maggior parte degli elettori lo ha votato.
Comunque il governo rappresenta tutti i cittadini italiani e io non mi sento proprio rappresentata.
Lasciando perdere quello che penso intimamente e quello che sono umanamente, avrei due considerazioni:
– sono consapevole che solo l’Italia non può farsi carica del problema migratorio, che è causato da guerre, fame, povertà… è senz’altro necessario il coinvolgimento di tutta l’unione europea, se unione siamo, ma non credo che la strategia di Salvini sia efficace. Non basta ergersi ad uomo forte, affrontando i problemi sull’onda del coinvolgimento emotivo senza peraltro affrontarli in sede europea. Piaccia o non piaccia i rapporti fra stati si sono sempre basati sulla diplomazia, cosa di cui, purtroppo, il nostro ministro degli esteri risulta carente.
– inoltre al problema migranti, a livello italiano abbiamo anche problemi:
– di smaltimento rifiuti (a questo proposito sto vedendo un servizio della sette su Scampia!)
– di perdita di aziende, anche storiche, svendute allo straniero (e, abbiate pazienza, sono questi gli stranieri che affossano il nostro paese, non certo gli immigrati!!) Con conseguente aumento della disoccupazione e in corso e futura!!
– di tasse, che invece di diminuire, probabilmente aumenteranno per una, così si è rivelata, scellerata politica economica!
– non parliamo poi di problemi sociali per anziani, disabili, malati cronici, il grande problema sanità va affrontato.
Tutto ciò per dire che tanti cittadini la pensano come me, ma non abbiamo visibilità, non ci invitano in televisione e possiamo solo esprimere in forma personale il nostro dissenso che, peraltro, non interessa al governo.
Per concludere non è necessario cambiare il governo, è necessario che il governo consapevolmente cambi.
Speranzosi saluti.
Sandri Adele

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate a

Strategia migranti e governo giallo-verde

Continua a leggere lettere della categoria: Cittadini - Politica - Riflessioni

5 commenti

  1. 1
    Rossella -

    Nel mio piccolo vorrei valorizzare l’ospitalità religiosa (dal momento che non sono Madonna)e i treni di ultima generazione che consentono di le accedere alle VIP lounge o sale VIP. Sai, i migranti vengono percepiti come un pericolo perché siamo diventati un popolo che vive all’interno dei confini sfuggevoli e indefiniti del sogno e del mistero. Ciascuno di noi si dovrebbe invece assumere le proprie responsabilità. La zona confort (quando non te lo puoi permettere) si riduce ai rapporti di buon vicinato, alla buona qualità dell’accoglienza e alle suggestioni positive del mondo che abitiamo. Cosa ti potrebbe capitare? Un vicino di pessimo umore. Pace! Ancora: una struttura fatiscente. Mi spiego? Il resto te lo devi vivere come un diversivo. Ti posso assicurare che le vere discriminazioni riguardano proprio chi decide di abitare il territorio, lanciandoci tasse e quant’altro. Anche loro noi consigliamo la strada del distacco intellettuale. Che dire? Per me è più logico seguire la linea di papa Francesco perché non ho il seguito di un artista o il consenso di un politico e non voglio vivere nella paura. Il principio è lo stesso: vale per il congressista e per il politico.

  2. 2
    Rossella -

    Ps Il politico ha bisogno di dare un significato simbolico alla partecipazione. Simbolico, iconico, allusivo, mitologico, immaginario, ecc.

  3. 3
    sergio -

    forse e ripeto forse non avete mai avuto a che fare con extracomunitari.alt un momento.non sto facendo di tutta l erba un fascio.c è gente buona anche tra di loro ma sono mosche bianche.tanto per cominciare i musulmani odiano noi cristiani ed ho avuto la conferma più e più volte.ci stanno facendo la guerra in casa concependo figli su figli.voi avete fatto le crociate mille e più anni fa ora noi ci facciamo esplodere.le crociate sono nate perchè loro avevano invaso la palestina ed ammazzavano cristiani ebrei e via dicendo.perciò che non vengano a raccontarci cavolate.seconda cosa.fino a pochi anni fa una donna poteva girare tranquillamente la sera per strada che al massimo riceveva un complimento volgare.oggi non può più.viene immediatamente violentata se gli va male anche uccisa.chi fa queste cose??i giornali parlano chiaro.quanto al discorso tasse siamo noi gli idioti e non quelli che ci governano.siamo un popolo di pecoroni solo capaci di parlare e mai di agire.fermiamoci tutti una settimana.uno stop totale.invece nulla.i nostri cugini francesi ci insegnano.mi limito a questo ma avrei molte cose da dire anche sul santo pontefice.un saluto.sergio

  4. 4
    Ponny81 -

    Di solito non commento tematiche politiche, però penso che i cittadini Italiani non hanno tutte le informazioni necessarie per capire la situazione e poter arrivare ad un opinione vera.
    Ad esempio è risaputo che i governi precedenti hanno accettato di accogliere i migranti in cambio di poter sforare i bilanci e ricevere finanziamenti europei per la gestione di questi arrivi.
    Mettiamoci nei panni di un qualsiasi altro stato europeo che all’epoca dell’accordo era seduto al tavolo e ha accettato gli accordi con l’Italia, adesso non è che arriva Salvini e gli accordi passati sono nulli!!!
    Purtroppo come popolo non siamo mai coinvolti nelle decisioni importanti, il che potrebbe essere una cosa buona se chi se ne occupa sia preparato e lungimirante, ma di fatto in italia non è mai stato così e dunque paghiamo il prezzo di tante scelte balorde passate fatte da incompetenti (e alcuni di loro sono ancora seduti nella stessa poltrona).
    Per dare una vera scossa, al posto di Salvini, accoglierei tutti i migranti che arrivano e successivamente li favorirei nel lasciare l’Italia oltrepassando il confine (è noto che l’obiettivo di ogni migrante non è l’Italia ma “l’Europa”).
    A quel punto si andrà verso una risoluzione o verso la…

  5. 5
    magna magna -

    Salvini, Forza Italia e il PD difendono tutti gli stessi interessi, li vediamo sempre d’accordo su tutto quello che riguarda in modo diretto o indiretto la gestione del denaro pubblico:
    grandi opere inutili, olimpiadi dello spreco, assegnazione di appalti e concessioni a chi è più utile ai loro interessi, leggi che favoriscono ora questo ora quello.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili