Salta i links e vai al contenuto

Quando un Dio unisce e un altro divide

Ciao,
vi racconterò la mia storia che credo sia unica nel suo genere. Credo di chiedere aiuto anche se aiuto non può esserci.
In primavera ho conosciuto una ragazza marocchina che si sta specializzando in Italia dopo una laurea francese. E’ bellissima. Siamo usciti insieme e siamo stati subito bene al punto che per un paio di mesi abbiamo in pratica convissuto da lei. Una storia d’amore MERAVIGLIOSA. Ma prima di partire per le vacanze, suo padre la chiama e le comunica che in agosto avrebbe conosciuto il suo futuro sposo. Dramma. E’ obbligata a sottostare alla scelta della famiglia. Ancora deve restare in Italia per almeno un paio d’anni e io mi sono reso disponibile a stare con lei comunque.
Lei è partita ed è tornata. In crisi. E’ costretta a innamorarsi di questo tipo che rappresenta il suo futuro e chiaramente cerca di allontanarsi di me per non farmi e non farsi male. Chiaramante la storia con il futuro sposo non è che sia da romanzo d’amore: in sostanza lui sta in Marocco e va a letto con chi gli pare mentre lei deve preservarsi per il matrimonio. Appunto: lei non è più vergine e entro dicembre dovrà fare un intervento di chirurgia estetica perché la futura suocera ha programmato una visita ginecologica per fine anno.
Io credevo nell’amore prima di conoscerla.
Ci credevo ancora di più quando tutto sembrava un sogno… adesso non so però cosa pensare.
Lei è depressa, vuole starmi lontana… il futuro sposo non la considera… ormai è sua non deve far niente per trattenerla. Non si potrà mai tirare indietro.
E io ci soffro davvero.
Per me. Per Lei. Per il nostro sogno che non può esser vissuto.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Mondo

30 commenti a

Quando un Dio unisce e un altro divide

Pagine: 1 2 3

  1. 1
    guerriero -

    ma cose da pazzi.
    pare di essere nel medioevo, ti do un consiglio, fai altrettanto, sparisci perchè con una famiglia del genere ti ficcheresti nei guai

  2. 2
    afra -

    scappate e cambiate identità!!! che almeno una storia d’amore su questo forum abbia un REALE LIETO FINE!

  3. 3
    Ari -

    Denuncia tutto ad Amnesty International.
    (Stai scherzando vero?)

  4. 4
    ANTONIA -

    Siamo in italia, nel 2008….scappasse via dal passato nel futuro ci sei tu. Tagliasse il cordone ombellicale con il passato e con la sua famiglia, se il vostro amore e’ davvero grande potete farcela. In bocca al lupo

  5. 5
    luc -

    non lo sapevate che l’islam è così? ci manca solo il partito islamico in italia!

  6. 6
    Maxim_Max -

    Ciao Galvanize,

    inutile dire che in questo caso si ha a che fare con la grettezza e retrogradezza di certe culture dove la religione musulmana, sempre messa in primo piano, la fà da padrona, con tutta quella sequela di integralismi che portano solo a risultati abberranti.

    Dovrebbe lei chiedere in questo caso asilo politico, adducendo le costrizioni e agli obblighi a cui sarebbe sottoposta, contro la sua volontà nel suo paese, come il matrinmonio forzato, la stessa visita ginecologica, invandendo in questo caso la sua persona, la sua intimità, non per una patologia presente, ma per sapere il suo “stato”.

    In questi casi mi dispiace, pure non essendo io un religioso, un frequentatore di chiese ed affini, che i Gesuiti abbiano perso le palle per la strada, in quanto se fossero come ai tempi che furono, una vera mano ve l’avrebbero potuta dare, comunque tentare anche questa via, oltre che quella offerta dalla giurisdizione italiana, potrebbe essere utile.

    Maxim.

  7. 7
    Christopher -

    Scappa con lei no ? Molla tutto, prendila e..fuggite via!

  8. 8
    galvanize -

    Concordo con molti commenti.
    Ma la cosa non è così semplice.
    La sua famiglia è “aperta” e lei ci si trova bene. Questa cosa per loro è “tradizione”.
    Insomma non è in condizione di andare contro la famiglia.
    Dopo tutto anche lei è araba.
    Poi ci conosciamo da poco tempo… sarebbe stupida una ribellione ora…
    Però il discorso è chiaro: mia madre vuole così, io devo voler così… così fa di tutto per allontanarmi (“non voglio che tu soffra”)

  9. 9
    Reif -

    Fuggiamo?

  10. 10
    crisix -

    Non parlerei tanto di grettezza del mondo islamico o di barbarie, perchè queste situazioni in Italia erano presenti fino a cinquantanni fa, se non meno. Piuttosto questa ragazza europeizzata, meravigliosa, non ha la razionalità per capire che la tradizione non è più adeguata al mondo in cui ormai vive? Il motivo per cui deve rifiutare questo matrimonio combinato non è tanto per te (scusami) ma per se stessa, per avere un matrimonio ed un futuro in cui poter credere. La ribellione forse ha poco senso, ma una persona maggiorenne non deve necessariamente ribellarsi in maniera ecclatante. Che si rifiuti di fare visite mediche, che si rifiuti di vedere lui. e che provi a spiegare ai suoi genitori il motivo delle sue scelte. Se non dovessero sostenerla, amen. Certi genitori è meglio perderli che trovarli.
    Ad ogni modo sono stupito di quanto la propaganda anti-islamica faccia presa sulla popolazione.
    buona fortuna.

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili