Salta i links e vai al contenuto

Paura di amare

Questa lettera vi sembrerà banale ma la mia situazione mi sta portando a chiudermi completamente con tutti gli uomini, e io nonostante sia un problema comune, sono preoccupata. Ho paura di amare perché ogni volta è la stessa storia. Sono una ragazza di 23 anni e ho questo brutto “vizio” di affezionarmi alle persone dopo solo pochi appuntamenti, e visto che le mie storie precedenti ( due in realtà) sono andate malissimo mi sto chiudendo e odio (in senso lato del termine) gli uomini. Ho sofferto e non poco. Mia nonna veniva brutalmente picchiata da mio nonno, mio zio sta facendo la stessa cosa con sua moglie, mio padre non è stato neanche un uomo fantastico e io devo spezzare questa terribile catena, ma le persone che ho incontrato mi hanno fatto troppo soffrire. Come posso superare questa situazione, questo blocco mentale? Ringrazio tutti quelli che vorranno scrivere un commento. OJO

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

4 commenti a

Paura di amare

  1. 1
    matteo87 -

    guarda….io posso dire la stessa cosa delle donne,sono sempre stato stra-preso in giro…e ho paura di non essere più in grado di amare una donna…cosa dire…non lo sò…se non che è brutto.

  2. 2
    misterx87 -

    Ciao originaljo.. siccome in cosi’ poche righe sei arrivata a ripescare problemi relativi alla tua famiglia, forse 4 chiacchiere con 1 psicologo potrebbero aiutarti. lo dice 1 che le ha fatte..giusto x sentire non solo 1 parere esterno, ma 1 parere esterno 1 po’ qualificato. potrebbe spiegarti x esempio come mai ti affezioni cosi’ rapidamente.. sempre che poi ci sia qualcosa che non va in questo.

    personalmente mi sento di darti 1 banalissimo consiglio: quella diffidenza ormai e’ parte di te, non buttarla via del tutto, ma usala come “filtro”. quando ti capitera’ di frequentare altri ragazzi sii cauta e non avere fretta, cerca di capire bene se quella persona fa x te oppure no. usa la diffidenza x sondare il terreno e capire se la persona che hai davanti e’ onesta e sincera. cerca pero’ di non dare spazio all’odio, nemmeno in senso lato. 🙂

  3. 3
    maya354 -

    Ciao,
    io sono daccordo con misterx87,non tralasciare l’aspetto familiare, è li che si racchiude tutto, ed è per questo che continuerai a ripetere i tuoi errori, per quanto tu possa fare attenzione, essere diffidente e valutare la persona che hai davanti, continuetai a sbagliare e la tua scelta ricadrà sempre sulla stessa tipologia maschile.
    Vai a fare una chiacchierata da una psicologa, fidati, fa bene, io ho iniziato tardi, e oggi ti dico, che avrei voluto andarci molto prima, anche io ho una famiglia, se così si può chiamare, pessima, ed i nostri errori amorosi derivano anche da una situazione familiare non buona!
    un saluto

  4. 4
    marshmallow -

    Per carità stai alla larga da psicologi et similia.
    Non per gettare discredito su tutta la categoria, ma in un ambito come quello, dove i confini della “media diligenza” sono molto molto labili, è più facile che ti rialzi 100 volte da sola che non 1 volta grazie a loro.

    Piuttosto, ti consiglio un libro-saggio dell’autrice Robin Norwood, intitolato “Donne che amano troppo”, edito da Feltrinelli.

    A me l’ha consigliato una persona con cui mi sono sfogata una notte che ero davvero devastata, oltre che “mentalmente bloccata”. A me sembrava un consiglio del cacchio, siccome in quel caso non mi pareva proprio di essere nella situazione di una che stava amando/aveva amato troppo.
    Ma poi l’ho letto, sottolineato e riempito di note… è utile per capire com’è che spesso si proietti sul partner l’immagine del padre e ci si trovi a rivivere i problemi dell’infanzia in famiglia, cercando qualcuno da salvare come avremmo voluto essere salvate noi e che al contempo ci salvi.
    E’ un libro che consiglierei a tutti coloro (non solo donne) i quali hanno dovuto combattere con una persona problematica senza ricevere né affetto né soddisfazioni e che a ragion veduta sarebbe stato meglio spingere giù da un dirupo fin dall’inizio.

    Per il resto concordo con misterix87, tutti commettiamo errori più o meno gravi prima o poi, cadiamo innamorati, restiamo fregati. Però tutte le brutte esperienze alla fine ci formano e ci dotano dell’intuito, un potentissimo radar anti tranvate.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili