Salta i links e vai al contenuto

Rapporto apatico, noioso… o sono io il problema?

Lettere scritte dall'autore  

Ciao ragazzi, è la prima volta che leggo queste lettere, in alcune ritrovo i miei problemi. Sono una persona molto insicura, non ho fiducia in me stessa e sono qui per raccontare la mia storia per un urgente bisogno di parlare con qualcuno che non conosco ma che nello stesso tempo mi possa consigliare.
Ho 24 anni e sono fidanzata da 3 anni e mezzo. La nostra storia è stata un crescere di emozioni fino a quando c’è stata la svolta (positiva) quando sono partita per un mese. Al mio ritorno il nostro rapporto è diventato più stabile, disse di amarmi, però nello stesso periodo la mamma si è ammalata gravemente. È morta nel 2008, da allora tutto è cambiato, gli sono stata vicina in tutti i modi anche se lui afferma il contrario (quell’estate andai una settimana in vacanza con una mia amica volevo fuggire, mi viene ancora rinfacciato) .
Da allora ci sono stati continui alti e bassi, litigi, pause di una settimana massimo decise da me.
Lui è passivo, apatico, assente, immerso nel suo lavoro. Non fa altro che lamentarsi del suo lavoro. Ho lavorato 5 mesi in un bar non si è mai interessato, è venuto 2 volte per bere una birra rapida con un amico, solo 2 volte gli ho chiesto se poteva venirmi a prendere e abbiamo litigato pesantemente. Allora mi chiedo mi sono chiesta ed io????? Perché non ho vissuto quello che hai vissuto tu non dovrei avere comprensione? considerazione? Ci sono lui e suoi problemi. Credo sia un rapporto unidirezionale.
Lui è introverso, riservato, raramente affettuoso.
Forse vorrei di più, forse mi sto accontentando, forse non amo più. Non posso dire di essere soddisfatta o contentissima. Qualche settimana fa ho provato a lasciarlo, ma mi ha provato a chiamare, insomma sono ritornata sui miei passi dopo poco con una paura, insicurezza, profonda che niente sarebbe cambiato. Ci siamo ripromessi di rendere più vivo il nostro rapporto, ma io oggi mi sento come una settimana fa.
Forse la colpa è mia, penso troppo, penso male. Sono mesi strani, non ho fatto un esame e in più si sono aggiunte le sue mancanze.
CHE DEVO FARE? qualcuno mi risponda.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

10 commenti

  1. 1
    diana -

    Penso che tu già sappia cosa fare ma aspetti qualcosa o qualcuno che ti dia la spinta per farlo. Bè lascialo perdere lo sai che non ha senso continuare. Tu passeresti una vita intera con lui? Costruiresti una famiglia con lui?

  2. 2
    andy -

    che noia..
    sempre lo stesso inutile, ipocrita disco..

    badoo non vi salverà.

  3. 3
    rossana -

    serenat,
    sarò forse una po’ severa ma neppure a me sarebbe piaciuto che tu andassi in vacanza mentre ero addolorata dalla grave malattia di un familiare stretto.

    affermi che tutto è cambiato fra voi dalla morte di sua madre. questo evento non basta a giustificare il guasto che si è creato nel vostro rapporto; di certo, però, ha la sua influenza.

    volta pagina e cerca in futuro di essere più forte nei momenti difficili: le fughe raramente pagano.

  4. 4
    serenat -

    per andy che vuol dire sempre lo stesso sempre lo stesso inutile, ipocrita disco..???
    per rossana non ho detto che ho fatto bene a fuggire,la situazione era troppo difficile,mi sono fatta coinvolgere troppo e in effetti non ho avuto la forza di reagire.

  5. 5
    Ivan... -

    Tu ti dovresti solo vergognare,hai trovato un ragazzo che è un Signore e sei stata fortunata perchè un altro al suo posto ti avrebbe mandato a quel paese da un bel pezzo.Ma come si fa,tu sei una persona insensibile,ed hai anche il coraggio di venire a scrivere quasi come per lavarti la coscienza.la tua coscienza è sporca,ma prima o poi la pagherai…al tuo ragazzo è morta la mamma e tu te ne sei andata in vacanza,bravissima così si fa,è morto il pulcino e quindi si va a festeggiare.Vergognati,l’Italia sta a andando a rotoli xchè ci sono questi esseri in giro…non ti lamentare un giorno quando piangerai…

  6. 6
    andy -

    ivan badoo non le salverà.
    già qui dentro è pieno di babbione oltre i 35 che piangono miseria.

    quella che si meritano.
    cicale insulse.

  7. 7
    gio -

    non serve a niente piangere sul latte versato, capisci e dimentica i tuoi sbagli dopo di che,pensa a cosa vuoi realmente se decidi di amare questa persona amala e basta senza pretendere nulla, magari lui come molti altri non è capace di amarti per molti fattori, stare insieme per odiarsi o provare rancore a che serve!! Se invece capisci che non è lui che vuoi pensa a non farlo soffrire.

  8. 8
    serenat -

    per ivan:immaginavo che quello che avrei scritto sarebbe stato frainteso.la mamma del mio ragazzo in quel periodo stava male ed io sono scappata da quella situazione,non sto a giustificarmi,lo so che ho sbagliato e soprattutto non sono una persona insensibile.
    non ho scritto queste cose per lavarmi la coscienza,sono stata sempre presente in tutto quel periodo.

  9. 9
    Ivan... -

    Ok come avevi scritto ho frainteso.Cmq io non ti giudico,però se uno vuole bene ad una persona,proprio nei momenti di difficoltà lo si dimostra…forse in quel momento ti sarai trovata in una situazione che non sei riuscita a gestire e ti è sfuggita di mano.Ti dico solo che io al posto del tuo ragazzo mi sarei sentito uno skifo e te lo avrei sempre rinfacciato,è quello che sta facendo il tuo ragazzo inconsciamente.Se proprio ci tiene cerca di chiarire altrimenti è meglio che parlate comunque con sincerità e vedete il da farsi e se c’è qualcosa da salvare…in bocca al lupo!

  10. 10
    rossana -

    serenat,
    personalmente capisco un momento di debolezza. e chi non ne ha avuti?
    certe situazioni non sono facilmente sostenibili, soprattutto in gioventù.

    ma anche il tuo ragazzo era molto giovane e potrebbe non essere altrettanto comprensivo.

    non c’è colpa da parte di nessuno dei due, il rapporto si è guastato. magari si sarebbe guastato anche senza questo episodio. questa è la sintesi, di cui non puoi fare a meno di prendere atto.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili