Salta i links e vai al contenuto

Pensioni – Siamo alle solite, calimero!

Lettere scritte dall'autore  Carlalberto Iacobucci

Ora estrema cautela, caro il nostro Prodi. Il Trattamento di fine rapporto è stato già sottratto ai lavoratori, privati nientemeno del placet nel concedere quanto ci appartiene per diritto. Ora tocca alle pensioni e sarebbbe intollerabile giustificare un’altra ingiustizia. Si serbi nella memoria che nell’eventualità ciò accada, non saranno i sindacati che ad oggi si mostrano irrazionalmente trionfatori, ma noi lavoratori che all’opposto siamo molto razionali a disporre.

L'autore ha scritto 140 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Condividi: Pensioni – Siamo alle solite, calimero!

Altre sul tema

Altre nella categoria: lavoro - politica

2 commenti a "Pensioni – Siamo alle solite, calimero!"

  1. 1
    Cesare -

    Non ci resta che sperare ….. e nel caso sfortunato : TUTTI IN PIAZZA !!!

  2. 2
    Carlalberto Iacobucci -

    Resterebbe a quel punto, l’unica cosa da fare Cesare.
    Ciao Carlalberto

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'informativa sulla privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili