Salta i links e vai al contenuto

Un misto tra gelosia e non so cos’altro

Salve sono Mario, un ragazzo di 23 anni. Vi scrivo la mia storia, per ricevere qualche consiglio utile da chi ha avuto esperienze simili alla storia che vi sto per raccontare. Sono stato tre anni con una ragazza, Clara, una storia tra alti e bassi, ma sempre contraddistinta da amore profondo da parte di entrambi, e se devo essere sincero, soprattutto da parte di lei, che ha compiuto molte rinunce per starmi accanto. Fatto sta che dopo tre anni lei decide di lasciarmi senza alcun apparente motivo. Solo incertezza, dubbi, volontà di essere più libera, eccetera eccetera. L’unica cosa certa è che non c’era di mezzo nessun altra persona, garantito al 100% per motivi che non vi sto a raccontare. C’è un tiro e molla di parecchi mesi, in cui lei appare confusa, ma sempre ferma nella sua decisione di troncare. Dopo quattro mesi in questa situazione, io decido di allontanarmi definitivamente e per tre mesi i nostri rapporti sono zero, via anche il saluto. Finché dopo questi quattro lunghi mesi lei non decide di parlarmi, di chiedermi scusa per il suo comportamento, senza però tornare indietro sulla sua decisione… solo qualche “mi manchi”, “non so perché ma ho pensato molto a te in questo periodo”, “quello che cercavo in realtà non esiste”.. eccetera eccetera. Ma un tentativo diretto, anche a parole, di ricucire il rapporto, non c’è stato. Solo la volontà, dopo questo chiarimento, di avere un rapporto civile. In realtà dopo questo faccia a faccia lei si è abbastanza intromessa nella mia vita, con qualche sms, qualche twittata, e tentativi di imbastire discussioni quando ci siamo incontrati. Il tutto mentre io mi sono fidanzato con un altra ragazza, Maria, con cui sto bene, che mi fa stare bene. Non ho mai fatto niente di male, non ho mai contattato la mia ex, è sempre stata lei a farlo, e io ho sempre risposto in maniera fredda. Però non nascondo che quando sento parlare di lei, o la vedo, c’è sempre qualcosa nel mio inconscio che si accende. Un misto tra gelosia e non so cos’altro. Davvero io non penso assolutamente a tornare con lei, o nient’altro, solo questa sensazione, lieve, allo stomaco, che passa dopo cinque secondi. Ora da voi, vorrei dei consigli. Alcuni mi hanno detto che per queste sensazioni dovrei tornare dalla mia ex e parlarle, perché non è normale sentire queste sensazioni. Altri mi hanno consigliato di lasciar perdere e continuare la mia relazione, grazie anche alla quale mi sono risollevato dal periodo precedente, in cui stavo male per la fine del rapporto. Io sinceramente sono molto propenso ad andare avanti così, a non dare peso a questa voce interiore che io non sento, e a cui dò comunque poco peso, perché credo che sia dovuta più che altro al fatto che sono fidanzato con Maria da troppo poco tempo, ed è normale che una storia passata così lunga, abbia un peso molto più grande. Cosa dovrei fare? Grazie, il vostro parere, imparziale, può essere di grandissimo aiuto per me. Un abbraccio, Mario.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

8 commenti

  1. 1
    Andrea -

    Tipica situazione in cui la tua ex, dopo aver saputo che ti sei fatto una vita per conto tuo, senza chiedere il permesso a nessuno, ritorna alla ribalta in pieno stile film horror alla Stephen King (vedasi ” A volte ritornano”).
    Che dire… Che non c’è assolutamente niente da dire caro mio!
    La situazione è abbastanza palese e lo dovrebbe essere anche a tuoi occhi.
    La tua ex ti chiede scusa riguardo i suoi comportamenti, ok e quindi?
    Stai attento caro Mario, per adesso gestisci tu la situazione ma basterebbe un passo falso per ribaltare il tutto.

  2. 2
    alastor -

    Concordo pienamente con quello che ha detto Andrea.
    Tutte storie già sentite…
    Come sentono l’odore della libertà e del diverso, si dimenticano chi sono, chi siamo, e il tempo ed i bei momenti passati con noi…
    Valuta ,gestisci tu la situazione.
    Le parole sono facili da dire,un mi manchi è banale se poi i fatti stanno a zero e non fa nulla per riprenderti,fino a prova contraria quella che t ha lasciato è lei.
    Stare male e provare le sensazioni che hai descritto è normalissimo fidati è umano ed è anche perchè ci tieni,vuoi o non vuoi lei ha fatto parte di 3 anni della tua vita…
    possiamo dirti qualche parola, qualche consiglio ma la verità la puoi sapere solo tu…
    fino a che punto vuoi una persona che già ti ha abbandonato una volta?? rifletti valuta e non farti tenere in pugno da lei in un eventuale confronto diretto.
    UN CONSIGLIO SPASSIONATO DA CHI CI é PASSATO : CONTINUA A NON CERCARLA MAI, IGNORALA, TU VIVI ANCHE SENZA D LEI, E LEI DEVE SAPERLO. Se vuole ti manda un messaggio vediamoci devo parlarti, il numero lo tiene…
    Parole che personalmente uso spesso e che ammiro molto tratte da
    Il sonetto 116 di William Shakespeare:
    Amore non è Amore
    se muta quando scopre un mutamento
    o tende a svanire quando l’altro s’allontana.
    Oh no! Amore è un faro sempre fisso
    che sovrasta la tempesta e non vacilla mai;
    è la stella-guida di ogni sperduta barca,
    il cui valore è sconosciuto, benché nota la distanza.
    Amore non è soggetto al Tempo, pur se rosee labbra e gote
    dovran cadere sotto la sua curva lama;
    Amore non muta in poche ore o settimane,
    ma impavido resiste al giorno estremo del giudizio:
    se questo è errore e mi sarà provato,
    io non ho mai scritto, e nessuno ha mai amato.

  3. 3
    VETERANO -

    Che dire. Ancora non lo hai scoperto, ma lei aveva qualcun altro in testa quando ti ha lasciato. Ora dopo aver fallito l’avventura con il nuovo manico cerca di ritornare a lidi più sicuri. Lascia perdere credimi sarebbe tutto tempo sprecato.

  4. 4
    riders -

    Mandala a c…re. prenditi una soddisfazione che ti durerà tutta la vita, lei la prossima volte di fare una cazzata del genere ci pensa trenta volte. >>>>>Se l’ha fatto una volta lo rifarebbe ancora. ascoltami, mandala via.Ciao

  5. 5
    mascherato -

    @veterano,no davvero non so se aveva qualcuno in testa,ma non c’è stato niente con nessuno almeno i primi mesi,perchè uscivamo nella stessa comitiva,ho tanta gente che mi vuole bene che mi avrebbe informato,e poi lo ammetto ero abbastanza ossessivo all’inizio.Poi per altri mille motivi l’avrei saputo.Grazie lo stesso 🙂
    @alastor e andrea,grazie ragazzi dei consigli,quindi secondo voi sono “fisiologiche” le sensazioni che provo in alcuni momenti?no perchè qui mi riempiono la testa con frasi come “non l’hai dimenticata” ecc..e sinceramente io non credo proprio sia così.

  6. 6
    mascherato -

    @alastor,bellissimo il sonetto

  7. 7
    Andrea -

    Mario la soluzione è molto semplice…
    Se nella tua testa non provassi niente, ma assolutamente niente di tutto il minestrone di pensieri che ti stanno attanagliando giorno dopo giorno, non saresti un essere umano, ma bensì un terminator, una macchina.

    Morale della favola… E’ tutto normale! Il tempo sarà l’unico tuo alleato per farti capire il finale di questa storia.

  8. 8
    mascherato -

    quindi non devo fare assolutamente niente secndo te.Come devo comportarmi con lei?

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili