Salta i links e vai al contenuto

Pensioni

Lettere scritte dall'autore  

Che la classe politica abbia delle lacune non è una novità, adesso hanno fatto il peggio che si poteva fare: mettere i giovani contro i pensionati e quelli che ci devono andare.
Fra qualche mese ho maturato i 40 anni di versamenti inps, sono stati anni di duro lavoro e ora mi ritrovo a dover giustificare ai ragazzi la mia prossima astensione dal lavoro; questa classe politica dovrebbe rispolverare un sentimento nobile: La “vergogna”.
Cordiali saluti.
Domenico Cuppari.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Lavoro - Politica

17 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    claudio -

    Vergogna e’ dir poco. Purtroppo lavoreremo per i prox 30 anni solo per campare e non per cercare di racimolare qualcosa per i ns figli. Inoltre dobbiamo avere la preoccupazione di quando andremo in pensione. 2 lavoro in nero? Sicuramente. Ma sempre per chi avra’ fisico e volonta. Gli altri?

  2. 2
    Carlalberto Iacobucci -

    Caro Domenico e Claudio questa classe politica non solo dovrebbe rispolverare un sentimento nobile perchè la vergona in fin dei conti lo è. Gli illusionisti o nostri illustri politici avrebbero l’obbligo di rispolverare le valigie oramai sommerse da ragnatele e ritornarsene a casa al ritmo del Flik Flok.

  3. 3
    DAGO44 -

    Ci hanno depredato del TFR,perchè ormai le casse dell’Inps sono esauste,giustificandosi che dovevamo pensare al nostro futuro,andremo in pensione,se mai ci andremo con la metà dei soldi percepiti ora,poi per tele vedi e senti gli SPRECHI che gli stessi governanti fanno sulle nostre spalle,auto,cellulari,etc,etc,cè poco da stare allegri,personalmente rimpiango per certi personaggi politici la dura legge del bastone.L’unica che possa giovare.Per loro.DAGO44

  4. 4
    francascanio -

    caro dago 44
    giorni fa ho scritto un commento riguardo lo scalone e le pensioni denunciando le vergogne che fanno i nostri legislatori ebbene alle mie richieste di giustizia avete ruisposto solo pochissimi ebbene io in sintesi dicevo che ormai siamo 59 milioni , un milioni di politici e 58 milioni di pecore che non abbiamo nemmeno l’orgoglio di protestare. Hanno fatto l’accordo sulle pensioni per ammorbidire lo scalone che costerà dieci miliardi e li devono pagare i pensionati nell’ambito del sistema pensionistico. Per me oltre essere una vegogna è un insulto a tutti i lavoratori. Si dice dobbiamo equiparere i redditi come loro legislatori percepiscono ventimila euro al mese e un cristo operaio che fatica dalla mattina a sera solo qualche migliaio di euro quando è fortunato di avere un lavoro. Allora la destra è liberale e per loro chi è ricco deve diventare sempre più ricco e chi è povero sarà sempre più povero. Ma la sinistra si dice a favore dei lavoratori allora perchè Prodi che diceva di far sorprendere non dice:da domani le nostre remunerazioni saranno al massimo di cinquemila euro netti al mese come pure di tutti manager pubblici o privati?
    Hai scritto che ci hanno rubato la buonuscita hai ragione e allora perchè non l’aboliamo per tutti specialmente per i grandi come Cimoli enel che quando licenziati hanno riscosso dieci milioni di euro? I nostri giovani se vogliono avere la pensione di quache euro in più devono rinunciare alla buonuscita e questi inqualificabili spazzatura umanadevono percepire una tale somma , incomprensibile , ingiusta odiosa..-sI parlave delle pensioni d’oro e molti cervelloni bacati e schiavisti hanno il coraggio di giustificare perchè loro hanno versato i contributi per avere quella pensione.. Pecore delle pecore più infime credete ancora a queste cose??? Ciampi e Dini da governatori della banca d’italia percepivano oltre cento milioni di lire al mese che sacrificio hanno fatto a versare qualche decina di milioni di lire al mese? ma un povero cristo con un salario di mille euro quanto potrà versare sempre pochi spiccioli per avere una pensione di fame…. italiani alzate la voce perchè i nostri lupi sono pronti a sbranarci.

  5. 5
    Carlalberto Iacobucci -

    Pensare di subire tutto e tutti standosene in sordina credetemi npn è puù avverabile. Per una volta spero, di vedere l’affluenza come la nullità delle schede (al momento opportuno) tracollare per l’afflienza e aumentare vertiginosamente per la nullità. E BASTA !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  6. 6
    DAGO44 -

    Ho letto la tua lettera,Francascanio,ma avendo gia risposto qui non mi andava di ripetere le stesse cose,Ormai da una vita ci ripetono le stesse cose,ci prendono per i fondelli allo stesso modo,per questo ho concluso l’intervento con la frase del bastone.Purtroppo gli Italiani non dimostrano per niente individualità,anzi,se li senti parlare,giustificano le furbate di Prodi dicendo che deve riparare gli errori di Berlusconi,quindi alla fine è un cane che si morde la coda.Avevamo a disposizione un TFR,una discreta somma a disposizione del lavoratore,che conclusa l’avventura con l’Azienda ti spettava di dirtitto.Ora non abbiamo più nemmeno quello,ci hanno rubato tutti i diritti che avevamo lasciandoci e oberandoci solamente di doveri.Non so se capitera,ma se arriveremo alla frutta,e se si decidera di andare a ROMA a rimuovere questi Cialtroni mi troverai sicuramente in prima fila.DAGO44

  7. 7
    Carlalberto Iacobucci -

    Dago, troveresti certamnete anche me. Se programmeremo e organizzeremo, avremo successo. Diceva Sir William Wallace patriota scozzese e ricordato da Gibson in uno dei più migliori film dallo stesso interpretato Braveheart, La libertà non è altro che una possibilità di essere migliori, mentre la schiavitù è la certezza di essere peggiori.
    Caelalberto

  8. 8
    radicedirubino -

    E’ confortante leggere che altri condividono il senso di disgusto che provo io per la classe politica di dx e sx…I nostri politici infatti, sono solo preoccupati di mantenere i loro priviliegi, la loro poltrona. Il senso di precarietà che invade le nostre vite e quelle dei nostri cari ragazzi, è il risultato di questa globalizzazione, di questo inquinamento, di questa crisi di valori, insomma di tutto ciò che significa questo periodo storico in cui ci troviamo a vivere. Forse se in tanti, prendessimo consapevolezza della nostra condizione di schiavi, chissà che prima o poi non si assista anche al risveglio delle coscienze e degli ideali sopiti. Un caro saluto

  9. 9
    DAGO44 -

    Ora I nostri politici se ne vanno tutti in vacanza,ma sicuramente non in Italia(che farebbero guadagnare soldini agli albergatori di casa nostra)ma se ne vanno in località Straniere alla facciazza nostra,mentre i notiziari continuano a ripetere in modo ossessionante che un Italiano su 2 non può permettersi le ferie.Poi quando tornano ce li vedremo belli abbronzati a sparare ………ate .Mi fermo qui perchè il livello di sopportazione è davvero al limite.Saluti DAGO44

  10. 10
    Carlalberto Iacobucci -

    Vorrei,che i nostri esperti politici ci chiarissero quali modalità avrebbero usato per uscire dal singolare caos sull’accordo delle pensioni.La qualità della vita pare migliore e passi,la quantità si dice allungata e passi.Allora in che modo è comprensibile il concetto delle aziende che al compimento dei 45 anni sei da mettere nella lista “invecchiati”? Se una parte vede l’opposto dell’altra, questa dicesi incoerenza..

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili