Salta i links e vai al contenuto

Rapimento Mastrogiacomo

Lettere scritte dall'autore  

Sicuramente la mia opinione non è comune, ma come lettrice di repubblica e sua estimatrice, ci tengo a dire che non mi è piaciuta la sua posizione nè quella del rapito. Non entro nel merito, già troppo si è detto, ma la liberazione doveva avvenire contestualmente per le tre persone, se si da per scontato che tutte le vite sono preziose. Mastrogiacomo ha pensato solo a se stesso è uscito dall’aereo come dalla casa del Grande Fratello, nè ha partecipato al corteo di piazza Navona. Le altre due persone spero siano rilasciate ma Karzai portebbe averle cedute all’America e finite tristemente nelle prigioni che sono sparse per il mondo. Brutta fine per i buoni! Solo Gino Strada è stato autentico come sempre. Che tristezza, e che ipocrisia!

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Attualità

6 commenti

  1. 1
    Dordon -

    Mastrogiacomo… persona insulsa, ipocrita, egoista. Lancia la pietra e nasconde la mano.
    Giornalismo libero e scoop hanno dei limiti, *autocensura*, hai una famiglia e coloro che ti stanno attorno hanno una famiglia *riautocensura* hai voluto fare il figo “andiamo li nella zona talebana a fare un reportage” e hai fatto uccidere una persona P*****.
    Persone come te non sono degne nemmeno di essere chiamati giornalisti, spero che tu viva male il resto della tua vita perché hai rovinato una famiglia e forse altre.

  2. 2
    Paolo cogitoergosum -

    Il giornalismo LIBERO non esiste più da tempo!
    Ogni giornalista, soprattutto gli inviati di guerra, è lì apposta per motivi di denaro e di fama/visibilità.
    Senza sindacare sulle idee e sulle ideologie, chi va a fare il “figo” nei paesi in guerra, dove la guerra è nata per il controllo del potere e delle risorse naturali a danno di milioni di “incolpevoli” è naturalmente “soggetto” alle rimostranze da parte della popolazione “incazzata”!
    Se poi, ci mettiamo anche che le cosiddette “notizie” che questi “eroi” ci riportano sono soltanto inutili e “partigiane” esposizioni di informazioni stupide, futili e volutamente gonfiate, falsificate e spesso raccapriccianti dovremmo, se fossimo onesti, concludere che queste “notizie” non ci servono a nulla!
    Cos’è l’informazione? E cos’è diventata da quando è ammessa solo se “al servizio” di questo o quel Potere?
    Spesso si usa dire: “se la notizia di un fatto non ci arriva è come se il fatto non esistesse!”
    Certo, ed è per questo che le “notizie” vengono regolate e comandate ad “arte” per poter inculcare nell’opinione pubblica un’idea, un pensiero i più possibili consoni ai “giochi” ed ai piani dei Poteri e delle Lobbies mondiali.
    Ho provato a leggere Tiziano Terzani, in molti dei suoi librti in giro per il mondo. Ovvio, l’obbiettività non esiste (e non può esitere) perchè ognuno di noi riporta e confeziona una notizia secondo la sua logica, la sua cultura e il suo punto di vista, soffermandosi su alcune cose e tralasciandone altre.
    Comunque, leggendo e rileggendo Terzani si ha davvero l’impressione che lui dica “ciò che pensa”, nel senso che illustra ciò che gli passa davanti, condendolo con notizie meno conosciute ma degne di essere sapute e permettendo al lettore di sentirsi sempre “sufficentemente libero” di tirare le proprie conclusioni!
    Il mondo del giornalismo, con il quale ho avuto ed ho in qualche modo a che fare, è ormai, come si dice, sinergico e dipendente dal Potere e dal pensiero dominante. Spesso è soltanto “cassa di risonanza” che riporta il pensiero dominante e che crea sensazionalismo per distogliere l’attenzione da “avvenimenti” ben più VERI e anche più interessanti.
    Ma è un discorso complesso e non mi aspetto consensi nè condivisioni.
    La cosa che davvero però offende è che non possa più esistere un “luogo” dove l’informazione sia LIBERA e unicamente funzionale all’acculturamento e al sostegno delle “masse” più che di singoli gruppi.
    Ma questa è un’utopia. Il potere, checchè si sia pensato, non sarà mai suddivisiso tra tutti e quindi “goduto” da tutti. Il potere, in quanto tale dev’essere sempre quello di “pochi” verso i “molti” ed in questo il giornalismo e le rivoltanti marionette al suo servizio sono sempre più uno strumento che non fornisce più “notizie” utili ai molti. E’ soltanto strumentale al mantenmento dei privilegi di pochi.
    Anche perchè, chi prova davvero a fare il Giornalista, o viene emarginato o… viene ucciso. E chi ce lo fa fare allora?

  3. 3
    maria -

    mastrogiacomo dovresti solo eclissarti e sparire nell’ombra da dove sei uscito e restarci fino alla fine. altro che scendere trionfante dall’aereo con quella grassa faccia da giuggiolone irresponsabile e viziato, ma tua moglie non si e’ vergognata di te??…mi viene ancora da vomitare!!! urgh… vomito ….
    Maria

  4. 4
    DAGO44 -

    Che questo governo fosse totalmente incapace di trattare come politica estera è visibile al mondo intero.La certezza sta arrivando in questi ultimi giorni,certo D.P. è stato liberato.Ma dietro un lauto riscatto,e i nostri governanti hanno ben poco da imbellettarsi sui meriti della liberazione.Ma che si dimenticassero del autista fa veramente pensare a che razza di idioti ci governa.DAGO44

  5. 5
    Paolo cogitoergosum -

    Che bello rivedere di nuovo persone “pensanti”!
    Che bello sentire le solite manfrine su questo governo (penoso, arraffone e antisociale come tutti, forse più di altri, forse me no dei precedenti) con il malcelato intento di rimpiangere Qualcuno!!!
    Quanta lacerante e ipocrita falsità nel fr finta di essere disperati per l’autista o il portaborse di turno!
    Però, però, qualcuno, come Te, cara Maria, riesce a dire poche cosa ma senz’altro meno intrise di falsità ipocrisia e demagogia, il tutto condito da quintali di ignoranza atavica e sconfinata!
    Ecco, Maria, come giustamente dici (e si usa dire) dietro ad ogni uomo c’è una donna; in questo caswo, dietro a personaggi dello stampo del Mastro…. c’è sicuramente una donna dello stesso stampo, due esseri immondi!

  6. 6
    DAGO44 -

    Meno male che esisti tu caro Paolo,con la tua infinita saggezza,con la tua infinita intelligenza,che critichi continuamente e con un certo astio chi si lamenta del governo etc etc,ma tu veramente cosa c… pretendi??Che a me vada tutto bene??che non mi lamenti mai??Ma tu veramente chi c… sei dal giudicare,anzi dal giudicarmi sempre e comunque astiosamente.????Povero Paolo mi fai veramnete pena,come mi fa pena li tuo nik che va giusto bene per te.Evidentememte quel Cartesio doveva essere un gran rompi…..i,proprio come tè.Ecco vedi sei il tipico giornalista che ha la capacita di far saltare i nervi anche alle persone che hanno altro per la testa.Comincio a capire perchè la categoria dei giornalisti è una delle meno abbienti.E tu caro maestro ti ci rispecchi in pieno.DAGO44

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili