Salta i links e vai al contenuto

Le pene d’amore sono un male reversibile!

  

Voglio condividere questa conquista con tutti quelli che hanno sofferto come me. Per la prima volta in sei mesi, passo una serata in casa completamente sola senza sentirmi soffocare. Nessun attacco di panico, nessun ricordo ossessivo, nessuna fobia degli incubi notturni che mi hanno tormentata sempre. Respiro. Fra tutte le cose che Claudio mi aveva sottratto andandosene, (oltre all’amore, alle speranze, alla fiducia e alla dignità), c’era anche la pace. Stasera mi sento serena, sento questa tranquillità che mi rilassa dal profondo, che mi infonde calore. Ragazzi, allora è così che succede: un giorno ti alzi e ti accorgi che sei guarito. Non stavo così bene da secoli: sorrido senza motivo, senza il bisogno di nessuna finta carezza a rassicurarmi. Sono ufficialmente disintossicata da ogni dipendenza affettiva. Testa sgombra e cuore leggero. Penso con tenerezza alla ragazza che ha lottato e pianto per proteggere un sentimento illusorio. Penso al viaggio che farò. Penso che quando vorrò un’altra persona al mio fianco, questa volta saprò scegliere. Sono sopravvissuta! Tenete duro, perché questo momento arriva per tutti. Per alcuni prima e per alcuni dopo, ma arriva. E SI STA DA DIO. Io ero messa male, quasi 12 anni di agonia, ero un caso disperato. Se ce l’ho fatta io, c’è speranza per tutti! Un grosso incoraggiamento a tutti.

L'autore ha scritto 4 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

140 commenti a

Le pene d’amore sono un male reversibile!

Pagine: 1 2 3 14

  1. 1
    Credo -

    Ciao marziav,
    la tua lettera è una speranza per me, sono passati quasi 3 mesi dopo 8 anni.. e mi sembra che la mia vita si sia fermata.. mi sveglio la mattina e so solo che devo andare a lavoro, poi stop..
    spero di svegliarmi un giorno e di sentirmi come te… e ridere su questo brutto periodo… Ciao e buona fortuna per il futuro…

  2. 2
    marziav -

    Caro Credo,
    neanch’io credevo di “spuntarla”, e invece, rieccomi qui! Di nuovo vitale! Vorrei tanto che il mio vecchio dolore potesse fare da vaccino a chi è in tempo per difendersi, e che la mia nuova guarigione portasse speranza a chi è ancora malato di pene d’amore. Oggi ho fatto una lunga passeggiata, c’era il sole ed ero serena. Ancora si vedono, sai, le cicatrici, ma non fanno più male. Smetti di toccarle le ferite: si chiuderanno.
    Una carezza,
    Marzia

  3. 3
    raindow -

    Credo, io ti auguro davvero di riuscire a provare quella sensazione di libertà..perchè questo dolore immenso che abbiamo nel cuore non puo’ farci male per sempre.Io dopo un anno non mi soiego perchè sono anchora qui a soffrire come un cane nonostante mi alzi ogni mattina con la voglia di stare meglio e di sorridere alla vita.

  4. 4
    andy -

    SMACK!

  5. 5
    Credo -

    Grazie per i vostri incoraggiamenti, raindow, ogni storia è una cosa a se, e anche quando finisce, finisce ognuna in modo diverso.. vedi io con la mia ex ci sono stato 8 anni, tanti progetti, e ci ho comprato pure casa assieme… le ho dato tutto.. anche l’anima.. e quello è stato il mio più grande errore.. alla fine sai come è finita? in due settimane.. e con una cattiveria e rabbia nei miei confronti che gli usciva dagli occhi, neanche fossi stato il peggior uomo sulla terra.. motivo? riempire facebbok di foto sue che si diverte.. e in fine viaggio ad ibiza.. e io che lavoro senza ferie per pagare il mutuo… e non ha fatto passare nemmeno 3 mesi… io ovviamente sto giù di morale, perche gli 8 anni si fanno sentire sulle spalle, ma lo skifo che provo nei suoi confronti è di uguale intesità, e forse è proprio quello che mi farà sentire meglio in futuro.. forse tu stai ancora male dopo un anno, perchè non è finita così da skifo.. ma il tempo passa… è inevitabile.. e ci sentiremo meglio.. e quando guarderemo indietro, penseremo a come erano insignificanti quelle persone che ci hanno fatto male… e ritorneremo a essere sereni come marziav..
    Lo Scarrafone disse più nero di così non posso diventare….
    Ciao e grazie..

  6. 6
    Antuan -

    Marziav, questa illusoria sensazione di essere guarito l’ho avuta anche io. La mia ex ormai mi ha lasciato 7 mesi fa… Un mese fa sono andato in vacanza e stavo benissimo! Mi alzavo la mattina ed ero brillante, tranquillo e contento. Pensavo che fossi guarito…

    Appena tornato a casa però sono ricrollato. Ovviamente sto meglio di 7 mesi fa, ma da qui a dire che sono guarito ci vuole ancora un po. Spero che la tua felicità e tranquillità non sia solamente passeggera.

    Io la penso ancora tutti i giorni, lei ha un altro e io ci sto male.

  7. 7
    marziav -

    Ragazzi, oggi ha riprovato a chiamarmi, ma a me non interessa. Per la prima volta in tanti anni lo vedo per quello che è e non mi piace proprio per niente. E’ un mediocre. Non merita nessun tipo di attenzione e da quando ho smesso di dargliene, respiro di nuovo. Lui, invece, si sente il microbo che è. Ma è un suo problema: lo aiuterà il suo nuovo grande amore, mi pare giusto così. Del resto, quando io avevo ancora bisogno di una sua carezza almeno di affetto, per riuscire a superare lo shock e il dolore dell’abbandono, lui me l’ha negata per non ingelosire lei (o, più verosimilmente, perché è un vigliacco menefreghista).
    Dunque, per cosa mi cerca? Perché non sopporta di non sentirsi più al centro del mio universo dopo aver spadroneggiato per anni. No, ragazzi, non ne avrò di ricadute. Non dico che non passerò momenti bui, ma di certo non desidererò mai più l’abbraccio di un verme. Troppo viscido! Ora parlo con persone interessanti, incontro gente che mi stima, ragazzi che mi trovano bella. Non desidero tornare a sentirmi insignificante accanto a lui. Pensate alle mie parole e cercate di disintossicarvi: l’amore malato e masochista dell’oppresso per il suo oppressore è a tutti gli effetti una tossicodipendenza, molto dipendenza e, soprattutto, molto tossica. Si perde il controllo, si hanno la crisi di astinenza, si diventa euforici per una dose: ci sono tutti i sintomi. Io non ero più in me. Mi vergognavo a raccontare alle amiche quanto perseverassi ad essere ottusamente ossessiva e recidiva. Mi drogavo di lui di nascosto. Capite? E’ una vera malattia da cui curarsi. Ma è reversibile, ne sono testimone. Bacio a tutti.

  8. 8
    Anto_ka -

    @credo
    sono stato lasciato dalla mia ragazza una settimana fa,
    dopo 3 anni, domenica scorsa sono stato molto male, al punto che non riuscivo a camminare
    Ho la mia camera al piano superiore della casa dove vivo, con uno specchio e ogni volta che andavo a fumare passavo e mi fermavo allo specchio, e guardavo me stesso ridotto come uno straccio e più rispecchiavo la mia immagine e più pensavo che non valeva la pena soffrire per nessuno, questo mio pensiero mi ha aiutato a iniziare la risalita dal fondo. Ovvio che le ferite ci sono ancora ma stanno guarendo, prima si gira la pagina della vita e prima si rinizia a vivere la vita

  9. 9
    Credo -

    @anto_ka

    mi trovi pienamente daccordo, io sto cercando di fare la stessa cosa, ma purtroppo ci sono dei maledetti giorni che ti svegli e il primo pensiero che ti esplode in testa e lei… purtroppo non sono mai arrivato a essere lasciato dopo 8 anni, e quindi non sono preparato… vedi io per come è avvenuta la cosa, la dovrei odiare con tutto me stesso,… ma valla a capire la testa… ma prima o poi passerà pure sto capitolo della mia vita…

  10. 10
    Antuan -

    X Credo

    Il cuore è più forte della mente. Una persona che hai amato per tanti amato e con la quale sembravi essere “completo” non la puoi odiare da un giorno al altro. Anzi, io credo che la mia ex non la odierò mai. Troppo grande era (ed è) l’amore che prov(av)o per lei… Nonostante mi abbia lasciato e si sia messa con un altro dopo poche settimane…

Pagine: 1 2 3 14

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili