Salta i links e vai al contenuto

Non riesco a guardare negli occhi nessuno

  

Salve, non so se capita solo a me ma non credo. Io quando parlo con qualcuno non riesco molto facilmente a guardarlo negli occhi, non riesco a sostenere lo sguardo degli altri. Mi passano nella testa diversi pensieri, tipo che se guardo o fisso qualcuno negli occhi, questa persona si possa accorgere di me, come se io dovessi nascondere chi sa cosa, oppure penso che fissando negli occhi qualcuno è come se lo mettessi a disagio, insomma io ho il timore che attraverso un mio sguardo posso trasmettere qualcosa all’altro che non vorrei, come se gli mostrassi qualcosa di me di intimo e personale. Oppure ancora come se tramite lo sguardo io giudicassi chi ho di fronte, come se gli facessi trapelare un giudizio negativo verso chi mi sta di fronte. Alcune volte mi prendono in giro e durante una conversazione mi dicono: Ma con chi parli con il muro? Con l’albero? Appunto perchè non riesco a guardare negli occhi, questa cosa mi crea anche abbastanza disagio, a volte mi sforzo e cerco di guardare ma non mi sento a mio agio, e forse gli altri se ne accorgono. Questa cosa mi crea problemi, mi hanno detto cercando di darmi una motivazione a questa cosa, che io sono più una persona uditiva, che mi relaziono con gli altri di più attraverso quello che sento, o altri ancora lo fanno attraverso i gesti, e durante le conversazioni gesticolano sempre, e poi ci sono i visivi appunto, che ti guardano tranquillamente negli occhi. Non so se sia esatta come motivazione, fattò stà che mi crea dei problemi, ho paura di trasmettere con lo sguardo qualcosa che non riesco a controllare, o forse o paura che l’altro si accorga del mio disagio. . Saranno pippe non lo so, ma è comunque una cosa che mi crea problemi, se qualcuno ha un parere me lo esponga, grazie

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

142 commenti a

Non riesco a guardare negli occhi nessuno

Pagine: 1 2 3 15

  1. 1
    Ari -

    Io sono accusata di guardare troppo le persone negli occhi, mettendole a disagio.
    Ma è una semplice manifestazione di interesse, desiderio di comprendere meglio chi mi sta davanti, un modo per dire: hai tutta la mia attenzione, oppure: tranquillo, parla pure, mi interessa, non sono pericolosa, sono trasparente.
    Roba così.
    Mi accorgo, in effetti, che per qualcuno è fastidioso, ma non me ne preoccupo troppo, è bene che chi mi sta di fronte sappia con chi ha a che fare, così non si rischiano sorprese.
    Nessuno di noi riesce a piacere a tutti, nemmeno i più simpatici (categoria di cui diffido), quindi è bene che chi hai di fronte sappia se ti va a genio oppure no.
    Allo stesso modo quando mi rendo conto di non piacere a qualcuno, ne tengo buon conto e giro al largo.
    Anche perchè la cosa è sempre reciproca.
    Infine, vedi, conviene guardare bene il tuo interlocutore, così te ne fai un’idea precisa. E lui di te.

  2. 2
    Ombra -

    forse sei solo timida e un pochino insicura, tutto qua

  3. 3
    kekkoufo5 -

    Ciao,

    è possibile ipotizzare che il non riuscire a guardare negli occhi sia o un aspetto unico e indipendente della tua personalità (magari un poco timida e riservata) oppure un sintomo di fobia sociale cioè di una maggiore difficoltà a mettersi in relazione con gli altri per il timore di essere giudicata o divenire oggetto di critiche severe.

    La strada maestra è senz’altro quella di qualche colloquio con uno psico-terapeuta.

  4. 4
    guerriero -

    sei solo timida , nn ti preoccupare

  5. 5
    Maxim -

    Ciao Shine,

    non riuscire a guardare gli occhi degli altri, quando si parla, potrebbe essere una forma di timidezza come pure non voler mettere in “crisi” l’interlocutore che ci troviamo davanti.

    A me capita di guardare la gente, ma anche qui adotto due persi e due misure a seconda di chi mi ritrovo davanti, cioè uno sguardo spensierato che lascia trasparire contentezza, gioia, insomma molto positivo e invece l’altro sguardo che è l’opposto, come pure i toni di voce cambiano, ma senza mai andare in forme “litigatorie tribali” perchè non è nel mio stile…

    Maxim.

  6. 6
    Ari -

    Però toglimi una curiosità: perché hai così paura che ti vedano dentro?

  7. 7
    Mene -

    Ciao Shaine,
    innanzitutto i “pensieri” che ti vengono quando guardi qualcuno negli occhi possono effettivamente andar bene anche per il contrario. A me per esempio, se fossi un tuo interlocutore, penserei “che tu dovessi nascondere chi sa cosa” se non mi guardi, non il contrario.

    Probabilmente la cosa comincia da te, nel senso che sei un po’ timida o insicura relativamente ai giudizi altrui e allora ti imparanoi.

    Niente paura però perchè, anche se io ti consiglierei di guardare le persone negli occhi perchè è bello e comunicativo, ci sono dei “trucchi” semplici che ti consiglio di usare ALMENO quando fai i colloqui di lavoro, perchè in alcuni posti fanno caso anche a queste cose.

    Quello che io ho utilizzato alcune volte è guardare la persona non proprio negli occhi, ma fissandoti nel punto un poco più sopra (altezza sopracciglia) in mezzo agli stessi. Il risultato è che sembrera’ che tu stia guardando una persona dritta negli occhi quando invece non è così.

    C’è anche un’altra scuola che dice che va fissato il punto subito sopra ad un orecchio, ma così a me ha sempre fatto “effetto strabico”.

    Buon allenamento!

  8. 8
    Shaine -

    Sono un maschio,forse il nick ha fatto credere il contrario.Brava Maxim,quella di non mettere in crisi l’interlocutore che ho di fronte è la motivazione che sento più vicina,perchè io con lo sguardo,con gli occhi,trasmetto il mio pensiero senza veli,mi dicono a volte che ho gli occhi molto espressivi.Se per esempio ho di fronte una persona che non mi fa impazzire di simpatia,ho timore che guardandola gli trasmetta un messaggio del tipo :ma che cavolo stai dicendo?oppure ma chi sei tu in realtà? e siccome io rispetto moltissimo le sensibilità altrui,le persone in generale,e non mi va di mettere nessuno a disagio,mi darebbe fastidio che pensassero che io le giudico,e poi io tengo alla mia intimità,vorrei che i miei pensieri non fossero mai troppo palesi.C’è un altra cosa che mi crea disagio,il fatto di arrossire spesso se sto con qualcuno con il quale non mi sento a mio agio,non perchè sono io a sentirmi a disagio,ma perchè non voglio che gli altri lo capiscano che in quel momento la loro compagnia mi è fastidiosa,e siccome non riesco a fingere più di tanto vado io stesso in una situazione di disagio,e arrossendo traspare da me qualcosa che vorrei evitare,facendo forse credere all’altro che sono io ad essere in difficoltà a causa di problemi miei…forse ho anche paura che il mio sguardo trasmetta di me più di quanto io voglia far vedere,e forse parlo sia di debolezze sia di giudizi interiori che formulo.
    Comunque è possibilissimo anche il fatto che io come dice Kekkoufo abbia difficolta a relazionarmi con gli altri,il problema è che io non faccio mai niente se non mi nasce dal cuore,e a volte bisognerebbe forse essere più spontanei,o meglio più superficiali nel prendere le cose così alla leggera,senza rifletterci troppo..dovrei mettermi una maschera sulla faccia,ma mi chiedo se il gioco ne vale la candela..
    Kekkoufo non ho capito che intendi dire con potrebbe essere un aspetto unico e indipendente della tua personalità..ho letto alcuni dei tuoi interventi e sembri molto lucido,razionale e esperto nelle risposte che dai

  9. 9
    Shaine -

    Grazie a Mene per i consigli,il fatto di guardare qualcuno all’altezza delle sopracciglia me lo aveva suggerito una terapeuta,ma non so se ci riuscirei,sarei innaturale,io voglio poter guardare tutti tranquillamente senza tutte ste pippe.
    Per rispondere a te Ari ti dico che da noascondere non credo di aver nulla,proprio oggi mi hanno detto che io, anche per il mio stile di vita,tendo ad assentarmi un pò dalla realtà che mi circonda,non accettandola e non mettendomi in gioco in prima persona,e il non guardare dritto in faccia nessuno è anche un modo per non espormi più di tanto e tenermi sempre un pò più ritirato in me stesso..quindi forse voglio nascondere agli altri semplicemente questa mia insicurezza nell’espormi…per un verso
    per l’altro mi capita di avere davanti gente di caz…e se li guardassi dritti in faccia gli farei capire tutto quello che penso in due secondi

  10. 10
    ChiaraMente -

    Comunque la telepatia non l’hanno ancora inventata. Puoi avere mille e un motivo per quella o quell’altra smorfia, e comunque la faccia ti si vede ovunque tu guardi. Tantovale..E poi magari fai un pò qua e un pò negli occhi.

Pagine: 1 2 3 15

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili