Salta i links e vai al contenuto

Non spendo 100 per lo psicologo

Lettere scritte dall'autore  zora3

Ciao, ho sempre letto i forum ma mai ci ho scritto. Oggi non so, ho voglia di parlare con sconosciuti. Ho 24 anni, al momento sto ben comodazza sul divano a oziare.. rimugino sul caos che mi sono trascinata dentro e mi chiedo dove sia iniziato tutto questo. Ormai non ricordo neanche più da quanto sto così… Vivo con il mio compagno da un paio d’anni e stiamo insieme da quasi 4. Non ho paura di dire che per me lui con i suoi pregi e difetti, mi fa sempre impazzire. È il mio “ideale”.. per definirlo perfezione ci sono molti angoli ancora da smussare un po’, miei e suoi, ovviamente. Mi ha fatto conoscere un mondo nuovo, libero e vero. La campagna. Io abito in un paesino, circondato dalla natura. Ma se non hai mai visto o aiutato un pastore o un agricoltore all’opera, non puoi dire di conoscere la campagna..;) è stato tutto così travolgente all’inizio, come sempre, che mi sono lasciata trasportare così tanto dalla pace e dalla natura che son scappata li, lasciando a casa i miei cercando di farli stare sempre più sereni possibile.. ma era difficile, perché mi han visto andare via da un giorno all’altro, e cambiare più in fretta del solito, ho iniziato ad avere autonomia e indipendenza e questo mi ha fatto impazzire. E mi dicevo “dev’ questa la felicità! Intanto i mesi li passavo casa-lavoro e sia amici che famiglia li vedevo poche volte la settimana e per poco tempo. Alcune sere sopraffatta dal senso di colpa perché mia madre soffriva evidentemente la mia mancanza, mi ripetevo che in fondo ogni madre deve vedere i figli sbocciare e ogni figlio deve spiccare il volo. Tutto ok finché mio padre non viene mangiato da uno schifo di tumore osseo nel giro di 10 giorni. Non ho fatto in tempo a dirgli che gli voglio un bene dell’anima. Anche se…l’Alcool… anche se.. non eri mai in te… anche se… non ti sei fatto aiutare tu.. ma forse… avrei dovuto metterci più impegno… e quegli ultimi giorni.. non mi dovevo illudere ma sfruttare ogni secondo per farti sentire tutto il bene che ho per te. Scusa babbo. Lo sai che sei sempre in me e che questo mi completa….
Passano mesi, e arriva una gravidanza che non ero in condizioni di mandar avanti. Ho fatto tutto subito, abbastanza freddamente ma piuttosto sicura della mia decisione, ovviamente nella completa discretezza e segretezza. Lui mi diceva “L decisione è tua”. Se per una sola volta mi avesse detto di non fare quello che avevo in mente non l’avrei fatto. Ma diceva sempre “la decisione è tua” e così feci. E vabbè, cerco di non pensarci troppo perché il pentimento è stupido,non servirebbe a niente se non a autodistruggermi. Lui è sempre più geloso, ca**o. Sono del sagittario io, son solare e Curiosa, ho sempre lavorato a contatto con la gente quindi so avere garbo e scherzare con le persone. Solo che lui pensa che faccia gli occhi dolci ai suoi amici o a chiunque, mi son sentita dire cose assurde che alludevano sempre alla mia infedeltà. Non si fida ma neanche ci prova secondo me, perché se aprisse gli occhi si renderebbe davvero conto che forse sono L unica persona morirebbe per lui. E mai gli sono stata infedele, giuro!! Non sono onesta al 100%. Molte volte L ho deluso come ho deluso quasi tutti quelli che ho conosciuto. (Anche il sapere di non essere esattamente un amica coi fiocchi non mi rende tanto fiera ma tutto è dovuto al fatto che spesso metto me stessa prima degli altri anche se sono a me cari. A volte mi sto più cara io, ecco.) Comunque resisto alle sue scenate solo perché ho la coscienza tranquilla, però sto male a vederlo così e quando lo vedo di malumore mi trascina sempre nel baratro perché è evidente che io non gli trasmetto niente di ciò Che lui trasmette a me. Sicurezza, tranquillità, onestà, felicità. Adesso non abitiamo più in campagna, ma già da un anno in una vecchia casa dei miei nonni e anche il non stare più in campagna gli fa male credo. Io vedo di più mia madre e anche le mie amiche. Da cui ultimamente mi sto isolando perché ne ho le scatole piene di gente che si aspetta non so cosa da te quando loro ti fanno solo un bel niente di niente. E ingoio Bocconi amari perché preferisco stare tranquilla e in pace che sentirmi una merda per aver preso discussioni per cose di poco conto, perché poi è così che va a finire, mi sento io uno schifo e in colpa. Sempre. Non mi sto compiangendo, è solo un difetto che ho, sono anche un po’ coniglia ad affrontare certe discussioni a dirla tutta. Non sono abbastanza forte e la mia autostima esce solo quando gli pare, raramente quando mi devo difendere.. Credo che sia dovuto dall’egoismo che mi è cresciuto dentro dopo aver perso la mia strada.. prima seguivo quella che mi indicavano i miei e la mia indipendenza L ho acquisita anche grazie al mio ragazzo, che allo stesso tempo mi ha limitato moltissimo. Non so cosa fare. Non so se c’è qualcosa da fare.. forse dovevo solo metterlo nero su bianco per rendermi conto che non posso stare con le mani in mano 😀 se qualcuno ha voglia di raccontarmi la sua storia o darmi qualche parere avrò piacere di leggere, mi piace nutrirmi di storie e emozioni:)

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Condividi su Facebook: Non spendo 100 per lo psicologo

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

5 commenti

  1. 1
    Bottex -

    Sinceramente Zora, non credo che tu abbia un vero problema. O meglio, ne hai diversi, ma nessuno di essi particolarmente serio. Tutte cose di ordinaria amministrazione, specie alla tua età. Certo, la tua scelta di andare a convivere è stata probabilmente un po’ affrettata. La fiducia del tuo fidanzato nei tuoi confronti è un po’ troppo bassa e dovreste chiarirvi bene. Sempre che non ci sia qualche altro motivo nascosto. Inoltre forse, un po’ troppe volte hai cercato di essere come ti volevano gli altri invece che come vuoi tu. Ora l’hai capito e vuoi importi, essere te stessa. Ma non c’è niente che non si possa risolvere. Hai solo un po’ di confusione in testa e bisogno di riordinare i pensieri, alla tua età è normale. Magari datti delle priorità, sulle cose che vuoi cambiare e/o risolvere ed agisci di conseguenza. Se qualcosa proprio non va, volta pagina senza tanti pensieri. Hai ancora quasi tutta la vita davanti. E DI SICURO NON HAI BISOGNO DI UNO PSICOLOGO. Saluti.

  2. 2
    Angela85 -

    Ciao zora nn sentirti in colpa hai fatto le tue scelte. E’giusto che hai vissuto e vivi la tua vita come vuoi. In comune abbiamo ls perdita di un genitore. Sei anni fa ho perso mia madre x tumore quindi capisco il tuo dolore. E il vuoto che provi. In questi anni sono successe cose. Sono stata due anni al nord nella città di mio marito poi siamo venuti qui al sud x seguire mio padre che è cieco e x ricominciare una vita qui. Ma in quest ultimo anno mio padre essendo invecchiato è diventato esigente un po egoista purtroppo. A volte mi sento stanca. Le amicizie sono andate perse dato che le persone cambiano pretendono senza ricambiare.. Nn si parla di amicizia cosi! Mi sembra di capire che sei del centro Italia? Io sono del salento. Piacere di avere scambiato le mie esperienze di vita

  3. 3
    Yog -

    Ma quali problemi e problemi.
    Stattene con le mani in mano a oziare sul divano, in fondo hai l’età giusta, e aspetta di raccogliere i frutti, non mancheranno, credimi. In fondo hai una visione zen, poi per il futuro vedi di procurarti tre damigiane di narda (son circa 3000 €, ma son soldi spesi meglio che dallo psicologo).

  4. 4
    Esther -

    Lettere troppo lunghe. Manco fossero articoli scientifici. Eddai!

  5. 5
    Esther -

    Nemmeno io.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili