Salta i links e vai al contenuto

Non fidatevi di chi vi guarda con dolcezza

Non fidatevi di nessuno. Diffidate dal dare tutto ciò che di buono avete ad una persona, si potrebbe essere quella giusta ma potrebbe anche farvi soffrire. Ho amato così tanto che quando sono stata lasciata ho pensato di esser un mostro, ho pensato di aver fallito perché non sono buona. Invece mi sbaglio, lui che diceva di volermi bene mi ha abbandonata e mi ha fatta piangere, solo perché non volevo che si mettesse nei guai, solo perché volevo proteggerlo dalle insidie che comporta un certo ambiente come i quartieri malfamati dove spacciano droga. Quando si è messo insieme a me, con le lacrime agli occhi ha espresso il desiderio di cambiare vita e io ho cambiato la sua vita, sono stata una principessa, l’ho amato e l’ho rispettato. Ma non come ho detto nella mia prima lettera, questa volta ho amato davvero, così tanto da sentirmi inadeguata e una fallita. Ma la verità è che io sono una ragazza molto buona e anche ingenua purtroppo. E ho dato la mia fiducia ad una persona che appena è tornato nel suo habitat naturale non ci ha pensato due volte a lasciarmi e ad abbandonarmi facendomi soffrire come un cane. La cosa bella è che lui ha 30 anni, una figlia e una storia finita male alle spalle. E io invece ne ho 20, non avevo mai amato prima e stavo vivendo ogni emozione con sincerità e purezza. E lui dopo avermi abbandonata ha continuato a farmi stare una merda, dicendo che io ero interessata a farmi vedere dagli amici su facebook, dicendo che io ero stata comoda insieme a lui! Voi non potete nemmeno immaginare quanto ho sofferto inconsciamente mentre stavo con lui, vi dico solo una cosa. Le ultime due settimane insieme a lui avevo un dolore lancinante alla spalla sinistra, non appena mi ha lasciata e sono tornata da mia madre, questo dolore è sparito via come se non ci fosse mai stato. Posso dedurre che era un dolore psicofisico dettato dalla sofferenza che stavo vivendo, accecata dall’amore. Non bisogna lasciarsi sopraffare dalle emozioni, bisogna imparare a saperle gestire, e per me che sono giovane ancora non è facile da farsi, ma questa sofferenza mi ha giovato a capire che bisogna dare il giusto peso ad ogni cosa e non perdere mai di vista le priorità. Quindi non pensate che quando siete innamorati il vostro compito sia dare amore al prossimo, la priorità siete sempre voi stessi, se voi stessi non siete in pace con la vostra anima, come potete dar pace alla persona che amate? E i campanelli di allarme ci sono, se ci sono li vedrete, non fateli annebbiare dall’amore cieco. Perché l’amore non è non poter fare a meno di una persona, l’amore è riuscire a far star bene una persona e se una persona sta meglio senza di voi allora dovete farvi da parte se la amate davvero. Mi sono resa conto dopo 13 giorni che sono stata lasciata, che mentre lo pregavo di tornare insieme e mentre mi sentivo in colpa per tutto, anche se in realtà non avevo alcuna colpa se non la mia insicurezza e la mia paura di non essere all’altezza, l’unica colpa che ho è di aver scelto una persona che non mi ha amata, che non poteva amarmi, perché non ama nemmeno se stesso e nemmeno sua figlia di 7 anni. Perché uno che non lavora e spaccia, non va a farsi di cocaina quando c’è una piccola creatura che ha bisogno di tutte le attenzioni. Purtroppo non si può non amare, almeno a me risulta difficile non farlo, ma stavolta questo sentimento grande che sono capace di provare, perché ne sono capace, voglio riservarlo solo a chi merita. Io mi merito di amarmi, mia madre si merita il mio amore. Non il ragazzo carino che quando ti guarda ti fa sciogliere, magari lo merita, magari no, ma non siate certi che lo meriti solo perché vi fa provare sensazioni assurde, non è detto che siano ricambiate. E’ solo una presa per il culo. Fingere per l’essere umano è facilissimo, e dovrei saperlo perché anch’io sono stata una persona bugiarda e finta, ma adesso so che non lo sono e non voglio esserlo, so che sono vera e soprattutto VOGLIO essere VERA. Perché essere veri equivale a vivere, amare e soffrire fanno parte della vita, non si può evitare questo. Non si può rinunciare a queste sensazioni, equivarrebbe ad essere morti, non fisicamente, ma morti dentro, come molte persone purtroppo lo sono, forse per paura, forse per insicurezza, forse per debolezza. Io sono una ragazza molto fragile, ma non sono una persona cattiva. Il mondo non posso cambiarlo io, ma posso rendere la mia vita, unica e speciale, migliore, la vita è solo una e ne vale la pena di essere vissuta a pieno, vale la pena soffrire, vale la pena amare. Pensa a coloro che perdono la vita e dunque perdono anche tutto ciò. Io penso che molte vittime di incidenti stradali avrebbero preferito soffrire e piangere per l’eternità che schiantarsi contro un palo. Io preferisco soffrire piuttosto che rinunciare alla vita, perché ne abbiamo una soltanto ed è giusto che dobbiamo viverla, è giusto! Vi ringrazio per il vostro ascolto e spero che frequentando questo sito potrò imparare insieme a voi ancora più nozioni per poter crescere bene.

Un saluto,
… superficiale…

L'autore ha scritto 6 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Me Stesso

3 commenti a

Non fidatevi di chi vi guarda con dolcezza

  1. 1
    Andrea -

    Sei entrata in qualcosa più grande di te, ma sei giovane e ingenua per cui ci sta, anche se è presuntuoso pensare di entrare in un mondo che non si conosce, come quello della droga e salvare l’amato.
    Capisco che stai soffrendo e capisco anche che hai fatto una cazzata che alla tua età ci sta ampiamente, però ricordati che nessuno ti ha obbliga a frequentare un ragazzo padre con problemi di droga, se pensi a quanti bravi ragazzi single che ci sono in giro.
    I drogati spesso non si fanno aiutare nè dei genitori, nè dagli amici, nè dalle comunità..mi pare un pò assurdo pensare di arrivare li e pretendere che cambi per te e di essere amata come vorresti tu..

  2. 2
    Elly19 -

    Nel leggere la tua lettera sono rimasta a bocca aperta perchè tutto ciò che hai scritto è quello che io penso sulla vita e sui rapporti.Sulle falsità umane e tutto quello che hai scritto.Sei una ragazza speciale e non penso che superficiale sia il termine che ti si addice…mi piace come la pensi e soprattutto le ultime cose che hai detto sono molto importanti.E’ bene apprezzare la vita in tutti i suoi aspetti perchè c’è chi vorrebbe vivere ma non può e chi vive ma non apprezza il grande dono che la vita gli ha dato.La vita è preziosa,la vita è appunto VIVERE..è la cosa più immensa e speciale che possa esistere,se siamo qui un motivo c’è e non dobbiamo negare la vita!!!un bacione grande.
    P.S: Mi piacerebbe contattarti e stringere amicizia con te!! =)

  3. 3
    superficiale -

    Cara Elly, grazie per il tuo commento, anche a me piacerebbe stringere amicizia con te. Se vuoi contattarmi questa è una mia mail alternativa: marika92@email.it scrivimi poi ci scambiamo i contatti.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili