Salta i links e vai al contenuto

Quando ti cade tutto addosso

  

Ho bisogno di scrivere, di parlare semplicemente.
Oggi mi è caduto il mondo addosso, mio padre soffre di idrocefalo, operato lo scorso anno, dopo i consueti controlli, oggi abbiamo scoperto il peggiore dei mali.
Ora dopo ore di pianto, mi trovo a pensare tanto, la diagnosi:
“presenza diffusa di nodulazioni solide, in fase cranica posteriore,con diffusa localizzazione sino al 4 ventricolo”.
Cosa fare? E’ una domanda che faccio a me stessa, il mio papà a solo 59 anni, come posso io pensare di aiutarlo. Oggi si va dall’oncologo, e poi vediamo il responso.

Sono disperata.

L'autore ha scritto 14 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Famiglia - Salute

8 commenti a

Quando ti cade tutto addosso

  1. 1
    nottescura -

    Mi dispiace tanto .Ora ti senti impotente e soffri ,ma non lo sei ,hai il tuo amore per lui che e’un aiuto forte e costante credimi.Ti auguro presto nuova energia per tutti voi,che tutto si risolva presto nel migliore dei modi.Un abbraccio .Non perdere mai la speranza,io non sono religiosa ne credo in nessun dio.Puoi pero’ fare come spesso mi succede per chi soffre,trova un posto tranquillo ove ti senti a tuo agio,ora chiudi gli occhi e immagina tuo padre avvolto di una luce positiva,immagina che da lui esca il suo male ed entri energia buona e benefica,accendi una candela azzurra essa e’ il colore della buona energia.So’ che molti non credono in certe cose ,ma tutti noi hanno dentro forze invisibili.Tutto possa andare bene E che i dottori possano aiutarlo..Ciao.

  2. 2
    crudelia -

    Mi dispiace…e leggendo la tua lettera mi sento così stupida io col mio mal d amore! Che dirti?? Le parole non contano ma spero che con le cure tuo padre possa reagire al meglio. Purtroppo conosco molte persone malate e posso dirti solo una cosa…la miglior medicina é il cervello! Aiutatelo a fare in modo di reagire con forza e speranza…insomma a non abbattersi e rassegnarsi! In bocca al lupo! <3

  3. 3
    Angelo9 -

    Purtroppo il male fa parte della vita. Pian piano entrerai meglio nella situazione e potrai essere di aiuto a tuo padre con il tuo amore. Fargli sentire il tuo affetto, qualunque cosa accada, sarà per lui fondamentale. Se sei credente prega che Dio conceda la forza e la speranza alla vostra famiglia. Comunque, se non ti spiace, preghero’ per voi. Capisco che non hai la voglia, ma se ti capita, anche su Internet, prova a leggere la Consolazione a Marcia di Seneca e magari un Vangelo. Io non mi permetto e non sono in grado di dire altro. Ciao.

  4. 4
    cam -

    Se sei credente prega e se non lo sei spera intensamente che vada tutto per il meglio. Sii positiva e vicino a tuo padre. Ti capisco perché anche il mio deve fare una biopsia, anche io ho pianto e sto attendendo con ansia il verdetto di questo esame.
    Spero che vada tutto per il meglio. Ti sono vicina con tutto il mio cuore.

  5. 5
    Cristina -

    Ti sono vicina .. Devi essere forte per lui.. Non mollare mai

  6. 6
    filipp -

    Quanto ti capisco. Ti sono vicino. Anche io un anno fa ho vissuto l’angoscia di questi momenti per una persona a me molto cara e vicina. Sii forte e non dare nulla per perduto. Le persone che vivono sulla loro pelle la scoperta di questi mali spesso tirano fuori una forza incredibile e combattono come leoni, per la vita che è il bene più prezioso che abbiamo. Ad oggi questa persona a me cara, sebbene il responso iniziale era drammatico, è ancora qui con noi nella tempra e nel carattere più forte di prima anche se nel fisico indebolita. Ma non perdere la speranza perché nulla è perduto. È l’inizio di una battaglia che combatterete coraggiosamente ma nel frattempo vivete, vivete a 200 all’ora più che potete, non smettete di sorridere. Perché un sorriso allunga la vita… sempre. Un abbraccio forte.

  7. 7
    Jack_91 -

    Ciao Leidia, mi dispiace davvero tanto per quello che hai scritto e che sta capitando ora. Non ti conosco, non so cosa stai provando ora (posso solo provare a immaginarlo), ma ti sono vicino, di tutto cuore.
    Ciò che posso dirti credo siano cose che tu già sai e stai mettendo in atto: stare vicino a tuo papà, fargli sentire il tuo affetto. Alle volte anche offrire un sorriso, una carezza, un po’ di amore può fare tanto in situazioni come questa..
    Spero vada tutto bene. Un abbraccio grande.

  8. 8
    LuCa85ViVeRe -

    Ciao Leidia, mi dispiace molto quello che stai passando, anche io ci sono passato, affrontando malattie in famiglia molto gravi, quello che ti posso dire per esperienza è di dedicare totalmente la tua vita, le tue giornate a tuo papà e a tua mamma, cerca di essere forte, non è facile, ma è l’unica cosa che possiamo fare noi quando succedono queste cose…quello che mi sento di dirti è di non piangere davanti a tuo papà, ma di farti sempre vedere serena in modo tale che lui si possa sentire più tranquillo e non si demoralizza ancora di più, e poi ci vuole molta pazienza e speranza, ti mando un abbraccio.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili