Salta i links e vai al contenuto

Provarci oppure no con un’amica?

  

Salve a tutti.
Mi sono lasciato da quasi un mese con la mia ragazza e, dopo i primi giorni che si sono rivelati critici (di fatto mi ha lasciato lei), sto iniziando a guardarmi intorno. A dire la verità, non ho dovuto guardare troppo lontano per trovare chi stavo cercando..
Questa ragazza la conosco da diversi anni, siamo “amici”; metto le virgolette perché in realtà non siamo grandi amici, più una cosa del tipo ci conosciamo, facciamo due chiacchere quando ci incontriamo ecc.. Dato che lei non se la passa benissimo con il suo fidanzato, e dato che conosce bene la mia ex, abbiamo avuto modo di parlare abbastanza approfonditamente sia sabato che domenica (eravamo ad una festa in piscina) delle nostre situazioni sentimentali. Abbiamo parlato da amici, appunto. Nel lontano 2006, uscii allo scoperto, dicendole che mi piaceva; a sua volta, anche lei mi disse che le piacevo. Poi però mi fidanzai e la cosa morì lì.
Il problema è che in tutto questo tempo, i sentimenti che provo per lei non sono cambiati di una virgola, anzi, forse l’attrazione è ancora più forte: parlo di battiti del cuore accelerati quando la vedo e cose di questo tipo. Anche stasera ci siamo visti un’oretta, giusto per raccontarci un po’ come andavano le cose. Bene, adesso sono qui con quel mezzo sorriso da ebete che sicuramente conoscete anche voi.
In questa situazione mi sento leggermente in difficoltà. Primo, lei è molto amica della mia ex, e io non vorrei ferirla, assolutamente no. Secondo, lei è sempre fidanzata, anche se secondo me per poco, ma ufficialmente lo è. Terzo, tutta la situazione di contorno che si verrebbe a creare se si sapesse che io e lei abbiamo fatto qualcosa sarebbe insostenibile.

Cosa dovrei fare? Non so nemmeno se le piaccio ancora, cosa di cui dubito fortemente. Ma perché ci dobbiamo sempre innamorare delle persone sbagliate? Per più di 4 anni ho fatto finta che lei non volesse dire niente per me, ma ogni volta che la vedevo.. Era una sofferenza. E lo è anche adesso. Soprattutto dopo averla conosciuta un po’ meglio. Quando stasera mi raccontava un po’ di cose di sé, dentro di me pensavo “Non può esistere una persona del genere.. E io me la sono anche fatta sfuggire?!”. Sinceramente ho paura ad espormi, perché proprio adesso che ci stiamo un po’ avvicinando potrei rovinare tutto, ma come posso continuare a far finta di niente? Lei è molto affettuosa con tutti, però ho sempre avuto l’impressione che con me lo fosse in modo diverso.. Che sia solo una mia impressione? Magari io sto qui a pensarla, come farò stanotte ed anche i prossimi giorni, e forse per lei sono solo l’ultimo dei pensieri.. Oppure anche lei sente che tra noi c’è qualcosa di diverso? Di questo passo impazzirò molto presto, credo..

L'autore ha scritto 3 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amicizia - Amore

13 commenti a

Provarci oppure no con un’amica?

Pagine: 1 2

  1. 1
    Cristian71 -

    Certo farsi avanti ora, dopo anni, che l’hai scartata per un’altra nn e’ che sei nella posizione migliore..
    Inoltre penso che la stai idealizzando. Comunque l’unica cosa da farsi e’ dichiarare cio’ che provi. Probabile che ora nn succede nulla, ha sempre un fidanzato da gestire, ma e’ l’unica cosa da fare.
    Resto del parere che e’ meglio un “no” subito che restare nel dubbio per sempre.

    Ciao

  2. 2
    MatteoP -

    La mia paura Cristian non è quella del no, è più quella del sì e delle conseguenze che avrebbe.. Se la mia ex dovesse come sembra andare a studiare a Forlì o Trieste (abitiamo in provincia di Lucca), a quel punto sarei più tranquillo nel provarci. Chiaramente se con il suo fidanzato dovesse rompere, altrimenti stiamo qui a parlare di niente.

    In realtà no, non è che l’ho scartata, ci siamo detti che ci piacevamo ma non era detto in modo “vincolante”; non era detto troppo seriamente ecco (lei a quei tempi aveva solo 13 anni). Il che, non esclude che magari a lei io non piaccia affatto. Come dici te però, io devo saperlo, perché stare così nel dubbio è davvero snervante..

  3. 3
    Aysk -

    Matteo P. ciao.
    Ho letto il tuo messaggio. Mi interessava la tua vicenda. Vorrei proporti questo, prima che tu prenda una qualsiasi decisione in totale autonomia.

    Ti invito ad andare a leggere i miei interventi (io sono Aysk) che ho precedentemente postato su questo interessante Blog.

    Ecco i titoli che devi cercare:
    – Mi sono innamorato follemente della mia migliore amica;
    – Nessun futuro.

    Ovviamente la tua situazione è personale e diversa da quelle che ti invito a leggere, ma credo ci siano osservazioni valide per chiunque.
    Decidi poi Tu, molto liberamente cosa sia meglio per Te.

    Ti saluto cordialmente.

  4. 4
    Riccardo Paicher -

    Sono d’accordo con Cristian71 e aggiungo che,non so se te ne sei accorto, ma hai scritto una bellissima lettera d’amore. Perchè non provi a ripeterle a voce le cose che hai scritto?! Eccetto, ovviamente, la parte dove parli della tua ex! Dichiararsi spesso è l’unica soluzione.

    “Il problema è che in tutto questo tempo, i sentimenti che provo per lei non sono cambiati di una virgola, anzi, forse l’attrazione è ancora più forte: parlo di battiti del cuore accelerati quando la vedo e cose di questo tipo. Anche stasera ci siamo visti un’oretta, giusto per raccontarci un po’ come andavano le cose. Bene, adesso sono qui con quel mezzo sorriso da ebete che sicuramente conoscete anche voi.”

    “Quando stasera mi raccontava un po’ di cose di sé, dentro di me pensavo “Non può esistere una persona del genere.. E io me la sono anche fatta sfuggire?!”. Sinceramente ho paura ad espormi, perché proprio adesso che ci stiamo un po’ avvicinando potrei rovinare tutto, ma come posso continuare a far finta di niente?”

  5. 5
    Spectre -

    Faccio il guastafeste.
    nn conosco il tuo carattere e quanto sei sognatore, o pragmatico, o deluso, o scettico o positivo e pronto a ripartire realmente (nn per tirarti in piedi e basta), ma su due piedi mi viene da dire che assomiglia al muoversi perchè nn si sa dove sbattere la testa e ci si fa prendere da qualsiasi nuova situazione anche vagamente intrigane (tra l’altro è fisiologico sia così). Nn importa sia una situazione del c...o, tanto il resto ce lo si mette con la fantasia e la voglia di rinnovarsi (legittima), perchè si ha bisogno di sentirsi vivi, fantasticare, riprovare certe sensazioni belle che danno energia e vigore. Momenti positivi dopo tanta merda. Si è giustamente affamati di vita dopo un periodo di morte. così ci si lascia emozionare dalla prima cosa trovata in soffitta, rispolverata e guardata con occhi diversi. lo dico perchè l’ho provato sulla mia pelle eh, in gradi diversi. A ME nn ha portato a nulla, se guardo la sostanza reale delle cose. ho avvicinato persone che poi sn diventate importanti, anche molto, oppure sono passate dall’essere centrali, allo scomparire nel giro di qualche battito d’ali ed alcune chiacchiere che parevano importantissime, ma tali nn erano.
    ma da qui all’amore ho visto che ne passa, soprattutto dopo una crisi.

    cmq è la mia situazione, che può essere diversa dalla tua. per cui magari mi sbaglio, magari avrete una bella storia.

    Sarò pessimista, ma ho l’impressione che ti piace anche pensare a qualcosa di destinico, della serie “siamo stati divisi, ognuno ha fatto la sua vita, ed ora arriva la crisi di coppia di entrambe con tempismo quasi perfetto, che ci farà avvicinare definitivamente”. tipo “eravamo destinati a stare insieme ma prima era necessario vivessimo altre esperienze per giungere pronti all’appuntamento”.

    col tempo, quel che penso quando sento da altri o provo di persona certe cose è che ci piace raccontarci una favola per trovare sollievo. Il che è molto bello, e così “…guarda quella tipa lì…” diventa “cosa cerco tanto che ce l’ho lì comoda?”.

    Ripeto: magari mi sbaglio alla grande, ma nn riesco a nn pensare alla funzione “cerottino” che ognuno cerca dopo che la sua storia è finita.

    scusa se sn stato troppo spaccapalle 😀

  6. 6
    marshmallow -

    Io personalmente concordo con chi consiglia di lasciar perdere.
    Secondo il mio punto di vista, oltre che le mie personalissime esperienze, ci sono troppe cose che non vanno!

    Anch’io ho vissuto “fasi” del genere (da intendersi come momenti della vita di qualcuno, che lo inducono a determinate scelte/reazioni) sulla mia pelle… e a parte le volte in cui mi sentivo la ruota di scorta improvvisamente illuminata da luce divina, e in cui ho rinunciato a priori… ho anche vissuto una situazione in cui ho voluto darci una chance e nella quale appunto ero in pseudo amicizia con la ex di quello che è diventato mio moroso, e che poi non ho potuto fare altro che lasciare anche per questi problemi. La ex che ci osteggiava e si intrometteva, un suo passato troppo invadente a cui non voleva rinunciare, il fatto di sottrarmi alle mire di un suo caro amico o presunto tale proprio davanti a quest’ultimo, l’impressione che lui volesse solo dimenticarla e per cui la nostra storia si fosse esaurita nella notte che ci siamo conosciuti (in cui lui era riuscito a farmi sentire/considerarmi speciale, ma spinto forse solo dall’adrenalina e dalla smania di conquista post delusione sentimentale) e tante altre cose.

    Insomma un tempo ero tra le persone convinte che l’amore abbattesse ogni ostacolo ma ora ho gli occhi più aperti e mi rendo conto che di fronte a certe cose bisogna girarsi e andare via, per quanto una persona possa sembrarci unica e speciale. E’ tutto relativo e può essere solo un’illusione.

    E per concludere, lei tecnicamente è ancora impegnata… e per quanto possa essere in crisi, provarci non la trovo una cosa molto carina (e di certo neanche un’ottima base per creare un rapporto autentico).

  7. 7
    Cristian71 -

    Spectre ha una visione condivisibile.. Magari nn e’ cosi’ che stanno le cose ma ragionaci su’…

    Ciao

  8. 8
    Spectre -

    esattissimo.
    marshmallow ha completato cn altre parole ed una visione da donna (cioè la parte opposta di chi scrive) quel che volevo dire io.

    e tutti e due parliamo di “illusione” e “bisogno”.

    infatti, una cosa che mi fa prendere le distanze da certe donne è proprio quando le vedo che invece di ascoltare, capire, e sentire cn calma, dando ed aspettando i tempi giusti di ognuno di noi, si lasciarsi “infinocchiare” al volo da quelli che fanno cose che poi fan dire loro “lui era riuscito a farmi sentire/considerarmi speciale, ma spinto forse solo dall’adrenalina e dalla smania di conquista post delusione sentimentale”.

    per esperienza personale, quando si fa così, quando si corre come treni, si rischia di finire male.

    cmq, ridò l’assist a Cristian71 😀 dicendo che anche il suo consiglio di provare, ed eventualmente incassare un “no”, è una strada percorribile. meglio saperlo, magari riflettendo sui VERI motivi che ti spingono. è anche una questione tua personale. se decidi che per te vale sempre la pena, fallo.

    più che altro mi domanderei come mi sentirei se un MrX si infilasse nella mia storia in crisi, approfittando dei miei problemi per farsela cn la mia lei. anzi, siccome mi è capitato, ti dico che fa proprio schifo e cercherò di nn restituirlo mai e nessuno. è un comportamento abbastanza subdolo ed ignobile.

  9. 9
    Riccardo Paicher -

    Marshmallow ha ragione su molte cose.L’amore può essere un’illusione, ma anche no. E’ per questo che dicevo che “Dichiararsi spesso è l’unica soluzione”. Credo che in certe situazioni un “no” faccia meno male di tanti “forse”.

  10. 10
    MatteoP -

    Salve a tutti!

    Per prima cosa vi ringrazio per le numerose risposte, grazie davvero.

    Allora.. Una cosa che vorrei precisare è il fatto del buttarmi in una relazione che può sembrare intrigante, come giustamente affermava Spectre. Può sembrare così ma lei, in fondo, mi è sempre piaciuta più della mia stessa ragazza. Però a quei tempi era troppo piccola, io volevo una cosa seria e con lei non era possibile. Ora però è cresciuta molto, ha dovuto affrontare situazioni molto difficili e si vede, visto che con lei sono riuscito ad affrontare argomenti che neanche con alcuni miei amici sarei riuscito anche solo ad accennare. Quindi ora più che mai mi piacerebbe vedere se quel treno che passò 4 anni fa ripasserà oppure no. Spero tu capisca questo mio pensiero. 😉

    Sono d’accordissimo anche sul fatt che provarci ora che è sempre fidanzata sarebbe ignobile, ed è proprio quello che non voglio fare. Voglio soltanto riallacciare un po’ i rapporti e vedere cosa succede. Nella lettera di apertura l’ho già detto, non siamo proprio amici, perché in tutti questi anni, quando lei ha avuto bisogno sicuramente io non le sono mai passato per la testa.. È per questo che voglio avvicinarmi a lei e capire che cosa possiamo diventare: amici oppure qualcosa di più?

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili