Salta i links e vai al contenuto

Nel buio più totale

Salve…… vorrei mantenere l’anonimato per questo inventerò un nome Giulia, oggi ho deciso di scrivere qui su questo blog. Sono separata da due anni e mezzo con un bimbo di due anni purtroppo la mia vita non è stata tutta rose e fiori, circa un mese fa mi sono cacciata in un casino e sono stata arrestata, sono stata 5 giorni in un penitenziario che tutti chiamano carcere educativo, ma di educativo non ho visto niente anzi direi che sono rimasta scioccata e ancora oggi ho gli incubi. Ma la cosa più brutta è il cattivo esempio che ho dato a mio figlio che quando crescerà saprà cosa ho fatto.
Attualmente sono in misura cautelare dei domiciliari, vivo sola con mio figlio, non ho un lavoro e mi mantiene mia madre di 64 anni con quel po’ di pensione che ha, dovrò stare ancora per un anno e mezzo chiusa qui e poi chissà.
Vi scrivo per dire che lo stato ci induce a sbagliare di continuo e non ci da la possibilità di migliorare, io avrei voluto un lavoro, portare mio figlio dal pediatra. assisterlo ma i giudici forse a settembre mi daranno solo un ora di permesso per portarlo all’asilo e cosa farò alla recita quando non potrò accompagnarlo? Cosa penserà mio figlio vedendo tutte le madri tranne la sua? Avrebbero potuto cambiare questa misura dei domiciliari con un percorso di lavoro e invece no ed ogni giorno la disperazione mi assale, oggi ho sentito al tg di quel 21enne che ha travolto ed ucciso quei due ragazzi e lui? Se l’è cavata con i domiciliari cioè un omicidio colposo senza andare in carcere, io non sono stata arrestata per omicidio, nemmeno per rapina o altro, hanno solo trovato nella mia borsa un quantitativo di sostanze stupefacenti, è un reato ma non è così che una madre dovrebbe scontare la pena se incensurata e con un bimbo.
Potrebbero aiutare persone come me ma non lo fanno, danneggiando la morale mia e l’infanzia di un bambino…. ci sarebbero tante le cose da scrivere ma non finirei più, grazie a tutti coloro che leggeranno la mia lettera.
Nel buio più totale mi trovo senza via di uscita a 25 anni, sola senza il mantenimento del mio ex marito.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

27 commenti

Pagine: 1 2 3

  1. 1
    sarah -

    scusami io non so cosa hai fatto ma forse potevi pensarci prima di combinare una cavolata dato che avevi un bambino e visto che non hai manco il mantenimento del marito si vede che hai fatto qualcosa di grave.io invece credo che lo stato non punisca abbastanza,cosa credi?che il carcere debba essere su un isola con spiaggia?ci sono fin troppi delinquenti in giro che la fanno franca e meriterebbero l’ergastolo,lo stato dovrebbe fare di più invece,inoltre scusami, continuo a dire che non so cosa tu abbia fatto ma in ogni caso perchè qualcuno dovrebbe aiutarti ad avere un lavoro quando c’è tanta gente onesta che fa fatica a trovarlo?credi di essere speciale perchè hai un bambino?sai quante madri sole ci sono?donne che hanno perso il marito o sono state abbandonate,picchiate e via dicendo?non è lo stato che deve aiutarti ad essere migliore,sei tu che devi migliorarti e se sei rimasta shockata tanto meglio così non farai un altra cazzata e crescerai!

  2. 2
    unless -

    io sono senza lavoro e ho 28 anni.

    Dire che il nostro stato non ci da la possibilità di migliorsi non è vero, vai in america e poi vedi.

    Non ti hanno messo neanche in carcere vero 1 ora per spaccio, questa la dice lunga.

    Te ti lamenti ma sai quante altre famiglie sono state distrutte per della droga che hai smerciato te? se non ci fosse stata la tua droga magari un giovane avrebbe superato la fase critica dell’adolescenza o post maggiore età senza averne conseguenza.

    Te mi dirai che sarebbe andato da un altro, vabbè ma se tutti ragionassi così…

    Non far si che i tuoi errori si ripetino e che anche tuo figlio prenda la tua strada. Fatti aiutare a trovare un lavoro dalla comunità in cui sei assistita

  3. 3
    Genoveva -

    @sarah
    Stai esagerando.
    Nella vita errori facciamo tutti e tutti abbiamo diritto ad un altra possibilità. Si sta poco a giudicare.
    @animaxduta
    Viviamo un brutto periodo di crisi, bisogna resistere e sperare in un giorno migliore, essere positivi.
    Poi lo stato fa quello che può. Un abbraccio

  4. 4
    Mau -

    Ciao.
    Il riferimento che fai nel merito di una giustizia ‘ingiusta’ è certamente vero. Ovvero spessissimo leggiamo di pluridelinquenti assolti o scarcerati per un cavillo, assassini ai domiciliari invece che dietro le sbarre, gentaglia non condannata per miracolose prescrizioni, e via dicendo.
    Ora tu dici che avevi con te della droga e ti hanno beccata.
    Sarebbe da chiarire se l’avevi per spaccio e uso personale ma, in tutti i casi, non ti fa certamente onore.
    La droga, qualsiasi droga, è una piaga che avvelena la nostra Società, i nostri figli, la nostra vita.
    E arricchisce gente senza scrupoli.
    Ora, a parte i rimorsi di coscienza che hai, e li hai solo perchè ti hanno preso, no? Altrimenti questa lettera non l’avresti scritta e ora magari stavi a drogarti o a spacciare da qualche parte lasciando tuo figlio a mamma…..
    Ma dicevo…a parte i rimorsi di coscienza, non si capisce bene cosa tu voglia dallo Stato. ” Lo Stato ci induce a sbagliare di continuo”. “Danneggia la mia morale (la tua morale????) e l’infanzia dei bambini.” Ma che scrivi?
    E poi lo ‘Stato’ sei anche tu. Cerca di comportarti onestamente.
    Vuoi per tuo figlio una vita come la tua o migliore?
    Quando sarai di nuovo libera di muoverti, cioè fra un anno e mezzo, dovrai reinvertarti la tua vita.
    Visto che hai tutto questo tempo davanti rifletti bene su quello che dovrai fare e le strade da percorrere.
    In ultimo una curiosità…
    Separata da ‘due anni e mezzo’ e con un bimbo di ‘due’ anni.
    Il padre è il tuo ex marito o un altro?
    In tutti i casi gli alimenti sono dovuti e se non vengono pagati puoi rivolgerti al tribunale.

    Mi auguro che tu possa fare le scelte migliori senza ricadere ‘in tentazione’, per la tua vita e per quella di tuo figlio.

  5. 5
    sarah -

    @genoveva
    non possiamo giustificare ogni cosa con il non si può giudicare,ho detto quello che penso punto.

    Comunque sei ancora giovane e molto immatura,tempo per rimboccarti le maniche ne hai,potresti farti aiutare dagli assistenti sociali,ci hai provato?esistono anche delle associazioni,ma dipende in che regione stai che offrono delle borse lavoro per le persone in difficoltà,dato che sei una ragazza madre potresti usufruirne,prova a informarti,e non dare la colpa allo stato,lo stato sarà il primo ladro ma se sei madre pensa invece a crescere e a cercare di avere una vita migliore per te e tuo figlio.

  6. 6
    animaxduta -

    scusate io almeno ho ammesso il mio errore nn spaccio ok sia chiaro kn un figlio e senza mantenimento ki mi da i soldi x tirarlo avanti tu sarah?poi un altra cosa nessuno obbliga un altro a comprarsi la droga ma voi ke mi fate la predica sapete da dove viene il cattivo esempio?dall alto del parlamento ke sono loro per prima a farne uso ok?forse e stato un errore scrivere su questo sito xke speravo in un conforto nn in una discriminazione sono stata 5giorni in carcere e voi non avete idea del degrato che si vive li io nn dico che sbaglia non debba pagare ma tu ti laveresti una volta a settimana?dormiresti con gli scarafaggi e topi?con pezzi di muro che cadono dalle pareti?il carcere deve essere rieducativo per non parlare delle terapie che danno chi giudica non ha mai vissuto nella fame o nella disperazione un giorno se mio figlio comprera della droga la colpa nn la daro allo spacciatore ma a me stessa che non ho saputo crescere bene dando dei sani principi a mio figlio elimanare la droga sarebbe come eliminare la mafia una lotta che dura da anni ma impossibile da gestire. forse se x far mangiare mio figlio mi buttavo a fa la escort con un politico ero giudicata di meno

  7. 7
    animaxduta -

    nn sono ragazza madre nn mi drogo state delirando non avete capito niente io sono sposata e separata legalmente e la legge che fa?quando denunci il tuo ex per mancati alimenti?se ne frega e ti fa aspettarenon voglio nemmeno stare qui a commentare che e meglio tutti perbenisti mai nessuno ha sbagliato di voi nella vita ce ki fa errori grandi e chi piccoli bah no comment anzi elimino pure la lettera cosi nn finisco di deprimermi

  8. 8
    sarah -

    intanto io non ho detto che spacci.secondo dimostri la tua immaturità se ti metti a nudo devi accettare le opinioni altrui,sei madre quindi devi mettere la testa a posto,devi prenderti cura di un altra vita e poi forse non hai letto il mio ultimo commento,rileggilo!

  9. 9
    Genoveva Iacob -

    “animaxduta” per niente. Stai ritrovando te stessa la tua anima e il fatto di aver scritto questa lettera è un inizio. La critica fa bene ti aiuta anche se non te ne rendi conto. Le situazioni complicate ci danno la spinta di superarle, solo in questo modo ti rendi conto delle tue capacità.
    Non ti devi giustificare con nessuno per i tuoi errori in quanto non hai ferito nessuno soprattutto qui. Io ti auguro di trovare la forza di andare avanti sulla strada giusta. Quando stai male pensa che non sei sola, e quello che stai passando non è peggio di quello che stanno passando altri.
    Sorridi, a volte parlo come un prete.

  10. 10
    Andrea74 -

    Hai resistito in giudizio? Se sì, meriti le misure inflitte.
    A fronte di un’applicazione del 444 c.p.p., comunemente chiamato “patteggiamento”, attenuanti generiche, posizione di incensurata, applicazione della sospensione condizionale della pena.. non ti saresti trovata ai domiciliari così a lungo.
    Conosco BENE il codice di procedura penale e mi sembra impossibile che abbiano usato tanto rigore in caso di patteggiamento. Il principio di legalità è sacrosanto… Reo? Se confessi ti riconosco tutti gli sconti possibili. Resisti? Vieni colpito.

    Se non hai patteggiato ti stai beccando la giusta quantità di pena, non ti lamentare.

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili