Salta i links e vai al contenuto

Ogni tanto vorrei prendere a testate il muro

Lettere scritte dall'autore  

Perché? Perché per quanto non sia la situazione peggiore del mondo o della mia vita non riesco a venirne fuori. Scrivo praticamente una volta a settimana su questo blog. La situazione peggiora giorno dopo giorno. I periodi bui sono sempre più lunghi e sempre più scuri.. e so per certo che ogni settimana scivolo uno scalino più in basso.
Perché? Non so.. non ho amici, non ho una relazione e studio qualcosa che non mi piace. In passato ho sofferto di anoressia e solo chi l’ha provata capisce come questa sia nemica delle amicizie e delle relazioni sociali ed amica delle insicurezze.
Non ero io, quella persona che per due anni ha sotterrato tutto il marcio che c’era in me in una relazione che poi, come un terremoto è finita e ha fatto riemergere tutte le scorie che avevo nascosto.
Tutti i problemi accantonati che prima procrastinavo sono tornati decuplicati e non dispongo dei mezzi per risolverli. forse ho sperato troppo a lungo di non incapparci più ma alla fine i nodi vengono al pettine e nella vita si paga tutto.
Quello che posso fare ora è solamente un mea culpa per tutta questa marea di tempo passato a gettare le giornate come spiccioli in fondo all’oceano. ricodi che vado a ripescare di tanto in tanto e mi rendo conto che l’abisso che mi separa da essi è sempre più profondo..
Piu ci penso a tutto questo e più è come se, infossato nelle sabbie mobili, mi dimenassi inutilmente..
L’amarezza che mi tengo dentro e che vedo negli occhi dei miei genitori che mi chiedono se esco con degli amici, se ne ho.. che mi vedono annoiato ogni volta che torno a casa (studio in una città lontana da dove sono nato) , a passare le serate davanti alla tv quando non vorrei essere in nessun altro posto. Come posso ricominciare a vivere quando non riesco ad essere positivo nemmeno nei miei confronti, a non sentirmi accettato da nessuno perché tutte le amicizie che avevo prima si sono dissolte nel nulla ed io non ho fatto nulla per mantenerle. quando non riesco a costruirmene di nuove. Quando vedo le persone che organizzano serate in discoteca e si divertono quando io potrei andarci si e no solo con un’amica che in fin dei conti è tutto quello che mi è rimasto. E l’estate avanza.. mentre prima non mi ponevo il problema ora conto ogni istante che passo in solitudine immaginando quali persone vorrei che fossero rimaste e quali invece vorrei conoscere per rendere la mia vita un po’ più degna di essere vissuta.. e non passare giornate intere a sbuffare.. a voler dare testate contro un muro.

L'autore ha scritto 28 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

40 commenti

Pagine: 1 2 3 4

  1. 1
    Never -

    Caro amico, ho letto la tua lettera e sotto certi aspetti mi ritrovo. Sentirsi cmq diversi dagli altri è già difficile, quando poi ci si mettono pure le delusioni…Sul fatto delle amicizie io penso che potrebbe essere un periodo. Spesso le cose cambiano in maniera repentina e non è detto che se oggi va male, domani sarà uguale. Io non ho mai sofferto di anoressia ma immagino sia un bel problema però credo che se una persona ti ama passa sopra tutto. Inoltre dopo una delusione d’amore siamo più fragili e questi problemi si acuiscono. Come dicevi tu, stando con la tua ex avevi appianato i problemi. Tu dici “nascosto” e forse in parte hai ragione…ma solo in parte, Perchè come prima li vedevi magari in maniera fin troppo ottimistica e li avevi accantonati, ora è il contrario e sei oltremodo pessimista (comprensibilmente). La verità sta forse nel mezzo. Anch’io sto sopportando una delusione d’amore, lasciato dopo 3 anni dopo aver amato davvero molto, e noto che il pessimismo fa vedere tutto più buio e mi creo un sacco di problemi,dubbi e domande. Quindi ti capisco bene…facciamoci coraggio che arriveranno tempi migliori.

    “La notte è più scura subito prima dell’alba. Ma io vi assicuro che l’alba arriverà presto!”
    -Batman.Il Cavaliere Oscuro

  2. 2
    jonnyno -

    grazie @never..è vero, puo essere che sia presente anche una componente esageratamente pessimista..e a dire il vero non ci avevo ancora pensato..nonostante tu abbia espresso pochi concetti nella tua risposta devo ammettere che sei stato chiaro e mi hai aiutato ad aprire ulteriori spunti di riflessione..anche se in realtà la solitudine non la sperimentano tutti e io non avrei comprensibilmente voluto trovarmi da solo in questo periiodo della mia vita che invece dovrebbe essere fatto di risate e serate passate in compagnia degli amici..è stato cosi prima di conoscere lei, poi a causa di quella relazione ho perso tutto.
    e ora da un anno a questa parte sono solo, abbandonato da amici che ho perso. con veramente poche possibilità di fare nuove conoscenze e la paura di non riuscire piu ad innamorarmi

  3. 3
    Never -

    Anch’io mi sento un po’ solo ultimamente ma in tutta onestà per me dipende molto dalla separazione con la mia ex perchè amici ne ho, non tanti ma ne ho. Anch’io ho un piccolo problemino di salute (non grave come il tuo) e cmq anche a me lei ha dato molto…per questo ti dico che se c’è amore ci si passa sopra. Sul fatto di riinnamorarsi sono sincero, non è facile trovare la persona giusta in questa società dove i valori si sono più o meno azzerati…ma sono anche cose che si dicono. Io dopo la prima delusione pensavo di rimanere solo e poi ho conosciuto lei. Ora sono di nuovo solo ma non è detto che lo sarà sempre. Inoltre non credere che cmq siano tutti felici in giro,abbiano decine di amici, storie, amori folli e bellissimi e zero problemi. Più mi guardo intorno e più mi sento cmq fortunato perchè almeno nelle mie idee sono coerente e cerco di essere felice con poco. La realtà che vedi fuori è spesso solo apparenza…uscire con 100 persone a una festa che non conosci, è più o meno come stare a casa. Personalmente non ho mai conosciuto ne visto conoscere molto in quelle occasioni. Secondo me bisogna ricercare posti con interessi comuni dove iniziare qualche rapporto (palestre, a scuola, circoli, gruppi,corsi ecc). Per cui ti dico, secondo me lascia un po’ tempo al tempo mettendoci cmq anche un po’ di intraprendenza questo è ovvio!

  4. 4
    jonnyno -

    vedi @never..io e te condividiamo gli stessi ideali, e molti altri la pensano come noi..non è facile trovare una persona che abbia dei sani principi in questa società..e la cosa mi spaventa molto..se da un lato sono stufo di stare da solo, dall’altro mi rendo conto che è meglio cosi..perchè persone prive di una morale e di maturità in questo momento non le voglio al mio fianco.
    il mio problema di anoressia è stato superato grazie a dio..e solo chi prova questo tipo di esperienze sa cosa voglia dire. come certe malattie ti privino della capacità di ragionare, ti facciano soffrire tremendamente per qualcosa che anche tu ti rendi conto che non c’è ma che la tua mente si costruisce per proteggeti da non si sa quale pericolo.
    è assolutamentte vero che per conoscere delle persone bisogna avere interessi comuni come magari fare un corso di qualcosa, iscriversi ad una associazione..ma non so perchè non ho ancora trovato il coraggio di farlo.perchè come un codardo sto li ad aspettare che le cose accadano per la paura di non riuscire ad accettare un ipotetico fallimento.sono cosi stufo del mio carattere da senza palle che non so piu cosa fare..l’unica volta che mi sento di aver fatto qualcosa che in pochi sarebbero riusciti a fare al posto mio e nelle mie condizioni è stata vincere la mia malattia.
    io ho 22 anni, tu? raccontami la tua esperienza, come ne sei uscito e cosa hai fatto per uscirne, te ne sarei grato.

  5. 5
    Pupa -

    Anche io sai, ho passato anni a deprimermi, a chiedermi perchè non avessi amici, a voler vedere il marcio negli altri forse per cercare di sentirmi meglio nella mia solitudine, poi ho detto ma perchè non provare, io stavo ferma senza fare nulla aspettando che le cose cadessero dal cielo, allora mi sono iscritta in palestra, un piccolo passo, ma per me gigantesco.
    Lì, dopo poco tempo, ho conosciuto una ragazza, ora siamo diventate inseparabili amiche, e sai che c’è? Quando vedo un ragazzo, io mi ci butto, lo vado a conoscere, al massimo mi prendo un 2 di picche non è un problema, il problema vero è tornare a casa a pensare “se avessi fatto questo, la mia vita sarebbe diversa, se avessi fatto quell’altro, chissà adesso dove sarei” non aspetto più gli altri, i treni passano, le occasioni anche.
    Dobbiamo veramente capire che bisogna USCIRE dal guscio per cambiare le cose. Perchè certe cose veramente cambiano e fanno la differenza.
    Certo, i momenti bui ce li ho ancora, sono una pessimista di natura, ma almeno mi sforzo e la vita adesso è meno dura.
    Un bacio!

  6. 6
    Never -

    Ciao, io ho una decina d’anni più di te, 31.
    Mah, la mia esperienza è piuttosto comune in realtà. Sto soffrendo per una delusione d’amore. Sono stato lasciato dalla mia ragazza dopo 3 anni e passa di relazione piuttosto intensa. Da un giorno all’altro con pochissimi segnali ha iniziato a dirmi che qualcosa in lei era cambiato, mi ha chiesto una pausa per riflettere e poi mi ha lasciato 🙂 E dire che quella innamoratissima era lei, io un po’ meno all’inizio perchè di solito valuto bene prima di “lasciarmi andare”. E poi quando sembrava appunto tutto perfetto e iniziavo a crederci veramente è arrivato il fatidico “non ti amo più”. Sono passati 3 mesetti ma la delusione è ancora forte…

    Cmq ti metto qua il link della mia lettera, se hai voglia di leggerla 🙂

    http://www.letterealdirettore.it/amore-finito-come-tanti/

    Cmq quello che tu definisci “carattere senza palle” può essere anche timidezza, io per esempio lo sono anche se non eccessivamente. E’ che la società in cui viviamo ci condiziona..”ma si, buttati! nella vita bisogna buttarsi!”..”sbatti la testa e poi vedi che impari!”…”bisogna provare tutto nella vita, non accontentarti!”. Tutte cavolate.
    Purtroppo non ci si sa più accontentare. Che poi non dico stare con una persona che non sopporti o con cui sei incompatibile…ma quando trovi una persona brava, che ti fa stare bene , ti piace…va bene, accontentati anche un po’. Non si può ricercare sempre il meglio, il modello perfetto…eh invece…
    Tutto questo credo sia dovuto anche al troppo benessere. Ora ti dico una cosa forte…secondo me anche la troppa salute fa male e non dico sei\siamo fortunati a soffrire, ma di sicuro sapere che anche la salute e la vita stessa sono precarie aiuta a maturare e a non sentirsi onnipotenti per poi cadere miseramente. Conosco persone sanissime di salute che addirittura loro malgrado (e non sono stupide o cattive bada bene) prendono quasi in giro chi sta male…”mah si, sempre male stai! Tutte fisse mentali! esci e vedi che passa tutto!”. Non sapendo da ignoranti che certe malattie sono molto complesse. Anche il troppo benessere e sicurezza di se possono essere dannosi in modo molto subdolo. Per cui l’unica è cercare di stare tranquilli, metterci un po’ del proprio cercando di superare un po’ la timidezza e lasciare anche accadere un po’ le cose. Almeno io la penso così 🙂

  7. 7
    JoeQuinn -

    La solitudine ti toglie molto; ti toglie anni che nessuno ti ridarà.
    Ciò che fa più arrabbiare dell’esser soli è il pensare; anzi è l’esser sicuri di essere al mondo l’unica persona ad essere sola.
    E in fondo è vero: ogni persona sola è unica, estranea, negativamente speciale, orribilmente diversa.
    Chi è solo… si limita unicamente a vedere chi non lo è… gli altri Soli, non esistono.
    Ogni persona che si sente Sola, è Sola a modo Suo.
    Non c’è consolazione nel fatto che anche altri lo siano.
    Questi altri non esistono.
    Le persone se ne vanno.
    L’amicizia è una foglia: Nasce di un verde brillante e dolce, vive di un verde intenso che sembra immortale.
    Poi sbiadisce, diventa rossa, gialla, bruna. Poi si stacca da ciò che la nutriva, si secca. Tutto finisce.
    Le persone se ne vanno e con loro l’amicizia di un tempo.
    Ma un saggio che non ti cito recita “Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascon i fior”
    Sii forte, tutto passa; anche questo passerà.
    Un passo per volta…
    Forse anche in uno stupido sito puoi trovare un po’ di conforto e qualche parola che ti facciano sentire meno solo.

    Con Empatia.

  8. 8
    jonnyno -

    grazie per le vostre risposte.
    @pupa, secondo me dipende molto dalla persona e personalmente non ci credo molto..magari alla disperazione piu totale ci proverò anche io e andra bene e mi pentirò di non averci provato prima.
    @never..ho letto la tua storia e anche tutti i commenti, mi sembri una persona davvero matura che ha affrontato il distacco con molta serietà ed una freddezza davvero invidiabile.anche io all’inizio avevo scelto il silenzio ma di tanto in tanto mi prendeva il matto di scriverle e alla fine cosa ricevevo?solo pugnalate..
    si..è quello che mi chiedo ogni maledettissimo giorno,perchè una persona che fino a poco tempo prima ha detto che avrebbe passato tutta la sua vita con te poi all’improvviso smette di amarti? io non l’ho mai provata questa situazione e purtroppo quello che mi è capitato mi ha portato a diffidare completamente delle persone.. posso dire che questa cosa mi ha segnato a vita..e non trovo ancora soluzione a questo mio problema per quanto psicologi e consigli abbiano potuto fare.
    condivido la tua opinione secondo cui chi nella vita ha dovuto affrontare delle difficoltà è piu maturo degli altri.le difficoltà sono periodi di crisi e la crisi significa anche cambiamento e crescita..io sono contento di aver avuto l’anoressia perchè mi ha fatto maturare(rimango sempre ancora un po infantile nei modi e lo riconosco) come anche questa esperienza mi ha fatto maturare. certo dovrò ripartire da zero ma sarò una persona migliore, i ricordi e le esperienze ci rendono quello che siamo..
    io per il momento mi posso dire tranquillo, spero di conoscere la persona giusta il prima possibile e spero che sia disposta a sopportare tutti i miei difetti.

  9. 9
    Pupa -

    JoeQuinn hai detto delle cose che mi hanno toccato profondamente, quanto è vero! Sei un poeta tu..
    Jonnyno, è ovvio dire che quando una persona vede tutto nero, qualsiasi cosa tu gli possa dire non cambierà mai niente, quando c’è quel buio che ti chiude, ti soffoca, tu vorresti uscirne ma non puoi, quasi sei insensibile non ti tocca niente.
    Arriverà però quel giorno quando incrocerai lo sguardo di un’altra persona e le cose cominceranno a rifiorire dentro di te, la cosa bella della vita tutto sommato è che domani è un altro giorno e magari dal nulla tutto può cambiare, evolversi.
    In questo ci devi credere. Devi credere in te stesso perchè sei l’unica persona importante con cui passerai la vita.

  10. 10
    jonnyno -

    @Pupa, lo so..io so che prima o poi risorgerò.sono arrabbiato pero perche in questi anni non sto avendo la vita che ho sempre desiderato e che mi ha marginalmente sfiorato.
    il fatto di non avere piu una persona da amare, da guardare prima di addormentarmi, da accudire, il fatto di sapere che c’è una persona che non vive senza di te..è quello che mi manca..voglio una persona da amare e tornerò a sorridere alla vita.
    sono stufo di svegliarmi ogni giorno e pensare a lei..certo magari lo faccio ormai automaticamente.. sono un ragazzo (a detta di ragazze) anche carino..mi curo nell’aspetto e nel vestire..sono di famiglia benestante e penso che se conoscessi solo qualche persona in piu non avrei avuto difficoltà a rimpiazzare quella str…
    ma mi chiedo.. perchè non conosco qualche persona in più?
    perchè sono cosi solo?certo..certi motivi ci sono..ma non mi merito tutta questa solitudine.

Pagine: 1 2 3 4

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili