Salta i links e vai al contenuto

Ho perso la mia anima

Ebbene si, anche io mi aggrego al club delle persone deluse di questo mondo. Sono solo. Perennemente solo. Solo come una piccola nuvola che attraversa il cielo limpido d’estate. Solo come un unico pesce dentro la palla di vetro. Ma non sono stato sempre solo. No. Ho avuto le mie amicizie, i così detti migliori amici, il gruppetto di amici dove la sera si usciva nei pub, si andava in discoteca anche se le odio, oppure rinchiusi dentro casa per guardare un film o più semplicemente le partite della squadra del cuore. Con me c’era sempre lei, la mia donna, la mia dolcissima prima ed unica donna che volontariamente ho lasciato. L’amavo. L’amavo troppo ma come ogni azione compiuta c’è sempre una domanda… Perché l’ho lasciata? Perché l’asciare una persona che si ama dopo averci condiviso tutta la mia vita, la mia passione il mio corpo, la mia anima, la mia gioventù? Una sera mi hanno drogato e mi hanno portato con un travestito. Mi hanno registrato e poi mi hanno sputtanato per tutto il paese. All’inizio non capivo cosa succedeva, ma gli amici mi evitavano, la sera non chiamava più nessuno, ed io non capivo perché. Col tempo le battute della gente e certe confessioni esplicite mi hanno fatto arrivare a questa cosa. Ogni giorno persone nuove si postava a me con fare ambiguo. Poi un giorno qualcuno parlò.. mi disse chiaramente cos’èra ma non volle aiutarmi e sparì per sempre negando sempre tutto. Una sera confessai alla mia donna questa cosa fra lacrime paura e disperazione, ma lei non credeva affatto ad una cosa del genere anche perché insieme eravamo molto affiatati.. Ma il mio carattere cominciò inevitabilmente ha cambiare. Un giorno dissi a lei che non l’amavo più.. Mentivo!!! ma alla fine l’ho fatto per lei. Ogni volta che uscivamo c’era sempre il cretino che emanava la sua buona dose d’ignoranza e questo mi mandava in bestia così per evitare sceneggiate in pubblico o di farla rimanere di rimanere segregata in casa, la lasciai. Gli ho voluto dare la libertà di vivere lontano da me, perché lei ancora giovane e bella, tornasse a vivere una nuova storia d’amore. La vera fortuna è che lei non è del mio paese così so che ora è nel suo paese. Ma quanto mi manca. Quanto mi manca la mia vita.. la mia vecchia vita. Ora sono passati 8 anni da quel giorno.. ho cambiato lavoro nuova gente ma una cosa non è cambiata. La mania della gente che sa e che divertita non fa che sputtanarmi giorno dopo giorno. Ora sono adattato a come reagire. essendo solo non li calcolo.. evito le loro frecce con uno scudo chiamato forza. Ma sapeste quando desidero uscire con la gente seria, andare in un locale per mangiare una pizza, conoscere una donna tornare ad amare a respirare a vivere. Risalire da quest’apnea che giorno dopo giorno mi attrae verso il basso. Ma sento che da solo questo non è possibile. Ho perso la fede, l’amore certo che avevo l’ho abbandonato, anche se ogni tanto prego che tutto questo sia solo un incubo!!! Ma ogni mattina mi sveglio e sento sempre la mia anima più persa. Sempre più sola, senza una voce per chiamare aiuto.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Me Stesso

15 commenti a

Ho perso la mia anima

Pagine: 1 2

  1. 1
    Zoa -

    Ma questi famosi amici che ti hanno fatto questo scherzo assurdo come si sono giustificati?

  2. 2
    io_Alex -

    Ti sfottevano facendoti passare per gay in tutto il paese, uno scherzo troppo pesante a mio giudizio ma che fa dedurre che coloro ai quali hai riposto fiducia considerandoli amici, non lo erano affatto. Anche perchè se tu fossi gay non ci sarebbe niente di male, conosco omosessuali e alcune di queste persone sono migliori di me nonostante il loro orientamento sessuale. Ma chiudiamo questa parentesi che tutto sommato suscita il ridicolo, pensare che alle soglie del 2011 c’è chi ancora prende in giro i gay per una condizione che non hanno scelto, fa capire quanto la nostra civiltà “medievale e omofobica” sia rimasta nei limiti dell’ignoranza.
    Ti stimo per la forza con cui hai affrontato la situazione, io mi sarei vendicato in mille modi che alla fine sarebbero venuti a chiedermi scusa supplicando una tregua.
    Hai permesso che il giudizio della gente ti facesse perdere la persona che amavi, grosso errore perchè nonostante tutto la gente troverà sempre e comunque qualcosa di cui chiacchierare o spettegolare, spesso nel loro immaginario ingingantiscono una storia il cui racconto susciti più scalpore in chi l’ascolta. E si sà, il passaparola…di bocca in bocca una piccola fiamma diviene un incendio indomabile.
    Fottitene di quel che pensa la gente: è la TUA vita, goditela! Se la vita nel paese in cui vivi è divenuta insostenibile, cambia città. Rifatti una compagnia seria che apprezzi chi sei realmente e non ti consideri per il giudizio indegno che la gente ha su di te. Ricordati sempre, ma credo tu l’abbia già capito, che le amicizie degne di rispetto sono quelle che giudicano la persona dopo averla frequentata e conosciuta; è totalmente stupido etichettare una persona secondo il parere di persone che neppure ti conoscono.
    Buona fortuna e buon natale!

  3. 3
    colam's -

    bah, al posto tuo emigrerei e taglerei i ponti… che roba…

  4. 4
    LosingMySoul -

    Grazie infinite per il vostro intervento. Un grazie particolare ad Io_Alex, il quale ha
    capito bene la situazione in cui mi trovo. Io nella mia vita non ho mai deriso una
    persona orientata sessualmente, ne me ne sono mai fregato di quello che facesse,
    infondo una persona se è felice in quel modo perchè vietargli questa felicità. Non
    ho mai tradito un amico. MAI. Sono sempre stato colui che metteva tutti d’accordo
    che si abbassava a compromessi, che preferivo andare in posti che abitualmente
    non frequento piuttosto che starmene da solo. Come le discoteche i rave, posti
    che non mi sono mai piaciuti ma alla fine gli amici sono gli amici. Non ho mai
    tradito la mia donna anche se ne ho avuto l’occasione. Ho sempre lavorato
    condotto una vita serena tranquilla equilibrata. Non capisco però perchè farmi
    questo torto. Non capisco perchè il fato, il karma, Dio, mi ha dato questa
    punizione mettendomi al fianco di persone maligne. Non voglio essere di parte,
    ma non lo merito. E sentivo che nemmeno la mia donna meritava una tortura così
    grande, vedere il proprio ragazzo deriso umiliato e talvolta piangente senza un
    perchè. Poi un giorno ho deciso di raccontargli tutto, ed un giorno, visto che le
    cose non cambiavano l’ho lasciata. Ho lasciato il mio vecchio lavoro per cercare di
    respirare ma poco dopo il passa parola inevitabile, si è ripresentato.. Il mio
    futuro? Già preventivato che come vendo casa, me ne andrò via da qui cercando
    fortuna altrove… Non so mai se riuscirò a trovare la donna della mia vita come
    non so se riuscirò a trovare degli amici. So solo che da quì me ne voglio andare..
    Rispondo a Zoa. Gli amici come si sono giustificati? Nulla semplicemente fanno il
    loro gioco. Mentono. Non ho messo nessuno con le spalle al muro. Me ne sono
    stato pacifico nel mio spazio del dolore ma se avessi seguito il mio istinto l’avrei
    fatta grossa facendogliela pagare.. Sono una persona pacifica e pochi come me
    avrebbero reagito come ho fatto io. infine colam’s, grazie davvero solo per esserti
    fatto vivo.. Hai detto bene… che roba!!! Che dio vi benedica tutti e BUON NATALE..

  5. 5
    Zoa -

    Sono davvero senza parole, credo che la tua intelligenza ti abbia salvato, sento spesso storie di persone che di fronte a situazioni simili arrivano a fare anche gesti folli dettati dalla disperazione, perché davvero una persona non riesce a vivere serenamente, ma tu sei un bellissimo esempio di forza e saggezza..credo davvero e purtroppo che sì..l’unica via d’uscita sia cambiare semplicemente aria, amici e tutto il resto..sarà difficile, nessuno lo mette in dubbio, ma basta che resti così come sei, trasparente e vedrai che tutto si aggiusta..i percorsi sono lunghi e tortuosi ma arrivano sempre ad una meta e quando troverai quella che più ti si addice allora sarà il momento di fermarsi e di ricominciare una nuova vita..hai lasciato questa persona per il troppo amore ma chissà che ritrovata la serenità tu non possa ancora ritrovare e riscoprire l’amore, tu hai fatto questa scelta e la comprendo ma permetti a chi ti ama veramente di darti un aiuto, in due le fatiche si superano meglio, dai questa possibilità a quelle poche persone che non ti hanno tradito..e se ti senti solo noi siamo qua..

  6. 6
    LosingMySoul -

    Grazie Zoa.. Sei davvero un angelo con il tuo parlare. Credo davvero che nel
    mondo esistano persone intelligenti e allo stesso tempo cordiali e buone
    consigliere e tu ne sei un esempio. Sai di gesti folli ne ho pensati tanti, arrivare a
    farla finita troncando di netto la mia disperazione le mie angosce la mia vita, ma
    qualcosa mi ha suggerito di tirare avanti, di non dare troppo peso a questo
    problema perchè alla fine nel mondo c’è sempre chi sta peggio di me e farlo,
    sarebbe stato un insulto per colui che destinato alla morte certa, quando invece
    vorrebbe vivere. La mia donna oramai non c’è più ed è inutile ritentare con lei un
    approccio. L’ho fatta soffrire quando l’ho lasciata distruggendo ogni suo sogno
    ogni progetto che insieme abbiamo progettato. Spero solo che lei ora, versi
    lacrime di gioia e che non pensi mai più ai 13 anni passati insieme. So che non è
    così ma prego Dio che le faccia dimenticare me e tutta la nostra storia. Ora come
    detto precedentemente, cerco di vendere la casa che ho comprato per vivere con
    lei e appena concluso mi trasferisco in un posto ancora da trovare. l’unico
    ostacolo è il lavoro. La speranza ora è quella di trovare un qualsiasi lavoro il
    quale mia dia poi la facoltà di potermi mantenere. Il lavoro che ho è magnifico
    anche se diviso nei tre turni settimanali, ma io lo svolgo con piacere oltre che con
    entusiasmo. So già che presto lo dovrò lasciare se voglio tornare a vivere e non
    mi preoccupa il fatto di trovare qualsiasi lavoro, l’importante ora è tornare a
    vivere. Grazie di cuore angelo Zoa.

  7. 7
    Zoa -

    Io invece credo e spero che lei non dimentichi i vostri 13 anni insieme, anche perchè le hai raccontato tutto e sa benissimo cos’hai fatto per lei, o meglio, cos’hai deciso per lei..credo sempre che in quel caso tu dovessi lasciare a lei la facoltà di decidere, come si dice ” nella buona e nella cattiva sorte ” ok non eravate sposati ma non è certo un contratto che rende una coppia valida o meno valida..
    Volevo solo farti una domanda, ma in tutto questo tempo non sei davvero riuscito ad avere piu’ nessuna donna vicino? Ti sei chiuso totalmente al mondo? Perchè davvero la tua storia narra di una solitudine così totale…non accenni alla tua famiglia o forse mi è sfuggito..

  8. 8
    losingMySoul -

    Ciao ZOA.. Rispondo volentieri alla tua domanda. A 2 anni dalla rottura con la mia
    ex, non mi sono dato molto da fare. Si ho conosciuto un paio di ragazze, ma non
    del mio paese. Tutte storie di poco conto e che non sono mai durate tanto. Io
    pensavo spesso alla mia ex e questo mi demotivava nell’approfondire il nuovo
    rapporto. Inoltre la poca voglia di uscire, non mi ha mai dato modo di frequentare
    posti per poter conoscere nuove ragazze. E poi con chi ci vado? Da solo non se
    ne parla, non riesco ad uscire per intrufolarmi in un pub come un anima in pena.
    Ho provato si. Sono uscito da solo vagando per le strade di una città vicina. Mi
    sentivo come un turista nella mia zona. Ma il non conoscere nessuno mi metteva
    l’angoscia. Quindi preferisco starmene a casa. Come per il natale. Tutti che si
    riuniscono nelle case per fare le serate in compagnia, giocando a carte o a
    tombola o a qualsiasi gioco. Alla fine si riuniscono mentre io come altre persone
    lo passerò come negli ultimi due anni. Solo a casa ricordando i bei natali che
    passavo con la mia ex. Ricordo che erano natali molto movimentati gente
    ovunque il caos più totale. Musica, brindisi, balli, abbracci, carezze, per finire poi
    insieme a fare l’amore. Il natale di due anni fa l’ho passato insieme al pianto.
    Credo sia stato il natale più triste della mia vita. Quello dell’anno scorso già meno
    pesante ma pur sempre vissuto da solitario. Quello di quest’anno sarà uguale o
    simile a quello di due anni fa non so.. ancora deve arrivare, ma sono convinto che
    non sarà un bellissimo natale. I miei non sanno nulla, non ho raccontato nulla e
    non racconterò mai niente di questa mia disavventura. Non voglio dargli un peso
    così grande. Basto io per soffrire. So solo che spesso mi chiedono se ho
    conosciuto una ragazza o se esco e via dicendo. Adotto la bugia per non farli
    stare in pena, ma so di mentire alle persone che mi sono vicine e questo mi
    deprime molto. Vorrei poter organizzare un natale con tutte le persone che si
    sentono sole, con tutte quelle persone che non trovano più amicizie o fortuna nel
    mondo. Inventare una serata per poterci ritrovare tutti assieme e sono convinto
    che saremmo in tanti. Ma è solo un utopia. Il solito inutile sogno e non mi rimane
    altro da dire a voi tutti BUON NATALE. Meno 2. Grazie Zoa.

  9. 9
    Zoa -

    Buon Natale a te, credo che sia davvero la festività più crudele dell’anno perchè costringe le persone a ricordare il loro dolore per forza, tutto questo sperperare, dover fare qualcosa o riunirsi quando c’è un anno intero per farlo ma mai nessuno ci pensa..
    La mia fortuna è quella di lavorare tanto in questo periodo..per me questo è il primo Natale senza di lui, sì ho i miei amici, ma quando la testa è un pò ballerina. sarà una bella prova del nove, che credo però di poter affrontare..sei una persona forte e credo che la strada ormai per te non può che essere solo in salita..piu’ faticosa se vuoi, ma in alto si sta meglio..auguroni di cuore, sei già meno solo adesso..un abbraccio..

  10. 10
    LosingMySoul -

    E’ crudele se non la si vive come si dovrebbe, ma è fantastica se la si può vivere
    con intensa armonia, amicizia e spirito natalizio. Sul fatto dello sperpero sono
    d’accordo.. Gente che si accalca per comprare cose inutili all’ultimo momento,
    forzata nell’acquisto e talvolta con l’ingegno della prima cosa che capita e si anche
    sul fatto che c’è un anno.. 12 mesi.. 365 giorni per poter stare insieme senza la
    scusa del natale o del capodanno o di chissà quale festa che ricorra al richiamo
    delle “vecchie amicizie”. Per il resto, sappi solo che tu avendo degli amici, potrai
    sicuramente disimpegnare la mente e il corpo dal pensare al tuo lui. Anche se gli
    attimi cruciali si presenteranno, vedrai che ci sarà una persona vicino a te che ti
    darà modo di pensare meno a colui che per chissà quanto tempo è stata la tua
    metà. Passa il natale fuori, divertiti, fai le cose che vuoi, asseconda tutto e tutti
    perchè solo così riuscirai a fare la stessa mia salita. Quella salita che va in alto e
    dove si sta meglio.. almeno spero… La certezza è che tutto prima o poi, passa..
    Grazie ancora Zoa.

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili