Salta i links e vai al contenuto

Problemi sessuali… è normale secondo voi?

Ciao a tutti!
È la prima volta che mi capita una situazione del genere.
È abbastanza imbarazzante da raccontare ma non so più che pesci pigliare.
Sto con un ragazzo da 4 mesi.
Lui ha avuto diverse storie importanti in passato e ha 30 anni.
Io qualche anno in meno.
Il punto è che in questi 4 mesi non c’è mai stato nulla di più rispetto a dei semplici baci e l’unica volta che ha provato a spingersi oltre non è riuscito.
Questa situazione ha portato ad un progressivo allontanamento perché lui non ne vuole parlare e sembra vedermi ormai come una nemica.. Mi tratta con ostilità e indifferenza.

Il punto è che :
1- ho dovuto chiedergli io 2 mesi fa di provare a farlo. Se avessi aspettato lui, niente.
2- non ci è riuscito ma io non gli ho fatto pesare nulla, anzi.
3- non ne parla se non per dire ” non è normale, dopo 6 anni con una persona non è facile, è una questione di testa”
4- non ci ha mai più riprovato.
5- nemmeno preliminari!

Non so veramente cosa pensare.
È un’umiliazione unica dal momento che non ho mai avuto un’esperienza simile e mi ritengo una bella ragazza (a detta di tutti quelli che mi conoscono)
Più persone mi han detto che non è una situazione normale e non ci sono giustificazioni al suo comportamento… Sembra infatti che faccia pesare a me la cosa.. Non a parole ma coi fatti… Sempre freddo, distaccato, a volte manco mi rivolge la parola, quando siamo in auto da soli sembra voglia scappare, non mi invita più a casa sua, se non tento io un approccio lui niente, ha paura quasi a rimanere solo con me, evita il dialogo (soprattutto sul sesso) , si scandalizza quasi se si parla di sesso.
Quello che penso io è che abbia ancora in mente la sua ex e non riesca a cancellarne il ricordo. Questo potrebbe costituire un blocco… Escludo quasi completamente che abbia altre donne…
Ciò che mi chiedo è: è possibile che il ricordo, l’attaccamento ad una persona del passato gli impedisca di avere qualsivoglia rapporto con me?
Il fallimento del suo primo tentativo può aver causato questa serie di atteggiamenti nei miei confronti?
Oppure ha veramente dei problemi seri/complessi e li sfoga su di me?

Ho provato più volte a chiedergli cosa non va, ad andare sull’argomento ma non ottengo la benché minima risposta.
Anzi, più mi avvicino a lui, più si allontana.
Ringrazio tutti per le eventuali risposte.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria:   - Sesso

26 commenti a

Problemi sessuali… è normale secondo voi?

Pagine: 1 2 3

  1. 1
    gio -

    Ciao dianag, già ti anticipo che su questo tema riceverai tante risposte stupide di gente che non conosce il problema, cose del tipo lui non ti ama, oppure a lui piace un’altra o pensa ancora all’ex, oppure cose del tipo che è colpa tua che non ci sai fare, ecc.. voglio subito dirti di non ascoltare questo tipo di cavolate.
    Anch’io quando mi sono messo con la mia attuale ragazza all’età di 27 anni, e prima di lei ho avuto altre storie, ho iniziato a vivere quest’incubo. Fidati, parlo di incubo perchè è veramente così, dopo qualche fallimento nei primi approcci di intimità (dovuti incosciamente alla paura di deluderla, la cosiddetta ansia da prestazione) sono entrato nel vortice di un circolo vizioso da cui non riuscivo più ad uscire, ogni volta che avevamo la possibilità di fare l’amore nella mia testa scattava un meccanismo per cui perdevo tutto l’eccitamente perchè avevo paura di un nuovo fallimento, questo mi portava ad evitare ogni situazione nella quale poteva crearsi l’occasione di un rapporto, la riaccompagnavo subito a casa, evitavo di rimanere da soli in casa, etc.. Ovviamente per la mia lei era frustrante, le tue parole mi hanno ricordato le sue, aveva paura di non piacermi, si dava la colpa, e più lei stava male più anch’io peggioaravo perchè non volevo farla soffrire e quindi ancora di più cercavo di evitare di fare l’amore per non rischiare l’imbarazzo del “fallimento”. Mi chiudevo in me stesso oppure mi compativo davanti a lei. Dopo qualche mese un po’ alla volta ne sono uscito, lei mi ha aiutato molto quando ha smesso di farmi pressioni, ha smesso di dire “proviamo”. So cosa sta vivendo lui, ricordati che lui ti desidera molto e non passa giorno nel qualche non desideri poter fare l’amore con te, ti consiglio di dirgli che non pretendi il rapporto completo, quello che tu vuoi è solo che vi coccolate, e un po’ alla volta prenderà sicurezza spingendosi sempre più avanti fino al rapporto completo.

  2. 2
    diana -

    Lui è bloccato, ma se non ne parlate non troverete mai una soluzione. Devi trovare assolutamente un modo per confrontarvi perchè tutto può essere. Magari pensa ancora all’ex e non riesce a lasciarsi andare o magari tu sei solo un ripiego. Chi lo sa?! Prendilo e risolvi la cosa

  3. 3
    dianag13 -

    x gio:
    non so se può essere la stessa cosa perchè io ho provato più volte a parlarne con lui ma
    1- non mi risponde
    2- dice che tanto noi non abbiamo un futuro, senza alcuna giustificazione.
    3- dice addirittura di non essere innamorato
    4- spesso ultimamente è un continuo offendersi/attaccarsi a vicenda.

    è una situazione difficile da gestire e io più volte mi sono arrabbiata per questo motivo magari appigliandomi ad altri pretesti.
    però il punto è che lui non si fa nemmeno capire.
    prima che ci provasse andava tutto bene, da quel momento sono cominciati i problemi e lui è passato da ” ti voglio bene, non voglio perderti, bla bla bla” a “non siamo fatti l’uno per l’altra”
    ora non so se effettivamente pensi queste cose o le dica solo per eludere il problema e allontanarmi.
    inoltre non posso sapere se questi sono problemi nuovi per lui o preesistenti.
    in 4 mesi non ha mai osato toccarmi il seno, nè si è mai spinto oltre a dei semplici baci.
    io provo un’umiliazione che mai avevo provato prima. come posso continuare a stare con una persona che ormai respinge pure il contatto fisico? come posso parlargli se non mi ascolta e non risponde?

  4. 4
    dianag13 -

    x gio:
    non so se si tratta della stessa situazione.
    io non gli faccio pressioni vere e proprie. gliel’ho solo fatto capire.
    lui evita il contatto, scappa letteralmente, non si fa sentire, si contraddice, ci vediamo sempre meno, mi ignora persino, mi tratta con assoluta indifferenza.

    io spesso mi sono arrabbiata a causa di questo suo atteggiamento e me la sono presa avanzando ipotesi e chiedendogli chiaramente se gli piacciono le donne o meno, se qualche suo amico l’ha condizionato negativamente su di me ,se tiene ancora alla sua ex e che non è normale che non provi mai ad andare oltre e che debba sempre essere io a prendere l’iniziativa.

    gli ho anche detto che non pretendo tutto, ma un minimo di affetto, che più di un mio amico mi ha detto di mollarlo perchè mi sto solo facendo del male.

    so che non sono belle cose da dire ma quando ci si trova davanti una persona che non parla, non risponde, sembra ti prenda in giro e ti usi come una dama da compagnia, non rimane molto da fare.

    inoltre ultimamente da quando ha fallito il suo tentativo le cose sono drasticamente peggiorate.
    mi ha detto più volte che non abbiamo un futuro assieme, che non abbiamo interessi in comune e altre scuse(credo siano tali perchè prima diceva che voleva costruire qualcosa di importante e che mi voleva bene per quella che ero, ognuno cercava di venirsi incontro e andava tutto bene)

    non so se tutti i miei incazzamenti abbiano contribuito a logorare ulteriormente il rapporto(abbiamo avuto 2-3 litigate in 2 mesi), ma mi risulta pressochè impossibile far finta di niente e mandare avanti una situazione a dir poco grottesca.

  5. 5
    gio -

    dianag, la risposta te la sei data da sola quando dici che il suo atteggiamento è cambiato drasticamenti dopo i primi “insuccessi”, se prima diceva di voler costruire un futuro con te non può aver cambiato idea da un giorno all’altro improssivemente. Quello che succede nella testa di un uomo dopo questo tipo di insuccessi è molto complicato da spiegare, però posso dirti che è un po’ come sentirsi un fallito, incapace di possedere la propria donna e per questo incapace di rendere felice la propria donna. A questo punto, ovviamente chi in maniera più marcata e chi meno in base al carattere di ciascuno di noi, succede che tendiamo a dire e a far credere alla nostra donna che non siamo poi così “innamorati”, questo per un semplice motivo: è molto ma molto difficile per un uomo ammettere di aver un problema di impotenza (anche se solo di natura psicologica), e ancora più difficile è parlarne apertamente con la nostra compagna perchè scatta in noi la paura di essere visti da lei come dei “mezzi uomini”, allora piuttosto meglio farle credere che non siamo poi così tanto coinvolti da lei.
    Dianag io penso che se il tuo ragazzo non fosse realmente interessato a te, e soprattutto dopo aver “fallito”, non si sarebbe più fatto vedere, ti avrebbe già lasciata. Se non lo ha fatto è perchè ti desidera e vuole stare con te, il suo ateggiamento per i motivi detti sopra. Dimmi una cosa, lui è riuscito ad ammettere almeno una volta di avere il problema di non riuscire a fare l’amore con te? perchè il primo passo per uscirne, ancora prima di non mettergli pressione e tutto il resto che ti ho scritto nella mia prima risposta, è che lui riesca ad ammetterlo convincendosi che per questo tu non lo vedrai come un “mezzo uomo” ma rimarrà sempre e comunque il tuo amore.

  6. 6
    magirama -

    Ciao. Io penso che il sesso sia una sorta di “motore” che fa funzionare l’amore ma quando si inceppa, va riparato con molta pazienza e soprattutto con la volontà reciproca. Innanzitutto vorrei precisare una cosa, il fatto che tu sia una bella ragazza non significa che automaticamente ti guadagni di diritto il suo desiderio. Allora scusa, se fossi brutta dovresti convincerlo a forza?? Un ragazzo desidera fare l’amore con la propria ragazza perchè l’ama, indipendentemente da tutto, se poi ci sono dei problemi la rifiuta, possa trattarsi di una gnocca stratosferica o un cesso inguardabile. Fidati.
    Io personalmente non ho mai avuto problemi di questo tipo, però penso che possa capitare di avere un calo del desiderio o provare imbarazzo nel fare “cilecca”, siamo umani! Poi c’è uomo e uomo, dipende anche dalla compagna, però penso che in un modo o nell’altro si possa risolvere. Se tu davvero sei convinta che il problema sia suo, mentale, se ritieni che non ci siano altre donne, allora devi cercare di metterlo a suo agio, devi cercare di andarci con dolcezza. Anche se sicuramente ti dispiace devi mettere il sesso da parte per un po’, provare a “stuzzicarlo” il meno possibile, devi proporgli una casta astinenza e guadagnarti la sua fiducia. Se lo ami, è così. Lui sa come si fa, non è sicuramente una questione di esperienza, inoltre si sentirà in soggezione per aver fallito la prima volta con te. Vacci con le molle e apri il dialogo, cerca di farti esprimere le sue perplessità più intime.
    Investi in pazienza e tranquillità, devi metterti in testa che la vostra storia è di fronte a un ostacolo non da poco, ma non esagerare, se vedi che lui è ottuso e che continua con questo atteggiamento codardo e poco virile lascia perdere, lascialo nel suo brodo ed eventualmente cambia aria. Una donna può accettare un fallimento maschile, un vero uomo secondo me deve accettarlo e saperlo superare, con pazienza e dialogo.
    In bocca al lupo.

  7. 7
    dianag13 -

    ho capito quello che volete dire, ma è 2 mesi che provo con dolcezza a stargli vicino…non cambia nulla..
    ha solo ammesso che il suo “fallimento” non è normale, ne ha parlato ma dopo 2 mesi! e perchè sono stata io a chiederglielo.
    il giorno dopo mi aveva scritto facendo finta di niente.

    probabilmente avrebbe bisogno di una donna più matura e sicura di sè.
    io, con una persona così problematica, insicura e tormentata non posso stare, pena annullare me stessa e farmi molto male.

    la mia autostima è caduta a zero.
    nonostante quello che mi dicono gli altri e la mia famiglia. lui avrà pure il suo grosso problema, ma non capisce minimamente che arreca parecchi problemi anche a me. è troppo bello vedere le cose da un solo punto di vista.

    un problema del genere andrebbe trattato da uno psicologo, non penso basti il mio aiuto.
    ma la persona deve anche essere disposta a farsi aiutare.
    se scappa io non posso rincorrerlo a vita.
    gli ho detto quanto è importante per me.
    di più non posso fare.

  8. 8
    gio -

    cara dianag, questa è una scelta che devi valutare tu in prima persona, se ne vale la pena stare con una persona così tormentata oppure se non te la senti e preferisci lasciarla, devi valutare tu in base a quanto lo ritieni un ragazzo con il quale costruire un futuro insieme.
    Una cosa voglio dirti con trasparenza, proprio parlando da persona che ha vissuto questo problema, non accadrà mai che uno di questi giorni..improssivamente..lui venga da te e ti faccia sua con passione come non ha mai fatto fino ad ora, questa possibilità scordatela. E’ giusto che tu sia consapevole che la “guarigione” è un percorso lungo e lento, nel quale si fanno piccoli passi un po’ alla volta, magari con delle vole nelle quali ci si sente più in crisi ed altre meno.
    Quando è successo a me la mia ragazza più volte mi ha chiesto di andare da uno psicologo, io per vergogna non ci sono mai andato, però a differenza del tuo ragazzo avevo il coraggio di ammettere davanti a lei di avere un problema e che avevo bisogno di risolverlo con calma, le dicevo che mi stavo impegando lavorando sui miei pensieri e sulla mia mente, lei ha accettato i miei tempi e i miei ritmi e anche se qualche volta ha pensato di andarsene fortunatamente non lo ha mai fatto…e alla fine insieme ne siamo usciti.
    In effetti mi pare di capire che il tuo ragazzo sia un passo indietro, preferisce ancora negare l’evidenza, forse ti sta dando un po’ troppo per scontata e ha bisogno di una scossa.
    dianag, prima prova a parlargli apertamente, digli che una coppia nel quale manca il sesso è una coppia che non ha futuro perchè l’amore in questo modo è destinato a svanire, e che quindi lui di deve impegnare a risolverlo. se da parte sua vedi ancora un muro allora è assolutamente giusto che tu prenda la tua strada per il tuo bene. Facci sapere come va e se hai bisogno di un cosniglio scrivi pure…in bocca al lupo

  9. 9
    terrona78 -

    Cara dany,

    da cio’ che leggo e da come esponi i fatti io non credo che il suo problema sia solo sessuale.
    Una persona che sostiene di non amarti, che si allontana, che passa sempre meno tempo con te quando in tutti i modi tu cerchi di capire e comprendere e di aiutarlo a modo tuo ovviamente , non puo’ essere cosi riluttante se il suo e’ un problema solo sessuale.
    Io intravedo grande mancanza di rispetto e di considerazione .
    Solo perche’ si hanno delle insicurezze , solo perche’ si ha il timore di fare cilecca , allontaniamo del tutto colei che ci ama??
    Non le facciamo comprendere nulla di nulla scatenando cosi la reazione che mi pare logica a questo punto quella di lasciarlo in pace ovviamente.
    Io credo che lui voglia semplicemente questo e il fatto che piu’ di un suo amico te l’abbia detto vuol dire tanto cara dany.
    Le continue umiliazioni ti hanno resa debole e anche meno appetibile ai suoi occhi ma stai pur certa che se da parte sua ci fosse un pizzico di affetto lui non agirebbe e reagirebbe cosi.
    Lascialo stare, lascialo in pace si matura tu al posto suo e fatti rispettare lui non lo sta facendo di certo.
    La comunicazione e’ tutto in una coppia ..ma nella vostra non v’e’ men che minima ombra tu da sola non puoi fare per due.
    Essere dolci e pazienti va benissimo soprattutto se ci tieni , ma in questo contesto lui non ha dato nessun cenno di volerti venire incontro chi non si apre , non apre neanche il suo cuore, chi non comunica e’ perche’ non vuole farlo se solo ci tenessi ti avrebbe comunicato anche a stento qualsiasi cosa.
    Lascialo in pace , vivi la tua vita e se dovesse tornare magari ne riparlerete sempre se anche lui sara’ cresciuto un po’ per avere un rapporto fatto di sincerita’ , senza mezzi termini e scadenti atteggiamenti che fanno solo intravedere la sua fuga da te nient’altro.

  10. 10
    Giorgia -

    Io sto vivendo la stessa identica situazione.

    Ci conosciamo 4 mesi fa, ci piacciamo, passiamo bei momenti insieme, per vederci viaggiamo molto perchè abitiamo in due Paesi differenti. Una fatica prendere l’aereo ogni 2 settimane ma lo facevo con piacere, avevo voglia di passare il mio tempo con lui e mi sembrava che il sentimento fosse reciproco.

    Il sesso mai andato bene…anzi mai andato. Cercava l’intimità lui, cominciava ma praticamente mai concluso nulla. Non riusciva neanche ad avere un’erezione. Nonostante questo e nonostante il fatto che mi fossi resa conto che ci potesse essere un problema ho voluto continuare a vederlo. Mi piaceva tanto e sentivo comunque la sua attrazione nei miei confronti. Credevo fosse questione di tempo.

    Improvvisamente, dopo l’ultima notte passata insieme, piuttosto deludente ma voluta per l’ennesima volta da lui, mi dice che non è innamorato di me e che sebbene gli piaccia molto è meglio se rimaniamo buoni amici perchè se lui non è innamorato non riesce ad avere rapporti sessuali.

    All’inizio ho pensato fosse colpa mia e che non fossi attraente abbastanza anche perchè del fatto che lui possa avere un problema che non dipende da me ovviamente non si è mai parlato, adesso inizio seriamente a credere che lui ritenga questo problema insormontabile e che quindi piuttosto che chiedere per aiuto preferisca rimanere in questa situazione.

    Di fatto dopo 4 mesi di viaggi per vederlo la conclusione è che io credo di essere molto presa, gliel’ho anche detto ma non c’è alcuna risposta da parte sua e dopo vari tentativi credo che la soluzione migliore sia lasciarlo stare, non si può aiutare chi rifiuta il tuo aiuto.

    Io ero disposta ad affrontare questa cosa con lui ma sono stata allontanata. Non si può dare aiuto a chi nemmeno ammette di averne bisogno. La donna che sta con te non è una nemica e se sta li ancora al tuo fianco meriterebbe un pò di fiducia. Io ho deciso di desistere. Ero lì per lui ma mi ha detto no.

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili