Salta i links e vai al contenuto

Ho perso il filo della mia vita… sono alla deriva

Non so che fare, ultimamente mi sembra di aver perso la bussola della mia vita…2 anni fa ho venduto la mia attività, per via della crisi…ho fatto diversi lavoretti, ma tutta roba a tempo determinato o in nero, nel frattempo è morto mio padre e son tornato a vivere con mia madre (anche perchè non avevo più i mezzi per vivere da solo)…dopo 2 anni di lavori schifosi e mal pagati, ho deciso di comprare un bar…decisione completamente sbagliata, e infatti dopo pochi mesi l’ho rivenduto perchè mi è venuto un piccolo eusarimento nervoso. Poco dopo questa storiaccia, la mia ragazza, con la quale stavo insieme da 4 anni mi lascia, senza una vera ragione…ho ricominciato a fare lavoretti schifosi ed ora non vedo più una prospettiva nella mia vita…vorrei tornare a vivere da solo ma non posso…vorrei trovare un lavoro serio ma a 36 anni sembra impossibile…sto cercando di lottare non mi sono arreso, (mi sono iscritto ad un corso di krav maga, vado a correre e in bicicletta tutti i giorni, e poi mi sono buttato in un’altra folle impresa con un mio amico, che non so dove ci porterà.) ma è dura, veramente dura…non vedo un futuro, vorrei poter riavere il controllo della mia vita, che mi sembra mi stia sfuggendo via come sabbia tra le dita, ma non ci riesco, ho puntato tutto su questa nuova impresa, per poter dare una svolta alla mia vita…mah non so se andrà bene…vado avanti ma ho questo malessere di fondo che non mi fa star bene. ho scritto qua per potermi sfogare un po’ perchè ne ho davvero bisogno.

L'autore ha scritto 4 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

9 commenti

  1. 1
    LIU' -

    E hai fatto bene a scrivere qua, da qualche parte bisogna pur far sfiatare le valvole…la tua situazione purtroppo in questo momento la stanno attraversando in tanti, ti capisco perche’vedo questa situazione vissuta anche da persone a me care e vicine..
    I tentativi possono andare bene o male ma come dice la parola se non si tenta, i rischi ci sono sempre, la cosa importante ovviamente e non perdere il conttatto con la realta’, ok provare ma sarebbe meglio stare lontano da situazioni assurde che non possono far altro che peggiorare le cose e annullare quel briciolo di serenità che ci rimane..
    il fatto che tu sia tornato a casa non è certo una sconfitta, io vivo da sola ma a volte rimpiango di non essere rimasta ancora un pò a casetta con i miei..l’indipendenza oggi costa cara..
    Adesso pensa prima a stabilizzarti un attimo e poi al discorso casa ci penserai..

  2. 2
    marco -

    Liù grazie del sostegno…è dura, è una guerra, è un gran casino…speriamo di ritrovare il bandolo della matassa…

  3. 3
    LIU' -

    Se non lo trovi prenderai un gomitolo nuovo!!!…E’ovvio che ogniuno di noi guarda a se stesso e non ai casi altrui, ma credimi… esistono situazioni veramente disperate a cui non c’e’ rimedio e io credo che non sia il tuo caso, al massimo dovrai ripartire da zero un’altra volta..
    Succede poi spesso che le sfortune accadano tutte insieme, ma questo non è un caso, è la vita che ci mette a dura prova e quando ci buttiamo giù e ci avviliamo attiriamo a noi un sacco di negatività, quindi reagisci…

  4. 4
    enduzzo -

    una situazione davvero difficile .. l’unica speranza è che sia “un momento”.. ottimo il fatto che ti butti anche in una nuova attività, non c’è arrendevolezza almeno. Unico consiglio che si può dare è.. continua sulla strada della “lotta” non fermarti, potresti non riuscire a proseguire. Buona vita per tutto

  5. 5
    marco -

    Io sto reagendo, fortunatamente l’apatia non mi ancora acchiapato…è vero ci sono situazioni molto peggiori della mia…ma questo mi consola solo in parte…E che mi sento come una pietra che rotola lungo un pendio…non riesco a controllare gli avvenimenti….ad essere sincero non mi aspettavo a 36 anni di ritrovarmi in questa situazione e la cosa peggiore è che non mi so vedere da qui a tre mesi…ma probabilmente è come dici tu enduzzo…è solo un momento…per adesso aspetto un gancio in mezzo al cielo al quale potermi aggrappare.

  6. 6
    MRC -

    Ciao Marco, fermati un istante, guardati attorno e cerca di vedere se il progetto che hai intrapreso t’interessa veramente! …Ti piace? Allora non esitare, buttati anima e corpo e non ti arrendere mai!
    Non importa se diventerai ricco oppure no, momenti difficili ce ne saranno sicuramente, ostacoli quanti ne vorrai…
    Cerca solo e sempre di vedere le cose da un altro punto di vista: non è sempre tutto e solo nero, forse è solo grigio un po’ troppo scuro che tu dovrai far tornare bianco o almeno un po’ più chiaro.
    Non continuare a cambiare, così sprechi solamente energie e non fai altro che demotivarti poichè non dai tempo al tempo per far arrivare dei risultati positivi o perchè, magari, non ti sei impegnato abbastanza.
    A 36 anni sei alla tua terza attività imprenditoriale, forse i piccoli lavoretti in nero e mal pagati non facevano per te o forse non ci hai messo abbastanza anima e corpo per farsì che si trasformassero e diventassero quelli la tua terza (ed ultima spero) attività imprenditoriale.
    Forza, forza, forza… e non mollare mai: sei su una strada, non importa quale sia, fai TU in modo che sia quella giusta!

  7. 7
    marco -

    E’ difficile non essere pessimisti…tu non hai idea di che lavori fossero, si vede che c’hai un posto fisso…l’attività che ho intrapreso è molto rischiosa…e non l’avrei intrapresa se non fossi veramente con le spalle al muro…spero solo che funzioni, perchè se dovesse andar bene…allora si che le cose cambierebbero…posso anche metterci anima e corpo nei lavori di merda che ti capitano adesso ma non cambierebbe nulla te lo assicuro..

  8. 8
    max -

    Ma che attivita’ hai intrapreso Marco ???

  9. 9
    marco -

    Diciamo….svago clandestino

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili