Salta i links e vai al contenuto

Per Grazia Ricevuta dal ministro

Lettere scritte dall'autore  

Quando si discute sul tema della politica italiana, siamo tutti pronti a portare critiche ai nostri politici, senza per questo motivare la nostra scelta politica.

Facciamo un esempio, Un elettore si fa “convincere” a votare un politico, di destra o sinistra non importa, avrà avuto i suoi buoni motivi per farlo…

Chiediamoci quali sono gli argomenti che possono indurre a tale scelta:

* Il posto di lavoro al figlio
* Una raccomandazione personale
* Aiuti economici per la propria azienda

Nessuno si preoccupa di valutare la persona che si presenta a noi, quali sono i programmi politici, che tipo di esperienze e in quale modo ha accumulato in passato il nostro prescelto.

Prendiamone uno a caso, il ministro di grazia e giustizia Mastella, appena arrivato ci sta riempiendo di grazie e amnistie per i “poveri” carcerati, liberando criminali catturati con costi enormi pagati da noi contribuenti, dai poveri esercenti taglieggiati, pensionati scippati, benzinai rapinati e chi più ne ha più ne metta!

Come si può votare un ex democristiano che prima di andare a fare il discorsetto in carcere, si è fatto consigliare dal grande gufo Giulio Andreotti,
un uomo una garanzia, non di certo per le persone oneste.

Incredibile, quasi mi vergogno a scrivere certe cose, ma ho nostalgia di Castelli.

L'autore ha scritto 20 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Politica

1 commento

  1. 1
    LAMARA -

    Premetto che di politica non me ne intendo,anche perchè troppe sono state le delusioni ricevute da parte di politici di ogni “razza” quindi non credo che esista più un vero e proprio schieramento:quando si tratta di far soldi a discapito di altri, si è tutti “compagni”,perchè purtroppo il denaro facile piace a tutti.
    La mia città durante il periodo pre-elettorale cambia volto:si risitemano i parchi,si rimettono a posto le panchine dopo 2 anni di solleciti,si sistema l’illuminazione,e perfino si pianta qualche albero,…per non parlare poi delle feste in piazza con degustazione di vini e prodotti tipici GRATUITE NATURALMENTE o cene nei migliori ristoranti.E le case comunali?Rimesse a nuovo da alloggi provvisori divengono abitazioni di lusso.Poi promesse,promesse di lavoro che per un giovane(e non solo c’è anche il cinquantenne che piange senza lavoro) del sud sono sogni!Allora poi diviene facile la scelta,e quante volte ci sentiamo dire”Aiuto chi mi aiuta”:ecco il motto dei nostri assessori che giocano sulla disperazione e sull’ignoranza della povera gente.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili