Salta i links e vai al contenuto

Non mi ama più … ed io non voglio più vivere …

Ciao a tutti ragazzi, chiedo scusa per il titolo, ma è un periodo della mia vita in cui ho perso qualsiasi tipo di interesse, voglia e stimolo di andare avanti. Ho 30 anni ed oggi la mia ragazza mi ha dato il colpo di grazia, dicendomi che non mi ama più dopo 5 anni. Se vi dicessi che sono stati 5 anni bellissimi e da favola, vi prenderei in giro, abbiamo passato dei momenti bellissimi insieme, ma anche dei momenti davvero brutti, ma sempre superati insieme. Da qualche tempo aveva cominciato a fare pressione per comperare casa ed andare a vivere insieme, insomma progettare un futuro insieme che io come un’ idiota non ero ancora pronto ad affrontare. Non ne parlavo mai e a lei questo mancava, fino a quando siamo entrati in una crisi senza precedenti. Negli ultimi 4 mesi ci eravamo lasciati per questa differenza di vedute, differenza che io ho cercato di colmare chiedendole di venire a vivere insieme a me qualche anno in affitto aspettando che lei avesse un contratto a tempo indeterminato per comperare casa insieme. Il risultato è stato che mi ha detto che in affitto non ci sarebbe andata, che io sono uno che non ha le palle di fare un passo del genere, e che nonostante io le dicessi che voglio il mio futuro con lei, una famiglia ed una casa per noi, lei ormai non mi crede più, non lo vuole più, ormai non mi ama più. Ho buttato nel cesso tutta la mia dignità supplicandola di credermi, piangendo davanti a lei, andando a prenderla da lavoro a sua insaputa, organizzando un percorso benessere per il prossimo sabato pomeriggio, ma niente, mi ha detto chiaramente che non mi vede più come l’ uomo della sua vita, ma ancora più devastanti sono i suoi occhi e le sue parole colme di indifferenza. Ci sono delle parole che rimbombano nella mia testa e non mi danno pace, ed io non riesco a smettere di piangere, ne tanto meno riesco a lavorare o a fare qualsiasi cosa. Da quando ci eravamo lasciati, lei ha cominciato a divertirsi davvero tanto, ed essendo molto bella sono tanti i ragazzi che le vanno dietro, ogni volta su facebook si tagga con la sua migliore amica al mare, o ad eventuali serate, e i miei migliori amici e i nostri conoscenti me lo avevano detto, mentre io stavo male a lei non importava assolutamente niente, stava benissimo. La scorsa estate mi ha lasciato di nuovo, in maniera spietata, ferendomi come non mai, così dopo tutti i vari tentativi e le varie suppliche, decisi di sparire dalla sua vita, anche se ero morto, dopo un po’ è tornata ed io non me lo sono fatto dire due volte, ci sono tornato immediatamente, ma questa volta è diverso, so che non tornerà. L’ ho bloccata su facebook, ho bloccato la sua amica, ho cancellato il suo numero e tutti i messaggi, tutto non riesco a cancellare le nostre foto, perché rivederle mentre le cancello mi uccide. Ho commesso tanti errori, è vero ma l’ ho amata e la amo ancora, e immaginare la mia vita senza di lei, senza più sentirla ne vederla, immaginarla insieme ad un’ altro è una condanna a morte. Sapere che mentre io sto piangendo e non so come rialzarmi, lei se ne va a ballare, conosce altri ragazzi che potranno provarci con lei tranquillamente, e non glie ne importa un fico secco di me mi fa sentire impotente, mi fa sentire zero, mi fa capire che se per lei ormai non conto più niente, niente più conta ormai per me. Vorrei solo tornare a vivere ed a respirare a pieni polmoni, ma ora l’ unica cosa che vorrei fare è morire. Non riesco a lavorare, non riesco a distrarmi il mondo va a mille ed io sto fermo e non so da dove cominciare. Scusatemi ragazzi, ma ho bisogno di aiuto. Grazie a tutti.

L'autore ha scritto 6 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Me Stesso
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

11 commenti a

Non mi ama più … ed io non voglio più vivere …

Pagine: 1 2

  1. 1
    Pax -

    Vuole l’uomo con la casa senza avere da parte sua una stabilità. Eppoi con un tenore di vita dove il risparmio non è al primo posto.
    Che si faccia mantenere da un’altro.
    Intanto soffri e sfogati contemporaneamente. Arriverà il momento che ritroverai l’equilibrio.

  2. 2
    Babygil -

    Ciao Claudio, anche io mi sono appena Lasciata! Cosa posso dirti ? Ragioniamo ub attimo…………. vale la pena soffrire cosi tanto per qualcuno? Anche io non me la sto passando bene .. ma scusa uha cosa, cos avresti fatto di sbagliato tu ? Gli hai solo chiesto di provare a convivere in affitto! Cosa voleva lei ? Farsi un mutuo con un lavoro insicuro?

  3. 3
    Michelle -

    Claudio, capisco che tu stia soffrendo ma è ora di riprendere in mano la tua vita e agire. Inizia a dire a te stesso che non hai bisogno di questa né di nessuna ragazza per stare bene, imponiti di essere forte e di andare avanti, ribalta il tuo stato di sofferenza tirando fuori la forza che in fondo hai, rendendoti conto che questa persona non ti amava e che quindi non è la persona per te! Finché rimani aggrappato a questa storia e al pensiero di ciò che pensi di aver perso, non andrai avanti e non otterrai di meglio nella vita. Ora sta a te e solo a te cambiare ed essere forte per ottenere ciò che vuoi davvero dalla vita. Una persona che ti ha amato davvero non si metterebbe mai a pubblicare foto di qua e di là appena dopo la rottura, e questo suo atteggiamento denota anche molta immaturità. Pensa a te stesso e vai avanti con la tua vita. Inizia a concentrarti su qualche piccola cosa che riesce a distrarti un pochino almeno una mezz’oretta al giorno, e rileggiti ogni giorno i consigli che anche gli altri ti daranno in risposta alla tua lettera e vedrai che in poco tempo reagirai. Se hai avuto la forza di sopportare queste cose negli anni, figurati se non hai la forza per andare avanti ora con meno stress!

  4. 4
    Rossella -

    Ciao,
    to consiglio di non farti abbattere dalle circostanze perché 30 anni sono 30 anni, ma per alcune persone anche il lasso di tempo che va dai 15 ai 20 diventa traumatico se vissuto per sé stesso. Perché il punto non è neanche il divertimento. Diciamo così. Sì, alla fine anche quello ha un peso considerando che il matrimonio sotto certi punti di vista è la tomba dell’amore. Un sorriso, una “cosa” può alimentare un’antipatia. Il punto non è stabilire se tutto questo è giusto o sbagliato, perché potrebbe essere irragionevole. Dall’altra parte una donna che vive per la famiglia potrebbe avere la sensazione di essersi rinchiusa in un recinto. Il punto è inquadrare la persona e fare pace con l’idea che non avrebbe potuto essere la donna della tua vita. Dovresti sentirti libero. Ogni persona ha la sua sensibilità. L’addio al celibato per molti ragazzi che hanno avuto una vita extra-familiare è un arrivederci. Si rivedono, fanno festa… non ci sono problemi. Non è sbagliato andare a giocare a calcetto con gli amici. Quando andrai a giocare a calcetto con gli amici tua moglie andrà a cena con le amiche. Si tratta di avere una vita insieme.

  5. 5
    Golem -

    Tu sei solo “dipendente” da questa tipa, non la ami, lei pure non ti ama, ma, al contrario di te, è lucida e ha percepito quali sono le tue tante debolezze, e le sfrutta, seppure inconsciamente.
    Tu appari più “buono” perché ti “sottometti”, ma non sei meno “egoista” li lei. Ripeto, “dipendi” da questa tipa, ma quello non è amore, è tossicodipendenza.

    Direi che non ci vuole un esperto per capire che un rapporto che ha una possibilità di funzionare sottintende che una coppia si sintonizzi sui desideri dell’altro senza perdere la propria autonomia e identità. Nel vostro caso è chiaro che non è così, lei propone e tu disponi come puoi, e pur di averla chissà cosa faresti. Ma così ti “svendi”, ed oggi ti disperi e piangi e ti senti “impotente” senza di lei. Sei come un bambino senza la mamma praticamente, e infatti piangi, e te lo dico non per offenderti, ma per cercare di farti capire che non è quella la strada dell’amore adulto.
    Se non ti renderai autonomo psicologicamente, comprendendo che l’amore non è “un dolce affare” dove entrambi stanno percependo un guadagno soggettivo, e non come coppia, non andrai da nessuna parte amico mio.
    E smettila di piangere per queste puttanate. Forse tuo nonno ha fatto la Seconda Guerra mondiale e aveva meno anni di te, e li si moriva veramente Claudio 87.
    Mi sembra che oggi si sta perdendo la capacità di sapere cosa significa essere uomini.

    Dagli un taglio, e pensa a diventare uomo. Ne hai il tempo.

  6. 6
    Kid -

    Sei matto? Piuttosto che accollarti un mutuo cambia cavalla. Un mutuo è “per sempre” , una donna non si sa. Invece , parlando per assurdo , se devi instestare una seconda casa già tua, fallo subito. Tanto se le cose vanno male te la fotterebbe lo stesso , ma nel frattempo ti sgrava delle tasse e puoi sempre utilizzarla a tuo piacimento. Lei sarebbe contenta perché le dimostri che ci tieni moltissimo ma contemporaneamente ti liberi di un peso. Infatti , io più che al downshifting punto alla nullatenenza a mezzo terzi. Cioè ad essere l’uomo di paglia della donna di paglia di me stesso. Intanto le ho intestato una macchina così male che vada a piedi non ci vado, poi a breve andiamo sulla casa e mi metto usufruttuario , visto che tra pochi giorni il pignoramento del conto corrente e degli immobili dalla sera alla mattina e senza manco fare un fischio saranno la realtà quotidiana. Figurati che sudate notturne e che calamari diurni ad avere un mutuo sulle spalle. Yog probabilmente sarà d’accordo.

  7. 7
    Yog -

    Urka Kid se sono d’accordo. Non scherziamo: l’affitto attualmente è meglio della proprietà. Si rompe qualcosa? Cazzi del locatario. L’amministratore scappa con i fondi? Idem. La ganza vuole il divorzio? Cazzi suoi, di nuovo, l’incapiente vince. Sempre.

  8. 8
    claudio87 -

    credetemi ragazzi non è dipendenza, mi manca terribilmente e non so da dove cominciare per andare avanti, io sto qui malissimo a piangere ed a non riuscire a lavorare, a non fare nulla, i giorni sembrano interminabili, la notte non dormo più, riesco solo a pensare alle ultime parole che mi ha detto ” anche se il sentimento non c’è più, io ti voglio bene e non voglio farti stare male”, mentre io sono qui a scrivere a chiedere aiuto, la sua vita scorre regolare come tutti i giorni, non mi pensa minimamente anzi sta meglio senza di me, si diverte, va a ballare, non sono più nemmeno il suo ultimo pensiero. Lo scorso anno mi ha lasciato di nuovo, dopo un paio di mesi è tornata, ma stavolta sento nel mio cuore che non tornerà mai più. Ed io non so che fare ragazzi sono disperato

  9. 9
    sospeso -

    “mentre io sono qui a scrivere a chiedere aiuto, la sua vita scorre regolare come tutti i giorni, non mi pensa minimamente anzi sta meglio senza di me, si diverte, va a ballare, non sono più nemmeno il suo ultimo pensiero.”

    amico fa male ma hai detto la verità. Ma il dispiacere che stai provando devi sapere che non è una tua esclusiva sensazione , ma l’hanno provato tutti, con la stessa intensità, lo stesso dolore. é una vera e propria malattia psicologica, una patologia diffusissima: il dolore della disillusione
    L’unico modo è che ora devi stringere i denti e aspettare, con rassegnazione, che il tempo te la faccia piano piano dimenticare. E vedrai succederà! Ti dispiacerà sempre meno…ci dedicherai sempre meno pensieri…giorno dopo giorno.
    Ti devi abituare alla tua nuova vita senza di lei. Sei tu che al momento ti stai concentrando sul passato ma c’è una vita, che poi è la tua, su cui devi investire.
    Arriveranno tante altre donne (alcune ti piaceranno anche più della tua ex!) , farai tante altre esperienze…positive e negative…ma solo una cosa rimarrà tua per sempre: te stesso.
    Investi su te stesso, sul tuo lavoro, le tue passioni…conosci nuove ragazze con cui sfogare le tue necessità sessuali per sentirti sempre completo ed appagato…e vedrai che ciò che oggi ti strugge fino a desiderare di non vivere sarà solo uno dei tanti ricordi di una lunga vita piena. Questa storia sarà solo una delle tante. Impara a guardare avanti, non voltarti

  10. 10
    Golem -

    Bè, disperato è già fare qualcosa, anche se non ti servirà a niente. Un tempo qui avevamo il dipartimento P.C. ma col i tagli alla sanitá oggi è accorpato al reparto C.P.
    Vai dal medico e fatti dare del Prozac o suoi succedanei.
    Il testosterone sarebbe l’ideale in questi casi, ma solo per autoproduzione. Purtroppo quello scarseggia in te. Coraggio.

Pagine: 1 2

Lascia un commento

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.