Salta i links e vai al contenuto

La natura perversa dell’encomio e una noce di cocco

Anni or sono, fantastiche istituzioni, fantasmagorici governi crearono il famoso encomio, che Dio ce ne scanzi. Lode suprema pubblica tributata da un superiore ad un inferiore. Certo, per averla deve essere inferiore per forza, siate logici!. Questo premio era una volta un simbolo di onestà suprema, di impeto di coraggio, di fermezza nell’adempimento del proprio DOVERE. Il terrore dei pericolosi malviventi, dei mafiosi incalliti , degli stupratori, vi prego non dite “spupratori” , come vi ho già sentito dire eh…….. Ora sembrano andare bene tutti, gli innocenti invalidi e i vecchi e i bambini, se sono famosi anche meglio o clamorosi, vedi Erba?. Certo, se si guarda la tv non si capisce più niente. Voci per altro diffuse in tutto il mondo dello spettacolo. E come sono accaniti, l’altra volta ho creduto di vedere un inquirente travestito da Batman e un altro da Dio, e che immedesimazione nella parte, in una “vutata docchio”?. A parere mio limiterei di molto l’uso improprio dell’encomio. Non è un comportamento encomiabile con chi non sa nulla di legge? Noi ce lo chiediamo!. Fantascienza? Vox populi vox dei. Non è dissimili da chi cerca le consuetudini legali, accerchiando, perseguitando il mondo in cerca di scandali e magari con il cellulare puntato, però se si è vincenti o scagionanti vengono subito abbassati. Questo tipo di persone ha un passato torbido generalmente che cerca di riscattare, non lavorando , ma infamando gli altri o solo per estorsione? O per non perdere mai ? Certo il pensiero potrebbe allora essere rivolto alle mafie , molte sono di paese. NON BISOGNA NEMMENO ANDARE LONTANO BASTA SPOSTARSI DI 15 CHILOMETRI. Personalmente parlando non ho mai avuto simpatia nè per gli uni nè per gli altri, forse perchè ho sempre detestato chi mi voleva per fOrza fare acconsentire quando non ho mai voluto. Detesto i generatori di caos.In più da libero pensatore ho sempre espresso le mie opinioni come adesso nel rispetto delle leggi , non facendo mai insinuazioni , ma chiedendomi sempre il perchè delle cose. E capisco che questo E RIVOLGERSI AD ALTRE AUTORITà HA CREATO ANTIPATIE?. ESISTE LA LIBERTà DI OPINIONE IN QUESTA NAZIONE. lA CONOSCETE LA BARZELLETTA DELLA NOCE DI COCCO ? Un elefantessa che mangiava tranquillamente, veniva insidiata costantemente da un topolino, che l’accerchiava da anni, senza mai risultato, un giorno cade una noce di cocco addosso al pachiderma che dice.”ahi”e il topolino esclama :”Godi puttana”. Perchè ? Perchè è un mondo difficile………

L'autore ha scritto 107 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Attualità

4 commenti a

La natura perversa dell’encomio e una noce di cocco

  1. 1
    giollo -

    Sembra che nessuno avesse fatto i conti con il corrotto , il circonvenzionatore o i loro ruffiani.

  2. 2
    viseminara -

    In realtà io non ho stima del porcello in generale, per cui sono a favore dell’abolizione dell’encomio, in fondo se si dovesse seguire una statistica di quanti non lo meritano, di quanti approfittano dei vari” en plain air.”………… ci sono…… io direi che il porcello ha superato in numero l’onesto , qualora ci sia ancora,quest’ultimo ed io ne dubito. Lo sapevate che proprio le forze di polizia sono state create dal fascio? Sarà questo che avrà portato male?

  3. 3
    viseminara -

    Le donne sono le peggiori, ma non nsolo nella polizia, l’invidia e la smania di carriera le consuma, rubinetti dell’acqua che misteriosamente rimangono aperti nei terrazzi? E non va meglio nemmeno per gli ispettori che perseguitano, ma fino a che punto si riesce ada arrivare per avere un encomio, sul culo di chi si deve fare carriera? Finiamola con le storielle sulla persecuzione mediatica , è solo una riflessione su come sono cambiati i corpi dello stato e quanto il governo abbia influito……

  4. 4
    viseminara -

    per cui le mele marcie minacciano, e toccano i cellulare.novembre si avvicina…….

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili