Salta i links e vai al contenuto

C’è una mia nipote…

  

Salve, anch’io avrei un problema da raccontare; naturalmente non diretto, ma la mia esperienza mi riguarda, perché mi è molto vicina; tutto è iniziato una decina di anni fa: c’è una mia nipote che si è legata a me: si confida, parla con me… ci vogliamo un bene fraterno a sua detta: dico a sua detta, perché io questa fiducia che lei dice di avere di me non l’ho mai vista; c’è una mia sorella, che sarebbe la zia di questa ragazza, non ha mai voluto questo bene fraterno tra me e lei; da premettere che lei è stata sempre gelosa e invidiosa di tutti e tutto; infatti, ogni volta che io avevo un bel rapporto con qualcuno è sempre riuscita a farlo interrompere; naturalmente non solo con me, ma è anche invidiosa di un’altra mia sorella che vive nella nostra stessa casa; ma lasciamo stare: io sono qui per parlarvi di me.
3 4 anni fa ci comportammo male a turno con questa mia nipote: prima io e dopo parecchio tempo questa sua zia che sarebbe mia sorella; iniziai io a comportarmi male nel senso che iniziai a mandare sms anonimi dai contenuti abbastanza spinti; poi un po’ di tempo dopo si comportò male anche sua zia con lei nel senso che andò a dire al padre di questa ragazza che io e lei in pratica ce la intendevamo assieme quando poi tutti sapevano che non era vera questa cosa perchè io sono uno dei pochi sparpagliati che crede ancora in certi valori e sono orgoglioso dei valori che ho e quindi non mi sognerei mai di fare del male sessuale a qualcuno.
Per farvi capire un po’ la mia situazione, io ho 37 anni quasi e non sono mai stato fidanzato e sposato appunto perchè non mi piace fare del male a nessuno, figuriamoci se farei del male a persone del mio stesso sangue! la natura non me lo perdonerebbe mai; comunque, stavo dicendo; dopo il mio grave sbaglio, io ho avuto il coraggio di ammettere le mie colpe chiedendole anche scusa, ma sua zia, a detta della ragazza non le ha mai chiesto scusa e non si sono mai chiarite, ripeto, a sua detta, anzi, da quel giorno si sono date poca confidenza. Noi, intanto piano piano, siamo riusciti a recuperare, ma col tempo, ed è anche normale che ci vuole del tempo a chiudere certe ferite.
Ripeto, questi problemi sono successi 3 4 anni fa, ora la ragazza ha 21 anni; voglio concludere andando al dunque; attualmente sta ragazza è come se avesse una bassa autostima anche di sè, come se non avesse più fiducia di nessuno; io la vorrei aiutare e non so come fare visto che la ragazza non si è mai aperta totalmente; ad esempio, non abbiamo mai parlato dei suoi sogni notturni e credo che non si possa capire e aiutare una persona se non la si capisce anche dai suoi sogni, o sbaglio? Non abbiamo mai affrontato questo argomento.
Prima del tempo che sono successi questi problemi, la zia le regalò anche un numero di telefono che porta ancora oggi appresso nonostante che si danno poca confidenza, sempre a sua detta; cosa le sta succedendo a questa ragazza? io credo che è un po’. difficile che stia passando un difficile periodo solo per le probabili sue delusioni personali; possono entrarci questi fatti del passato che vi ho raccontato? può entrarci il fatto che lei, avendo la scheda che le ha regalato e non si è sentita mai libera di parlare con la zia, ogni volta che prende il cellulare e pensa a chi le ha dato la scheda, si senta male? può darsi che ora che è cresciuta e ha vergogna di affrontare certe situazioni da sola , sta chiedendo aiuto? Non so cosa pensare; io ringrazio chiunque possa darmi un suggerimento.

L'autore ha scritto 6 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Famiglia

13 commenti a

C’è una mia nipote…

Pagine: 1 2

  1. 1
    piero74 -

    io aggiungo un’altra cosa alla mia lettera: chiedo scusa per i doppioni, ma non avendo mai pubblicato una lettera, ed essendo la prima mia lettera, siccome il sistema mi parlava inglese, non l’ho saputo usare: comunque la leettera inizia e termina con la parola “salve”.

  2. 2
    pinella -

    ciao,la tua lettera è di una confusione assurda capo primo,secondo,spero di aver capito male(correggimi se l ho fatto)che tu gia trentenne mandavi messaggi spinti ad un allora quindicenne ,quindi poco piu che bambina e per giunta tua nipote??!!!!!???sai cosa penso?penso che hai un ossessione per lei,e che perfino per lettera senti il bisogno di parlare di lei,poi quella “non sono mai stato fidanzato e sposato appunto per non fare del male a nessuno”no comment..

  3. 3
    Suchende -

    Sai, piero74, secondo me ti preoccupi troppo per questa ragazza. Non che non sia normale, le vuoi bene, molto bene ed è perfettamente naturale sentirsi in dovere di fare qualcosa quando un nostro caro è in difficoltà. Però non sempre possiamo fare qualcosa, a volte il più grande aiuto che possiamo dar loro è portare pazienza, aspettare e mantenere un clima di serenità all’interno dell’ambito familiare, lasciando così che siano loro a sistemare, da soli, i loro problemi. Anche questo è crescere. Può darsi che effettivamente tua nipote stia passando un momento difficile e può darsi che sia legato anche a quanto è successo anni prima (anche se ho fatto un po’ di confusione con la datazione…”34 anni fa” però tu hai 37 anni e lei 21?), ma a maggior ragione, se così fosse, secondo me faresti meglio a non avvicinarla troppo. Se sta cercando di risolvere anche questa situazione, di mettersi in pace con se stessa per quanto e successo e perdonarti (o perdonarvi, a te e a tua sorella) definitivamente, avvicinarlesi troppo potrebbe essere interpretato male, come una nuova forzatura, non so se sono chiara. Non farti problemi per azioni che non hai compiuto tu stesso (tipo il fatto della sim o che lei e tua sorella ancora non sono in buoni rapporti ecc). Certo, tu hai sbagliato, ma te ne sei reso conto ed è importante a questo punto continuare a farsi perdonare, giorno dopo giorno. Non puoi aspettarti che lei si confidi completamente, forse non è neanche nel suo carattere, ci hai mai pensato?
    Lascia l’interpretazione dei sogni a Freud e se proprio vuoi fare qualcosa cerca di parlare con tua sorella e sistemare le cose con lei, è ancora così gelosa di tutto e tutti? parlatene. Non può mica continuare a distruggere la vita degli altri! Avrai il diritto di farti una famiglia anche tu!
    E poi perchè pensi che essere fidanzato con qualcuno possa far del male alla persona in questione? o ad altri?

  4. 4
    piero74 -

    ciao pinella, si vede che non mi sono spiegato bene; siccome questa è la mia prima lettera che ho pubblicato su un forum e il sistema mi ha parlato inglese e non sapendolo capire mi sono buttato così… non l’ho saputo far funzionare il sistema, ma spero che si è capita, peròò; poi alla fine se hai letto bene c’era scritto tutt’altro tipo di cose.

  5. 5
    piero74 -

    sai, suchende, non ho mai pensato a questa cosa qua, sai? però forse hai centrato il problema: forse non si è mai fidata completamente di qualcuno, sai? forse perchè prima si fidava di qualsiasi persona a cui si legava e questo fatto, giustamente, ti porta a crescere e a restringere un attimino la lista delle persone e a capire delle cose che non comprendevi prima; però, la cosa che dà fastidio è questa: se tra di noi c’è un bene fraterno, come lei dice, perchè, si comporta così anche con me? lei dice che non la sopporta a mia sorella, ma io sono convinto del contrario, anche se…. questo maledetto orgoglio è la nostra rovina; tra loro 2 c’è una specie di complicità segreta che sto cercando di farla riemergere: ad esempio, ieri, che era la festa della sua sorellina è venuta a casa mia a portarci dei dolci e cèera anche mia sorella che è la zia in questione; allora io ho notato che anche se si danno poca confidenza, però io ho notato che tra loro c’è una certa complicità che la fa soffrire e che non le dà pace: come ad esempio usa le stesse parole di sua zia; a questo punto mi viene da pensare che c’è qualcuno o qualcosa che la ostacola; io le ho detto un paio di volte di andare da lei a chiarire, però lei giustamente dice di no, perchè siccome solo mia sorella doveva chiarire il problema che giustamente ha creato, però io la sento giorno per giorno al telefono e la sento diversa dalle altre ragazze della sua età, è a me questo me ne dispiace, sai? in poche parole non vorrei fare il solito zio che aiuta solo economicamente, ma vorrei aiutarla ad uscire da questo (suo mondo), ma….. cosa, se lei non mi dà un punto da cui partire? però, è necessario che io ti aggiungo un’altra cosa che ho dimenticato di mettere alla lettera; io dalla mia famiglia non sono mai stato visto di buon occhio e perciò mi hanno allontanato tutti quelli che si avvicinavano a me; l’unica persona che aveva un po. di considerazione di me è stato mio padre, che da quando è morto sembrano darmi addosso tutti;

  6. 6
    IO -

    non si capisce niente di quello che hai scritto..

  7. 7
    Noway -

    Ma cosa ti ha spinto a mandare sms dai contenuti spinti a tua nipote? E’chiaro che lei non si fida di nessuno, è una cosa gravissima questa.
    Invece di trovare conforto in voi 2 (tu e tua sorella) siete riusciti a fare delle cose talmente gravi da minare la sua serenità di adolescente..e la cosa più grave l’hai fatta tu.
    Secondo me dovresti prendere le distanze da lei non credo che voglia avere rapporti troppo stretti con voi, vi sta allontanando, e tu invece di farti un esame di coscienza pensi al rapporto che ha con sua zia? Assurdo.

  8. 8
    piero74 -

    infatti, questo l’avevo capito; però secondo me questi fatti che ho detto alla lettera sono solo la conferma, perchè dopo la morte di mio padre, 9 anni fa, i miei familiari mi hanno e stanno facendo passare tutt’ora l’ira di dio; e anche la ragazza, in quasi tutto il periodo adolescenziale, quando veniva a casa da noi, sentiva gli altri che parlavano male degli altri e anche del sottoscritto, e quindi, giustamente anche la ragazza, ha passato un’adolescenza infernale, (ti sto parlando prima che successe questo brutto episodio); caro novay, la mia famiglia, purtroppo è una di quelle famiglie strane e antiche: per farti capire è la classica famiglia numerosa di un tempo: tutti parlano male di tutti, non va mai niente per il verso giusto a nessuno, oggi si litiga, domani si fa pace e tutto questo sembra non avere mai la parola fine; e io sono l’ultimo di 11 figli… si litiga anche per problemi di eredità, caro amico!

  9. 9
    Kid -

    Secondo me dovresti cercare la tua strada nel mondo esterno . Le cose in famiglia le risolve il tempo e l’affetto e se questi mancano , il bisogno all’occorrenza. Non sentirti nella necessità di trovare un tuo ruolo in quella famiglia. Non è mica la tua personale , fatta di una moglie e figli!
    Si sà tra consanguinei , spesso , per questioni di carattere o di interesse non ci si piace . I fratelli-sorelle non si scelgono .E se non ci si prende , di sicuro si campa meglio senza di loro.
    Ma se ti fissi , e non ti realizzi da solo come individuo e per una tua strada , ti diventa una ossessione . Mettiti in gioco verso il mondo esterno e dopo aver fatto questo vedi come valuti certi tuoi gesti del passato .
    Non son stati belli e devresti cercare di uscire dalla prospettiva di veder la famiglia come un rifugio e di voler essere da essa accettato ed avere un ruolo. Di sicuro non puoi metterti contro una madre e una figlia . Anche se avessero avuto i loro problemi , cose che normalmente accadano in tutti le famiglie , non è una questione che ti riguardi , a meno che tu non venissi interpellato . E anche se fosse , occorre sempre far da paciere e mai aggravare le cose .

  10. 10
    piero74 -

    vedi, io ho letto quasi tutti i commenti e il tuo si avvicina a tutto questo, ma io, a parte che ho già deciso cosa fare di questa questione, però ad un tratto la domanda che mi faccio è questa: la ragazza giustamente vede le amiche che…. in pratica loro possono tutto e lei no e giustamente lei ci soffre su questo fatto, allora io le sto dando un piccolo aiuto economico perchè oggi come oggi è difficile trovare un lavoro, nonostante che si dia da fare per cercare, allora io dico, aiuto si, ma… come dice un proverbio: una mano lava l’altra, no? io ormai l’ho presa a cuore a sta ragazza e mi dispiace che lei si senta diversa dalle altre solo per i guai che hanno combinato le nostre famiglie, però quello che dico è questo: ormai lei l’aha capito che io l’ho presa a cuore, ma non è neanche giusto che mi cerchi solo quando le fa comodo a lei, o no? ad un certo punto questo vuol dire che tu ci giochi con i sentimenti, o sbaglio? sai cosa ti dico, arrivati a questo punto? come dici tu giustamente, devo farmi anche una mia vita, e… mi sa mi sa che ci ho già pensato; essere egoista non è da me, però, adesso basta: sono stanco di sopportare tutto da solo: per me anche è arrivato il momento di cambiare pagina: non è egoismo, ma ad un certo punto , io credo che arriva il momento in cui sei stufo di continue liti per cose che ad un certo punto non ti riguardano neanche: che se le tengano per loro le liti per questioni di eredità, di spartizioni di proprietà, ecc.. se fino ad ora ci sono rimasto al mio paese è per il motivo che ho preso a cuore sta ragazza, ma quando vedo che nemmeno lei viene inncontro a chi, in un certo senso le è stata vicina… allora non sono più problemi miei, no? ho sbagliato,è vero! mi sono comportato male con lei, è questo l’ho ammesso e le ho chiesto anche scusa, ma poi ci conosciamo da una vita! se gli avrei voluto fare del male gliel’avrei fatto realmente, no? non avevo bisogno di quegli stupidi 160 caratteri; perciò, io arrivato a questo punto credo che questa ragazza stia facendo solo capricci e basta perchè (sbagli del passato a parte), lei ha capito di che pasta sono; fossi che non ci conoscessimo, allora potrebbe avere anche ragione a non fidarsi di me, no? perciò, cara amica, mi hai dato la conferma a quello che stavo pensando di fare.

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili