Salta i links e vai al contenuto

Ora… solo ricordi

Lettere scritte dall'autore  

A volte anche una semplice lettera come questa può far paura se parla di te. Ebbene si, sono stato cacciato via tante di quelle volte da lei che ormai non riconosco più la mia dignità, tante volte entusiasta di partire e fare tutti quei chilometri nella speranza che qualcosa poteva cambiare, riuscire a ricucire la ferita con la consapevolezza che se vuoi qualcosa te la devi prendere… dicono tutti così ma stavolta non è così e questo fa male dentro. Ho vomitato tutto quello che ho ed ogni giorno è così.. è la vita ti dicono, ce ne sono tante come lei.. è solo l’abitudine… il distacco..
Avevo notato i suoi cambiamenti a giugno, veniva a trovarmi solo quando doveva per lavoro, nella mia città, ed io studente ancora ma più grande di lei di un anno la aspettavo come un cane che scodinzola quando gli dai da mangiare.. provo a parlare dei suoi cambiamenti, della sua freddura, lei mi dice che è solo stress da lavoro…. dopo due mesi di parole decido di uscire di scena per due mesi.
Lei mi cerca solo per cell., io mi nego… in cuor mio desideravo un gesto che mi facesse capire qualcosa di importante ma niente. Fine agosto mi manda qualche mail dicendomi perchè io non la amavo più, sms… dicendomi che non voleva più scherzare che voleva fare sul serio…. tento di avvicinarmi… il resto lo potete immaginare…. mi dice che devo aspettare che mi ama ma devo aspettare… cosa le chiedo io…. lei mi dice di fidarmi….
A questo punto inizia la mia crisi vera e propria… inizio a stare male sul serio ed alle mie chiamate mi rispondeva sempre ora sto uscendo ci sentiamo dopo…. non potete capire la mia angoscia le mie domande sempre le stesse… perchè perchè.. inizio a fumare vomito in continuazione e, ad un certo punto sangue, sangue rosso vivo…. le dico che sto male… niente. Sono 4 mesi che ho smesso di studiare, lei mi cerca ogni tanto ma dice che è confusa… ogni volta che chiama credo che sia cambiata…ma niente…
E’ un dolore che alcune volte non riesco a contenere e le crisi di nervi diventano uno sfogo a tutta la rabbia che ho dentro, la rabbia di una cane rabbioso di una vita che prima ti da e poi ti toglie.. Ti dicono che è una opportunità di crescita di maturità… io non ci credo, non credo che questa sofferenza sia fonte di crescita ma di chiusura verso qualsiasi cosa che un futuro possa accadere… forse… magari con un’altra… riuscirò a fidarmi ancora?? Non sono un brutto ragazzo potrei avere esperienze nuove ma non credo che questo possa aiutarmi a superare quello che ho dentro… a volte mi sveglio la mattina e penso a quello che succedeva solo qualche mese fa… cammino per casa avanti e inedtro senza meta, e fumo, fumo in contnuazione…
ogni tanto non ce la faccio, devo chiamarla… lei con una assoluta indifferenza mi dice se voglio parlare del mio malessere ma di noi… mai…
Non ce la faccio.
Scusatemi.. non v’ho fatto i miei sentiti auguri.. soprattutto a voi, ma è un natale che non è natale almeno per mè… voi capirete.. aspetto tanto un vostro cenno.
Vi abbraccio tutti.
scarcio

L'autore ha scritto 13 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

4 commenti

  1. 1
    ily -

    ciao scarcio, qualche tempo fa, ho letto per caso un libro… non ricordo quale fosse il titolo e quindi non saprei consigliartelo. In questo libro c’era un capitolo che si chiamava “la cucina dell’amore”. l’autore, paragonava l’amore ad una cucina, cercherò di sintetizzare.
    “chi ama, ama a prescindere, colui che ama è colui che ha l’amore dentro di sè e non ha bisogno di qualcuno che lo ami a sua volta x amare.
    Il suo amore è come una grande cucina, dove c’è di tutto e ogni volta che ha fame, sa come sfamarsi. Chi invece non ha l’amore dentro di sè è come chi ha una cucina sprovvista di tutto e aspetta magari che qualcuno possa sfamarlo.
    E così capita, che un giorno alla porta bussa qualcuno, con in mano una pizza e ti dice: “se vuoi ogni venerdì verrò qui da te e ti porterò la pizza”
    se la tua cucina sarà vuota e tu sarai affamato, aspetterai e accetterai tutto per quella pizza, perchè altrimenti potresti morire di fame, e così accetterai tutti quei ricatti e compromessi. Se invece, tu, avrai la cucina dell’amore, quando ti verranno a bussare alla porta, tu non saprai che fartene di una pizza il venerdì, e così gli dirai: “io ho tutto quello che mi serve, se vuoi potrai venire a a casa mia tutte le volte che vuoi e potremo mangiare insieme qualsiasi cosa, non ho bisogno della tua pizza”, non dovrai perciò accettare nulla da nessuno, perchè dentro di te c’è tutto di quello di cui hai bisogno, che potrai condividere o meno.

    spero che tu possa capire dove voglio arrivare, tu hai aspettato lei, hai continuato a farlo, perchè la tua felicità dipendeva dal suo venire a trovarti o meno, da una sua parola, un suo sms, un’email… sperando che ti desse quell’amore che tu non hai per te stesso. Lo so che è difficile, ma ti devi amare tu prima di tutto… invece ledersi, fumando sigarette a manetta o disperarsi, non solo non cambierà le cose, ma farai in modo di allontanare questa persona da te ancora di più. Le donne, vogliono accanto degli uomini, persone forti, tu per lei non sei un punto di riferimento, ma un problema una colpa… forse è per questo che vi sentite ancora, perchè lei si sente colpa del tuo male.
    La tua felicità, non può e non deve dipendere da qualcun altro, ma da te… anzi ho imparato che a volte amare tanto ti da più gioia del sentirsi amati, è bello dare amore e tu in questo momento cerchi l’amore da una persona che non può amarti, perchè neanche tu ti ami! Ameresti una donna che si sentisse come te in questo momento?
    Io credo di no!
    affronta la vita, anzi mi corrego, vivi la vita….

  2. 2
    gabryfra -

    caro scarcio
    capisco benissimo il tuo stato d’animo.Le delusioni sono pene molto pesanti da superare ma stai tranquillo che ti passera’.Purtroppo al momento il tuo dolore è troppo forte,la rabbia ti rende incapace di ragionare e non trovi nessuna via d’uscita. La cosa importante a mio avviso sta nel fatto che tu sei consapevole che la cosa è finita tra voi due per cui è gia un buon inizio di consapevolezza da parte tua.La cosa che ti consiglio di fare sta nel fatto che devi assolutamente cecare una forma di svago perchè pensarci continuamente ti fa solo stare male con il rischio di cadere in una forma di depresione.Pensa solo a te stesso e alla tua salute quella se va via non te la dara’ mai nessuno,a tutte le altre cose bene o male c’è un rimedio.Svagati,esci,vai in palestra stai con i tuoi amici e renditi conto che soffrire per una cosa che non avrai mai non ha senso,non voglio essere cattiva sto solo dicendo la verita’ per il tuo bene.Soffrire per cosa?stare bene per se stessi innanzi tutto e poi per gli altri un bacione gabryfra

  3. 3
    Pamela -

    Ciao, sono Pamela, come stai scarcio? Non conosco il tuo vero nome, ma quando è troppo è troppo!
    Non sono luoghi comuni ma il futuro ti aspetta, ci aspetta, anche io sono stata un anno male per amore, ma tu immagina quando sarà trascorso un anno e tu non hai vissuto.
    Io ho cercato di fare tutto ugualmente, di andare avanti, certo un pò acciaccata ma bisogna andare avanti.
    L’esempio che ti ha portato Ily sulla cucina paragonato all’amore è calzante e tu quell’esempio lo devi capire!
    Prima pure io accettavo la pizza del venerdì perchè non ne potevo fare a meno ma poi ho pensato: “La pizza il venerdì è sempre la stessa, non ci si schioda da questa tipologia di offerta”
    E allora, ho deciso con l’anno nuovo niente più pizza del venerdì o stupidi contorni che non ti saziano.
    La forza è dentro te, devi cercarla e non le fare più quelle telefonate strappa lacrime, tanto se le dici che fumi e che vomiti, la situazione non cambia, non può cambiare .
    Senti ti lascio la mia mail scrivimi, anche io in questo periodo ho bisogno di comunicare e sto trovando la forza dentro di me, questo devi fare anche tu, apam80@libero.it

  4. 4
    scarcio -

    ciao ragazzi…ciao pamela ciao yli ciao gabryfra..sto proprio da schifo..ogni mattina mi alzo con tanta voglia di fare che puntualmente se ne va a farsi benedire…ho sempre nella mente lei..penso sempre a quale potrebbe essere la soluzione del mio stare così e viposso garantire che non la trovo…
    vorrei rispondere alla bellisima lettere di ily…
    hai ragione, ora sono troppo debole troppo fragile per poter dare fiducia ad una donna..mi sto lasciando andare forse perchè non riesco più a contenere i miei sensi di colpa ma vi chiedo questo…l’amore quello vero, quello incondizionato dov’è?l’amore che ti da la forza di apparecchiare una tavola povera di pietanze, quello che ti permette di riuscire a vedere le tue misere vivande, la tua delusione, come ipiatti più gustosi che esistono…dov’è…perchè si è allontanata da mè…ora la mia cucina è vuota…è vero…ma perchè sembra che io non voglia apparecchiare più se non per lei…hai ragione nel dirmi che bisogna prima amarsi…ma cosa c’è di male nel donarsi, nel credere fiduciosi che concedersi nelle mani di un altro possa riuscire a riempire le tue ferite i tuoi buchi. l’amore non è altro che questo..donarsi..vivere completarsi..e tutto questo ora per mè non c’è più..e vi giuro che non riesco a faremene una ragione se non quella di chiedere a qualcuo del suo paese se si vede con un altro…non stovivendo più la mia vita..non la riconosco più..
    vi prego aiutatemi a capire, almeno voi.
    vi ringrazio molto
    scarcio

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili