Salta i links e vai al contenuto

Qualcuno deve pur perdere

  

Ho perso, l’ho già scritto tante volte, ma la consapevolezza di ciò continua a farmi male. Ho perso forse per sfortuna, forse per incapacità, demerito, mancanza di impegno. Forse no, ho perso solo perchè chi ho avuto davanti è stato più cattivo, una ex moglie prima ed una pseudo compagna dopo. Anche stasera, riflettendo con qualcuno a me tanto caro, mi rendevo conto una volta di più di quanto sia fermo al palo oramai da mesi. Il rancore non passa, io non sono capace a perdonare e sono anche stanco di sentirmi dire che solo perdonando starò meglio. Io non ho fatto male a nessuno e loro lo hanno fatto a me, perchè perdonare.
Ho perso e vivo giornate di squallida inerzia, di respiri involontari e di funzioni vitali necessarie. Mi vergogno a parlare così pensando a tutti coloro che lottano per la vita e magari la perdono senza possibilità di replica. ma io volevo solo “il minimo sindacale”, una moglie che mi aspettasse a casa la sera insieme alle mie figlie, poi una compagna che comunque la sostituisse dopo la sua partenza. Niente, non s’ha da fare, questa è la mia vita, non ho più voglia di lottare e cercare qualcosa che non c’è.
Qualcuno deve pur perdere

L'autore ha scritto 49 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

4 commenti a

Qualcuno deve pur perdere

  1. 1
    Ema -

    Ciao, ho letto spesso le tue lettere, anche se forse senza mai commentare…
    Ho letto anche questa e ti premetto che non ti sto dando addosso nè voglio giudicarti, però dopo aver letto alcune righe mi è venuto naturale chiederti questo:
    “io VOLEVO solo “il minimo sindacale”, una moglie che MI ASPETTASSE a casa la sera insieme alle mie figlie, poi una compagna che comunque LA SOSTITUISSE DOPO LA SUA PARTENZA”

    e tu?
    Cosa DAVI tu?
    Ti ripeto, per favore non sto criticandoti e per iscritto a volte si interpreta male ciò che uno vuol dire, però mi è venuto natura domandarmi cosa TU DESSI a loro oltre a d desiderare qualcuno a casa che aspettasse TE…
    e forse non è carino neppure il fatto che hai cercato una compagna che SOSTITUISSE la tua ex moglie…

    Bo, probabilmente sono io ad aver compreso male, o magari invece ti ho dato uno spunto per pensare e ragionare sul fatto che gli errori non sono sempre e solo degli altri…la maggior parte delle volte si è in DUE…

    Ti dico questo solo perchè per 12 anni di relazione ho sempre pensato che i problemi fossero causati sempre da lui… poi dopo aver chiuso quella storia, ed è stata la cosa giusta da fare, ho comunque pensato e ragionato su quello che era stato il nostro rapporto, e ho capito che eravamo stati in due a commettere errori…quegli errori che ora, in una nuova relazione, non voglio più fare.

    E comunque qual “qualcosa” ci può essere, ma non lottare e affannarti per cercarlo…intanto riparti da TE…ritrova stimoli per le tue giornate, goditi i respiri e le funzioni vitali…trova serenità in TE!

  2. 2
    Stefano614 -

    L’ottimismo vola eh..

    Difficilmente le colpe, se di colpe si può parlare, stanno da una parte sola quando un rapporto si logora. Nella vita bisogna viaggiare leggeri, odio, rancore, amarezze, per quanto tu possa ritenerle giustificate sono un peso anche per il tuo cuore. Non hai perso, hai vissuto e vivendo capita anche di soffrire, è praticamente una certezza. Che fare quindi ? L’impermanenza è un principio che vale a livello universale, nulla è uguale a se stesso definitivamente. Lascia che tutto scorra, se hai le braccia impegnate a trattenere le tue sofferenze, i tuoi ricordi, non potrai ricevere le gioie che la vita ha ancora da offrirti. Prenditi qualche libro di Osho, medita sul tuo dolore e poi lascialo andare, solo così potrai voltare pagina..

    Coraggio

    Stefano

  3. 3
    obiuan -

    Hai ragione ema. Tu non mi conosci e per dirla come ha sempre detto mia madre, “una croce si fa con due bastoni”. Ma per sintetizzare posso dirti che la mia ex moglie, quando ha deciso di fare una vita un po’ più libertina, mi ha detto più volte che non avevo nessuna colpa ma era lei che aveva voglia di divertirsi con altri uomini. A distanza di tre anni mi ha chiesto due volte di ritornare insieme, ma io ormai non mi fido più. La seconda persona, pochi giorni prima di lasciarmi mi diceva di volere un bimbo da me ed una settimana dopo stava con il suo attuale fidanzato. Lasciandomi mi ha detto che le mie colpe erano l’età e le mie cucciole e che lei non se la sentiva di un futuro a 4. Poi tutti abbiamo le nostre colpe, io avrò avuto le mie, ma se così è non mi è mai stato rivolto alcun appunto ed allora forse mi sono montato la testa, credendomi migliore di altri.

  4. 4
    aria85 -

    “Lascia che tutto scorra, se hai le braccia impegnate a trattenere le tue sofferenze, i tuoi ricordi, non potrai ricevere le gioie che la vita ha ancora da offrirti.”
    …saggio stefano614…
    Apri le finestre se vuoi che il giorno entri ad illuminare la tua casa.Il buio ingoia e nasconde ogni cosa.
    Non c’è nulla,che possa,nel buio,diventare vero.
    Ti stringo.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili