Salta i links e vai al contenuto

Niente sesso da otto mesi

Salve a tutti, sono un ragazzo di 20 anni, sono fidanzato da otto mesi con una ragazza della mia stessa età.
L’inizio della nostra storia potrebbe essere definito l’apice della perfezione!! Ci siamo fidanzati ufficialmente lo stesso giorno che abbiamo fatto l’amore per la prima (e ultima) volta, perchè ci frequentavamo già da un pò e comunque eravamo amici già da prima, è stato bellissimo, anche perchè per lei è stata la prima volta, e credo proprio le sia piaciuto un sacco, dato che ha voluto anche il secondo round :)!

Comunque la favola è finita presto, dopo essersi resa veramente conto di non essere più vergine, intanto le è venuto un senso di colpa assurdo, essendo di famiglia molto Cattolica, e il giorno dopo mi ha detto che non avrebbe più voluto far l’amore sino al matrimonio.

Io la amo veramente tanto, e quindi ho da subito rispettato la sua scelta, “pretendendo”, comunque, quantomeno dei preliminari o del sesso senza penetrazione, dato che per me l’intesa intima in una coppia è fondamentale.

Sembrava essere tutto tranquillo, quando lo facevamo ero sempre strafelice di vedere che le piacesse anche se non era un rapporto completo, sapevo e so come far godere una donna!

In seguito cominciava a succedere sempre più spesso che non le andasse di fare nemmeno quello, dicendo che per lei non è così importante . . sempre più spesso . . sempre più spesso . . Sino a quando un mesetto fa siamo arrivati a quasi due mesi di astinenza totale, ed ovviamente vedendomi sempre respinto, ho cominciato a vivere molto male la relazione, ero sempre distante ed incazzato, fino a quando circa un mese fa, il giorno di capo d’anno, lei è scoppiata in lacrime vedendomi sempre così sgorbutico, allorchè io decisi di consolarla al momento, e non so per quale strana ragione la sera stessa l’abbiamo fatto.

Ma poi ricominciava sempre la solita storia, e vedendomi sempre respinto, decisi di parlarle chiaro e dirle che se non le piacevo più, avrebbe fatto meglio a dirmelo invece di continuare in questo modo . . Lei quasi offesa da questa insinuazione, mi disse che non era niente di tutto questo, ma solo che a lei per adesso non va, che non la vede come una bella cosa al momento. Io nonostante tutto cercai in tutti i modi di farle capire che per me in un rapporto fosse importante anche questo, e che sia per me che per lei prima di andare avanti in questa storia, sarebbe stato meglio chiarire ciò che volevamo, perchè sinceramente a trovarmi sposato, con una moglie alla quale non va di fare sesso o che comunque lo fa per non darmi un dispiacere, è una condanna a vita!

Sembrava aver capito, anche se tacitamente, in quanto ricominciavamo a farlo (due giorni e basta) . .
Ma adesso . . Punto e a capo . . Ragazzi credetemi non so cosa fare è una situazione orribile.

Che non le piaccia più lo escludo totalmente, o che abbia un’altro (siamo sempre insieme, e fra l’altro, siamo sempre stati d’accordo che sia meglio la sincerità anche se brutta, che il tradimento).
Che mi ama e ci tiene a me, me lo dice in continuazione e me lo dimostra, tranne nel sesso.

E quindi mi sembra strano che mi ci vogliano così tanti sforzi e dispiaceri per passare una bella seratà in intimità, che fra l’altro quelle poche volte che capita devo sempre insistere perchè ha sempre la scusa pronta: “é tardi, sto male,non è il momento, lo sai che non mi va ecc . .” quindi la vedo quasi una forzatura. Datemi qualche consiglio per favore sia ragazzi, che RAGAZZE soprattutto, magari potete capire meglio se sia normale o meno per voi . . . Grazie in anticipo.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria:   - Amore - Sesso

19 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    Andrea -

    Ciao Cal Ligthman, purtroppo sei incappato in una super bigotta. Di tuo puoi fare ben poco..quando sono così fissate è inutile. Hai tre strade: puoi tentare di forzarla (tenendo il muso ecc), ma così facendo incrinerai ancora più il rapporto. Puoi rispettare la sua scelta senza battere ciglio, ma questo comporta un grande amore e sacrifici da frate francescano. Terza strada, puoi decidere che non siete sulla stessa lunghezza d’onda e lasciarla. Se ti può consolare, tra qualche anno molto probabilmente diventerà una di quella maialone che la metà basta! Infatti per esperienza personale, molte ragazze che vivono anni di astinenza forzata (e quindi non voluta ma autoimposta) ad un certo punto aprono gli occhi e recuperano gli anni persi. Ho visto suorine cambiare radicalmente e farsi vagonate di ragazzi, a volte persino poco dopo che la storia con il ragazzo serio che la rispettava era terminata. Quindi in ogni caso stai attendo, perchè può anche essere che se resterai al suo fianco dandoti all’astinenza, tra qualche anno verrai lasciato e nel giro di poco potresti anche vederla molto più “disponibile” verso l’altro sesso..tu anni di sacrificio per poi vedere i frutti colti da altri. Immagina che frustrazione!
    In bocca al lupo!

  2. 2
    colam's -

    La penso come Andrea. Forse una quarta via potrebbe essere che vi lasciate tenendosi la possibilita’ di tornare insieme una volta che lei faccia “pace col cervello”.

    Per inciso una vera bigotta (nel senso positivo del termine, a chiacchiere lo sono anche io) sarebbe ancora vergine, e non avrebbe fatto scintille come lei. Dice bene Andrea: a lei piace, ma per ora si auto-costringe per fare piacere ai suoi. Finche’ un giorno non schioppa, e in quel momento beato chi ci sara’ (e spero sarai tu)..

  3. 3
    MrBison -

    una così da sposata dispensa solo coccole e sesso procreativo

    mollala… un uomo ha i suoi bisogni, se lei non lo capisce che si faccia suora !!!

  4. 4
    Cal Ligthman -

    Grazie ragazzi.
    La mia vera paura è che lasciandola lei apra gli occhi e per non cadere nello stesso errore diventi più aperta, ma con chi ci sarà dopo di me . . . Voi pensate che aspettando un pò, e facendo sentire a lei questa mia frustrazione, possa cambiare anche se resta con me? e quindi capirlo senza il bisogno dell’atto estremo? (lasciarci)

  5. 5
    Paolo -

    Vorrei esprimere il mio quasi totale dissenso dalle risposte che hai ricevuto. So quanto può essere importante fare l’amore con la propria donna e l’ultimo mese prima che io e la mia ragazza ci lasciassimo (per altri motivi) lei mi ha sempre respinto. Questo dispiacere si è sommato al dolore che già provavo per le motivazioni del seguente distacco. Ti voglio solo dire una cosa, io a lei dissi: “posso stare anche un anno senza, però mi devi dire il motivo, perchè che non ti va non ci credo più, tu hai DECISO che non vuoi farlo”. E dammi retta quello di cui avevo bisogno io non aveva nulla a che fare con una scopata, era bensì una delle più belle sensazioni d’AMORE che una coppia possa vivere. Per cui quello che ti chiedo è: sei certo di conoscere i veri motivi del suo rifiuto? E ancor di più, lei è certa di sapere veramente cosa la blocca? Se vi amate veramente cercate di capire quali sono questi motivi con il discorso. Un blocco può essere provocato anche da problemi psicologici (nati anche da situazioni familiari o di vita particolari) in tal caso, nonostante a lei potrebbe costare un grande sforzo, non sottovalutate l’opportunità di rivolgervi ad uno specialista. Tutto ciò se tra di voi c’è l’amore e la volontà di risolvere la situazione che a uno o all’altro crea disagio e in una coppia una persona a disagio non fa altro che danni o a se stesso o al partner o ad entrambi. Se invece quest’amore non è così forte potrete scegliere la via più semplice, lasciare i vostri problemi irrisolti e salutarvi. E’ la seconda volta che scrivo qui, mi sono sentito vicino a te e piuttosto innervosito dai commenti che hai ricevuto. Non dare retta a commenti brutali come quelli del 90% degli utenti.
    Paolo

  6. 6
    Chiccachicca -

    La capisco….io sono due anni che sto insieme al mio ragazzo ma sono quasi 5 mesi che non andiamo piu a letto insieme,perche a me non mi va!! io lo amo,ci sto benissimo insieme e se non fosse per quello andrebbe tutto liscio….
    anche per me è stata la prima volta con lui e tutto ad un tratto non mi è andato piu,non so perche
    ti dico che anche noi abbiamo provato una pausa che mi ha fatto stare malissimo,mi mancava,siamo tornati insieme ed eccoci allo stesso problema..non sappiamo che fare neanche noi! soprattutto lui che ritiene il sesso importante (e lo capisco) ma a me non va!!!!!!!!!

  7. 7
    aria85 -

    Guarda,partendo dal presupposto che la mente umana è un vero labirinto,più che cercare a distanza siderale di interpretare il suo atteggiamento,ti racconto una storia.
    La mia migliore amica,qualche anno fa,inizia la sua prima ‘storia seria’ con un suo coetaneo,lei 20 lui 23.Vergine lei,vergine lui.Lei ha sempre avuto uno strano rapporto con la sua femminilità,cresciuta come un maschiaccio,non si è mai sentita bella,attraente…femmina,insomma,nonostante sia carina,eh!Non immaginare un cesso coi polpacci da centravanti!
    Ma comunque.
    Si innamorano,i due,e tutto va bene,tranne un piccolo particolare:la totale assenza di intimità.
    Ma totale totale,eh!Bene,lei all’inizio non da peso,non avendo mai considerato la sua parte femminile.Pian piano,però,comincia a sentire l’esigenza di andare un po’ oltre,in fondo era il suo ragazzo!Iniziano i tentetivi di avvicinamento (dopo un annetto buono) ma lui refrattario come pochi…bene,lei cerca di affrontare il problema in tutti i modi possibili.
    Una volta appurato il fatto che non avesse alcun problema fisico,cosa capita con molta fatica visto che all’inizio nemmeno si spogliavano,lei passa al cercare confronto e dialogo,con estrema,credimi,estrema dolcezza.
    Niente da fare:la risposta fu ‘non mi sento pronto’.E intanto erano passati due anni.Tutti noi amici cercavamo di spingere i due verso la meta.Non tanto lei quanto lui.I suoi amici lo spronavano in tutti i modi,cercavano di parlarci ‘da uomo a uomo’ ma niente,lui sempre vago chiudeva immediatamente il discorso.
    Alla fine sembra essersi convinto a fare il grande passo.Lei va spesso a trovarlo a casa quando non c’è nessuno e ogni giorno un faticoso passetto in avanti…e due indietro!Eh,si,perchè poi c’era sempre qualcosa che non andava.Molte volte prima con le buone e poi con le cattive,la mia amica ha posto la fatidica domanda:ma è un credo religioso,un problema di testa o che altro?Ti va o no di far l’amore con me?Non devi farlo solo per farmi contenta!Vorrei capire! E lui…no,ma che problema,no ma che religione.Premessa la famiglia bigottissima e la mamma catechista.
    Bene,alla fine scoppia la bomba:l’ennesimo tentativo fallito perchè ‘guarda caso non sapevo sarebbe rientrata mia sorella…’ e alla mia amica saltano i nervi e lo molla seduta stante.
    Dopo un annetto di solitudine il tipo finalmente conosce un’altra e vai coi fuochi d’artificio!
    Ora è uno che dichiara apertamente ‘io me le sc….erei tutte’
    …no,povere noi aggiungo io!
    Tutto sto casino per dirti:è probabile che con te continuerà la tarantella come è probabile che,se vi lascerete,lei metterà la cintura di castità nel cassetto,perchè si renderà conto che per questo ha perso l’uomo che amava.Oppure dovrà incontrare uno che la pensa esattamente come lei.E’ difficile ma non impossibile.
    E comunque,che vive il sesso come esclusiva funzione procreativa,difficilmente cambia idea…il punto è:amore a parte,pensi di poterti accontentare di quel che ti da?

  8. 8
    aria85 -

    mi scuso per la lungaggine e concludo:no lei non capirà un bel niente,perchè sa che tu la comprendi e la assecondi,sa che non la forzi più di tanto,come,del resto, è giusto che sia.
    Il compremesso devi accettarlo tu,se lo vuoi accettare.

  9. 9
    Cal Ligthman -

    Grazie a tutti per i consigli . . Li ho apprezzati e valutati tutti.
    Vi dirò . . Ieri abbiamo litigato di brutto . . adesso dovremmo vederci per parlare . . Speriamo in bene . . Auguratemi buona fortuna 🙂

  10. 10
    Kon Kon -

    Caro Cal Lightman,
    ricordando (con qualche difficoltà, visto gli anni trascorsi nel frattempo) il vigore che avevo io a 20 anni, comprendo come sia penosa e difficile la tua situazione, giustamente definita da te stesso “orribile”. Stante quello che hai scritto, non vedo però molte possibilità di soluzione. Nel vostro rapporto la situazione che sembra essersi cristallizzata (ma sarebbe più giusto dire “incancrenita”), è quella da te efficacemente descritta. La tua ragazza, che non riesce a vivere con pienezza il suo rapporto, deroga però momentaneamente da ciò che la blocca in occasione di una perturbazione emotiva, o quando intravede all’orizzonte la possibilità concreta di un crollo definitivo della relazione. Sono chiari i segnali che mostrano da parte sua l’esigenza irrefrenabile di dover mantenere ad ogni costo il controllo della propria passionalità, per remore di carattere morale o per sensi di colpa indirettamente instillati da una educazione rigida e bigotta. Forse potrebbero esserci anche problemi di molestie che risalgono al passato, o shock legati all’atto sessuale (come l’aver visto da bambina degli adulti che si accoppiavano). Da tutto questo ne è colpita la sua autostima, evidentemente piuttosto debole. Sono concorde con chi dice che le probabilità di non evolvere dalla tua spiacevole situazione sono molto elevate. Senza il supporto di un aiuto proveniente dall’esterno non penso tu potrai schiodarti dal trend attuale. Se veramente tieni a questa ragazza penso tu possa concederle ancora un pò di tempo. Che lei però dovrà senza alcun tentennamento o scusa, impiegare per sottoporsi ad una terapia psicologica. Se lei non vorrà curarsi e rifiuterà di affrontare il problema, è opportuno che tu tragga le tue conclusioni definitive.
    Buona fortuna,

    K.K.

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili