Salta i links e vai al contenuto

Non so se ho qualche problema

Lettere scritte dall'autore  Kekka

Ciao sono una ragazza di 18 anni, da circa 2 mesi e mezzo ho conosciuto un ragazzo con cui a livello mentale c’è stato subito feeling e chimica, siamo praticamente d’accordo su tutto ci sto uscendo, non so se me ne sono innamorata ma provo qualcosa di davvero forte per lui, ci sto bene, lui mi piace e mi attrae, mi fa sentire sicura e tutto..io sono una ragazza molto insicura davvero tanto, ho l autostima sotto i piedi nonostante sia carina lui mi dice sempre che mi vede bellissima etc… fatto sta che quando arriviamo al momento di avere un rapporto io mi blocco, la mia mente prende il sopravvento e non capisco perché… lui mi mette a mio agio e tutto ma io in quello specifico momento mi faccio un botto di domande del tipo ma se non gli piaccio nuda o se non andrà bene?’… da un po’ mi sto addirittura chiedendo se sono asessuale o se tipo non proverò nulla con la penetrazione…la prima domanda la eviterei perché io sono attratta da lui, vorrei farci l’amore, mi masturbo a volte ma non sempre perché non riesco a raggiungere l orgasmo e quindi mi passa la voglia, non l’ho mai raggiunto.Invece la domanda e se non provassi nulla con la penetrazione?non so ma forse deriva dal fatto che col mio ex (1 anno di relazione) che amavo alla follia davvero, i rapporti sessuali non erano un granché non sentivo molto con la penetrazione e non raggiungevo l orgasmo, ma forse è perché abbiamo avuto 4-5 rapporti in un anno dato che ci lasciavamo sempre , non mi fidavo etc sono arrivata anche a pensare che non riuscirò ad amare nessun altro come amavo lui, che non nessun altro riuscirò ad essere me stessa, che con nessun altro riuscirò a stare a mio agiooltre il mio ex non ho avuto rapporti sessuali, è stato l’unico a cui mi sono donata, ho sofferto molto per questa relazione con lui, ho perso fiducia nei ragazzi quasi… ma il nuovo ragazzo è davvero diverso però non so a volte sembra che manca quel brivido ma forse è solo perché lo paragono col mio ex con cui ho passato un anno mentre con lui esco da meno di un mese forse tutto ciò fa parte del mio blocco mentale anzi probabilmente è così non so come superare tutto ciò davvero mi fa stare malissimo grazie mille in anticipo.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Condividi su Facebook: Non so se ho qualche problema

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria:   - Amore - Me Stesso

6 commenti

  1. 1
    white knight -

    Carissima, quanto ai tuoi blocchi emozionali rilassati. Una valida tecnica non è tanto quella di “imporsi di rilassarsi” (che altro non farebbe che aumentare ansie e stress) quanto quella di convivere con la paura. Oggi sarà terribile, domani anche, già dopodomani un po’ meno, e così via finchè non ti renderai conto che la paura come un cane grande, grosso e con zanne acuminate abbaia abbaia ma… NON MORDE!
    Una volta domata la paura sarà più facile godere (compresa e forse soprattutto la sfera sessuale). Anche lì magari le prime volte saranno disastrose o al limite strane, e nella migliore delle ipotesi carine (dal mio punto di vista nulla di più normale) e dimentica i film o le serie tv. Quel tipo di sessualità stellare arriverà man mano che tu e il tuo ragazzo imparerete a conoscervi anche lì. E lascia stare le pressioni delle amiche o delle altre persone che con i loro racconti sono in grado di traformare un chicco di riso in una maxi-barchetta stracarica di uramaki, nigiri,…

  2. 2
    Stefano 83 -

    “col mio ex… Quattro o cinque rapporti intimi, in un anno…”. Da spararsi.

    Penso che il tuo problema, riguardo al non raggiungere l orgasmo,sia in gran parte dovuto al fatto che, complice una autostima non elevata di te stessa, ti blocca.
    Impara ad “amarti”.
    Poi questo si riflette anche sul lasciarti andare totalmente con la persona che ti piace.
    Forse due mesi sono ancora pochi per te, per “sentirti totalmente a casa”, con lui.

    Vedrai che col passare dei mesi, se c’è davvero chimica tra voi due, sarà tutto meno complicato.
    Ma in primis, impara ad accettarti, e ad auto – importi che se una persona decide di stare al tuo fianco, ed è leale verso te, è perché ti accetta così come sei.

    In maniera ironica, come la canzone dei Nirvana “come as you are”.

  3. 3
    Rossella -

    Nel momento nel momento del “congresso” , seguimi, devi fingere di essere una donna perché l’equilibrio mentale per registrare l’avvenimento si lega alle politiche degli stati e tu non sei neanche sposata, bella mia. Certo, ti assicuro che è molto difficile trovare uomini illuminati che arrivino a capire quello che sto dicendo. Non a caso sono vergine, ma non mi sento asessuale. Che dire? Adesso sarei in modalità congressista… no? Hai visto mai! Quando riuscirò a sviluppare la castità nella fedeltà coniugale attraverso la casa, seguimi, allora sarò una donna a tutti gli effetti perché il mio rapporto con la famiglia sarà mediato dal diritto internazionale privato e processuale. Fino a quando conservo dei gradi di parentela non posso esprimere i sentimenti se non con le parole. Fai un po’ tu! Non t’innamorare, altrimenti rimani a fare il guardiano del faro! La fedeltà coniugale ad ogni costo e a ogni condizione si deve legare alla casa. Non farti incastrare, mi raccomando!

  4. 4
    Rossella -

    La vita non è un sogno. La natura è cattiva. L’amore se c’è si manifesta attraverso un invito appassionato che ti apre il cielo, allora ti sembra di amare, ma sei libera… l’uomo è contento di fare il mulo, il toro da monta, capito? La donna non subisce l’orgasmo, deve essere libera di raggiungere apici di splendore. Si deve divincolare. L’uomo nel momento della prova capisce che una donna vale l’altra e guadagna una certa freddezza.

  5. 5
    Golem -

    “Certo, ti assicuro che è molto difficile trovare uomini illuminati che arrivino a capire quello che sto dicendo.”

    Tu sei una donna, dovresti essere a posto e capirla. Io uomo sono, e poichè amo la penombra, manco illuminato, figurati.

  6. 6
    Yog -

    “L’uomo nel momento della prova capisce che una donna vale l’altra e guadagna una certa freddezza”.

    Quanto ti dice Rossye va preso con intelligenza critica, anche perché TUTTI – chi prima, chi dopo – guadagneremo una certa freddezza (e anche una discreta rigidità).
    Cosa ti fa pensare che il tipo che frequenti possa spaventarsi vedendoti discinta? Sei nel fiore della beltà, non sei mica una vecchiaccia cadente, là si che occorre stomaco forte, mente ferma e volontà di ferro.
    Bevi un paio di narde prima del “congresso” e vedrai che la freddezza, così come l’ansia, sarà solo un ricordo.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili